Come Riempire un Silenzio Imbarazzante

Il ticchettìo dell’orologio e un silenzio improvviso, nessuno dice niente, il tempo sembra interminabile e si sente solo un tick, tick, tick. Capita a tutti prima o poi di trovarsi senza parole. Se ancora non sai come riempire certi silenzi imbarazzanti ora puoi imparare a farlo, serve solo un po' di pratica.

Passaggi

  1. 1
    Accorgiti di quando accade. I silenzi imbarazzanti in genere si vengono a creare quando qualcuno blocca la conversazione a seguito di un’affermazione imbarazzante, rude o fuori luogo.
    • Per esempio, se stai raccontando il tuo appuntamento romantico, e un tuo amico commenta che uscirà con la stessa persona domani, si creerà un autentico "silenzio imbarazzante", e sarà così spesso che potrai tagliarlo con il coltello! Per romperlo pronunciare qualcosa per sdrammatizzare con un tono di voce scherzoso.
  2. 2
    Scegli un argomento neutro da commentare. A volte capita di trovarci a corto di discorsi, quindi è consigliabile tenersi un paio di idee pronte per sbloccare la situazione in caso di necessità.
    • Se stai pranzando con qualcuno, potresti fare un commento sul cibo “sbaglio o è questa è la miglior pizzeria della zona?” Non solo interromperai il silenzio ma potrai offrire un argomento per una nuova conversazione.
    • Il tempo è l’argomento più comune per spezzare il silenzio, ed è anche il più neutrale. Tutte le volte in cui ti capiterà un silenzio imbarazzante improvviso potrai colmarlo rapidamente con una domanda sul tempo atmosferico, per esempio “hai sentito che temporale c’è stato ieri notte?”
  3. 3
    Ascolta attentamente le parole del tuo interlocutore. In tutte le conversazioni la cosa più importante è prestare attenzione alle parole dell’altro.
    • Se la persona con cui stai parlando risponde con un telegrafico “Si” o “No”, il silenzio imbarazzante potrebbe essere più difficile da sbloccare. Cerca di ricostruire cosa pensa veramente.
    • Per esempio se gli chiedi “Ti è piaciuto il film?” e lui risponde soltanto “No”, a quel punto potrai chiedergli di specificare cosa non gli è piaciuto, la trama? La colonna sonora? Avrai molte opportunità per smuovere la conversazione.
  4. 4
    Parla di ciò che sei riuscito a fare. Potrebbe essere un buon sistema per trovare delle cose in comune con il tuo interlocutore. Evita di giudicarti migliore dell’altro e di mettere a confronto quello che hai con quello che possiede lui.
    • Per esempio, se stai seduto vicino a qualcuno, e cerchi di iniziare una conversazione con una frase del tipo “ho una casa grandissima e una piscina olimpionica nel giardino” quando sai il tuo interlocutore vive in un appartamento minuscolo, sicuramente lo stai mettendo in imbarazzo. Quella persona si sentirà a disagio e inadeguata, inoltre ti giudicherà uno spaccone e cercherà di trovare una scusa per andarsene.
    • Piuttosto cerca di parlare di qualcosa di originale che tu possa esibire con un sano orgoglio e al tempo stesso con umiltà. L’ideale sarebbe trovare un argomento che interessi anche al tuo interlocutore. Per esempio se a tutti e due piacciono le attività all’aria aperta potresti raccontare di un’escursione che hai fatto, o di quando hai partecipato ad una scalata avventurosa. Se la persona che hai davanti è interessata a continuare il discorso si mostrerà entusiasta, o ti farà delle domande a riguardo.
  5. 5
    Evita delle risposte monotone. Evita di rispondere con un solo “si” o “no” e cerca di non formulare domande alle quali si possa rispondere con una sola parola.
    • Cerca di evitare delle affermazioni che potrebbero bloccare la conversazione, per esempio se il tuo interlocutore dice qualcosa di simpatico commenta con un “Si, davvero simpatico!” piuttosto che con un “Ah, si”. Scegliendo la seconda frase trascinerai la conversazione in un punto morto.
    • Casomai dovessi accorgerti di aver trasportato il dialogo in un punto morto, rimedia tu stesso all’errore cercando di riattivare la conversazione. A quel punto potresti riprendere l’argomento iniziale o trovarne uno nuovo. Ricorda di commentare sotto forma di domanda, in modo che la conversazione continui spontaneamente.
  6. 6
    Preparati in anticipo degli argomenti di cui parlare. Se sai di doverti trovare in una situazione in cui incontrerai delle persone nuove, soprattutto se si tratta di un ambiente in cui potresti trovarti ad affrontare una conversazione a tu - per –tu, preparandoti prima degli argomenti di cui parlare sarai avvantaggiato.
    • Attieniti al tema. Per esempio, se ti trovi con delle persone che si incontrano perché hanno un interesse in comune, se praticano lo stesso sport, o lavorano nello stesso settore, o si occupano di attività sociali, puoi iniziare la conversazione scegliendo l’argomento che li accomuna.
    • Se si tratta di un gruppo di persone non collegate a un contesto particolare potrai iniziare a parlare di un tema di attualità. Cerca di non andare troppo nei dettagli, almeno fino a che non starai parlando con un solo interlocutore.
  7. 7
    Rilassati. Anche il tuo interlocutore ha diritto di partecipare alla conversazione, quindi cerca di formulare delle domande che lo coinvolgano. Fagli delle domande, lascia che parli di sé, non concentrare tutta l’attenzione su di te. Non solo ti risponderà volentieri (le persone in genere amano parlare di sé) ma potrà anche formularti nuove domande. Non lasciare che la conversazione si spenga perché sei solo tu a parlare.
  8. 8
    Trasferisci l’imbarazzo su qualcos’altro. Se ti rendi conto di aver toccato un argomento delicato per te o per la persona che hai davanti, e la conversazione sta cedendo il passo a un silenzio imbarazzante, evita di fare delle domande personali al tuo interlocutore, peggiorerai le cose. A questo punto hai bisogno di chiamare in causa un elemento esterno.
    • Fai un commento simpatico,o intrigante, su un oggetto inanimato o su una terza persona. Per esempio racconta un aneddoto curioso legato a un luogo particolare, a una cosa, o a un personaggio eccentrico.
  9. 9
    Pensa ad un’attività. Se vuoi divertirti con la persona con cui stai parlando, ma per qualsiasi ragione la conversazione ha raggiunto un punto morto, proponi qualcosa da fare insieme.
    • Se sei ad una festa potresti dare in benvenuto ai nuovi arrivati o proporre al tuo interlocutore di preparare dei cocktail per gli altri amici, e magari inventare insieme una nuova combinazione!
    • Se sei ad un appuntamento, o in una situazione in cui sei solo con il tuo interlocutore, potresti suggerire di fare una passeggiata insieme o qualsiasi attività facile da intraprendere nella situazione in cui vi trovate.
  10. 10
    Inizia un nuovo argomento. Se vi trovate a corto di parole magari non è colpa tua e del tuo interlocutore, forse avete semplicemente esaurito l’argomento. Quindi è arrivato il momento di spostare la conversazione su qualcosa di nuovo, puoi iniziare parlando di una notizia di attualità, del tempo o del tuo libro preferito. Qualsiasi cosa che interrompa la monotonia e riattivi la conversazione.
  11. 11
    Non evitare il tuo interlocutore a meno che tu non voglia concludere la conversazione. Se non presti attenzione alle sue parole ti ritroverai a commentare con qualcosa che lui ha “già detto prima”. Ma forse non stavi ascoltando.
    • Se ti metti a leggere i messaggi sul telefonino l’impressione che darai alla persona che hai davanti è “scusami ma questo oggetto di plastica al momento è più interessante di te”. Quindi pensaci bene prima di tirare fuori l’iPhone ed iniziare a passarci il dito sopra. Il telefonino potrebbe darti qualcosa da fare ma c’è il rischio che la persona che hai davanti dopo un po’ se ne vada.
    Pubblicità

Consigli

  • Comportati in modo amichevole e ridi spesso. Pur senza esagerare.
  • Se senti che la situazione si sta facendo imbarazzante, fingi di non accorgertene e sorridi.
  • Se il tuo interlocutore pronuncia qualcosa che potrebbe avviare un nuovo argomento, cogli l’occasione per parlarne. Per esempio, se inizi parlando della pioggia, e lui commenta che è preoccupato per il suo cane se arriverà un temporale, puoi continuare la conversazione sul tema degli animali domestici, o qualsiasi argomento si colleghi alla situazione.
  • Chiedigli della sua famiglia, ma cerca di non toccare alcuni argomenti che potrebbero metterlo in imbarazzo (come la malattia o una relazione che si è conclusa).
  • Accorgiti quando è il momento di lasciare la conversazione. Se senti che al momento non c’è un buon dialogo con la persona che hai davanti, sorridi, scusati e lascia la scena. Cerca uno dei tuoi amici e inizia a parlarci, o semplicemente esci per una boccata d’aria.
  • Se ti piacciono gli animali puoi usare questo argomento per iniziare una nuova conversazione. Se non piacciono allora cerca di capire dalle parole del tuo interlocutore a cosa sarebbe interessato.
  • Se davvero non si sa di cosa parlare a volte è meglio stare in silenzio. A quel punto potresti fare un’espressione strana o concentrare il tuo sguardo su un oggetto. L’altra persona forse ti chiederà cosa stai guardando, e a quel punto puoi pensare ad un commento simpatico per ravvivare la situazione. Tutto dipende dalla persona che hai davanti, se si tratta di un tuo amico potresti farlo ridere con un commento veramente buffo. Una risata è sempre un buon modo per sbloccare una situazione imbarazzante.
  • Se non capisci di cosa sta parlando il tuo interlocutore, chiedigli di spiegartelo.
  • In un momento imbarazzante puoi tirare fuori dal tuo repertorio una battuta simpatica per rompere il ghiaccio.
  • Se sei ad un appuntamento e la conversazione, e anche la compagnia, si fa noiosa, inventa una scusa e lascia la scena. Per caso devi fare il bagno al gatto? O forse c’è il tuo programma preferito in Tv?

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 38 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Interazioni Sociali
Questa pagina è stata letta 17 933 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità