Scarica PDF Scarica PDF

L'abuso di sostanze stupefacenti è una pratica distruttiva e pericolosa, che compromette il benessere fisico ed emotivo dei consumatori. Magari temi che tuo figlio faccia uso di droghe e ti starai chiedendo come puoi scoprirlo. Forse queste preoccupazioni riguardano la persona che hai sposato o con cui stai insieme da anni. Anche sul lavoro potresti sospettare che un dipendente o un collega sia un consumatore abituale di droghe. Indipendentemente da chi sia e dal rapporto che vi lega, è importante riuscire a capire se ne fa uso, in modo da poterlo aiutare, che si tratti di tuo figlio, il tuo partner o un collega di lavoro.

Metodo 1 di 3:
Individuare i Segni Fisici

  1. 1
    Esamina l'aspetto fisico. La mancanza di interesse verso l'abbigliamento, la cura e l'igiene personale può essere un segnale di questo problema. Vale soprattutto se la persona in questione è stata sempre attenta al suo aspetto e al suo decoro.[1]
    • Presta attenzione principalmente alle macchie sui vestiti che sembrano causate da vomito, urina, sangue o bruciature.
  2. 2
    Guarda attentamente gli occhi. Il consumo di stupefacenti modifica l'aspetto degli occhi. Se sono rossi, iniettati di sangue, vitrei e persi nel vuoto, indicano un potenziale uso di droghe. Ecco come alcune sostanze cambiano lo sguardo:
    • Chi beve alcol può avare uno sguardo inespressivo e perso nel vuoto.
    • Chi fuma marijuana tende ad avere gli occhi rossi e iniettati di sangue.
    • Chi fa uso di LSD, ecstasy, cocaina, anfetamine e metanfetamine tende a dilatare le pupille.
    • Chi assume oppiacei, tra cui l'eroina e gli analgesici narcotici, è soggetto al restringimento delle pupille.[2]
  3. 3
    Nota l'odore che emana. Odori strani e sgradevoli possono indicare una tossicodipendenza. A volte, è possibile rilevare l'uso di alcol e altre droghe tramite l'alito, i vestiti e persino la pelle. Anche gli odori corporei connessi a una scarsa igiene personale possono essere una spia.
    • L'alcol si sente attraverso l'alito anche molto tempo dopo l'ultima consumazione e l'odore può persino passare attraverso i pori della pelle il giorno successivo.
    • L'odore della marijuana può penetrare nell'abbigliamento e nei tessuti. I mozziconi o gli spinelli spenti generano un puzzo di fumo molto forte.
    • Le metamfetamine possono causare alitosi cronica. Spesso i laboratori in cui lavorano questa sostanza sono appestati dall'odore di zolfo, uova marce e detergenti chimici potenti.
    • Quando viene fumato, il crack emana un odore di gomma o plastica bruciata.
    • Non tutte le sostanze stimolanti e oppiacee producono esalazioni. La cocaina è caratterizzata da un lieve odore di benzina o etere, mentre l'eroina ricorda quello dell'aceto.[3]
  4. 4
    Nota qualsiasi cambiamento ai seni paranasali. Una rinite insolita o eccessiva, ma anche un'epistassi frequente potrebbero indicare che un individuo sniffa. È possibile assumere attraverso il naso la cocaina, l'eroina, le metanfetamine, l'ecstasy (quando viene polverizzata) e molte altre sostanze. In questo modo, entrano nel torrente ematico tramite le membrane che rivestono l'interno del naso e i seni frontali, le quali per difesa reagiscono talora producendo una quantità eccessiva di muco, talaltra sanguinando.[4]
  5. 5
    Fai attenzione alle tracce lasciate dall'ago della siringa sul corpo, in particolare sulle braccia. Cerca anche la presenza di lividi, che potrebbero indicare l'assunzione di droghe per via endovenosa, come l'eroina, la cocaina e le metanfetamine. È molto pericoloso iniettarsi gli stupefacenti perché, se l'ago è sporco, veicola infezioni e malattie, tra cui l'HIV-AIDS.
    • Le iniezioni ripetute provocano segni e cicatrici sempre più evidenti.
    • Più un individuo assume stupefacenti via endovena, più deve trovare nuovi punti del corpo in cui inserire l'ago perché quelli precedenti possono presentare cicatrici o essere colpiti da collasso venoso.
    • Chi si copre eccessivamente con i vestiti può cercare di nascondere ulcerazioni, ascessi, infezioni, croste e lesioni cutanee.[5]
  6. 6
    Nota la presenza di problemi fisiologici inconsueti. Se la persona in questione ha i brividi quando fa caldo, suda quando fa freddo o trema in modo incontrollabile, potrebbe soffrire di astinenza. Se è tossicodipendente, i sintomi possono iniziare nel giro di poche ore dall'ultima assunzione.
    • L'astinenza si manifesta anche tramite un'eccessiva lacrimazione, starnuti, tosse, mal di testa, palpitazioni cardiache, nausea, vomito e diarrea.[6]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Individuare i Segni Emotivi, Comportamentali e Sociali

  1. 1
    Considera il calo di attenzione, i problemi di memoria, la mancanza di motivazione e/o concentrazione. Il calo del rendimento scolastico o della produttività sul lavoro è spesso collegato all'uso di droghe. Gli stupefacenti non solo compromettono le capacità mentali, ma arrivano a dominare i processi cognitivi del consumatore. Invece di concentrarsi sullo studio o sulla carriera professionale, un tossicodipendente può pensare continuamente alle sostanze e a come procurarsele.[7]
  2. 2
    Nota i cambiamenti radicali che pregiudicano il sonno e le energie. Sia l'insonnia che una sonnolenza insolita possono indicare l'uso di droghe. A volte, la persona in questione sembra stranamente letargica e stanca? All'improvviso crolla e dorme ininterrottamente? Oppure è eccitata e frenetica anche senza dormire? I cali e i picchi di energie, tra periodi di sonno eccessivo e insufficiente, dovrebbe far scattare l'allarme.
    • Chi fa uso di oppiacei può sembrare euforico e addormentarsi improvvisamente, anche seduto.
    • Un alcolizzato può essere pieno di energie la sera e dormire bene fino al mattino, manifestando un'avversione alla luce e ai rumori.
    • Una persona che assume LSD può restare in piedi quasi 12 ore, durante le quali non riesce a chiudere occhio. Tuttavia, svanito l'effetto, può "crollare" e dormire per un giorno intero.[8]
    • Per ulteriori informazioni sulla relazione tra sonno e sostanze stupefacenti, consulta questo sito (in lingua inglese): https://www.drugs.com/medical_encyclopedia.html
  3. 3
    Osserva se i principi personali sono cambiati. Ha iniziato a fare cose che prima considerava disoneste? Ha mentito per marinare la scuola o mancare al lavoro? Ha chiesto in prestito una somma di denaro insolita? Sta perdendo beni, oggetti di valore e soldi? Sta correndo rischi che mettono in pericolo se stesso e gli altri? Se la risposta è affermativa in uno di questi casi, è possibile che la persona in questione faccia uso di droghe.[9]
  4. 4
    Rifletti sui cambiamenti che interessano la vita sociale. È diventato più solitario, evita la famiglia e gli amici più stretti? È più irritabile e distante con le persone che le vogliono bene? Ha iniziato a frequentare nuovi amici misteriosi che rifiuta di presentare? Riceve telefonate sospette o manda continuamente messaggi di testo a persone sconosciute? Anche in questo caso, potrebbe assumere sostanze stupefacenti.[10]
  5. 5
    Controlla la presenza di oggetti ambigui. Prova a ispezionare il comodino, i cassetti della scrivania o le tasche dei vestiti. Gli oggetti più sospetti possono includere collirio, collutorio, bustine di plastica, cartine per sigarette, cotton fioc, pinzette per mozziconi, pipe, bong, aghi, flaconcini che contengono pillole, incenso o deodorante per ambienti. Sebbene alcuni di questi articoli siano normali prodotti per l'igiene personale, potrebbero anche indicare un problema relativo al consumo di droghe.
    • Fai molta attenzione a non violare la privacy. Potresti irritare l'altra persona e sentirti in forte imbarazzo se dovessi sbagliarti sul suo conto.
    • Non ficcare il naso nei suoi affari personali se non sei seriamente preoccupato per la sua salute e non sei disposto ad affrontare le conseguenze.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Ricorrere ai Test Antidroga

  1. 1
    Compra un kit per il rilevamento di sostanze stupefacenti se tutti gli indizi ti lasciano pensare all'uso di droghe o non ne sei certo e hai bisogno di confermare o smentire i tuoi sospetti. Puoi trovarlo in farmacia o su Internet. Prima di scegliere, effettua una ricerca approfondita sui prodotti in commercio.
  2. 2
    Somministra il test senza preavviso per ottenere un risultato fedele. Se la persona in questione lo sa in anticipo, potrebbe avere il tempo di influenzare i risultati del test mantenendosi pulito per un periodo di tempo o anche fornendo l'urina o il sangue di qualcun altro.
  3. 3
    Riferisci i risultati del test antidroga per preparare il soggetto a un ulteriore esame, un trattamento farmacologico, un percorso psicoterapeutico o anche il licenziamento.
    • Non costringere nessuno a sottoporsi a un test antidroga contro la sua volontà. È eticamente sbagliato e potresti andare incontro a conseguenze dal punto di vista legale.
    • Ricorda che i test antidroga non sono accurati al 100%. Ad esempio, se dovessi licenziare un dipendente sulla base di un singolo test tossicologico, potrebbe adire le vie legali.
    Pubblicità

Consigli

  • Se la persona che ami comincia a manifestare sintomi dovuti a un abuso di stupefacenti, ma sei sicuro che non fa uso di sostanze illegali, è probabile che stia assumendo impropriamente qualche farmaco. Controllala quando li prende perché possono essere pericolosi quanto le sostanze illegali se assunti in modo scorretto o eccessivo.
  • Sii prudente quando affronti il discorso sull'uso degli stupefacenti. Evita di accusare o giudicare la persona di cui sospetti. Non portarla a isolarsi o allontanarsi da te.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Sapere se una Persona Fa Uso di CocainaSapere se una Persona Fa Uso di Cocaina
Smaltire Velocemente una SborniaSmaltire Velocemente una Sbornia
Riconoscere i Segnali dell'Uso di CocainaRiconoscere i Segnali dell'Uso di Cocaina
Superare un Esame Tossicologico con Rimedi Fatti in CasaSuperare un Esame Tossicologico con Rimedi Fatti in Casa
Smettere di Fumare Cannabis dopo Averla Usata per Molto TempoSmettere di Fumare Cannabis dopo Averla Usata per Molto Tempo
Disintossicare l'Organismo dalla CocainaDisintossicare l'Organismo dalla Cocaina
Capire se una Persona è sotto l'Effetto di DrogheCapire se una Persona è sotto l'Effetto di Droghe
Smaltire l'Effetto della MarijuanaSmaltire l'Effetto della Marijuana
Liberarsi dei Postumi della SborniaLiberarsi dei Postumi della Sbornia
Superare un Test AntidrogaSuperare un Test Antidroga
Smettere di Mangiare le UnghieSmettere di Mangiare le Unghie
Autodisintossicarsi dall'AlcoolAutodisintossicarsi dall'Alcool
Vincere la Dipendenza da Telefono CellulareVincere la Dipendenza da Telefono Cellulare
Smettere di Bere AlcoliciSmettere di Bere Alcolici
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Trudi Griffin, LPC, MS
Co-redatto da:
Counselor Professionale Registrata
Questo articolo è stato co-redatto da Trudi Griffin, LPC, MS. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011. Questo articolo è stato visualizzato 20 937 volte
Categorie: Dipendenza
Questa pagina è stata letta 20 937 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità