Scarica PDF Scarica PDF

Ripassare per gli esami è stressante anche in condizioni ideali, ma studiare quando sei malato è una vera sfida. Se ti senti abbastanza bene da metterti sui libri, puoi riuscire comunque a sfruttare il tuo tempo per imparare qualcosa nonostante le cattive condizioni di salute. Prendendo le precauzioni necessarie, facendo i giusti preparativi e impiegando i metodi di studio migliori riuscirai a concentrarti sul ripasso senza compromettere la tua salute!

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Studiare in Modo Più Intelligente, non Più a Lungo

  1. 1
    Incorpora la scrittura nel tuo ripasso. Quando sei malato, non hai molto tempo per stare sveglio, quindi utilizza le tecniche di ripasso più efficienti ed efficaci per sfruttare al massimo le ore a tua disposizione e migliorare le tue probabilità di successo. Scrivere è un utilizzo saggio del tempo. Riscrivere gli appunti e i concetti più importanti con parole tue è più efficace di limitarti a leggerli o a ripeterli ad alta voce.[1]
    • È meglio usare carta e penna. Studi dimostrano che scrivere gli appunti a mano (invece di digitarli su un portatile o un altro dispositivo) migliora la comprensione e la memoria.[2]
  2. 2
    Usa forme di studio attive. Alcune ricerche suggeriscono che utilizzare i test di prova, come quiz o testi di esami vecchi, è più produttivo di limitarsi a rileggere gli appunti o libri. Oltre ad avvicinarsi al formato dell'esame, queste attività ti portano a ricordare, riassumere e a utilizzare le informazioni invece di leggerle o ripeterle passivamente.[3]
  3. 3
    Stimola più di un senso per assimilare meglio le informazioni più importanti. Ognuno di noi impara in modo diverso, affidandosi ai vari sensi. Attiva più sensi possibili durante lo studio, in maniera da potenziare le capacità cognitive e la memoria.[4]
    • Per esempio leggi gli appunti, riscrivili e poi sottoponiti a un quiz su quegli argomenti. Seguendo questi passaggi rielabori le informazioni con un approccio visivo, tattile e uditivo. In questo modo sarai certo di utilizzare lo stile di apprendimento più adatto a te e, al tempo stesso, di rinforzare il concetto nella tua mente.
  4. 4
    Poniti obiettivi ragionevoli. Il ripasso ti sembrerà più alla tua portata se lo dividerai in una serie di sessioni con traguardi specifici. Dato che stai male, devi considerare con realismo quanto sei in grado di studiare. Crea una serie di obiettivi e riposati quando li raggiungi.[5]
    • Per esempio, puoi suddividere le sessioni in ordine cronologico studiando una settimana o due di lezioni alla volta oppure per argomento, ripassando una formula o un concetto particolari.
    • Ricorda di concentrarti solo su un aspetto in ogni sessione. Il multitasking è un approccio stressante e meno efficace rispetto a uno studio mirato.[6]
  5. 5
    Fai pause frequenti. È facile stancarti quando sei malato. La fatica compromette molto la tua capacità di studiare in modo efficace, quindi assicurati di fare pause regolari per riposare e rilassarti. Così facendo ti prendi cura del tuo corpo e rispetti i suoi limiti. Inoltre, sarai più concentrato durante lo studio.
    • Anche quando sei in buona salute è meglio fare pause ogni 25-50 minuti, in modo da recuperare la concentrazione. Fermati per almeno 5-15 minuti tra una sessione e l'altra, in modo che il corpo e la mente abbiano la possibilità di funzionare sempre alla massima efficienza.[7]
    • Quando sei malato, ricorda che sessioni di studio brevi e intense ti permettono di ottenere risultati migliori rispetto a cercare di mantenere alta l'attenzione per alcune ore consecutive. È stato provato che ripassare in intervalli brevi è più efficace rispetto a studiare a lungo.[8]
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Prepararsi a Studiare Efficacemente

  1. 1
    Valuta se sei troppo malato per studiare. Alcune patologie e i trattamenti che richiedono impediscono di studiare, a causa di sintomi estremi come dolore o sonnolenza intensa. In questi casi, dai la priorità alla tua salute rispetto ai voti e considera in modo realistico cosa sei in grado di fare. In altre situazioni, anche se ti senti male e non riesci ad alzarti dal letto se non per andare in bagno, potresti comunque riuscire a leggere, rispondere alle domande di un test o continuare a imparare grazie ad altri metodi di studio.
    • Comunica quanto prima al tuo insegnante se non parteciperai a una lezione per malattia. Mandagli un'e-mail o utilizza il mezzo di comunicazione preferito dell'insegnante.
    • Se sei molto malato, di solito la tua scuola ti offrirà la possibilità di sostenere l'esame in un'altra data. Vai subito dal medico per ricevere le cure necessarie e ottenere il certificato medico che attesti la tua malattia.
  2. 2
    Inizia con una mentalità positiva. Essere malato può farti pensare allo studio come a una sfida impossibile e aumentare l'ansia per gli esami. Adottare una mentalità ottimista (per esempio ricordando che stai facendo del tuo meglio considerate le circostanze) ed evitare i pensieri distruttivi (come "Sono così malato, non riuscirò mai a passare questo esame") ti aiuterà a superare i momenti difficili.[9]
    • Ricorda che tutto il ripasso che riesci a fare è utile, per quanto minimo. È meglio studiare al meglio delle tue possibilità invece di arrenderti e non aprire i libri.
  3. 3
    Crea l'ambiente adatto per studiare. Per assimilare i concetti in modo efficace hai bisogno di un ambiente con distrazioni minime; questo consiglio è ancora più prezioso quando sei malato e distratto dai tuoi sintomi. Impiega un po' di tempo per preparare un luogo appropriato in cui hai tutto quello che ti serve per studiare al meglio.[10]
    • Riduci al minimo le distrazioni. Trova un luogo silenzioso lontano dalle altre persone. Spegni il telefono, la televisione e gli altri dispositivi elettronici che non ti servono per studiare.
    • Assicurati di essere a tuo agio. Non studiare a letto perché rischi di addormentarti, ma mettiti in una posizione e su una sedia che ti permettono di rilassarti durante lo studio. Non aggiungere il mal di schiena alla lista dei tuoi sintomi.
    • Studia in una stanza ben illuminata. Anche quando non sei malato, leggere in un ambiente semibuio può farti venire il mal di testa e affaticarti gli occhi. Quando stai male, evita di far peggiorare questi sintomi o di rischiare di addormentarti.
    • Tieni a portata di mano l'occorrente per risolvere rapidamente i tuoi sintomi. Per esempio, assicurati di avere una scatola di fazzoletti e un cestino in cui metterli. Procurati anche pastiglie per la tosse, medicine, acqua e spuntini, in modo da non dover interrompere la tua sessione di studio per prendere quello che ti serve.
  4. 4
    Segui una dieta sana ed equilibrata. Quando devi ripassare, puoi avere la tentazione di consumare pasti veloci e mangiare cibo spazzatura o ordinato in un fast food. Quando sei malato, il cibo in generale può non attirarti per niente. Tuttavia, il modo migliore per avere energie è mangiare alimenti freschi, sani e nutrienti.[11]
    • Evita gli alimenti grassi e ricchi di zucchero, che possono far calare i tuoi livelli di energie. Assicurati di inserire nella tua dieta frutta e verdura fresche, che sono ricche di vitamine, minerali e antiossidanti.
    • Se la tua malattia te lo consente, mangia carboidrati ricchi di fibre, come avena e cereali integrali. Questi alimenti sono parte integrante di una dieta sana e sono fondamentali per mantenere la mente attiva, dato che il cervello utilizza il glucosio durante lo studio.[12]
  5. 5
    Bevi molti liquidi trasparenti, specialmente acqua. In questo modo resterai idratato, potenzierai il sistema immunitario e reintegrerai tutti i fluidi persi tossendo o dal naso che cola.[13]
    • Evita gli alcolici, che ti disidratano e certamente non ti aiutano a studiare.
  6. 6
    Assumi caffeina con moderazione. È stato dimostrato che quando hai il raffreddore o la febbre, il tuo cervello lavora peggio. Ne risentono l'umore, i tempi di reazione, i processi cognitivi e la memoria. Puoi contrastare questi effetti collaterali con piccole dosi di caffeina, per esempio bevendo un espresso, un tè o un'altra bevanda simile.[14]
    • La caffeina ti disidrata, quindi assicurati di bere molti liquidi che non la contengono per contrastarne l'effetto. Per esempio, se bevi una tazza di tè, bevi altrettanta acqua.[15]
  7. 7
    Prendi farmaci e vitamine. La malattia spesso provoca febbre e dolori che possono distrarti dallo studio. Con farmaci da banco o prescritti dal tuo medico puoi alleviare questi sintomi. Inoltre, assumi vitamine per potenziare il sistema immunitario e guarire più velocemente.[16]
    • Per esempio, prova il paracetamolo, l'ibuprofene o il naprossene se hai la febbre o dolori articolari. Le medicine contro il raffreddore e l'influenza possono aiutarti in caso di congestione e mal di gola. Cerca prodotti che non inducono sonnolenza, in modo da evitare di addormentarti come effetto collaterale.
    • Fai sempre attenzione alle avvertenze riportate sulla confezione dei farmaci e rispetta le dosi consigliate. Non prendere più di un farmaco o un integratore alla volta.
  8. 8
    Riposa abbastanza. Potresti essere tentato di stare sveglio tutta la notte quando devi studiare per un esame, ma questo farebbe solo peggiorare il tuo stato di salute e influenzerebbe negativamente la tua prestazione il giorno del test. Il tuo organismo ha bisogno di dormire il più possibile per recuperare e potenziare il sistema immunitario.[17]
    • Non dormire probabilmente farà peggiorare molto i tuoi sintomi. Perdere una notte di sonno limita le tue capacità di pensiero e la tua memoria per un massimo di 4 giorni, il che può avere un impatto negativo sul tuo ripasso e portarti a prendere un brutto voto nell'esame.[18]
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Ottenere l'Aiuto Necessario

  1. 1
    Comunica ai tuoi genitori che sei malato. È una buona idea far sapere ai tuoi genitori, a chi ne fa le veci o ad altre persone care che ti sostengono che hai un esame ma che non ti senti bene. Loro possono aiutarti in questa situazione difficile.
    • Per esempio, i tuoi genitori possono garantire che l'ambiente domestico in cui studierai sia il più confortevole possibile. Possono anche portarti dal medico oppure comunicare con la scuola e con i tuoi insegnanti se hai bisogno di aiuto.
  2. 2
    Vai dal dottore. Quando sei malato, farsi visitare è sempre una buona idea. Tuttavia, se devi rimandare un esame per motivi di salute, hai bisogno di un certificato medico ufficiale. Consultare un medico può aiutarti a capire se la tua patologia influenzerà molto la tua prestazione durante l'esame o se puoi sostenerlo normalmente.[19]
    • Molti campus universitari offrono servizi medici a cui puoi rivolgerti per ricevere cure immediate. Inoltre, sarai certo che le visite verranno comunicate agli insegnanti e agli amministratori della scuola. Avrai a disposizione anche un consulente accademico che ti aiuterà a sostenere l'esame nonostante la tua malattia.
  3. 3
    Comunica la notizia ai tuoi insegnanti. Se il tuo medico ritiene che la tua patologia possa influenzare le tue prestazioni, fallo sapere al più presto al professore che si occupa del tuo esame. Probabilmente non ti permetterà di saltarlo, ma è una buona idea informarlo delle condizioni che possono influenzare i tuoi risultati e verificare se sia possibile rimandare la data.[20]
    • Fallo prima possibile. Se aspetterai l'ultimo minuto sembrerà una scusa. Se invece informerai il professore in anticipo, è più probabile che abbia il tempo di rispondere alle tue preoccupazioni e di aiutarti.
    • Basta una semplice e-mail. Scrivi: "Caro professor Rossi, il mio medico mi ha diagnosticato recentemente la polmonite. Sono preoccupato che la mia malattia influenzerà negativamente la mia prestazione per l'esame di martedì. È possibile rimandarlo se non sarò guarito, oppure ha altri consigli da offrirmi? La ringrazio".
  4. 4
    Controlla la politica della tua scuola riguardo alle malattie. Se pensi che il tuo stato di salute possa avere un impatto sensibile sul risultato dell'esame, contatta un amministratore della scuola e chiedi se ci sono delle regole da seguire in caso di malattia durante gli esami. In alcuni casi gli amministratori della scuola conoscono le norme meglio dei professori. Anche se non potranno rispondere direttamente alla tua domanda, ti diranno a chi ti devi rivolgere.
    Pubblicità

Consigli

  • Chiedi aiuto quando ti serve. Non è bello essere malati; lascia che gli altri ti diano una mano.
  • Puoi restare ottimista durante il ripasso sapendo che hai già assimilato molte informazioni grazie allo studio durante l'anno. Il ripasso serve unicamente a fissare meglio quello che sai già.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non resistere al sonno quando ripassi e sei malato. Il tuo corpo ha bisogno di riposare e potrai sempre riprendere lo studio quando ti sarai svegliato.
  • Dai sempre la priorità alla tua salute rispetto al ripasso. La salute è più importante del risultato di un singolo esame.
  • I consigli di questo articolo valgono solo per chi soffre di malattie temporanee e comuni. Se hai una patologia grave, potenzialmente fatale o cronica, studiare non dovrebbe essere la tua priorità.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

Bryce Warwick, JD
Co-redatto da:
Tutor Accademico
Questo articolo è stato co-redatto da Bryce Warwick, JD. Bryce Warwick è attualmente il Presidente di Warwick Strategies, un'organizzazione con sede nella San Francisco Bay Area che offre tutoraggio privato premium e personalizzato per i test di ammissione universitari GMAT, LSAT e GRE. Bryce si è laureato in Giurisprudenza alla George Washington University Law School. Questo articolo è stato visualizzato 5 606 volte
Questa pagina è stata letta 5 606 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità