Le esigenze di una dispensa vegetariana sono diverse da quelle di qualunque altra dispensa. È importante tenere a portata di mano dei cibi vegetariani che forniscano energia e nutrimento, oltre a dei sostituti per altri alimenti non vegetariani. Questo articolo ti aiuterà a raggiungere il tuo obiettivo di ottenere, nel giro di poche ore, una dispensa vegetariana salutare e ben fornita.

Passaggi

  1. 1
    Pulisci la dispensa. Se stai passando a una dieta vegetariana, ma anche se stai semplicemente aggiornando una dispensa vegetariana un po' sguarnita, è il momento di fare una buona pulizia. Rimuovi tutti i cibi scaduti, qualsiasi alimento che contenga prodotti inadeguati di derivazione animale (i vegetariani che mangiano uova e latticini possono tenere più cibi dei vegani) e qualunque cosa priva di etichetta di cui tu non conosca l'esatta natura. Pulisci con un panno tutti gli scaffali e lascia che si asciughino.
  2. 2
    Vai a fare la spesa. È sempre una buona idea rifornire una nuova dispensa con il maggior numero possibile di alimenti freschi nello stesso momento, in modo che scadano contemporaneamente. Se stai semplicemente rimpinguando una dispensa che non è ancora vuota, conserva gli alimenti la cui data di scadenza è ancora lontana, ma prendine nota. Assicurati di scrivere un elenco dei cibi di cui hai bisogno, in modo da non essere sopraffatto dalle possibilità di scelta o di dimenticare ciò che ti serve.
  3. 3
    Dividi gli alimenti in gruppi. Qui di seguito troverai una lista di alimenti base che non dovrebbero mancare in una dispensa vegetariana ben fornita.
  4. 4
    Tieni in serbo qualche dolcetto. È utile averne qualcuno a portata di mano per ospiti e bambini, ma anche per soddisfare saltuariamente la tua voglia di dolce. Alcuni buoni prodotti sono il cioccolato fondente, il cioccolato di soia, patatine di farina di ceci, piselli al wasabi, biscotti senza zucchero (dolcificati con dei sostituti), pop-corn (da preparare al microonde o in maniera tradizionale), ecc.
  5. 5
    Includi in dispensa alcuni preparati rapidi per torte, muffin e pancake. Quando possibile, scegli le versioni biologiche e a basso contenuto di zucchero. Non sempre è possibile comportarsi come dei santi e prepararsi i dolci da forno a partire dalle materie prime; disponendo di queste alternative confezionate, puoi comunque aggiungere frutta fresca e olio di macadamia al posto dei grassi saturi, e hai la possibilità di decidere se usare o no le uova. In ogni caso, è molto meglio che ricorrere ai dolci comprati in negozio.
  6. 6
    Tieni del latte a portata di mano. Fa sempre comodo avere a portata di mano un po' di latte a lunga conservazione, per quando rimani senza e arrivano degli ospiti. A seconda delle tue necessità, puoi acquistare latte di mucca o latte vegetale, come quelli di soia o di noci, da conservare nella dispensa. È utile tenere anche del latte aromatizzato, come quello al cioccolato, alla vaniglia e alla fragola.
  7. 7
    Fai attenzione alle date di scadenza e butta via i prodotti che le hanno superate. Potrebbero sembrare ancora buoni, ma quando sono scaduti non hanno più lo stesso sapore di quando erano freschi e, soprattutto, non forniscono più le stesse sostanze nutritive di prima. Sposta gli alimenti che si trovano in fondo alla dispensa e portali in avanti almeno una volta al mese, se non più spesso. È facile dimenticare i cibi che non puoi vedere e, meno sprechi, più contento sarà il tuo portafogli.
    Pubblicità

Consigli

  • Non sottovalutare il supermercato della tua zona. Molti "normali" negozi di alimentari soddisfano i bisogni di chi segue una dieta vegana, offrendo diverse varietà di latte di soia, tofu, sostituti vegetariani della carne e prodotti biologici.
  • Spesso viene trascurato il fatto che spezie, erbe e condimenti hanno una scadenza, quindi capita che le persone entusiaste ne comprino una certa quantità per averle a portata di mano, senza considerare la frequenza con cui li useranno prima della data di scadenza. Se non hai intenzione di utilizzare di frequente una determinata spezia (magari perché vuoi solo provarla o la stai prendendo per una singola ricetta), acquistane nella più piccola quantità disponibile, per evitare sprechi di cibo e denaro. Spesso, i negozi di alimentari indiani tengono i condimenti in confezioni piccole e convenienti: una buona alternativa ai grandi flaconi largamente diffusi.
  • Alcuni dolcificanti artificiali, anche se a basso contenuto calorico, possono causare problemi di salute ad alcune persone. Prima di scegliere un dolcificante artificiale, fai una ricerca accurata. La stevia è un'alternativa buona e naturale che ti permette di evitare sostanze chimiche potenzialmente pericolose.
  • Anche alcuni negozi di specialità alimentari sono ottimi posti da visitare e nei quali scoprire nuovi sapori: per variare, puoi provare i negozi cinesi, libanesi, sudafricani, indiani, samoani e molti altri.
  • Tra i posti in cui puoi fare provvista di cibi vegetariani ci sono i negozi e le cooperative di alimenti biologici, i grandi ipermercati e i supermercati che dispongono di cibi biologici, i negozi di frutta e verdura, alcune rivendite all'ingrosso e i mercati locali (i mercati contadini, per esempio), ma puoi anche rifornirti direttamente dalle aziende agricole.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Dispensa
  • Alimenti elencati nell'articolo
  • Borse per la spesa (meglio se porti le tue)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 6 821 volte
Categorie: Vegetariano
Questa pagina è stata letta 6 821 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità