Come Rimuovere una Vite con la Testa Spanata

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 13 Riferimenti

In questo Articolo:Con un CacciaviteCon un AvvitatoreCon un EstrattoreTecniche AddizionaliSommario dell'Articolo

Se la punta del cacciavite continua a scivolare sulla testa della vite, devi aumentare l'attrito o la forza di rotazione. Esistono molti semplici metodi per ottenere una presa migliore utilizzando dei materiali d'uso comune. Per le viti davvero molto incastrate, devi fare affidamento ad attrezzi speciali, molti dei quali sono ampiamente disponibili e poco costosi.

1
Con un Cacciavite

  1. 1
    Massimizza la presa. Se puoi ancora inserire la punta del cacciavite sulla testa della vite, fai un ultimo tentativo per rimuovere manualmente quest'ultima. Segui prima questi consigli per ottimizzare le probabilità di successo:
    • Se la vite si trova in una superficie di metallo, spruzza dell'olio penetrante e lascia che agisca per almeno 15 minuti;[1]
    • Usa il cacciavite più grande possibile che puoi innestare sulla testa della vite;
    • Se riesci, afferra il manico del cacciavite con una chiave inglese per avere più forza di rotazione.
  2. 2
    Aggiungi dei materiali per migliorare l'aderenza. Se la punta del cacciavite continua a scivolare dalla testa spanata della vite, coprila con un pezzettino di materiale che offra una maggiore aderenza; premilo e tienilo schiacciato con il cacciavite e prova di nuovo. Ecco qualche suggerimento:
    • Un pezzo ampio di elastico;
    • Della lana d'acciaio;
    • Un pezzo del materiale abrasivo verde che si trova sulle spugnette da cucina;
    • Nastro adesivo telato (con il lato colloso rivolto verso la vite).
  3. 3
    Picchietta il cacciavite in sede con un martello. Sii delicato per non spezzare la testa della vite, ma non seguire questo metodo se stai lavorando con un oggetto fragile.
    • Questo è un buon metodo in particolare per le viti a croce.
    • Puoi anche prendere una punta del trapano di misura 1 e martellarla nella testa della vite a croce, fino a quando non vi penetra.
  4. 4
    Spingi con forza mentre ruoti l'attrezzo. Appoggia il palmo della mano sull'estremità del manico del cacciavite mantenendo il braccio allineato con esso; premi verso la vite con la forza di tutto l'avambraccio mentre giri il cacciavite.
    • Se lo strumento scivola, fermati immediatamente. Il continuo attrito fra le due superfici peggiora l'usura della testa della vite, rendendo il lavoro ancora più complicato; inoltre, accertati di girare lo strumento nella direzione corretta per estrarre la vite, che in genere è antioraria (anche se non sempre). Premendo con forza il cacciavite puoi evitare la perdita di presa.
  5. 5
    Scalda la zona. Se è possibile applicare del calore alla testa della vite senza danneggiare l'oggetto, sappi che questo rimedio permette spesso di smuovere la filettatura. Usa una pistola termica o una fiamma a propano e muovila costantemente per evitare il surriscaldamento; quando la minuteria è abbastanza calda da far frizzare una goccia d'acqua, aspetta che si raffreddi e riprova a svitarla.[2]
    • Questo metodo è particolarmente efficace quando la vite è stata fissata con un frenafiletti.
  6. 6
    Pratica un'incisione piana sulla testa della vite usando un Dremel o un seghetto. Se non riesci ancora a ottenere una buona aderenza, puoi creare una tacca sulla vite in cui inserire un cacciavite piatto per cercare di farla girare;[3] puoi abbinare questa tecnica con quelle descritte in precedenza.

2
Con un Avvitatore

  1. 1
    Procurati un avvitatore. Si tratta di uno strumento manuale che permette alla punta del cacciavite di arrivare più in profondità grazie al peso e a una molla. È un attrezzo molto utile per le costruzioni robuste, ma potrebbe danneggiare i dispositivi elettronici e altri oggetti delicati. Se hai questo timore, evita i modelli economici che hanno una molla rigida, perché devono essere colpiti con un martello per essere efficaci.[4]
    • Si consiglia di non usare un avvitatore elettrico, dato che imprime troppa forza e potrebbe danneggiare il materiale circostante.
  2. 2
    Imposta l'avvitatore per togliere la vite. Alcuni modelli sono dotati di un interruttore, per altri puoi scegliere la direzione di rotazione girando il manico.
  3. 3
    Tieni l'attrezzo in sede. Inserisci la punta della misura corretta nella sua estremità e posizionalo sopra la vite rispettando un angolo di 90°; afferralo nel punto centrale, avendo cura di non tenere la mano vicina alla punta.
    • Le punte in dotazione con l'avvitatore sono in genere molto resistenti, facilitando così il processo.[5]
  4. 4
    Colpisci l'altra estremità con una mazza. Procedi in maniera decisa utilizzando un martello pesante; in genere si utilizza un attrezzo di gomma, per evitare di graffiare l'avvitatore.
  5. 5
    Controlla la direzione. Alcuni modelli perdono la posizione corretta dopo ogni colpo;[6] se necessario, impostalo ogni volta in maniera da svitare la minuteria.
  6. 6
    Ripeti la sequenza finché la vite non si è smossa. Una volta allentata, puoi usare un normale cacciavite per toglierla.

3
Con un Estrattore

  1. 1
    Acquista un estrattore. Se la testa della vite è danneggiata ma intatta, acquista questo strumento; si tratta in pratica di un normale cacciavite, ma con punte particolarmente dure e con una filettatura inversa. Rappresenta una delle soluzioni più logiche per togliere una vite spanata, ma richiede attenzione; se l'estrattore la spezza, potrebbe essere necessario rivolgersi a un professionista per portare a termine il lavoro. Per minimizzare il rischio che questo accada, scegli un modello il cui diametro non superi il 75% di quello del gambo della vite (non della testa).[7]
    • Per le viti con testa Torx o con intaglio esagonale che hanno un corpo cilindrico, utilizza un estrattore con scanalatura multipla. Questo attrezzo si adatta sulla testa della vite incastrando i diversi "denti" nella superficie interna. Invece di seguire le istruzioni descritte di seguito, martella delicatamente questo tipo di estrattore in sede e giralo con una chiave a bussola.
  2. 2
    Pratica un foro sulla testa della vite. Metti un punteruolo esattamente al centro e colpiscilo con un martello per creare una tacca pilota per la punta del trapano.
    • Indossa degli occhiali di protezione, per evitare che le schegge di metallo possano colpire gli occhi, e tienili per tutta la durata della procedura.
  3. 3
    Fai un buco nella testa della vite. Utilizza una punta speciale per metalli duri che abbia il diametro corretto per l'estrattore. Puoi trovare la misura esatta della punta da usare stampigliata sull'estrattore stesso. Fora lentamente la vite usando, se possibile, un trapano a colonna che è più stabile. Penetra per circa 3-6 mm; andare oltre potrebbe spezzare la vite.[8] All'inizio, vale la pena utilizzare una punta più piccola, per conferire a quella più grande una buona superficie su cui fare presa.
  4. 4
    Picchietta l'estrattore con un martello di ottone. Il materiale extraduro di cui è composto l'attrezzo è però anche molto fragile e potrebbe rompersi sotto i colpi di un martello di ferro o d'acciaio; picchiettalo finché non è ben inserito nel foro che hai praticato.
  5. 5
    Ruota attentamente l'estrattore. Se la forza applicata è eccessiva o non uniforme, potresti spaccare l'attrezzo e ritrovarti con un problema peggiore. La cosa più sicura da usare è un manico a incastro, che va inserito sopra la punta dell'estrattore e che permette di rimuoverla insieme alla vite. La procedura di trapanatura del foro dovrebbe anche aver allentato la vite, quindi non dovresti esercitare troppa forza.[9]
    • Alcuni kit di estrattori sono dotati di un dado che si avvita sulla testa dello strumento; afferra questo dado con due chiavi inglesi disposte fra loro a 180° per esercitare una forza costante.
  6. 6
    Se la vite non si stacca, prova a scaldarla. Se non si smuove o temi che l'estrattore possa spezzarsi, togli quest'ultimo e scalda la minuteria con una fiamma ossidrica; poi lascia cadere una goccia di paraffina o acqua per lubrificare la filettatura. Fai un altro tentativo con l'estrattore una volta che la vite si è raffreddata.[10]
    • Presta attenzione a non danneggiare il materiale circostante. Anche se stai lavorando con il metallo, è sempre meglio utilizzare una pistola a caldo o una fiamma a propano; muovi costantemente la fonte di calore sulla vite per evitare di scaldare la zona per più di un secondo alla volta.[11]

4
Tecniche Addizionali

  1. 1
    Fissa un dado alla testa della vite usando la resina epossidica. Trova un dado che si incastri bene e "incollalo" alla parte superiore della vite usando una resina epossidica bicomponente per metalli. Aspetta che la resina si sia asciugata e stabilizzata rispettando le istruzioni riportate sulla confezione, poi usa una chiave a bussola per afferrare il dado e farlo ruotare.
    • Se non hai il dado della misura giusta, puoi utilizzare una vite più piccola sopra quella incastrata, ma questo metodo non offre una buona presa.
  2. 2
    Trapana la testa della vite. Spezzando la vite, si allenta in genere la pressione esercitata sul gambo filettato semplificandone l'estrazione; tuttavia, se il metodo non funziona, non hai più molte opzioni a tua disposizione. Scegli una punta di trapano leggermente più grande rispetto al gambo della vite, in modo che la testa venga completamente forata. Esegui prima una tacca pilota con un punteruolo proprio al centro della vite e abbi cura di trapanare in quel sito esatto.[12] Una volta spezzata la testa della vite, afferra il gambo con delle pinze autobloccanti e ruotalo in senso antiorario per estrarlo.
    • Se la vite non ha una testa piatta, limala o smerigliala con un Dremel in cui hai inserito una moletta a punta; procedi con il punteruolo e il trapano solo dopo aver ottenuto una superficie piana su cui lavorare.
  3. 3
    Noleggia uno strumento professionale. Se non ottieni alcun risultato, vai in ferramenta e prendi un macchinario che rimuove la vite attraverso l'elettroerosione.[13] Questa potrebbe essere la soluzione migliore nel caso l'estrattore si fosse rotto dentro la vite.

Consigli

  • Se hai accesso al lato posteriore dell'oggetto, controlla se la punta della vite sporge; in tal caso, cerca di afferrarla con un paio di pinze o una chiave esagonale e falla ruotare per svitarla da sotto.
  • Ricorda di girare la vite nella direzione corretta; potrebbe infatti avere la filettatura inversa, il che significa che devi farla ruotare in senso orario per toglierla.
  • Se il foro che resta ha i bordi molto rovinati, ci sono diversi metodi per ripararlo:
    • Usa un maschio per filettare e allarga il foro, applica poi dell'adesivo per migliorare l'aderenza e infila un inserto filettato;
    • Inserisci una vite più grande e autobloccante nel foro spanato;
    • Usa un bullone e un dado; se devi fissare dei componenti di metallo, puoi utilizzare questo genere di minuteria per creare un supporto filettato che stia ben fermo.

Avvertenze

  • I bordi taglienti lasciati dalle viti spanate possono causare dei malfunzionamenti meccanici o degli infortuni.

Cose che ti Serviranno

  • Cacciavite
  • Estrattore di viti con punte opportune o kit completo (disponibili in ferramenta a prezzi variabili da 1 a 20 euro)
  • Chiave a bussola
  • Trapano
  • Punte di trapano per metallo
  • Protezione per gli occhi
  • Guanti da lavoro
  • Mazza o martello
  • Avvitatore
  • Estrattore di viti
  • Pinza autobloccante
  • Nastro adesivo telato, elastico, lana d'acciaio o spugnetta abrasiva

Sommario dell'ArticoloX

Se hai bisogno di rimuovere una vite con la testa spanata puoi iniziare coprendola con nastro adesivo, lana di vetro o un elastico, in modo da avere una superficie a cui aderire. Poi batti delicatamente il cacciavite nella vite con un martello. Una volta che il cacciavite ha fatto presa, cerca di svitare la vite spanata spingendo con molta forza. Se non riesci comunque a toglierla, prova a realizzare un'incisione sulla testa della vite con una sega, poi usa un cacciavite a testa piatta per svitarla. Per maggiori consigli, per esempio su come rimuovere una vite con la testa spanata usando un avvitatore o un estrattore, continua a leggere!

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Manutenzione Domestica

In altre lingue:

English: Remove a Stripped Screw, Español: quitar un tornillo barrido, Deutsch: Schraube mit kleinem Schlitz entfernen, Português: Remover um Parafuso Espanado, Nederlands: Een versleten schroef verwijderen, Русский: выкрутить застрявший шуруп, Français: retirer une vis émoussée, العربية: خلع مسمار لولبي بالي الرأس, Bahasa Indonesia: Melepaskan Sekrup yang Galir, 中文: 卸下拧花了的螺钉, 日本語: ネジ穴が潰れた(なめた)ネジを外す, Türkçe: Yalama Olan Vida Nasıl Çıkarılır, हिन्दी: एक घिसे (स्ट्रिप्ड) स्क्रू को हटाएँ, 한국어: 망가진 나사 푸는 방법

Questa pagina è stata letta 63 332 volte.
Hai trovato utile questo articolo?