I peli si incarniscono quando crescono sottopelle e si arricciano su se stessi o quando le cellule morte ostruiscono i follicoli costringendo il fusto a crescere lateralmente. Spesso, pizzicano e possono anche fare un po' male. Somigliano a piccoli punti rossi, pressappoco delle dimensioni di un brufolo, e si possono infettare. Tuttavia, spesso guariscono spontaneamente. Se c'è un pelo ostinato, prova a liberarlo con un esfoliante e un impacco caldo, quindi tira l'estremità con un paio di pinzette sterilizzate.

Parte 1 di 3:
Favorire la Guarigione Spontanea del Pelo

  1. 1
    Aspetta una settimana. Nella maggior parte dei casi, i peli incarniti scompaiono senza nessun tipo di intervento. In genere, trovano un modo per uscire dallo strato cutaneo in cui sono rimasti bloccati. Mentre aspetti che il problema si risolva da solo, cerca di non stuzzicarli o toccarli in continuazione.[1]
    • Intanto che aspetti, evita di radere la zona interessata. Se ti tagli, rischi di sviluppare un'infezione o peggiorare la situazione.
  2. 2
    Applica un farmaco contro l'acne. I peli incarniti somigliano molto ai brufoli, specialmente se sono accompagnati da pus. Applica il perossido di benzoile o l'acido salicilico più volte al giorno per diversi giorni. Combinato con l'esfoliazione quotidiana, ti aiuterà a rimuoverli alleviando il gonfiore e dando loro più spazio per uscire (anziché crescere sottopelle).[2]
    • Puoi acquistare la pomata contro l'acne in qualsiasi farmacia.
  3. 3
    Applica una pomata steroidea se si è sviluppata un'infezione. Qualora il pelo incarnito dovesse cominciare a riempirsi di pus bianco o giallo, vuol dire che si è infettato. In queste circostanze, devi curare l'infezione prima di rimuoverlo. Spalma una piccola quantità di pomata steroidea sulla superficie cutanea infetta. Ridurrà il gonfiore e aiuterà a guarire l'infezione.[3]
    • Puoi comprare una crema steroidea da banco a base di cortisone. Se hai bisogno di un prodotto più forte, consulta il medico.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Estrarre il Pelo

  1. 1
    Esfolia la zona in modo da asportare le cellule morte che coprono il pelo incarnito. Ripeti il trattamento due volte al giorno, strofinando delicatamente la parte interessata con un prodotto o un guanto esfoliante. Contribuirà a rimuovere le cellule morte, lo sporco e il sebo che intrappolano il pelo. Potrebbe anche spingere fisicamente la punta verso l'esterno aiutandola a uscire.[4] Cerca di massaggiare il pelo in diverse direzioni in modo da ammorbidire il più possibile la pelle circostante.
    • Puoi acquistare un esfoliante o un guanto di luffa al supermercato o in farmacia.
  2. 2
    Non escoriarti. Durante l'esfoliazione, i movimenti devono essere abbastanza energici da ammorbidire la pelle che ricopre il pelo incarnito, ma non troppo da procurarti un'abrasione. Se l'area circostante si indolenzisce, si arrossa o inizia a sanguinare, sospendi immediatamente il trattamento.
    • Nel dubbio, massaggia la zona interessata per più tempo, ad esempio una decina di minuti, ma con delicatezza.
  3. 3
    Usa un panno caldo-umido. Bagnalo con l'acqua calda, strizzalo e tienilo premuto contro il pelo incarnito per 3-4 minuti. Quando si raffredda, passalo di nuovo sotto l'acqua calda. In questo modo, ammorbidirai la pelle favorendo la fuoriuscita del fusto che sarà più facile da tirare.[5]
    • Se riesci a vedere il pelo intrappolato sottopelle, con questo trattamento potrai ammorbidirlo e spingerlo verso l'esterno. In caso contrario, lascia il panno finché il fusto non si avvicina verso la superficie.
  4. 4
    Tira il pelo usando un ago e un paio di pinzette sterili. Probabilmente impiegherai un po' di tempo a stimolare la fuoriuscita del fusto, quindi continua facendo attenzione a non lacerare la pelle. Usa un agio per scoprire la punta, dopodiché utilizza un paio di pinzette appuntite per sollevare il fusto. Se puoi, non tirarlo completamente. Piuttosto, assicurati che la parte incarnita spunti fuori dalla pelle.[6]
    • A volte, potresti vedere un "ricciolo" incarnito, in cui l'estremità superiore, invece di crescere esternamente, si curva oppure cresce lateralmente o all'indietro. Ciò significa che la punta ha cominciato a svilupparsi a livello sub-epidermico. Prova a passare un ago attraverso la curva nella parte superiore del fusto e tiralo leggermente. In questo modo, riuscirai a liberarlo.
    • Se non vedi il ricciolo incarnito una volta esfoliata la pelle e applicato il panno caldo, non cercare di estrarlo. Potresti ferirti o far uscire il sangue.
    • Sterilizza gli strumenti bollendoli nell'acqua, pulendoli con l'alcol denaturato o passandoli su una fiamma finché non diventano incandescenti. Se li disinfetti col fuoco, lasciali raffreddare prima di usarli.
    • Lava le mani prima di estrarre un pelo incarnito e indossa un paio di guanti monouso in nitrile per prevenire la diffusione di batteri.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Mantenere la Pelle Libera dai Peli Incarniti

  1. 1
    Lava le zone che radi più spesso con acqua tiepida e un bagnoschiuma idratante. È molto probabile che i peli si incarniscano nelle parti del corpo che depili con maggiore frequenza. Quindi, mantienile pulite lavandole regolarmente. Se i peli si incarniscono ripetutamente, puoi anche applicare un prodotto antisettico in modo da prevenire eventuali infezioni.[7]
    • Per scongiurare questo problema, potresti anche applicare una soluzione topica per uso quotidiano.
  2. 2
    Sciacqua la zone da radere con l'acqua tiepida. Se fai la barba con la pelle asciutta, il rischio che i peli si incarniscano è più alto. Quindi, bagnala con acqua tiepida 2 o 3 minuti prima di rasarti. Puoi anche adoperare un detergente delicato per il viso. Quando applichi la schiuma da barba, lasciala agire per 2-3 minuti in modo da ammorbidire la cute prima di passare il rasoio.[8]
    • In alternativa, prova a fare la barba appena esci dalla doccia. La pelle sarà già umida e calda.
  3. 3
    Taglia i peli nella direzione in cui crescono. Anche se la rasatura contropelo offre un risultato migliore, è meno probabile che si incarniscano se segui la loro inclinazione naturale. Inoltre, evita di premere eccessivamente il rasoio contro la pelle, altrimenti possono ricrescere a livello sub-epidermico e incarnirsi.[9]
    • Più sono lunghi e dritti, minore è la possibilità che si arriccino sottopelle, quindi prova a raderti o depilarti delicatamente usando un rasoio a lama singola o un rasoio elettrico al posto di uno multilama.
    Pubblicità

Consigli

  • A volte, quando penetrano in profondità nella pelle, è molto difficile liberarli. Se questi metodi non risultano efficaci, consulta il medico o il dermatologo per farti prescrivere un farmaco.[10]
  • Anche se i peli si incarniscono con più frequenza nei soggetti che hanno i capelli ricci, nessuno ne è immune. È un problema che può capitare a chiunque.
  • Prima di usare il rasoio, assicurati che sia pulito. Acquista anche una confezione di schiuma da barba o un gel per la rasatura di buona qualità perché ti servirà a prevenire i peli incarniti.
  • Usa un prodotto idratante non comedogenico sulle zone soggette alla crescita di peli incarniti. I prodotti che non contengono ingredienti comedogenici non occludono i pori.

Pubblicità

Avvertenze

  • Se l'infiammazione non si limita al follicolo, ma si estende in una zona più ampia oppure persiste per più di qualche giorno dopo che hai liberato il pelo, consulta il tuo medico curante o un dermatologo.
  • Evita di schiacciare i peli incarniti come faresti con i brufoli. Potresti ferirti, escoriarti o creare un varco per i batteri causando una follicolite.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Panno pulito e acqua tiepida
  • Pinzette a punta sottile sterilizzate
  • Ago sottile
  • Crema o lozione idratante
  • Prodotto esfoliante
  • Guanto di luffa per l'esfoliazione
  • Prodotto antisettico per uso topico
  • Alcol denaturato

wikiHow Correlati

Come

Far Sparire un Succhiotto

Come

Curare Velocemente l'Herpes Labiale

Come

Sbarazzarti di un Brufolo in una Notte

Come

Eliminare un Brufolo Sottopelle

Come

Alleviare il Prurito di una Scottatura da Sole (Pelle Chiara)

Come

Rimuovere un Fibroma Pendulo dal Collo

Come

Curare una Bolla di Sangue Sottopelle

Come

Sbarazzarsi del Prurito della Pelle con Rimedi Casalinghi

Come

Eliminare l'Arrossamento di un Brufolo

Come

Eliminare i Fibromi Penduli

Come

Trattare una Vescica Lacerata

Come

Eliminare le Verruche

Come

Sbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il Seno

Come

Far Sparire una Crosta
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Mohiba Tareen, MD
Co-redatto da
Socia FAAD e Dermatologa Iscritta all'Albo
Questo articolo è stato co-redatto da Mohiba Tareen, MD. Mohiba Tareen è una dermatologa iscritta all'albo e fondatrice del centro Tareen Dermatology, che ha sede a Roseville, Maplewood e Faribault, nel Minnesota. La Dottoressa Tareen si è laureata all'Università del Michigan (situata ad Ann Arbor), dove è stata accolta nella prestigiosa Alpha Omega Alpha, associazione per studenti meritevoli. Durante il suo internato in dermatologia alla Columbia University di New York, ha vinto il premio Conrad Stritzler della New York Dermatologic Society ed è stata pubblicata sul New England Journal of Medicine. Ha poi ottenuto una borsa di studio che le ha permesso di specializzarsi in chirurgia dermatologica, laser e dermatologia estetica. Questo articolo è stato visualizzato 330 739 volte
Sommario dell'ArticoloX

Se hai bisogno di rimuovere un pelo incarnito, inizia esfoliando delicatamente la pelle intorno al pelo con un prodotto cosmetico o un guanto. In seguito applica un panno umido e caldo sul pelo per 3-4 minuti, in modo che raggiunga la superficie della pelle, poi usa un ago sterile per estrarre la punta del pelo, facendo attenzione a non bucarti. Ora è possibile strappare il pelo con le pinzette. Per imparare a prevenire la formazione dei peli incarniti, continua a leggere!

Questa pagina è stata letta 330 739 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità