Come Rimuovere i Peli Incarniti sul Viso

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

I peli incarniti sono normali peli che crescono sotto lo strato cutaneo anziché all'esterno. Un problema analogo e più grave è la follicolite da barba, che affligge alcuni uomini che si radono il viso. Il disturbo è più frequente nelle persone con i peli crespi, perché la naturale arricciatura tende a dirigere il pelo verso la pelle. Si incarniscono più spesso nelle zone del corpo in cui vengono rimossi, soprattutto dopo la rasatura, l'uso della pinzetta o la ceretta. Impara a eliminare un pelo incarnito in maniera sicura, per ridurre il rischio di cicatrici o infezioni.

Metodo 1 di 4:
Impacco Caldo

  1. 1
    Applica un impacco caldo. Immergi un panno in acqua molto calda e appoggialo sulla zona interessata; lascialo in posizione per tre o cinque minuti, finché non si raffredda.[1]
    • Ripeti almeno tre o quattro volte prima di tentare qualsiasi altro rimedio.
  2. 2
    Stuzzica la superficie cutanea. Dopo aver applicato il calore diverse volte, puoi tentare di estrarre il pelo. Procedi con molta cautela, usa un paio di pinzette o stuzzicalo delicatamente; cerca di raddrizzarlo in modo che torni a crescere nel modo corretto.[2]
    • Trova l'estremità libera del pelo con la pinzetta e tirala con cautela fuori dalla pelle. Non devi strapparlo completamente, è sufficiente liberare solo la parte finale e farla uscire dall'epidermide; se lo togli, ne cresce un altro al suo posto.
    • Non cercare di estrarlo a tutti i costi; se non riesci ad afferrarlo con la pinzetta, aspetta il giorno successivo e ritenta.
    • Assicurati di usare pinzette adeguatamente sterilizzate con alcol.[3]
  3. 3
    Lascialo indisturbato quando lo tieni in ammollo. Una volta liberata l'estremità e portata all'esterno, non fare alcunché per 24 ore; lascia la pelle a riposo continuando ad applicare l'impacco molto caldo ogni due o tre ore. Controllalo ogni tanto per assicurarti che l'estremità continui a restare libera.[4]
    • L'impacco caldo aiuta a mantenere il pelo e la pelle morbidi;
    • Non strappare il pelo, altrimenti potrebbe crescere ancora più in profondità e incarnirsi nuovamente.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Prova l'esfoliazione. Può risultare un metodo utile per tale scopo. Ricorda di procedere con molta cautela nell'area interessata; esegui dei movimenti circolari delicati per cercare di togliere il pelo. Prepara un prodotto esfoliante naturale casalingo ed evita quelli commerciali.[5]
    • Mescola mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, sale marino o zucchero con uno o due cucchiai di olio d'oliva; usa un cotton fioc o un batuffolo di cotone per applicare l'impasto così ottenuto sul pelo incarnito infetto.
    • Usa uno o due polpastrelli per strofinare delicatamente la miscela con movimenti circolari; inizialmente, fai tre-cinque rotazioni in senso orario e poi procedi al contrario.
    • Al termine, risciacqua con acqua calda e asciuga tamponando.
  2. 2
    Idrata la pelle con il miele. Può rappresentare una soluzione efficace per questo problema. Tale nutriente non solo idrata la pelle, ma agisce anche come un antibatterico, contribuendo a prevenire le infezioni; permette inoltre di allentare ed estrarre l'estremità libera del pelo.[6]
    • Prendi un cotton fioc e applica una piccola quantità di miele sulla zona da trattare; lascialo agire per 20 o 30 minuti o finché non si asciuga.
    • Trascorso questo tempo, risciacqua con acqua calda e asciuga tamponando; ripeti due volte al giorno.
  3. 3
    Applica un prodotto idratante. Una cosa che devi evitare è proprio quella di seccare troppo la pelle, altrimenti diventa più difficile riuscire a estrarre il pelo incarnito. Quando cerchi di toglierlo, devi assicurarti che l'epidermide sia ben idratata; applica un po' di prodotto sul pelo infetto dopo ogni trattamento.[7]
    • Questo accorgimento permette di ammorbidire l'area interessata, oltre a ridurre il rischio di danni cutanei e cicatrici.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Evitare Danni Permanenti quando si Toglie un Pelo Incarnito

  1. 1
    Evita di "torturarlo" troppo. I peli incarniti sono fastidiosi, soprattutto quando si formano sul viso; potresti sentirti in imbarazzo o provare dolore. Tuttavia, non devi mai cercare di intervenire in maniera invasiva usando pinzette, aghi, spilli o altri elementi analoghi per forzare l'uscita del pelo, altrimenti potresti aumentare il rischio di infezioni o cicatrici.[8]
    • Non rompere la superficie della pelle scavandola, graffiandola, tagliandola e in nessun altro modo; potresti innescare un'infezione, un'irritazione o lasciare delle cicatrici.
    • Puoi anche pensare di lasciare il pelo indisturbato e aspettare che la situazione si risolva spontaneamente.
  2. 2
    Non togliere quelli circostanti. Se hai un pelo incarnito, non devi cercare di toglierne altri nella stessa zona. Non appena ne noti la presenza, devi interrompere immediatamente qualsiasi processo di rasatura o depilazione; evita anche di usare le pinzette o mettere in atto qualsiasi altro intervento simile finché non hai tolto quello incarnito.[9]
    • Una volta estratto sottopelle, cerca di non disturbare la zona per alcuni giorni. Se sei un uomo e il pelo incarnito si trova nell'area che radi ogni giorno, valuta di non fare la barba per un po'.
    • Puoi valutare altri metodi di rimozione dei peli, come i rasoi elettrici o le creme depilatorie.
  3. 3
    Sii consapevole dei pericoli che comportano i peli incarniti. La loro presenza è irritante per la pelle e possono far sviluppare dei brufoli pruriginosi o dolorosi; la zona può anche infettarsi e riempirsi di pus bianco o giallo-verdastro.[10]
    • A volte, il brufolo diventa più scuro rispetto alla pelle circostante, lasciando una macchia o una cicatrice permanente.
    • I peli incarniti possono portare a cicatrici, soprattutto se usi un ago, una spilla o un altro oggetto simile per estrarlo;
    • Nella maggioranza dei casi, non è necessario rivolgersi a un medico; tuttavia, se temi che il pelo si trovi troppo in profondità o ti fa molto male, vai dal dottore.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Prevenire i Peli Incarniti sul Viso

  1. 1
    Non usare prodotti che contengono alcol. I peli incarniti sul viso sono più frequenti negli uomini dopo la rasatura; per evitare che questo accada, non applicare dopobarba alcolici.[11]
    • L'alcol secca e irrita l'epidermide favorendo lo sviluppo di queste fastidiose complicazioni.
    • Usa dei prodotti idratanti per la rasatura che contengano oli vegetali o altre sostanze ipoallergeniche; questo piccolo dettaglio aiuta a ridurre le probabilità di irritare la pelle e peggiorare l'acne.
  2. 2
    Applica un impacco caldo prima di fare la barba. È un altro rimedio per impedire ai peli di crescere sottopelle; appoggia un panno molto caldo o quasi bollente sul viso, per idratare l'epidermide prima di raderti; l'acqua ammorbidisce i peli e la cute, agevolando le procedure successive. Se riesci a rasarti in maniera fluida, ci sono meno rischi di irritare il volto, oltre al fatto che un taglio netto riduce le probabilità di peli incarniti.[12]
    • Tieni il panno caldo sulla faccia per 3-4 minuti e non esitare ad aggiungere altra acqua calda per mantenere la temperatura corretta.
    • In alternativa, puoi raderti dopo una doccia molto calda.
  3. 3
    Massaggia il viso con un olio o una crema eseguendo movimenti circolari. Applicando correttamente il prodotto per la rasatura, ammorbidisci i peli e li prepari per il taglio. Dovresti procedere con movimenti circolari contropelo, per garantire che l'olio o la crema raggiungano la base della barba; dopo l'applicazione aspetta qualche minuto prima di raderti.[13]
    • Fai scorrere il rasoio in maniera delicata e senza esercitare una pressione eccessiva, soprattutto in prossimità delle zone interessate dall'acne;
    • Verifica che il rasoio sia ben affilato; sostituisci spesso la lama o l'intero rasoio in base alle necessità;
    • Al termine della rasatura, idrata il viso con un prodotto naturale, evitando le sostanze chimiche potenzialmente irritanti.
  4. 4
    Discuti con il medico la possibilità di prendere dei farmaci. I retinoidi e gli antimicrobici topici, i corticosteroidi a basso dosaggio e gli alfa-idrossiacidi riducono le probabilità di peli incarniti. Chiedi al dermatologo maggiori informazioni in merito all'eflornitina, un principio attivo da applicare localmente e che rallenta la crescita dei peli facciali.
  5. 5
    Valuta la rimozione laser. Se vuoi eliminarli definitivamente o hai un problema cronico di peli incarniti, puoi prendere in considerazione i trattamenti laser. Si tratta di una soluzione rapida che agisce sui peli corti portando a risultati permanenti; tuttavia, può essere costosa, dolorosa e richiede diverse sessioni, con il rischio di lasciare cicatrici o vesciche.[14] Discuti con il medico o il dermatologo in merito a questa opzione.
    • Puoi trovare in commercio dei dispositivi per i trattamenti laser casalinghi, ma non dovresti usarli sul viso, perché potrebbero danneggiare la pelle senza che te ne accorga. Lascia che siano i professionisti a eseguire questo tipo di procedura – la tua sicurezza vale il costo in più che devi sostenere.[15]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.
Categorie: Cura della Pelle
Questa pagina è stata letta 15 255 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità