Come Rifinire una Mansarda

Trasformare un sottotetto/mansarda in uno spazio fruibile aumenta il valore della tua casa massimizzando l'area calpestabile. Se la tua casa è la più piccola del quartiere o semplicemente hai poco spazio a disposizione per la famiglia, una mansarda rifinita potrebbe essere una soluzione relativamente poco costosa. Puoi imparare le specifiche necessarie, progettare l'isolamento e il cablaggio per destinare il sottotetto a qualcosa di meglio rispetto al solito magazzino.

Parte 1 di 3:
Standard di Costruzione

  1. 1
    Verifica l'altezza del soffitto. Affinché una mansarda sia a norma, deve rispettare le stesse misure di sicurezza di qualunque altra stanza. Ogni spazio abitativo deve avere un'altezza minima dal pavimento al soffitto di 2,10 m, disporre di almeno 6,5 m2 di superficie calpestabile e delle pareti come minimo 2,10 x 2,10 m. Almeno il 50% dell'area di una mansarda deve avere uno spazio libero minimo di 2,10 m.
    • Misura lo spazio libero e valuta la superficie del sottotetto. Se soddisfa tutti i requisiti, allora puoi valutare il progetto.
  2. 2
    Assicurati che la scala che porta alla mansarda sia di dimensioni adeguate. Le norme costruttive richiedono una scala d'accesso standard con almeno 2 m di spazio libero al soffitto. Le mansarde raggiungibili solo attraverso una botola o una scala a pioli, non sono tecnicamente "abitabili".
  3. 3
    Accertati che il sottotetto abbia due uscite. Per soddisfare i requisiti antincendio, una mansarda deve avere almeno una via d'uscita di emergenza, va benissimo una finestra di facile accesso o un'altra apertura.
  4. 4
    Se il sottotetto non rispetta delle regole, allora installa una finestra ad abbaino. Se vuoi rifinire la tua mansarda, ma le misure non sono a norma, consulta un architetto per valutare insieme delle soluzioni di espansione, anche se così facendo andrai incontro a lavori più impegnativi.
  5. 5
    Chiedi i permessi edili. Per essere certo che i tuoi lavori siano a norma e legali, devi programmare un'ispezione con l'ufficio tecnico del tuo Comune per ottenere i permessi necessari. Di solito è sufficiente recarti appunto all'ufficio tecnico del municipio.
    • Anche se puoi pensare che sia un passaggio facilmente evitabile, sappi che potresti ritrovarti in grossi guai legali se modifichi la casa senza alcuna autorizzazione ufficiale. Vai sul sicuro e procurati tutta la documentazione corretta.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Isolamento e Cablaggio

  1. 1
    Elimina tutto il vecchio materiale isolante che si è staccato o deteriorato. Usa un aspiratore industriale per ripulire la zona da ogni residuo. Valuta di noleggiare un purificatore di aria per tutta la durata dei lavori così rendi minime le probabilità di inalare polvere di isolante (molto pericoloso!).
  2. 2
    Stendi la soletta del pavimento, se necessario. La maggior parte dei sottotetti richiede questa installazione prima di continuare i lavori. Taglia i pannelli della giusta misura e posali sopra i fasci di travetto. Avvitali al fondo a intervalli di 91 cm usando viti per il legno.
    • In base al progetto, puoi installare delle pareti divisorie o dei muretti portanti. Se vuoi quindi erigere altre pareti, abbozza il telaio dopo avere installato la soletta, dato che hai una base su cui costruire. Se desideri delle pareti dritte e non spioventi, dovrai innalzare dei muretti portanti.
  3. 3
    Porta l'elettricità in mansarda. Installa l'impianto elettrico lungo il soffitto in base a dove vuoi posizionare i punti luce, lasciando 20 cm di cavo libero per poi collegare i lampadari. Cabla le prese elettriche, come regola generale dovrebbe esserci una presa ogni 3 mt.
    • A meno che tu non sia un buon elettricista, lascia che se ne occupi un professionista che sappia cosa fare e come rispettare le norme di sicurezza.
  4. 4
    Installa un isolante in laminato fra i tramezzi delle pareti. Taglia ogni pezzo di isolante della lunghezza esatta affinché si adatti alla superficie che dovrà ricoprire. Fissalo con del graffette. Fai lo stesso con il laminato isolante del pavimento, taglia i pezzi su misura, posali fra i fasci del travetto e fissali con dei fermacavi. Accertati che collimino perfettamente gli uni agli altri.
  5. 5
    Sopra il materiale isolante erigi il cartongesso. Dovrai farlo in sezioni da 120x240 cm con delle normali viti per cartongesso a intervalli di 20 cm. Taglia i pezzi di cartongesso con una taglierina per rifinire gli ultimi spazi piccoli.
    • Applica il nastro per cartongesso sulle giunzioni e poi stendi lo stucco con l'apposita spatola. Spalmane uno strato spesso e poi raschia l'eccesso con il bordo della spatola.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Rifinire la Mansarda

  1. 1
    Stendi il primer e poi dipingi le pareti. Ci vorranno almeno 2-3 mani di vernice per coprire il cartongesso nuovo. Prima di mettere la carta da parati o di tinteggiare le pareti, è importante stendere una mano di primer per creare una superficie liscia e compatta.
    • Il bianco è un colore molto diffuso per le mansarde perché “allarga” la stanza anche quando è un po' angusta. Se non ti spaventa l'idea di tinteggiare spesso, considera di dipingere le pareti di bianco e di creare una bella tonalità di colori per decorare la stanza.
  2. 2
    Spendi un po' di più per il soffitto. Istintivamente lo sguardo viene catturato dal soffitto spiovente, quindi è una buona idea agire di conseguenza e decorarlo in maniera attraente. I pannelli in legno vengono usati molto spesso, così come i rivestimenti a “parquet”. Usa delle assi in legno di diversa lunghezza per creare un motivo asimmetrico molto interessante e per giocare con gli spazi.
  3. 3
    Installa il pavimento. Nelle mansarde viene usata spesso la moquette perché attutisce i rumori. Se preferisci il parquet, valuta di aggiungere dei tappeti spessi per ridurre il rumore e rendere la stanza più accogliente.
  4. 4
    Installa il bordo alla porta e decora la stanza. Metti i battiscopa, le luci, le prese elettriche e le relative placche. Decora la stanza come preferisci. Spesso le mansarde vengono adibite a:
    • Stanza per un adolescente.
    • Studio artistico.
    • Ufficio.
    • Alloggio temporaneo.
    • "Rifugio per gli uomini di casa".
    • Sala prove.
    Pubblicità

Consigli

  • Se erigi le pareti di cartongesso prima che venga fatta l'ispezione per l'impianto elettrico, i tecnici potrebbero chiederti di abbatterlo.
  • Usare il cartongesso è un lavoro impegnativo per una sola persona. Se possibile chiedi a qualcuno di aiutarti per questa parte del progetto. Se non trovi nessuno che possa farlo, dovrai tagliare i fogli a metà per essere in grado di maneggiarli senza rovinarli e senza infortunarti.
  • Molti Comuni impongono la richiesta di un permesso per rifinire una mansarda, quindi accertati se questo è il tuo caso prima di iniziare i lavori. Inoltre dovrai programmare le ispezioni da parte dei periti comunali e fermarti per consentire i loro controlli.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Isolante laminato
  • Taglierino
  • Pistola sparapunti e graffette
  • Fili elettrici
  • Prese elettriche
  • Soletta per pavimenti in compensato o materiale composito
  • Cartongesso
  • Nastro per cartongesso
  • Stucco per cartongesso
  • Spatola
  • Vernice
  • Pennelli
  • Placche per interruttori e prese
  • Silicone
  • Battiscopa
  • Pavimentazione
  • Ferma-fili per l'isolamento

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 7 095 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità