Come Ridurre la Conta degli Eosinofili

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 17 Riferimenti

In questo Articolo:Apportare Cambiamenti nello Stile di VitaProvare Rimedi CasalinghiCurare il Disturbo Principale

Anche se l'aumento degli eosinofili (detto anche eosinofilia) può destare qualche preoccupazione, di solito è una risposta naturale ai processi infiammatori che avvengono nell'organismo. Gli eosinofili sono una categoria di globuli bianchi coinvolti nella difesa contro le infezioni e che, in virtù di tale funzione, causano una serie di reazioni, tra cui le infiammazioni. Nella maggior parte dei casi, l'eosinofilia si riduce una volta trattato il disturbo principale. Detto questo, anche uno stile di vita sano e qualche rimedio in grado di combattere gli stati flogistici possono abbassare una conta eosinofila insolitamente elevata.

1
Apportare Cambiamenti nello Stile di Vita

  1. 1
    Riduci lo stress. Lo stress e l'ansia possono favorire l'insorgere di malattie associate all'eosinofilia. Quindi, trovando il tempo per rilassarti, potrai riequilibrare il livello di questi leucociti. Rivedi la tua routine quotidiana per individuare le cause che generano tensione. Se puoi, elimina o riduci l'esposizione ai fattori più stressanti.[1]
  2. 2
    Evita di esporti alle sostanze a cui sei intollerante. Le allergie sono la causa più comune dell'eosinofilia. Il corpo potrebbe aumentare la produzione di leucociti in reazione a determinati allergeni. Quindi, curando le allergie ed evitando i fattori scatenanti, sarai in grado di gestire l'aumento degli eosinofili nel sangue.[2]
    • La febbre da fieno può peggiorare il problema. Cura il raffreddore con antistaminici da banco, come Benadryl o Clariyin, per diminuire la conta eosinofila.
    • Ad esempio, se sei allergico al pelo dei cani, evita il contatto con questi animali quando è possibile. Se vai a casa di un amico che ha un cane, chiedigli se può portarlo in un'altra stanza.
  3. 3
    Mantieni pulita la casa. Gli acari della polvere possono favorire irritazioni in alcuni soggetti e causare reazioni che vanno ad aumentare il numero di eosinofili, soprattutto se si è allergici. Per evitare questo inconveniente, pulisci regolarmente gli spazi in cui vivi. Spolvera almeno una volta a settimana per impedire l'accumulo di acari negli angoli della casa.[3]
    • Il polline può avere un effetto simile in determinate persone. Per evitare che entri in casa, tieni le porte e le finestre chiuse durante le stagioni in cui la concentrazione nell'aria è alta.
  4. 4
    Segui una dieta sana, povera di alimenti acidi. Il bruciore di stomaco e il reflusso gastroesofageo possono aggravare l'eosinofilia. Quindi, per prevenire questo disturbo, è essenziale mangiare in modo sano ed equilibrato. Opta per alimenti a basso contenuto di grassi, come carni magre, cereali integrali, frutta e verdura fresca. Evita i cibi acidi, come le fritture, i pomodori, gli alcolici, il cioccolato, la menta, l'aglio, le cipolle e il caffè.[4]
    • Anche il sovrappeso può aumentare le possibilità di soffrire di reflusso gastroesofageo e promuovere l'incremento del numero degli eosinofili. Se hai superato il tuo peso forma, dovresti dimagrire per ridurre questo rischio.

2
Provare Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Aumenta l'apporto giornaliero di vitamina D. Le persone con bassi livelli di vitamina D sono più soggette a una conta eosinofila alta.[5] Esistono due modi per incrementare l'apporto di questa vitamina: esporsi al sole da 5 minuti (per le persone di carnagione chiara) a 30 minuti (per le persone di carnagione più scura) almeno due volte a settimana. In alternativa, è possibile assumere un integratore di vitamina D3.[6]
    • Per favorire la produzione di vitamina D tramite l'esposizione al sole, devi uscire. Questa vitamina viene stimolata dai raggi UVB, che non penetrano attraverso i vetri, quindi non basta sedersi vicino a una finestra.
    • Le nuvole ostacolano l'azione dei raggi, quindi trascorri un po' più di tempo all'aria aperta durante le giornate uggiose.
  2. 2
    Consuma lo zenzero per alleviare le infiammazioni. Lo zenzero è noto per le sue proprietà analgesiche. Anche se è ancora in fase di studio, esiste la possibilità che favorisca la diminuzione degli eosinofili. Assumi tutti i giorni un integratore a base di zenzero oppure ottieni i suoi benefici usando la radice per preparare una tisana.[7]
    • Puoi acquistare la tisana nella maggior parte dei negozi di alimentari. Metti una bustina in una tazza e versa all'interno dell'acqua calda. Lasciala riposare per qualche minuto, dopodiché sorseggiala.
  3. 3
    Utilizza la curcuma per alleviare i processi infiammatori in combinazione con i farmaci. La curcuma (o la curcumina, il principio attivo della curcuma) è in grado di ridurre l'eosinofilia in determinate situazioni. Prova a prendere un cucchiaio al giorno di curcuma in polvere per via orale. Puoi anche aggiungerlo nel latte caldo, in una tisana o nell'acqua.[8]

3
Curare il Disturbo Principale

  1. 1
    Recati dal medico per farti visitare. Molte patologie sono all'origine dell'eosinofilia, tra cui le malattie del sangue, le allergie, i disturbi digestivi, le parassitosi e le infezioni micotiche. Il medico ti prescriverà le analisi del sangue ed esami dermatologici per individuare l'eziologia. In rari casi, potrebbe anche prescriverti una coprocoltura, una TAC o un esame del midollo osseo.[9]
    • L'eosinofilia primaria è una condizione caratterizzata dalla proliferazione degli eosinofili associata a un disturbo ematologico, come la leucemia.
    • L'eosinofilia secondaria è causata ad altre malattie non ematologiche, come l'asma, il reflusso gastroesofageo o eczemi.
    • L'ipereosinofilia (o eosinofilia idiopatica) indica un'elevata produzione di eosinofili in assenza di cause note.
    • Se questa patologia interessa una certa parte del corpo, potrebbe essere diagnosticato un particolare tipo di eosinofilia. Ad esempio, l'esofagite eosinofila colpisce l'esofago, mentre l'asma eosinofilo coinvolge i polmoni.
  2. 2
    Consulta un allergologo per sottoporti alle prove allergiche. Poiché le allergie aumentano spesso la conta eosinofila, il medico potrebbe consigliarti una visita allergologica. Lo specialista eseguirà un patch test, mediante il quale inserisce piccole quantità di allergeni comuni sulla pelle per osservare le reazioni. Potrebbe anche prelevare un campione di sangue e analizzarlo a fini diagnostici.[10]
    • Se sospetta un'allergia alimentare, potrebbe prescriverti alcune restrizioni riguardanti il consumo di determinate pietanze per 3-4 settimane. Dopodiché ti indicherà di ripetere le analisi del sangue per controllare la conta eosinofila.
  3. 3
    Prendi un corticosteroide. Attualmente i corticosteroidi sono gli unici farmaci in grado di abbassare direttamente l'aumento del numero di eosinofili nel sangue, alleviando i processi infiammatori che ne conseguono. A seconda dei fattori eziologici, il medico può prescriverti una pillola o un inalatore. Il prednisone è il corticosteroide più usato in questi casi.[11]
    • Segui sempre le istruzioni del medico relative all'assunzione dei farmaci.
    • Se non conosce bene la causa dell'eosinofilia, potrebbe partire con un basso dosaggio. Quindi, terrà sotto controllo le tue condizioni per vedere se migliorano.[12]
    • Non prendere i corticosteroidi se hai un'infezione parassitaria o micotica. I farmaci steroidei possono peggiorarla.
  4. 4
    Combatti le infezioni parassitarie. Per eliminare qualsiasi parassita e riportare nella norma il numero di eosinofili, ti verrà prescritto un medicinale adatto. Non si tratterà di un corticosteroide, perché questa classe di farmaci potrebbe peggiorare alcune tipi di parassitosi.[13]
    • Le terapia antiparassitarie variano in base all'agente infettivo. In molti casi, il medico prescrive una pillola da assumere quotidianamente.
  5. 5
    Prendi un farmaco per il reflusso gastroesofageo se soffri di esofagite eosinofila. L'eosinofilia può essere causata dalla malattia da reflusso gastroesofageo o da un altro disturbo digestivo. Il medico ti prescriverà un inibitore della pompa protonica, come Lucen, Nexium o Antral, per trattare il malessere.[14]
  6. 6
    Sottoponiti a un trattamento di riabilitazione respiratoria se soffri di asma eosinofilo. Il medico potrebbe prescriverti un inalatore a base di corticosteroidi o farmaci biologici chiamati anticorpi monoclonali, oppure indicarti una nuova soluzione terapeutica, definita "termoplastica bronchiale". Durante questa procedura, viene inserita una sonda nella bocca o nel naso tramite la quale si eroga energia termica nelle vie aeree agevolando la respirazione.[15]
    • Verrai sedato per sottoporti a questo trattamento. Tuttavia, ti basterà qualche ora per riprenderti completamente.
  7. 7
    Assumi l'imatinib se sei affetto da ipereosinofilia. L'ipereosinofilia è associata ai tumori del sangue, tra la leucemia eosinofila. Per ridurre questo rischio, è possibile somministrare l'imatinib, un farmaco usato in caso di sindrome ipereosinofila idiopatica che, nel contempo, rallenta la crescita delle cellule tumorali. È probabile che il medico ti terrà sotto controllo per vedere se si formano neoplasie.[16]
  8. 8
    Considera la sperimentazione clinica per l'eosinofilia. Non si sa molto dei fattori che influenzano i livelli di eosinofili. Spesso le sperimentazioni cliniche hanno bisogno di soggetti affetti da eosinofilia per studiare le cause ambientali e trovare nuove cure. Trattandosi di trattamenti non testati, esistono rischi associati. Detto questo, potresti trovare una terapia efficace.[17]

Consigli

  • Solitamente l'eosinofilia viene rilevata quando ci si sottopone ad accertamenti per un determinato problema di salute. Attualmente la sintomatologia non è ben definita perché ogni tipologia di questa condizione può causare una serie di sintomi piuttosto ampia.
  • Se ti è stata diagnosticata l'ipereosinofilia, il medico ti raccomanderà un controllo regolare del cuore e dei valori ematici.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Dieta & Stile di Vita

In altre lingue:

English: Lower Eosinophils, Español: reducir los eosinófilos, Français: réduire le taux d'éosinophiles, Português: Reduzir os Níveis de Eosinófilos, Deutsch: Drei Methoden, um die Werte deiner Eosinophile zu senken, Bahasa Indonesia: Menurunkan Kadar Eosinophil dalam Tubuh, Русский: снизить уровень эозинофилов, Nederlands: Je eosinofielgehalte verlagen

Questa pagina è stata letta 3 116 volte.
Hai trovato utile questo articolo?