Come Rimuovere la Muffa dai Mobili di Legno

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Le spore della muffa fluttuano nell'aria all'interno e all'esterno di casa, ma non si vedono finché non iniziano a proliferare; negli ambienti ideali, come in quelli caldo-umidi, iniziano a svilupparsi in muffa. Può essere sconcertante accorgerti che il tuo mobile preferito è pieno di macchie; preparati a pulirlo spostandolo in un'area in cui la muffa non può diffondersi e usando l'aspirapolvere per eliminare le spore libere. Se lo strato di muffa è leggero, puoi sfruttare la luce solare, usare una vodka economica e il detersivo per i piatti. Elimina invece quella più ostinata con una soluzione di candeggina o smerigliando il mobile.

Parte 1 di 3:
Preparativi

  1. 1
    Indossa dei guanti di gomma, occhiali di protezione e una mascherina. Le spore di muffa possono essere molto pericolose per la salute, soprattutto se entrano nei polmoni. Per evitare tale evenienza, ogni volta che devi affrontare la muffa devi indossare una mascherina, guanti e occhiali avvolgenti di sicurezza.
    • A causa degli effetti particolarmente nocivi delle spore nei polmoni, l'ideale è usare una maschera N95, che puoi acquistare nelle principali ferramenta o nei negozi per il bricolage.
    • Se sei allergico o comunque sensibile alla muffa, copri la maggior quantità possibile di pelle; in questo caso, indossa indumenti a maniche lunghe e una tuta da lavoro.[1]
  2. 2
    Previeni il rischio di diffondere le spore pulendo il mobile all'aperto. Se però non hai altre possibilità, puoi ugualmente pulirlo al chiuso, ma dovresti aprire le finestre prima di iniziare.[2] Mentre lo pulisci, esiste il rischio reale che le spore contaminino altri mobili vicini o altre parti della casa; questa è la ragione per cui sarebbe meglio lavorare all'aperto.
    • Se lo trasferisci all'esterno, taglia uno o due sacchi della spazzatura e avvolgi il mobile usando del nastro adesivo; in questa maniera, eviti che possano diffondersi le spore in casa durante lo spostamento.
    • Molti prodotti per la pulizia, come la candeggina, rilasciano dei vapori nocivi, dovresti quindi, come minimo, procedere in un'area ben ventilata.
  3. 3
    Usa l'aspirapolvere per trattare le parti ammuffite. Un elettrodomestico dotato di tubo e filtro HEPA aspira le spore libere assieme a polvere e sporcizia. Fai scorrere lentamente il tubo aspirante più volte sopra le aree da trattare.[3]
    • Quando svuoti il sacchetto o il contenitore dell'aspirapolvere, procedi all'esterno e mettilo in un sacco di plastica, sigillalo accuratamente e gettalo nella spazzatura.[4]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Pulire una Muffa Leggera

  1. 1
    La luce solare è in grado di eliminare uno strato leggero di muffa. Puoi sbarazzarti dell'odore muschiato e della muffa esponendo semplicemente il mobile all'aria e ai raggi solari. Mettilo all'aperto il mattino presto, dopo che la rugiada è evaporata (se presente) e riportalo al chiuso al tramonto; ripeti questa procedura per uno o due giorni se necessario.
    • Anche quando devi affrontare un'infestazione moderata, assicurati di indossare guanti, mascherina e occhiali, dato che sono comunque presenti delle spore pericolose.
    • La muffa prospera con l'umidità; se la casa è umida, metti il mobile in una piccola stanza con un deumidificatore, per ottenere gli stessi risultati del trattamento al sole.[5]
    • Per rafforzare l'azione del sole, prepara una miscela di acqua e aceto bianco in parti uguali e spruzzala sul mobile il mattino quando lo metti all'aperto.[6]
  2. 2
    Versa della vodka su uno strato leggero di muffa. In caso di un'infestazione moderata o se con il sole non hai ottenuto i risultati sperati, puoi tentare questo metodo. Versa della vodka economica in una bottiglietta spray e nebulizzala su tutto il mobile; per dei risultati migliori, lascialo asciugare all'aria alla luce solare diretta.[7]
    • Se il legno è verniciato o dipinto, probabilmente la muffa non è penetrata negli strati sottostanti; in tal caso, può essere sufficiente un prodotto detergente neutro.
  3. 3
    Strofina via uno strato consistente di muffa con del sapone per i piatti e una spazzola a setole morbide. La muffa che resiste ai raggi solari e alla vodka può essere spesso eliminata con un detergente casalingo; aggiungi del detersivo per i piatti in un secchio di acqua calda e strofina delicatamente le aree problematiche con una spazzola a setole morbide seguendo movimenti circolari.[8]
    • Al termine della pulizia, sfrega la superficie del mobile con un panno umido. Se non c'è più traccia di muffa, strofina un'altra volta il legno con uno straccio asciutto; in caso contrario, ripeti la procedura.
    • Tuttavia, prima di procedere con questo metodo, dovresti testare la spazzola e la soluzione detergente su un angolo nascosto, dato che alcune setole possono rovinare determinate finiture.[9]
  4. 4
    Opta per l'aceto distillato se il detersivo per i piatti non funziona. L'aceto bianco distillato è un ottimo agente in grado di uccidere le spore. Se il detersivo è troppo debole per eliminare la muffa, versa dell'aceto in una bottiglietta spray e diffondilo accuratamente su tutto il mobile; aspetta circa un'ora e poi pulisci la superficie con un panno umido.
    • Ripeti la procedura, se necessario; una volta rimossa la muffa, strofina accuratamente il mobile con uno straccio asciutto.[10]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Rimuovere la Muffa Ostinata

  1. 1
    Crea una soluzione di candeggina per trattare la muffa resistente. Prendi un secchio e prepara una miscela composta da 60 ml di un detersivo casalingo, come quello per i piatti, 600 ml candeggina e 1,2 litri d'acqua; mescola accuratamente la soluzione usando una posata per amalgamare gli ingredienti.[11]
    • La semplice candeggina permette di eliminare solo la muffa presente sulla superficie del mobile; se è invece penetrata nel legno, è necessario aggiungere un tensioattivo, come appunto il detersivo.[12]
    • La candeggina può schiarire o sbiancare completamente i colori degli indumenti; prendi quindi tutte le precauzioni quando la maneggi e valuta di indossare un camice o dei vestiti che non ti dispiace rovinare.
  2. 2
    Applica la miscela di candeggina sul mobile. Intingi una spazzola a setole rigide o una spugna abrasiva nella soluzione; esercita una pressione moderata e muovi spazzola lungo traiettorie circolari. Una volta pulite accuratamente tutte le aree ammuffite, lascia che il mobile si asciughi all'aria; se necessario, ripeti il trattamento una seconda volta.[13]
    • Per ottenere i migliori risultati, porta il mobile all'aperto, puliscilo come descritto usando la miscela di candeggina e aspetta che si asciughi al sole.
    • Usando la spazzola a setole rigide sul legno potresti rovinare la finitura; se questo accade, dovrai riapplicare il prodotto di superficie.
    • Se la soluzione di candeggina non rimuove completamente la muffa, è probabile che le spore siano penetrate troppo in profondità per essere uccise con il solo detergente.[14]
  3. 3
    Smeriglia via la muffa che ha resistito all'azione della miscela di candeggina. Usa della carta vetrata a grana fine (120 - 220) e strofinala sulle zone ammuffite.[15] Fai in modo che il legno sia leggermente umido mentre levighi, per evitare di diffondere le spore; al termine, pulisci le aree trattate con una soluzione di candeggina e lascia asciugare il mobile all'aria.
    • Anche una smerigliatura leggera può rovinare la finitura e potrebbe essere necessario applicarla nuovamente una volta eliminata la muffa.[16]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Le spore della muffa sono nocive per le persone; assicurati di indossare sempre i dispositivi di protezione individuale quando devi affrontarle, come guanti, occhiali avvolgenti e una mascherina per il viso.
  • Se la muffa ha invaso in maniera aggressiva e imponente il mobile, può essere impossibile eliminarla; in questo caso, potrebbe essere necessario buttarlo via.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Maschera di protezione (va bene quella N95 o migliore)
  • Candeggina
  • Stracci puliti
  • Detersivo per i piatti
  • Aceto bianco distillato
  • Aspirapolvere dotato di filtro HEPA (meglio con un accessorio a tubo)
  • Guanti di gomma
  • Occhiali di protezione
  • Carta vetrata (facoltativa)
  • Spazzola a setole morbide
  • Spugna
  • Bottiglietta spray
  • Spazzola a setole rigide

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità