Grazie alla sua versatilità e alla sua duttilità, l'argilla è un materiale meraviglioso per scolpire. Pur avendo queste proprietà, può tuttavia essere frustrante conservarla per poi ritrovare una massa informe, indurita e ormai secca. Per fortuna, l'argilla secca non va subito gettata via. Puoi invece rigenerarla con alcuni metodi semplici da implementare. Scegli quello più indicato per te in base al tipo di argilla che hai (argilla che si asciuga all'aria, ceramica o pasta modellabile per bambini).

Metodo 1 di 3:
Rigenerare l'Argilla che si Asciuga all'Aria

  1. 1
    Lavora l'argilla per qualche minuto. Impastala, piegala e attorcigliala per vedere se si rigenera da sola. Il calore e l'umidità delle mani possono bastare a rimetterla in sesto. Per determinare se è questo il caso, lavorala e impastala costantemente per circa 5 minuti [1] .
    • In alcuni casi, l'umidità e il calore della pelle non basteranno a rigenerare l'argilla. Se non è possibile recuperarla, leggi il passaggio successivo.
    • Se lavorare l'argilla con le mani è sufficiente per recuperare la sua consistenza originale, assicurati di conservarla in un sacchetto a chiusura ermetica per evitare che si secchi di nuovo in futuro.
  2. 2
    Metti l'argilla in un sacchetto di plastica richiudibile. Sebbene l'argilla venga generalmente venduta in buste di plastica grandi, la maggior parte di questi sacchetti non presenta una chiusura adeguata. Rimuovi l'argilla dalla confezione originale e mettila in un sacchetto di plastica grande richiudibile.
    • Se non hai una busta abbastanza capiente per tutta l'argilla, tagliala in pezzetti più pratici da gestire e conservane uno alla volta.
  3. 3
    Inumidisci leggermente l'argilla. Aiutandoti con una mano o un flacone spray, applica una piccola quantità di acqua sull'argilla. Non usarne troppa, altrimenti il materiale diventerà appiccicoso e inutilizzabile [2] .
    • Per ripulire più facilmente, puoi eseguire la procedura in un lavandino o in una vaschetta.
  4. 4
    Chiudi la busta e mettila da parte. Lascia riposare l'acqua e l'argilla per qualche minuto affinché il liquido venga assorbito. Controlla di nuovo la chiusura per assicurarti che sia ermetica e che l'acqua non possa fuoriuscire.
    • Durante questo processo, tienila lontana da fonti di calore e raggi solari diretti, in quanto possono fare evaporare l'acqua.
  5. 5
    Togli l'argilla dalla busta. Passati 5 o 10 minuti, apri il sacchetto e rimuovi l'argilla, controllando nel frattempo il suo contenuto di acqua. È diventata più elastica e duttile? Attorcigliala e impastala per verificare se risulta facile da lavorare e manipolare [3] .
    • Se è tornata a essere utilizzabile, allora hai finito!
  6. 6
    Se necessario, rimetti l'argilla nella busta. Dopo averla ricollocata nel sacchetto richiudibile, aggiungi qualche altra goccia di acqua. Chiudilo e mettilo nuovamente da parte, lasciando che l'argilla assorba l'acqua per un massimo di 30 minuti.
    • Ancora una volta, evita calore e raggi solari durante questo processo. Il bagno è un ambiente caratterizzato da un livello di umidità ottimale che consente all'argilla di riposare correttamente.
  7. 7
    Rimuovi l'argilla dal sacchetto e impastala di nuovo. Se è diventata duttile e modellabile, il gioco è fatto! Continua a conservarla in un sacchetto richiudibile o un contenitore a chiusura ermetica per evitare che si secchi in futuro. Se non puoi usarla regolarmente, prova a riporla in un ambiente umido, come il bagno o la cucina. In questo modo potrai mantenere un buon livello di umidità.
    • Se dovesse rimanere dura o difficile da lavorare, è possibile che sia irrecuperabile e andrà sostituita.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Rigenerare la Ceramica

  1. 1
    Prendi un contenitore capiente e riempilo di acqua filtrata. Misura l'argilla che devi mettere in ammollo e assicurati che entri nella bacinella prima di iniziare. Bisogna immergere tutta l'argilla, quindi usa un contenitore abbastanza grande [4] .
    • Se non disponi di una bacinella abbastanza capiente, puoi tagliare l'argilla in pezzi più piccoli ed eseguire gradualmente la procedura.
  2. 2
    Immergi la ceramica nell'acqua. Colloca la ceramica nell'acqua assicurandoti di immergerla completamente. Alcuni pezzi potrebbero staccarsi e affiorare in superficie. È anche possibile che si sciolgano alcuni detriti. È normale che questo succeda, ma non inciderà sul processo [5] .
    • Non mescolare l'argilla durante l'ammollo. Ciò interferirebbe con il procedimento e impedirà a questo materiale (naturalmente poroso) di assorbire correttamente l'acqua.
  3. 3
    Lascia l'argilla in ammollo per 2 o 3 giorni. Metti un asciugamano o un coperchio sul contenitore per proteggere l'argilla da animali curiosi o particelle di polvere. Lascia che l'argilla assorba bene tutta l'acqua per 2 o 3 giorni. Passati 3 giorni, dovrebbe essersi ridotta in poltiglia.
    • Se dopo 3 giorni la consistenza dell'argilla non dovesse cambiare, lasciala immersa per un altro giorno, fino a quando non avrà iniziato ad ammorbidirsi.
  4. 4
    Svuota il contenitore. Alla fine dei 3 giorni (o quando l'argilla si sarà inumidita a sufficienza), comincia a rimuovere l'acqua. Dal momento che l'argilla avrà una consistenza piuttosto molle, non sarà possibile rovesciare il contenitore per svuotarlo. Invece, rimuovi l'acqua aiutandoti con un mestolo o una pipetta da cucina.
    • Gli strumenti che usi potrebbero entrare a contatto con l'argilla. Se non vuoi rischiare di rovinare il mestolo o la pipetta, compra uno strumento apposito per questa procedura.
  5. 5
    Fai addensare l'argilla. Togli l'argilla dal contenitore usando le mani e mettila su una lastra di cemento o di gesso, su una tela o su una superficie in denim, assicurandoti prima che sia pulita. Cospargi la miscela formando uno strato dallo spessore di circa 5 o 8 cm per farla asciugare. Liscia le mani sulla superficie dell'argilla per evitare che si asciughi in maniera disomogenea [6] .
    • Per accelerare l'asciugatura dell'argilla, puoi sistemare un ventilatore accanto a essa durante il procedimento.
  6. 6
    Conserva l'argilla in un contenitore a chiusura ermetica. Una volta asciutta, conservala adeguatamente in un contenitore a chiusura ermetica assicurandoti che l'aria non entri nel recipiente e non la secchi in un secondo momento [7] .
    • Puoi semplicemente riporla in un contenitore a chiusura ermetica una volta indurita. In alternativa, arrotolala per creare delle spirali e conservale usando pellicola alimentare o sacchetti di plastica richiudibili.
    • Il periodo di tempo in cui desideri conservare l'argilla incide parecchio sulla modalità di conservazione. Se hai intenzione di conservarla per un lungo periodo di tempo, è preferibile optare per i contenitori di plastica a chiusura ermetica.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Reidratare la Pasta Modellabile per Bambini

  1. 1
    Raccogli tutti i pezzi di pasta modellabile o di Play Doh. La pasta modellabile non più fresca tende spesso a scomporsi in pezzi caratterizzati da una consistenza secca e dura. Raccogli tutti i pezzi che vuoi reidratare e cerca di modellarli il più possibile con le mani fino a ottenere una sfera.
  2. 2
    Risciacqua la pasta per 10 o 15 secondi. Tieni la sfera di argilla sotto il getto dell'acqua per 10 o 15 secondi, di più nel caso in cui si fosse indurita completamente. Tienila con cura fra le mani, in quanto l'argilla particolarmente dura potrebbe sgretolarsi e cadere nello scarico del lavandino.
    • In alternativa, puoi riempire una tazza di acqua e versarla direttamente sull'argilla.
    • Per evitare di ostruire lo scarico, metti un filtro nel lavandino per raccogliere gli eventuali pezzetti di argilla.
  3. 3
    Impasta per 30 secondi. Appoggia la pasta su una superficie antiaderente pulita, come un piano di granito o un lavandino in porcellana. Lavorala con le mani mantenendo tutti i pezzi attaccati [8] .
  4. 4
    Risciacqua la pasta per una seconda volta. Prendi il composto dopo averlo impastato e risciacqualo sotto il getto dell'acqua del rubinetto (o aiutandoti con una tazza) per altri 10 o 20 secondi. Mentre lo bagni, continua a impastarlo, in modo che l'acqua possa raggiungere tutti i pezzi della pasta. Spremila fra le dita affinché l'acqua possa penetrare a fondo [9] .
    • Se l'argilla dovesse continuare a essere secca o difficile da lavorare, continua a impastarla sotto l'acqua per altri 10 secondi.
  5. 5
    Impasta una seconda volta. Appoggia nuovamente il composto su una superficie antiaderente e impastalo ancora una volta per 60 o 90 secondi. Assicurati anche di strizzarlo fra le mani, in quanto il sebo e l'umidità della pelle possono aiutare a rigenerarlo.
  6. 6
    Ripeti il procedimento. Continua a bagnare e a impastare il composto fino a raggiungere la consistenza desiderata. Ottenuto il risultato sperato, assicurati di conservarlo in un contenitore a chiusura ermetica per evitare che si secchi in futuro.
    • Se dopo avere ripetuto questi passaggi per 4 o 5 volte non dovesse recuperare la consistenza giusta, è possibile che non sia più utilizzabile.
    Pubblicità

Consigli

  • Se non hai una superficie non porosa sulla quale potere eseguire la procedura, puoi rivestire lo spazio di lavoro con carta cerata o forno.
  • Assicurati che le tue mani siano pulite e prive di pelucchi o capelli prima di iniziare a impastare, in modo da evitare che rimangano incastrate delle particelle nell'argilla.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non tutti i tipi di argilla possono essere rigenerati. Se dopo avere seguito i passaggi di questo articolo l'argilla dovesse continuare a essere secca e difficile da manipolare, ti conviene gettarla e comprarla di nuovo.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Un sacchetto richiudibile
  • Acqua
  • Contenitori a chiusura ermetica
  • Superficie pulita per impastare

wikiHow Correlati

Come

Rimuovere una Placca Antitaccheggio

Come

Liberare lo Scarico della Doccia

Come

Fare uno Scaldacollo ai Ferri

Come

Autoprodurre Argilla Polimerica

Come

Lavorare un Cappello Facile ai Ferri

Come

Creare una Tasca da Pasticcere

Come

Sistemare un Letto che Cigola

Come

Tingere il Poliestere

Come

Prendere le Misure per una Scala

Come

Sistemare i Graffi sui Pavimenti di Parquet

Come

Costruire una Scala

Come

Creare Angoli Retti Usando la Proporzione 3 4 5 del Teorema di Pitagora

Come

Realizzare degli Stoppini per Candele

Come

Verniciare una Bicicletta
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 99 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità