Scarica PDF Scarica PDF

Lo smog è un tipo di inquinamento dell'aria che viene prodotto nell'atmosfera quando la luce solare reagisce con gli ossidi di azoto e con almeno un composto organico volatile (COV). Quando si verifica tale reazione, vengono rilasciate delle particelle nell'aria e l'ossigeno presente al livello del suolo assorbe i composti nocivi (ozono).[1] Tutto questo crea quello che viene definito smog. Negli ultimi anni si è notato un aumento di campagne e iniziative per ridurre tale fenomeno, dovute ai suoi effetti dannosi sulle persone e sull'ambiente.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Cambiare le Abitudini in Auto

  1. 1
    Usa l'auto con minore frequenza. Le automobili e i camion tradizionali producono biossido di azoto sia durante la guida sia nei momenti in cui il veicolo è fermo ma a motore acceso; pertanto, un modo per ridurre l'emissione consiste nel guidare meno. In alternativa, vai a piedi, in bicicletta o usa i mezzi pubblici.
    • Se il luogo in cui devi recarti è abbastanza vicino, vai a piedi o in bicicletta, soprattutto se presso la destinazione c'è una doccia per lavarti (luogo di lavoro o palestra).
    • Molte grandi città mettono a disposizione servizi di trasporto pubblico, come i tram, la metro e i treni, oltre ai parcheggi di interscambio in cui lasciare il veicolo privato e prendere un mezzo pubblico per raggiungere la destinazione finale.[2]
    • Non usare l'auto in determinati orari; per esempio, dovresti guidare meno nei momenti di punta, quando fa estremamente caldo o quando l'ozono raggiunge livelli pericolosamente alti.[3]
    • Se non puoi farne a meno, cerca almeno di organizzare un servizio di car pooling, in modo che ci siano meno auto in circolazione sulle strade e vengano effettuati meno viaggi.
  2. 2
    Esegui una buona manutenzione del veicolo. Mantenendolo in buone condizioni non solo migliori i consumi, ma riduci anche le emissioni. Fai un regolare tagliando, rispetta le scadenze per i cambi dell'olio e assicurati che gli pneumatici abbiano la giusta pressione per ottimizzare le prestazioni del veicolo.
    • Molti Paesi prevedono l'obbligo di eseguire dei controlli per le emissioni per evitare che l'auto rilasci troppi inquinanti; si tratta di controlli che in genere devono essere fatti ogni uno o due anni.[4]
    • Gonfia gli pneumatici fino alla pressione corretta per permettere al motore di funzionare al meglio delle prestazioni, mantenendo una distribuzione omogenea del carico.[5]
    • Consulta il meccanico o leggi il manuale d'uso per avere le informazioni specifiche in merito alla manutenzione del veicolo.
  3. 3
    Fai benzina quando la temperatura è bassa. Recati al distributore il mattino presto o nel tardo pomeriggio quando fa più fresco; questo evita che i fumi del carburante si scaldino troppo e possano creare delle tossine pericolose a livello del suolo (ozono).[6]
    • Si stanno studiando dei carburanti alternativi, come l'etanolo, il gas naturale e l'idrogeno, ma non tutti i motori funzionano con questi tipi di alimentazione.[7]
  4. 4
    Acquista un veicolo elettrico o ibrido. Si tratta di auto conosciute per ridurre notevolmente le emissioni grazie a diversi fattori (a seconda del tipo di modello); alcune riducono il consumo di carburante, mentre altre si avvalgono di fonti energetiche alternative. Il risultato è una riduzione delle emissioni dai tubi di scarico e di conseguenza dello smog.[8]
    • Le auto ibride vengono alimentate a benzina, ma sono in grado di recuperare l'energia e utilizzarla per muovere il mezzo, riducendo pertanto il consumo di carburante.[9]
    • Quelle elettriche sfruttano la sola elettricità e devono essere collegate a una colonnina di ricarica per essere alimentate e poter viaggiare.[10]
    • Le auto ibride elettriche sono le migliori in entrambi i casi, dato che utilizzano l'elettricità e il carburante.[11]
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Cambiare le Abitudini di Consumo

  1. 1
    Evita i prodotti con un alto contenuto di composti organici volatili (COV). Sono sostanze chimiche che si disperdono facilmente nell'atmosfera con il normale uso domestico; controlla l'etichetta del prodotto per verificare se contiene tali sostanze.
    • Tra gli articoli più comuni considera i prodotti per le unghie (acetone, alcol etilico), gli sverniciatori, i solventi per adesivi (cloruro di metilene) e gli spray aerosol (butano).[12]
    • Puoi consultare questo sito per avere maggiori informazioni in merito ai prodotti chimici per uso domestico e ai loro ingredienti.[13]
    • Acquista prodotti "ecologici" che non contengono COV.
    • Se devi necessariamente utilizzarli, acquistali in quantità ridotte che puoi terminare velocemente invece di conservarli; se devi comunque immagazzinarli, assicurati di sigillarli attentamente nel loro contenitore originale e tienili in un'area ben ventilata.
  2. 2
    Non utilizzare attrezzatura per il giardino alimentata a gasolio. Le emissioni di carburante sono una delle principali cause di smog - derivanti dai veicoli e dall'attrezzatura per il prato. Cerca degli strumenti ecosostenibili, come falciatrice, decespugliatore, rasaerba e qualsiasi altro attrezzo per il giardino, che siano alimentati elettricamente.
    • Puoi anche evitare completamente di dover tagliare l'erba cambiando il materiale del giardino; puoi scegliere l'erba artificiale, le piante grasse, la pavimentazione e la ghiaia o le pietre decorative per evitare del tutto di tagliare il prato.[14]
    • Esistono anche delle alternative all'erba vera che assomigliano al tappeto erboso normale, ma che richiedono minore manutenzione.[15]
  3. 3
    Acquista a chilometro zero. Comprare i prodotti che vengono realizzati sul territorio riduce notevolmente i costi per il trasporto e di conseguenza le emissioni di gas di scarico. I mercati agricoli locali e i negozi di alimentari del quartiere ti aiutano a capire l'origine dei prodotti.
    • Puoi fare una ricerca online per trovare produttori della tua zona o negozi che vendono articoli a chilometro zero.[16]
    • Oltre ai mercato agricoli, puoi cercare gli spacci delle aziende agricole, vinicole e delle fattorie.
    • Esistono anche molti ristoranti che si sono uniti a dei movimenti per sostenere i prodotti coltivati localmente.[17]
    • Crea un orto comunitario; coltiva frutta e verdura per il tuo vicinato e per una distribuzione locale.
  4. 4
    Crea un sistema energetico efficiente in casa. Meno energia consumi nell'abitazione e meno inquinanti vengono rilasciati nell'atmosfera. Esistono molte maniere per procedere in questo senso che riguardano l'illuminazione, l'impianto di riscaldamento o di aria condizionata e l'uso degli elettrodomestici.
    • Sostituisci le vecchie lampadine a incandescenza con quelle alogene a basso consumo, fluorescenti compatte o a LED, che puoi trovare presso le ferramenta o nei migliori supermercati.[18]
    • Per quanto riguarda l'impianto di condizionamento e riscaldamento, procurati un termostato che fa risparmiare energia grazie a una regolazione automatica della temperatura quando non sei in casa.
    • Acquista gli elettrodomestici - come lavatrice, asciugatrice, frigorifero e lavastoviglie - ad alta efficienza energetica, vale a dire che consumano meno.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Prendere Iniziative

  1. 1
    Non sostenere i Paesi o le organizzazioni che non hanno normative contro l'inquinamento atmosferico. Sebbene i Paesi europei abbiano svolto un lavoro notevole in termini di leggi per tutelare l'ambiente, molti altri Paesi non hanno ancora sviluppato un protocollo per ridurre i livelli di inquinamento (Haiti e Malesia sono tra quelli con la normativa più scarsa).[19] Boicottando il commercio di questi Paesi o le organizzazioni che non rispettano le normative, incrementi la consapevolezza del problema.
    • Puoi anche boicottare alcune aziende che aumentano i problemi di inquinamento. Ci sono alcune multinazionali, come Nestlé, Pfizer e Walmart, che sono note non solo per peggiorare la qualità dell'aria, ma anche per violare le norme in merito all'inquinamento.
    • Esistono anche alcune applicazioni per smartphone (come Buycott-Barcode) che possono aiutarti a riconoscere i prodotti e le aziende poco attente all'ambiente semplicemente scansionando il codice a barre dell'articolo.[20]
  2. 2
    Sostieni la tua posizione. Non devi temere di esprimere le tue convinzioni in merito al problema e di dire cosa stai facendo per cercare di risolverlo nel tuo piccolo. Puoi parlare con le persone più vicine (familiari, amici, colleghi) o raggiungere un numero maggiore di individui attraverso i social media (Facebook, Twitter o YouTube).
    • Avvia un progetto collettivo, per esempio un'iniziativa per sostituire le lampadine o istituisci un servizio di car pooling per andare al mercato ortofrutticolo una volta al mese.
    • Inizia a condividere l'auto con i colleghi; non solo riduci le emissioni, ma dimostri anche di avere a cuore la questione.
  3. 3
    Contatta i politici locali e i dirigenti delle principali aziende della tua città. Chiedi loro cosa stanno facendo per ridurre i livelli di smog nella tua comunità; se non ti danno risposte o ti informano che stanno prendendo delle misure che non ritieni adeguate, valuta di creare un gruppo di pressione affinché cambino approccio.
    • Firma una petizione. Puoi trovarne molte anche online che si prefiggono l'obiettivo di esercitare pressione nei confronti degli organi competenti e del governo per migliorare la qualità dell'aria; cercane una che risponda ai tuoi interessi oppure organizzane una nuova tu stesso.
    • Guarda dei siti come change.org per cercare alcune petizioni oppure creane una più piccola, a livello locale.
    Pubblicità

Consigli

  • Incoraggia la comunità locale a intraprendere delle iniziative contro lo smog; una sola persona può fare solo piccoli cambiamenti, ma molte possono ottenere risultati maggiori.
  • Fai una donazione alle comunità dei Paesi in via di sviluppo affinché migliorino i protocolli per ridurre l'inquinamento atmosferico. Questo significa trovare metodi per ridurre l'uso di combustibili solidi per il riscaldamento e per cucinare, che provocano smog e problemi di salute a milioni di persone.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se hai dei disturbi respiratori, rimani al chiuso nei giorni di massima allerta per inquinamento atmosferico. Se hai difficoltà a respirare nei periodi in cui c'è molto smog, cerca cure mediche.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
wikiHow Staff Writer
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 3 133 volte
Categorie: Attivismo Sociale
Questa pagina è stata letta 3 133 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità