Scarica PDF Scarica PDF

Alcune persone nascono con dei segni evidenti sulla cute che possono avere molteplici forme, colori e dimensioni, oltre al fatto che si presentano in svariati punti del corpo. Le cosiddette "voglie" non possono essere evitate, alcune spariscono spontaneamente con l'età, mentre altre sono permanenti. Se hai delle macchie di cui desideri sbarazzarti, puoi affidarti a diversi trattamenti medici verificati. In alternativa, puoi tentare dei rimedi casalinghi non supportati da prove scientifiche e vedere se funzionano.

Parte 1 di 3:
Trattamenti Medici Verificati

  1. 1
    Discuti del problema con un dermatologo per farti prescrivere dei farmaci. Spesso puoi eliminare le macchie di origine vascolare (come gli emangiomi) con i corticosteroidi. Questi medicinali rallentano lo sviluppo delle voglie cutanee e ne riducono le dimensioni, senza però farle scomparire del tutto.[1]
    • Questi farmaci possono essere assunti per via orale, iniettati nella voglia o applicati localmente.
    • Fra gli altri medicinali che si utilizzano per le macchie cutanee congenite, ci sono il propanolo e la vincristina, molto utili per gli emangiomi (leggi l'ultima sezione per ulteriori dettagli).[2] [3]
  2. 2
    Informati sulla terapia laser come metodo per ridurre e bloccare lo sviluppo di macchie vascolari. Questo metodo prevede l'utilizzo di luce concentrata, a brevi impulsi, per far svanire il colore della macchia, ridurne le dimensioni e, in certi casi, bloccarne la crescita.[4]
    • La terapia laser viene usata per eliminare i nevi vinosi e le macchie caffellatte, ma non è sempre efficace. In alcuni casi, si sono presentate delle recidive.[5]
    • Sebbene sia impossibile rimuovere completamente le voglie cutanee, è però possibile schiarirne il colore con diverse sessioni di terapia laser.
  3. 3
    Valuta la criochirurgia. Questa procedura prevede l'utilizzo di azoto liquido per congelare le porzioni da trattare e ridurre la tonalità della macchia causandone la desquamazione.[6]
    • Durante il trattamento, si applica l'azoto liquido sulla voglia per congelare lo strato d'epidermide che si trova sopra e sotto. In seguito, si raschia la porzione di cute usando uno strumento chirurgico chiamato curette.
    • Fra le varie complicazioni della criochirurgia, ci sono la formazione di cicatrici e lo sbiancamento cutaneo.
  4. 4
    Valuta l'escissione chirurgica. Questa viene eseguita in regime ambulatoriale o di day-surgery e prevede l'asportazione di una porzione davvero limitata di epidermide esterna. Sebbene l'escissione sia considerata un intervento minore, è comunque una pratica invasiva e sono necessari tutti gli esami preoperatori del caso.[7]
    • Questa tecnica viene messa in atto per eliminare anche i nei e gli emangiomi.
    • In base alle dimensioni della macchia, l'asportazione potrebbe causare una cicatrice permanente.
    • Durante l'intervento, il dermatologo somministrerà un anestetico locale per desensibilizzare la zona e rimuoverà la voglia con un bisturi. In seguito, la ferita verrà suturata con punti assorbibili.
    • L'escissione chirurgica viene spesso usata per le voglie profonde.
  5. 5
    Chiedi maggiori dettagli in merito allo shaving chirurgico. Si tratta di un tipo di asportazione che non richiede punti di sutura e si esegue sia con una lama tradizionale sia con un bisturi elettrico cauterizzante.[8]
    • Durante l'intervento, il medico usa un anestetico locale per intorpidire la zona circostante la voglia e asporta l'area attorno e sotto la macchia con un bisturi.
    • Lo shaving chirurgico viene praticato anche per i piccoli nevi e raramente richiede dei punti.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Rimedi non Verificati

  1. 1
    Prova il succo di limone per schiarire la pelle. Questo prodotto contiene degli ingredienti che sono in grado di sbiancare la cute in maniera naturale. Tuttavia, l'efficacia del succo di limone per il trattamento delle voglie non è stata confermata scientificamente e, per tale ragione, dovresti affidarti a questo rimedio con alcune riserve.[9]
    • Applica sulla pelle il succo di limone appena spremuto per 20 minuti prima di risciacquare con l'acqua. Ripeti il trattamento diverse volte a settimana.
    • Non usare questo prodotto se ti provoca irritazioni cutanee.
  2. 2
    Fai un tentativo con la soluzione a base di iodio. Questo prodotto è in grado di schiarire le macchie congenite; tuttavia, anche in questo caso non esistono prove cliniche. Applica la soluzione sulla voglia due volte al giorno.[10]
    • Ricorda che la soluzione di iodio è un prodotto medico pertanto va maneggiato con cautela.
    • Smetti di utilizzarla se manifesti una reazione cutanea negativa e chiedi maggiori informazioni al medico, se hai dei dubbi.
  3. 3
    Applica l'olio di oliva per idratare la pelle. Si tratta di un emolliente naturale molto potente in grado di rigenerare la cute e rendere le macchie più lisce e sbiadite. Spalma l'olio almeno tre volte al giorno sulla voglia lasciandolo asciugare oppure risciacquando la zona.[11]
    • Usa un batuffolo di ovatta per applicare l'olio di oliva direttamente sulla voglia per 2-3 volte al giorno.
  4. 4
    Versa del succo di pomodoro sull'inestetismo. Questo liquido ha proprietà schiarenti e può sbiadire le voglie. Dopo averlo scaldato, spalmalo sulla zona da trattare e lascia che si asciughi all'aria. Ripeti il trattamento un paio di volte al giorno per un mese.[12]
  5. 5
    Fai qualche ricerca sulle creme con vitamina A per migliorare la rigenerazione cellulare dell'epidermide. La vitamina A stimola l'attività mitotica delle cellule e la produzione di collagene (la proteina che costituisce la pelle). Sebbene le creme con vitamina A (spesso chiamate retinoidi) siano utilizzate per trattare l'iperpigmentazione, la loro efficacia contro le voglie congenite è ancora sconosciuta.[13]
  6. 6
    Spalma l'olio di vitamina E. Ha proprietà antiossidanti e aiuta ad affievolire le macchie congenite. Mescolalo con l'olio di arancio e applicalo sulle voglie.[14]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Riconoscere le Voglie

  1. 1
    Sappi se la macchia in realtà è un neo. Un neo, o nevo congenito, è una voglia pigmentata causata dallo sviluppo eccessivo di cellule che producono la melanina. Di solito si manifesta durante l'infanzia. Le caratteristiche tipiche di un neo sono:[15]
    • Colore marrone chiaro, scuro, rosso, rosa, blu o nero;
    • Aspetto liscio, piatto, rugoso o sollevato;
    • Forma ovale o tonda;
    • In genere, ha un diametro di 5-6 mm, ma può essere anche più grande;
    • In certi casi può avere al suo interno un pelo.
    • La maggior parte dei nei è del tutto benigna, ma in certe situazioni la macchia può mutare in un cancro. Controlla attentamente i nei e chiama il dermatologo se noti delle alterazioni.
  2. 2
    Riconosci le macchie caffellatte. Queste sono voglie pigmentate, a volte causate da un disturbo genetico chiamato neurofibromatosi. Tale malattia è classificata in tre tipologie distinte: la più lieve (neurofibromatosi di tipo 1) si manifesta nell'infanzia ed è caratterizzata da macchie piatte di colore marrone chiaro sulla cute:[16]
    • Le macchie caffellatte possono essere presenti alla nascita o apparire nei bambini, per poi stabilizzarsi. Possono essere trattate con il laser, ma le recidive sono frequenti.[17]
    • Oltre alle voglie cutanee, la neurofibromatosi di tipo 1 genera la formazione di lentiggini sulle ascelle, noduli morbidi sopra o sotto gli strati cutanei (neurofibromi o tumori benigni), piccole escrescenze benigne negli occhi (noduli di Lisch) e/o deformità ossee.
    • Gli altri due tipi di questa patologia (il tipo 2 e 3) sono più rari e sono caratterizzati da sintomi peggiori e tumori.
    • Se temi che tuo figlio abbia la neurofibromatosi, rivolgiti al pediatra. Si tratta di una malattia incurabile, ma il medico è in grado di monitorarne le complicazioni e trattarne i sintomi.[18]
  3. 3
    Cerca di capire se la tua voglia è in realtà una macchia mongolica. Si tratta di un'area pigmentata congenita della cute che sparisce quando il bambino raggiunge l'età scolare. Le caratteristiche di questo tipo di voglia sono:[19]
    • Macchie blu o blu-grigiastre su natiche, schiena, spalle o altri punti del corpo;
    • Forma irregolare;
    • La superficie della cute appare normale;
    • Dimensioni comprese fra 2 e 8 cm;
    • Poiché queste macchie scompaiono spontaneamente, non si consiglia alcun trattamento.[20]
  4. 4
    Diagnostica le "macchie di salmone". Queste macchie prendono il nome dal loro colore rosa-arancione e si tratta di voglie di origine vascolare causate dalla malformazione dei vasi sanguigni. In genere compaiono su fronte, palpebre, nuca, naso, labbro superiore oppure dietro la testa.[21]
    • Si tratta di segni congeniti caratterizzati da macchie rosate e piatte sulla cute.
    • In genere spariscono da soli con il tempo, quando il bimbo raggiunge uno o due anni di età; in certi casi sono però permanenti.
  5. 5
    Riconosci il nevo vinoso. Anche questa voglia è di tipo vascolare, ma in genere è permanente e non scompare da sola. Tuttavia, si può sbiadire con diversi trattamenti per renderla meno evidente.[22]
    • I trattamenti laser, come quelli con dye laser pulsato, sono gli unici efficaci contro i nevi vinosi. Sono in grado di schiarire le macchie, ma i risultati migliori si ottengono sui bambini.
    • Puoi fare un tentativo con i prodotti cosmetici per nascondere le voglie, nel caso il laser non abbia successo.
  6. 6
    Verifica se tu o tuo figlio avete degli emangiomi. Si tratta di macchie vascolari che compaiono entro un paio di settimane dalla nascita, soprattutto su collo e testa.[23]
    • Sono caratterizzati da zone di pelle scura e scompaiono entro qualche mese dal parto, sebbene possano rimanere anche fino a 12 anni.[24]
    • Gli emangiomi di occhi e bocca causano complicazioni, come le ulcere, e a volte si manifestano anche negli organi interni (stomaco, reni e fegato).
    • Consulta il pediatra se sospetti che il bambino soffra di questa patologia, che potrebbe causare problemi più gravi.
    • La maggior parte degli emangiomi può essere trattata o ridotta con cure farmacologiche, come quelle a base di propanolo, cortisone o vincristina. In certe situazioni, si rende necessaria la chirurgia.[25]
    Pubblicità

Consigli

  • Rivolgiti sempre al medico prima di tentare qualunque rimedio per eliminare le voglie.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Sbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il SenoSbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il Seno
Curare una Bolla di Sangue SottopelleCurare una Bolla di Sangue Sottopelle
Far Sparire un SucchiottoFar Sparire un Succhiotto
Rimuovere un Fibroma Pendulo dal ColloRimuovere un Fibroma Pendulo dal Collo
Far Sparire una CrostaFar Sparire una Crosta
Eliminare l'Arrossamento di un BrufoloEliminare l'Arrossamento di un Brufolo
Sbarazzarti di un Brufolo in una NotteSbarazzarti di un Brufolo in una Notte
Sbarazzarsi del Prurito della Pelle con Rimedi CasalinghiSbarazzarsi del Prurito della Pelle con Rimedi Casalinghi
Eliminare i Fibromi PenduliEliminare i Fibromi Penduli
Riconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIVRiconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIV
Eliminare un Brufolo SottopelleEliminare un Brufolo Sottopelle
Trattare l'Eczema Attorno agli OcchiTrattare l'Eczema Attorno agli Occhi
Trattare una Vescica LacerataTrattare una Vescica Lacerata
Sapere se hai una Micosi alle UnghieSapere se hai una Micosi alle Unghie
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 27 264 volte
Questa pagina è stata letta 27 264 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità