Come Rimuovere la Muffa in Bagno

Scritto in collaborazione con: Ilya Ornatov

In questo Articolo:Preparare una Soluzione per Rimuovere la MuffaAdoperare una Soluzione DetergentePrevenire la Muffa in BagnoAdottare Misure di Sicurezza22 Riferimenti

La muffa si sviluppa perlopiù in bagno a causa dell'umidità favorita dalla presenza dell'acqua. Fortunatamente puoi sbarazzartene comodamente usando semplici prodotti per la pulizia della casa! Affronta il problema preparando una soluzione a base di aceto, borace o candeggina in un flacone spray. Ti basta spruzzarla nella doccia, nella vasca da bagno, sul lavandino, sulle piastrelle, sulle fughe o sul mastice. Quindi utilizza un panno o uno spazzolino da denti per rimuovere le tracce di muffa. Puoi anche eliminarla dal soffitto e dalle pareti usando metodi analoghi. Quando pulisci, indossa sempre un paio di guanti protettivi e fai arieggiare l'ambiente.

1
Preparare una Soluzione per Rimuovere la Muffa

  1. 1
    Crea una soluzione a base di aceto per eliminare la muffa in modo sicuro e atossico. L'aceto bianco è un rimedio eccellente per rimuovere la muffa da diversi tipi di superficie. Versalo direttamente in un flacone spray e non diluirlo se non vuoi diminuire la sua efficacia. Non devi neanche risciacquare dopo l'uso.[1]
    • Anche se l'odore può essere sgradevole, di solito sparisce nel giro di 1-2 ore. Puoi aprire una finestra o accendere il ventilatore se desideri disperderlo più velocemente.
    Consiglio dell'Esperto
    Ilya Ornatov

    Ilya Ornatov

    Guru del Pulito e Fondatore di NW Maids
    Ilya Ornatov è Fondatore e Titolare di NW Maids, un'impresa di pulizie con sede a Seattle, nel Washington. Ilya ha fondato NW Maids nel 2014 dando particolare rilievo a fattori come determinazione anticipata dei costi, praticità nell'effettuare prenotazioni online e servizio di pulizia meticoloso.
    Ilya Ornatov
    Ilya Ornatov
    Guru del Pulito e Fondatore di NW Maids

    Consiglio dell'esperto: Se devi trattare un'area piuttosto ampia o se non vuoi sentire l'odore pungente dell'aceto in bagno, puoi diluirlo unendone 1 parte con 2 parti di acqua. In questo modo otterrai una dose maggiore e attenuerai l'odore lasciando inalterata l'azione antifungina della soluzione!

  2. 2
    Usa una soluzione a base di borace per rimuovere la muffa in modo naturale. Il borace è una sostanza insetticida e fungicida naturale. Mescolane 200 g in circa 4 litri di acqua e versa la soluzione in un flacone spray. Ti basta nebulizzarla direttamente sulla superficie da pulire. Non c'è bisogno di risciacquo perché il borace è in grado di inibire il ritorno della muffa.[2]
    • Puoi trovare il borace nella corsia dei detersivi al supermercato. È una polvere gessosa di colore bianco.
    • È pericoloso da ingerire, ma a differenza della candeggina non produce esalazioni tossiche.
  3. 3
    Opta per una soluzione a base di candeggina, come ultima risorsa. Sebbene la candeggina sia efficace nella rimozione della muffa dalle superfici non porose, come docce, lavandini e piastrelle, è una sostanza tossica che va usata con attenzione. Prepara una soluzione con 1 parte di candeggina e 10 parti di acqua e versala in un flacone spray. Non va sciacquata a meno che non vi sia il rischio che animali domestici o bambini piccoli entrino in contatto con la zona trattata.[3]
    • Indossa sempre un paio di guanti quando maneggi questa sostanza e fai circolare l'aria per evitare di inalare le esalazioni.
    • La candeggina può causare irritazioni a occhi, polmoni e pelle.[4]

2
Adoperare una Soluzione Detergente

  1. 1
    Nebulizza il detergente antimuffa sulla zona da pulire. Procurati un vaporizzatore contenente la soluzione che vuoi utilizzare. Spruzzala generosamente su tutta l'area in modo da formare uno strato visibile e uniforme. Evita di impregnare completamente la superficie, altrimenti in seguito sarai costretto a rimuovere il liquido in eccesso. Cerca di applicarne una quantità sufficiente in modo da inumidire visibilmente la zona da trattare, ma non troppo da creare chiazze di detergente.[5]
    • Fai molta attenzione a non scivolare se devi trattare piastrelle o fughe.
  2. 2
    Passa un panno sulle superfici lisce per rimuovere la muffa. Piegalo in quattro parti e passalo su tutta l'area in cui hai spruzzato la soluzione detergente. La muffa dovrebbe aderire facilmente. Cambia lato ogni volta che quello precedente si sporca o si impregna di residui.[6]
    • Probabilmente dovrai cambiarlo e usarne un altro soprattutto se devi pulire una zona piuttosto ampia.
    • In alternativa, se preferisci, puoi utilizzare una spugna al posto del panno.
    • Per superfici lisce si intendono quelle della doccia, della vasca da bagno, del lavandino e le piastrelle.
  3. 3
    Usa una spazzola per togliere le tracce di muffa più ostinate dalle superfici lisce. Se la muffa non va via, passa alle maniere forti! Strofina energicamente l'area interessata finché non si stacca. In seguito, cerca di eliminare tutte le tracce formate da poco in modo da non dover strofinare.[7]
    • Conserva una spazzola da usare appositamente per la muffa in bagno, in modo da prevenire la diffusione delle spore nel resto della casa.
  4. 4
    Utilizza uno spazzolino da denti sulle fughe delle piastrelle o sul mastice. Rimuovi la muffa formata sulle fughe o sul mastice con un vecchio spazzolino da denti. Muovilo avanti e indietro. Mano a mano che procedi, sciacqualo sotto l'acqua corrente per rimuovere eventuali tracce di muffa e impedire alle spore di diffondersi in tutto il bagno.[8]
    • Conserva uno spazzolino da usare appositamente per la muffa in bagno, in modo da prevenire la diffusione delle spore in tutta la casa.
    • Se preferisci puoi usare una spazzola più grande, ma lo spazzolino da denti è più facile da usare negli spazi più stretti.
    • Puoi acquistare una spazzola per fughe nei negozi di bricolage.[9]
  5. 5
    Asciuga la zona trattata con un panno. Asporta il liquido in eccesso dall'area che hai appena pulito per mantenere il bagno asciutto ed evitare di scivolare. Passa il panno su tutte le superfici lisce, sulle fughe o sul mastice in modo da assorbire l'umidità in eccesso. Così facendo potrai anche asportare tutti i residui di muffa che si sono staccati quando hai strofinato con lo spazzolino.[10]
    • Ti conviene cambiare il panno se si impregna troppo.
    • Fai attenzione alle fessure e agli angoli per evitare che si accumuli umidità e si formi altra muffa.
  6. 6
    Aggiungi un po' di fugante o mastice se non riesci a eliminare le macchie. Se si è accumulata troppa muffa, non sarai in grado di rimuoverla. In questo caso puoi utilizzare un cacciavite a punta piatta per scavare negli interstizi e cercare di asportare le tracce di muffa. Riempi con altro fugante o mastice e pulisci regolarmente la zona trattata per evitare che ammuffisca nuovamente.[11]
    • Puoi applicare un materiale sigillante sul fugante o sul mastice per evitare che si formino altre macchie.[12]

3
Prevenire la Muffa in Bagno

  1. 1
    Accendi l'aspiratore quando fai il bagno o la doccia. L'aspiratore ti permette di ridurre l'umidità in bagno. Accendilo quando cominci a fare il bagno o la doccia e lascialo in funzione per almeno altri 5 minuti dopo che hai finito, per disperdere il vapore. Se puoi, prova a tenerlo acceso finché il vapore non scompare completamente.[13]
    • Per dissipare più velocemente l'umidità, apri la finestra e accendi l'aspiratore.
  2. 2
    Apri la finestra dopo che hai fatto il bagno o la doccia. La muffa si forma più velocemente quando il tasso di umidità si alza, per esempio quando ci si lava. Apri la finestra subito dopo aver fatto il bagno o la doccia per far evaporare le tracce di acqua e disperdere il vapore in eccesso. Tienila aperta finché il bagno non si asciuga.[14]
    • Ricordati di aprirla subito dopo la doccia per limitare la formazione della muffa.
  3. 3
    Asciuga tutte le superfici se temi che il tasso di umidità interna sia alto. Anche se una pulizia regolare e la circolazione dell'aria dovrebbero tenere a bada la muffa, a volte queste precauzioni non sono sufficienti. Se trovi un punto in cui la muffa continua a formarsi, passa un panno ogni volta che usi l'acqua in bagno.[15]
    • Le zone in cui tende a svilupparsi maggiormente sono il lavandino o le piastrelle della doccia.
    • Al posto del panno puoi usare una spatola tergivetri sulle piastrelle e sui vetri delle porte.[16]

4
Adottare Misure di Sicurezza

  1. 1
    Usa i guanti di gomma quando applichi trattamenti antimuffa. Evita di toccarla a mani nude. Se adoperi l'aceto o il borace è sufficiente un normale paio di guanti di gomma per uso domestico. Tuttavia, se maneggi la candeggina, opta per quelli in gomma naturale o PVC.[17]
    • Toglili non appena hai finito di pulire, in modo che le spore non si diffondano per tutta la casa.[18]
  2. 2
    Indossa indumenti vecchi e lavali con acqua calda. È preferibile mettere vestiti vecchi perché si possono macchiare o rovinare a contatto con le soluzioni detergenti e l'acqua calda del bucato in lavatrice. Lavali sempre a temperature alte appena hai finito di pulire la muffa, in modo da uccidere le spore intrappolate nella stoffa ed evitare che si diffondano.[19]
    • Questo consiglio vale soprattutto se usi la candeggina, perché può stingere i tessuti.
  3. 3
    Fai circolare l'aria durante la pulizia. Apri tutte le più finestre a tua disposizione e, se possibile, accendi l'aspiratore. Queste misure ti impediranno di inalare le spore ed eventuali esalazioni tossiche che possono sprigionarsi durante l'uso dei detergenti.[20]
    • Puoi anche tenere in bagno un ventilatore portatile.

Avvertenze

  • Se qualcuno in casa è allergico alla muffa o ha il sistema immunitario compromesso, è meglio che esca mentre pulisci il bagno per evitare che inali le spore.[21]
  • Rivolgiti a un'impresa di pulizie se non riesci a togliere la muffa da solo, hai problemi di salute causati dalla presenza della muffa o se la zona da trattare è più grande di 1 m².[22]

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Ilya Ornatov. Ilya Ornatov è Fondatore e Titolare di NW Maids, un'impresa di pulizie con sede a Seattle, nel Washington. Ilya ha fondato NW Maids nel 2014 dando particolare rilievo a fattori come determinazione anticipata dei costi, praticità nell'effettuare prenotazioni online e servizio di pulizia meticoloso.

Categorie: Pulizia

In altre lingue:

English: Remove Bathroom Mold, Español: eliminar el moho del baño, Português: Remover Mofo do Banheiro, Deutsch: Schimmel im Badezimmer entfernen, Русский: удалить плесень в ванной комнате, Nederlands: Schimmel in de badkamer verwijderen, Français: enlever la moisissure dans votre salle de bain, Bahasa Indonesia: Membersihkan Jamur di Kamar Mandi, 中文: 清除浴室的霉菌, Čeština: Jak se zbavit plísně v koupelně, हिन्दी: बाथरूम में लगी हुई फफूंदी (Mold) को हटायें, ไทย: กำจัดเชื้อราในห้องน้ำ, 한국어: 욕실에 핀 곰팡이 없애는 방법, العربية: إزالة العفن من الحمام, Tiếng Việt: Loại bỏ nấm nấm mốc trong phòng tắm, 日本語: 浴室のカビを除去する, Türkçe: Banyo Küfü Nasıl Temizlenir

Questa pagina è stata letta 11 692 volte.
Hai trovato utile questo articolo?