Se la sola idea di avere piedi secchi, ruvidi, screpolati o callosi ti infastidisce terribilmente, un pediluvio a base di sali di Epsom è la soluzione naturale ideale per renderli morbidi e lisci. I pediluvi caldi sono inoltre perfetti per rilassarsi. In caso di particolari problemi di salute, tra cui diabete e patologie cardiache, consulta il tuo medico prima di procedere con il pediluvio.

Parte 1 di 4:
Prepararsi al Pediluvio

  1. 1
    Acquista i sali di Epsom. Puoi comprarli in farmacia o in erboristeria. Chiedi consiglio al personale del negozio e assicurati che siano adatti all'uso in un pediluvio. In alternativa puoi decidere di acquistarli online, per esempio sul sito www.macrolibrarsi.it.[1]
    • Tutti i sali di Epsom contengono gli stessi minerali di origine naturale (magnesio e solfato), ma sono disponibili in diversi "gradi", variabili in base all'uso a cui sono destinati (per esempio per uso umano o per impiego agricolo).[2]
  2. 2
    Acquista un recipiente per il pediluvio. In commercio sono disponibili delle vaschette ergonomiche per il pediluvio, talvolta dotate di una funzione per l'idromassaggio plantare, perfette per ospitare comodamente entrambi i piedi. Esegui una ricerca online o chiedi consiglio al tuo farmacista.
    • Se non vuoi investire molto denaro nell'acquisto di un idromassaggiatore plantare professionale, puoi optare per una semplice bacinella della grandezza sufficiente a ospitare entrambe i piedi (idealmente dovrebbe permetterti di stare in piedi). L'acqua dovrà raggiungere l'altezza delle caviglie, pertanto valutane anche la profondità.
    • Se desideri acquistare un apparecchio professionale, assicurati di poter aggiungere dei prodotti all'acqua, in questo caso i sali di Epsom.
  3. 3
    Acquista una pietra pomice. In commercio ne esistono molteplici varietà, normalmente disponibili sia nelle farmacie che nei supermercati. Alcune pietre pomici hanno l'aspetto di un semplice sasso, altre sono dotate di una corda o di un'impugnatura. In questo caso non esiste un prodotto specificamente consigliato, quindi effettua la tua scelta in base alle tue preferenze.
    • Evita le pietre pomici al naturale, potrebbero essere dure come dei veri e propri sassi. Scegli una pietra appositamente creata per la cosmesi, altrimenti rischierai di danneggiare la pelle dei tuoi piedi.[3]
  4. 4
    Scegli il luogo in cui eseguire il pediluvio. Preferisci rilassarti davanti alla TV? Oppure vuoi fare il tuo pediluvio nella stanza da bagno mentre ascolti un po' di musica o leggi un buon libro? Qualsiasi sia la stanza prescelta, assicurati che sia correttamente organizzata prima di procedere oltre.
    • Se desideri risciacquare i piedi dopo l'immersione, è una buona idea rimanere dentro o vicino al bagno.
  5. 5
    Fai attenzione al pavimento. Se il pavimento della stanza prescelta è in ceramica o in legno, ricoprilo con un asciugamano per evitare di scivolare a causa di qualche schizzo d'acqua fuoriuscito durante il pediluvio. Se intendi appoggiare il tuo recipiente su un tappeto, proteggilo con un telo impermeabile.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Lavare i Piedi Prima del Pediluvio

  1. 1
    Lavati i piedi con acqua calda e sapone delicato. Prima di immergere i piedi nel pediluvio, lavali per rimuovere lo sporco. Entra nella doccia o nella vasca, inumidisci i piedi con l'acqua, insaponali e poi risciacquali.
    • Assicurati di utilizzare un sapone delicato per non rischiare di irritare la pelle dei piedi.
  2. 2
    Lavali con attenzione. Oltre alla parte inferiore dei piedi, non dimenticare di lavare anche quella superiore, l'area tra le dita e le caviglie. Questo passaggio è particolarmente utile se sei solito camminare spesso a piedi nudi o indossando delle scarpe aperte.
  3. 3
    Tampona i piedi con un asciugamano pulito per asciugarli. Nel farlo cerca di notare quali sono le aree in cui la pelle appare particolarmente secca, per trattarle con maggiore cura durante il pediluvio. Tienile a mente fino al momento dell'esfoliazione.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Eseguire il Pediluvio con i Sali di Epsom

  1. 1
    Riempi l'apposita bacinella con l'acqua calda. Imposta l'acqua alla temperatura più calda che puoi tollerare senza scottarti. Fai attenzione a non riempire il recipiente in modo eccessivo, ricorda che quando immergerai i piedi nel pediluvio il livello dell'acqua aumenterà in proporzione al loro volume.
    • Prima di versare i sali di Epsom nell'acqua, assicurati che la temperatura sia corretta per non rischiare di sprecarli. Se necessario, elimina un po' d'acqua calda e sostituiscila con dell'acqua fredda.
    • Se hai a disposizione una vaschetta dotata di idromassaggio plantare, attivalo per rendere la tua esperienza ancora più piacevole.
  2. 2
    Versa i sali di Epsom nell'acqua calda. La quantità di sali necessaria varierà in base alla quantità di acqua. Per un pediluvio o per una bacinella di dimensioni standard, aggiungi all'acqua 100 grammi di sali di Epsom.
  3. 3
    Immergi i piedi nell'acqua. Infilali nel pediluvio con cautela, per evitare di far fuoriuscire l'acqua e per assicurarti che la temperatura sia realmente quella corretta. Una volta immersi potrai muoverli lentamente per favorire il dissolvimento dei sali.
  4. 4
    Tieni i piedi a bagno per circa 10-15 minuti.[4] Trascorso il tempo indicato noterai che le aree di pelle più ruvide saranno diventate più soffici (e talvolta anche leggermente gonfie). Raggiunto questo stadio, i piedi saranno pronti per il trattamento esfoliante.
  5. 5
    Esegui uno scrub con i sali di Epsom. Versa una piccola dose di acqua in una manciata di sali e miscela gli ingredienti per ottenere un composto dalla consistenza pastosa. Massaggia lo scrub sui piedi per un paio di minuti per eliminare la pelle secca.[5]
    • Non dimenticare di esfoliare l'area delle dita e la parte posteriore dei talloni, zone in cui le cellule epiteliali morte potrebbero essere meno visibili.
  6. 6
    Immergi nuovamente i piedi nell'acqua. Risciacquali dallo scrub.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Esfoliare e Idratare Dopo il Pediluvio

  1. 1
    Esfolia la pelle dei piedi usando la pietra pomice. Rimuovi i piedi dall'acqua, ma non asciugarli per ora. Prima di utilizzare la pietra pomice sulla pelle, dovrai riporla sotto l'acqua. Con una pressione leggera o media, strofina la pietra pomice sulle aree callose dei piedi. Prosegui per due o tre minuti per eliminare con efficacia la pelle morta.[6]
    • Quando usi la pietra pomice, fai attenzione a non applicare una pressione eccessiva, altrimenti potresti causare irritazioni o infezioni cutanee.[7] Ricorda che non dovresti sentire male, quindi, se provi dolore, strofina la pelle con maggiore delicatezza o interrompi il trattamento in caso di evidente irritazione.
    • La pietra pomice può essere usata quotidianamente, ricordati però di risciacquarla sempre con attenzione dopo l'uso. Dopo qualche tempo, se dovesse apparire visibilmente rovinata, potrai provare a bollirla, ma se non tornerà al suo stato naturale, dovrai sostituirla con una nuova.[8]
    • Se non hai a disposizione una pietra pomice, o se preferisci non utilizzarla, puoi acquistare una specifica lima per i piedi disponibile in qualsiasi supermercato. L'uso è molto simile a quello della pietra pomice, strofinala contro le parti callose dei piedi, applicando una pressione leggera o media, e interrompine immediatamente l'uso in caso di dolore.
  2. 2
    Risciacqua i piedi. Se l'acqua del pediluvio appare ancora pulita, non piena di residui di pelle morta, puoi immergervi nuovamente i piedi per un risciacquo finale. Se l'acqua appare torbida o se semplicemente preferisci eseguire un risciacquo con l'acqua pulita, posiziona i piedi sotto un getto d'acqua corrente tiepida.
    • Alcune persone sostengono che i sali di Epsom abbiano un potere disintossicante e che pertanto sia necessario eseguire un risciacquo dei piedi accurato per rimuovere le tossine espulse dalla pelle durante il pediluvio. Non esistono prove scientifiche a sostegno di questa tesi, ma un risciacquo attento non può certo nuocere.[9]
  3. 3
    Avvolgi i piedi in un asciugamano. Consenti al tessuto di assorbire la maggior parte dell'acqua in eccesso, dopodiché tampona la pelle dei piedi con delicatezza. Fai attenzione a non strofinare la cute per non irritarla.
  4. 4
    Idrata la pelle. Dopo aver asciugato i piedi, applica una buona crema idratante. Basa la scelta del prodotto sulle tue preferenze personali, possibilmente evitando le creme profumate.
    • Se i tuoi piedi non sono particolarmente secchi o screpolati, puoi optare per una crema leggera, mentre se sono molto ruvidi è consigliabile scegliere una crema molto nutriente o specificamente studiata per i piedi secchi e screpolati.
    • Dopo aver applicato un olio o una lozione delicati, copri i piedi con le calze prima di andare a letto.
    • Evita l'idratazione con prodotti a base di petrolio poiché potrebbero essere cancerogeni.
  5. 5
    Sii paziente. In base al grado di ruvidità dei tuoi piedi, potrebbe essere necessario più di un pediluvio per ammorbidirli. Seguendo questi passaggi con regolarità per due o tre volte a settimana, dovresti vedere dei risultati entro 7-14 giorni.
  6. 6
    Goditi i tuoi piedi lisci e morbidi! Anche se hai raggiunto il risultato desiderato, non smettere di prenderti cura dei tuoi piedi. Mantenerli soffici a lungo termine implica dovertene prendere cura con costanza, seppur con pediluvi meno frequenti.
    Pubblicità

Consigli

  • Per un pediluvio ancora più efficace, aggiungi dell'olio essenziale di lavanda (per favorire il rilassamento) o dell'olio di oliva (per una morbidezza extra). Se disponi di una vaschetta professionale per il pediluvio, assicurati di poter aggiungere degli oli all'acqua leggendo attentamente il manuale di istruzioni.
  • Per rendere il tuo trattamento di bellezza ancora più completo, degno di una vera e propria spa, dopo il pediluvio passa alla pedicure. Le cuticole si saranno ammorbidite e saranno semplici da spingere all'indietro, inoltre anche le unghie più dure potranno essere tagliate con maggiore facilità.
  • È stato dimostrato scientificamente che i pediluvi di acqua calda alleviano la fatica e combattono l'insonnia.[10]

Pubblicità

Avvertenze

  • Durante lo scrub, usa solo degli strumenti specifici per i piedi e assicurati che siano perfettamente puliti per evitare il rischio di infezioni.
  • Fai attenzione a eventuali tagli o ferite sulla pelle per non rischiare di irritarli. Evita gli oli profumati e tutti i prodotti che potrebbero rivelarsi irritanti.
  • Se soffri di qualche altra malattia, consulta il tuo medico prima di usare i sali di Epsom.
  • Se noti che, in seguito al pediluvio a base di sali di Epsom, la tua pelle tende ad apparire ancor più secca o irritata, sospendi i trattamenti o riducine la frequenza (per esempio da tre a una volta a settimana). Se lo stato di irritazione persiste anche dopo l'interruzione, rivolgiti al tuo medico.
  • Non ripetere il pediluvio più di due o tre volte alla settimana, altrimenti i tuoi piedi potrebbero diventare ancora più secchi.
  • Se sei diabetico, non usare i sali di Epsom per i tuoi pediluvi. Evita anche i saponi antisettici, le creme profumate, i prodotti che contengono iodio o che sono atti a rimuovere calli e verruche attraverso l'uso di sostanze chimiche.[11]
  • Le persone che soffrono di diabete o di disturbi della circolazione sanguigna periferica dovrebbero evitare i pediluvi di acqua calda.[12]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Usare una Pietra Pomice

Come

Preparare uno Scrub a Base di Sale

Come

Curare una grossa Vescica

Come

Rimuovere una Verruca con del Sale Inglese o dei Narcisi

Come

Rimuovere lo Smalto senza usare l'Acetone

Come

Far Crescere le Unghie in 5 Giorni

Come

Riparare un’Unghia Rotta

Come

Togliere i Calli

Come

Togliere un'Unghia Morta del Piede

Come

Rimuovere le Unghie in Gel

Come

Raschiare la Pelle Morta dai Piedi

Come

Trattare un'Unghia del Piede Lacerata

Come

Far Crescere le Unghie Velocemente

Come

Favorire la Ricrescita delle Unghie dei Piedi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 10 839 volte
Questa pagina è stata letta 10 839 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità