Come Rinvigorire una Pianta di Aloe Vera Appassita

Scritto in collaborazione con: Andrew Carberry

In questo Articolo:Rinvasarla a Causa del Marciume RadicaleMonitorare l'Apporto di AcquaPrendersi Cura della Pianta Bruciata dal Sole33 Riferimenti

L'aloe vera è una pianta perfetta da tenere in casa o all'aperto; averne una a disposizione può essere comodo anche per le sue proprietà curative. Si tratta di una pianta grassa e per questo motivo può soffrire quando le viene data troppa acqua, troppo poca o in presenza di altri fattori ambientali avversi. Uno dei suoi principali problemi è il marciume radicale, ma può anche bruciarsi al sole estivo. Se la tua aloe sembra "giù di tono", non perdere la speranza, puoi ancora farla rinvigorire!

Parte 1
Rinvasarla a Causa del Marciume Radicale

  1. 1
    Toglila dal vaso attuale. Una delle cause principali di morte dell'aloe vera è il marciume radicale; per capire se ha colpito la tua, devi prima di tutto estrarla dal vaso.[1]
    • Tieni in maniera lasca la base dell'aloe e il fondo del vaso, capovolgi quest'ultimo continuando a tenere la pianta con l'altra mano; colpisci la parte inferiore del contenitore con la mano o picchiettala sul ripiano di un tavolo (o un'altra superficie dura).[2]
    • A seconda della grandezza della pianta, potrebbe essere necessario l'aiuto di un'altra persona: una la tiene per la base con entrambe le mani, mentre la seconda capovolge il vaso e ne colpisce il fondo.[3] Puoi anche provare a scuoterlo avanti e indietro finché la pianta non si allenta dai bordi.
    • Se hai ancora difficoltà nonostante l'uso di quattro mani, puoi far scorrere un coltello o una spatola lungo il bordo interno del contenitore, per cercare di staccare la pianta oppure puoi spingere la terra dai fori di drenaggio sul fondo del vaso. Se non ottieni alcun risultato, devi probabilmente rompere il recipiente, sebbene questa sia l'ultima risorsa.[4]
    • Mentre procedi, assicurati di tenere la pianta quanto più stabile possibile; cerca di agire perlopiù sul vaso e non sull'aloe. In altre parole, afferra ma non tirare la pianta. Colpendo il fondo del contenitore, le radici restano intatte ed è la forza di gravità che permette all'aloe di uscire.
  2. 2
    Occupati delle radici. Osservale e cerca di capire quante sono ancora sane; se sono mollicce, significa che sono state colpite dal marciume e devono essere tolte.[5] Tutte quelle che non sono nere o molli possono essere conservate.
    • Se per la maggior parte sono sane e il marciume interessa solo una piccola zona, puoi ancora salvare la pianta senza troppa difficoltà, ma devi tagliare quelle danneggiate;[6] puoi usare un coltello affilato e sterilizzato per eliminare le radici morte,[7] ma assicurati di sbarazzartene completamente.
    • Se quasi tutta l'aloe ha le radici rovinate, dovrai impegnarti di più per salvarla e ogni tuo sforzo potrebbe anche essere inutile. In questo caso, procedi togliendo le foglie più grandi (con un coltello), facendo in modo di tagliare circa metà pianta. Si tratta di un metodo rischioso; tuttavia, con un numero limitato di foglie da nutrire, il piccolo apparato radicale ancora sano può fornire in maniera più efficiente i nutrienti a tutta l'aloe.[8]
  3. 3
    Scegli un vaso che sia un terzo più grande del sistema radicale. Una quantità eccessiva di terra trattiene l'acqua e può portare alla marcescenza in futuro, è quindi meglio sceglierne uno più piccolo rispetto a uno troppo grande.[9]
    • Le radici dell'aloe vera crescono in direzione orizzontale e non verticale;[10] inoltre, la pianta può anche diventare piuttosto pesante e il suo peso può far rovesciare il vaso, se questo è particolarmente stretto. Dovresti pertanto optare per un contenitore ampio, piuttosto che uno profondo o sottile.[11]
    • Assicurati che abbia molti fori di drenaggio sul fondo, in modo che non si accumuli troppa acqua nella terra.[12]
    • Se vivi in una regione dal clima secco, l'ideale è prenderne uno di plastica, mentre quello in terracotta o in argilla è più indicato nelle zone fredde e umide.[13]
  4. 4
    Usa un tipo di terra per cactus e piante succulente. Si tratta di un terriccio con un contenuto maggiore di sabbia e offre un substrato ben drenante per l'aloe; lo trovi in vendita nei negozi per il giardinaggio.[14]
    • Puoi anche preparare tu stesso un tipo di terreno adatto alla pianta, mescolando in parti uguali sabbia, ghiaia o pietra pomice e terra.[15] Assicurati di usare una sabbia grossolana (come quella per l'edilizia) e non fine, perché potrebbe raggrumarsi e trattenere l'acqua, anziché farla drenare attraverso il vaso.[16]
    • Sebbene sia possibile utilizzare del terriccio da invaso, l'aloe predilige una miscela di terreni diversi;[17] quello da invaso tende infatti a trattenere maggiormente l'umidità e può favorire il marciume radicale.
  5. 5
    Ripianta l'aloe vera. Prepara il vaso riempiendolo con la miscela di terra e scuoti delicatamente la pianta per eliminare circa un terzo del terriccio che è rimasto attaccato alle radici.[18] Inseriscila quindi nel nuovo vaso e copri la parte superiore con altro terriccio; assicurati che tutto l'apparato radicale sia coperto, ma non sotterrare l'aloe a una profondità maggiore rispetto a quella a cui si trovava in precedenza.[19]
    • Puoi anche posizionare uno strato di sassolini o ghiaia sulla superficie del suolo, per ridurre l'evaporazione dell'acqua.[20]
  6. 6
    Non innaffiarla subito dopo averla rinvasata. La pianta ha bisogno di alcuni giorni per riadattarsi al nuovo vaso e "riparare" le radici rotte.[21]

Parte 2
Monitorare l'Apporto di Acqua

  1. 1
    Controlla il terreno. Puoi capire se l'aloe ha bisogno di altra acqua infilando l'indice per alcuni centimetri sotto la terra; se questa è asciutta, devi innaffiare. Ricorda che si tratta di una pianta grassa e non ha bisogno di molta acqua; se esageri, puoi ucciderla.[22]
    • Se la tieni all'aperto, è più che sufficiente innaffiarla ogni due settimane.[23]
    • Se la coltivi al chiuso, puoi darle acqua ogni tre o quattro settimane.[24]
  2. 2
    Varia la quantità di acqua in base alla stagione. Ovviamente, ha bisogno di maggiore acqua nei mesi più caldi, mentre gliene basta meno in inverno. Innaffiala con minore frequenza in autunno e in inverno, soprattutto se si trova in un ambiente fresco.[25]
  3. 3
    Esamina le foglie. Dato che si tratta di una pianta succulenta, l'aloe conserva l'acqua nelle foglie; se tendono ad afflosciarsi o iniziano a diventare quasi trasparenti, devi fornirle acqua.[26]
    • Tuttavia, queste stesse caratteristiche potrebbero essere segno di marciume radicale innescato da troppa umidità. Valuta quando è stata l'ultima volta che l'hai innaffiata; se l'hai fatto recentemente, dovresti togliere l'aloe dal vaso e controllare le radici alla ricerca della malattia.[27]
  4. 4
    Innaffia finché il terreno non diventa appena umido. L'acqua non deve mai depositarsi sulla superficie della terra, procedi quindi con parsimonia. Controllala a scadenza settimanale o bisettimanale per verificare l'umidità del suolo e valutare se è necessario innaffiarla ancora.

Parte 3
Prendersi Cura della Pianta Bruciata dal Sole

  1. 1
    Controlla le foglie. Se stanno diventando marroni o rosse, significa che la pianta si è probabilmente bruciata sotto i raggi solari.[28]
  2. 2
    Trasferiscila. Posizionala in un luogo in cui riceve luce solare indiretta e non diretta.[29]
    • Se si trova in un luogo in cui riceve luce artificiale anziché solare, spostala in modo da aumentare la distanza dalla fonte di luce; puoi anche provare a metterla all'aperto, per garantirle un po' di luce naturale indiretta al posto di quella delle lampade.[30]
  3. 3
    Innaffiala. Controlla il terreno e verifica se devi fornire acqua; se la pianta è rimasta troppo al sole, probabilmente il terreno è asciutto, dato che l'acqua è evaporata più rapidamente.[31]
  4. 4
    Togli le foglie morte. Usa un coltello affilato e sterilizzato per tagliare via le foglie dalla base; ogni foglia morta "consuma" i nutrienti del resto della pianta; assicurati quindi di eliminarle, in modo che quelle sane non soffrano.[32]

Consigli

  • Quando vuoi utilizzare l'aloe per scopi curativi, non strappare le foglie, ma tagliale alla base con un coltello affilato, nel punto in cui si inseriscono nel terreno; se fai un taglio netto, la pianta riesce a riprendersi meglio dal trauma.[33]

Riferimenti

  1. http://www.ourhouseplants.com/plants/aloe#rootrot
  2. http://www.dummies.com/how-to/content/steps-for-foolproof-repotting.html
  3. http://www.dummies.com/how-to/content/steps-for-foolproof-repotting.html
  4. http://www.dummies.com/how-to/content/steps-for-foolproof-repotting.html
  5. http://www.ourhouseplants.com/plants/aloe#rootrot
  6. http://www.ourhouseplants.com/plants/aloe#rootrot
  7. http://www.dummies.com/how-to/content/steps-for-foolproof-repotting.html
  8. http://www.ourhouseplants.com/plants/aloe#rootrot
  9. http://www.aloeplant.info/aloe-root-care/
Mostra altro ... (24)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Andrew Carberry. Andrew Carberry collabora con orti didattici e programmi di distribuzione di prodotti a chilometro zero nelle scuole dal 2008. È attualmente un Incaricato del Programma presso Winrock International, dove lavora nel Team di Sistemi Alimentari Basati sulla Comunità.

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Revive a Dying Aloe Vera Plant, Español: revivir una planta de sábila, Deutsch: Eine kranke Aleo Vera Pflanze wiederbeleben, Português: Reviver uma Planta de Aloe Vera que Está Morrendo, Русский: оживить умирающий алоэ вера, Français: raviver un pied d'aloe vera mourant, Bahasa Indonesia: Memulihkan Tanaman Lidah Buaya yang Hampir Mati, 한국어: 죽어가는 알로에 식물 다시 살려내는 법, Tiếng Việt: Cứu cây lô hội đang có nguy cơ chết, العربية: إعادة إحياء نبتة صبار الألوفيرا, 中文: 让芦荟起死回生, Nederlands: Een stervende Aloë vera plant nieuw leven inblazen, 日本語: 枯れそうなアロエベラを復活させる, हिन्दी: मरते हुये एलोवेरा पौधे को जिलाएँ, Türkçe: Ölmek Üzere Olan Aloe Vera Bitkisi Nasıl Canlandırılır, ไทย: ฟื้นต้นว่านหางจระเข้ที่กำลังจะตาย

Questa pagina è stata letta 48 165 volte.
Hai trovato utile questo articolo?