Come Riprendersi Dopo un Aborto

In questo Articolo:Primi PassiRiprendersi EmotivamenteRiprendersi nello SpiritoRiprendersi Fisicamente

Anche se non è mai un'esperienza facile né gioiosa, l'aborto è una procedura estremamente comune a cui molte donne devono di ricorrere a un certo punto della vita. Eppure l'argomento è un grosso tabù, circondato da vergogna religiosa, oppressione politica e altre pressioni sociali. Quando una donna prende in considerazione la possibilità di interrompere la gravidanza, questa spiacevole situazione la lascia sola e piena di paure durante e dopo l'intervento – ovvero quando necessita maggiormente di un appoggio. In questo articolo troverai utili suggerimenti per imparare a sostenere te stessa o una persona cara durante la fase di recupero fisico, emotivo e spirituale.

1
Primi Passi

  1. 1
    Sappi che non sei sola. Secondo l'Alan Guttmacher Institute, un terzo delle donne americane tende a ricorrere all'aborto prima dei 45 anni, mentre nel resto del mondo ogni donna abortisce mediamente almeno una volta nella vita.
  2. 2
    Renditi conto che l'aborto è un'esperienza che mette a dura prova il fisico, la mente e l'emotività, indipendentemente dalla forza e dalle convinzioni religiose. Concedi a te stessa il tempo, le energie e le risorse per superare tutte le difficoltà al fine di guarire sotto tutti i punti di vista. Prenditi una settimana di riposo dal lavoro o dalla scuola, se puoi.

2
Riprendersi Emotivamente

  1. 1
    Considera di confidarti con qualcuno di fiducia. Chi tra le persone che conosci è comprensivo e in grado di ascoltare senza giudicare? Pensa a un amico, un familiare, una guida saggia con cui ti senti più sicura. Dovrebbe prestare ascolto, essere comprensivo e favorevole all'aborto. Magari conosci un'altra donna che ha vissuto la tua stessa esperienza o che ha dato sostegno a una persona che ha abortito in passato. Se ritieni di non poterti fidare di nessuno tra le tue conoscenze, puoi rivolgerti alla psicologa del consultorio di zona o allo psichiatra della struttura presso cui sei stata ricoverata.
  2. 2
    Concediti film e libri divertenti o altre forme di intrattenimento, quando sei a riposo. Dai a te stessa il tempo per tornare a ridere e sentirti meglio.
  3. 3
    Non ignorare completamente ciò che provi, rischiando di non elaborarlo e non superare questa esperienza. Concediti il tempo per stare con te stessa, con la persona che ami, un'amica o chi ti sostiene e si prende cura di te.
  4. 4
    Piangi ogni volta che ne senti il bisogno. È assolutamente normale provare dolore. Non giudicare quello che senti e non reprimerlo.
  5. 5
    Dedicati ad attività artistiche. Prova a tenere un diario, disegnare, dipingere, fare collage, scrivere canzoni o qualsiasi altra forma di espressione creativa che stimola il tuo interesse.
  6. 6
    Parla. Puoi anche provare a parlare registrando ciò che dici (usando un registratore a nastro, un programma per computer o anche un'applicazione per smartphone), se senti il bisogno di esternare qualcosa dal profondo dell’animo.
  7. 7
    Chiedi ciò di cui hai bisogno al tuo partner o alla persona che ti sostiene.
    • Se hai un compagno, ricordati che, per quanto difficile possa essere la tua esperienza, probabilmente lo è anche per lui. Potrebbe sentirsi in colpa, in conflitto, stressato. Probabilmente avverte una sensazione di rimorso nel vederti soffrire e un senso di colpa per averti causato dolore. Forse non è bravo a trasmettere i suoi veri sentimenti e non sa come aiutarti. Chiedigli quello che ti serve. Digli come può esserti d'aiuto. Agli uomini piace rendersi materialmente utili. Probabilmente si sentirà molto meglio – e, quindi, più sicuro ed emotivamente presente – se c'è qualcosa che può fare nel concreto, come ad esempio comprare un cuscinetto riscaldante e massaggiarti la schiena.
    • Se hai solo bisogno che ti ascolti, diglielo. A volte, quando le donne esternano ciò che provano al proprio partner, quest'ultimo dà per scontato che ci sia “qualcosa da risolvere”. Invece di prestare ascolto a quello che le compagne dicono, gli uomini ascoltano per intervenire e dare una mano. Pertanto, si sentono frustrati, mentre dall'altra parte ci si sente poco ascoltate. Alleggerisci il carico per entrambi: dirgli che hai solo bisogno di attenzione, tutto qui.
    • Se il tuo partner non è disposto a sostenerti o ti fa sentire peggio, ricorda che i tuoi bisogni vengono prima. Se è sconsiderato, offensivo, ti incolpa o è incapace di darti alcun genere di sostegno, è meglio mettere un po' di distanza tra te e lui in questo momento, e cercare il sostegno di amici che possano veramente starti accanto. Se non ha appoggiato la tua decisione e non ti è stato vicino durante la guarigione, hai ottime ragioni per rivalutare il rapporto, ma attendi che la situazione si calmi e cerca di rimetterti, prima di prendere una decisione importante riguardo a una relazione sfibrante. Inoltre, impara a riconoscere quando una relazione è potenzialmente abusiva.

3
Riprendersi nello Spirito

  1. 1
  2. 2
    Cerca una guida. Se ti senti così turbata, cerca la guida di un mentore o un consulente spirituale in linea con le tue convinzioni spirituali o religiose, anche un laico. Fai attenzione a scegliere persone che sappiano trattarti con comprensione, senza giudicarti. E ricorda che, in definitiva, tue sei la migliore guida per te stessa.
  3. 3
    Impara la lezione. Sii aperta a comprendere la tua esperienza nel complesso. Essere temporaneamente e inaspettatamente incinta che cosa ti ha insegnato? Che lezione di vita ha dato a te o al tuo rapporto? Che parte di te conosci meglio ora? Che cosa ti motiva a vivere ora che la tua vita non è più come prima?
    • Se ti senti così turbata, prova a entrare in contatto con lo spirito del feto abortito pregando, conversando, scrivendo una lettera, esprimendoti mediante l'arte, la musica o qualsiasi altro mezzo ti sembri naturale. Puoi esternare tutto quello che desideri. Forse provi rimorso e vorresti scusarti con lui, manifestando tutto il tuo dolore. Forse vuoi augurargli che lo spirito abbia una casa migliore e un genitore pronto ad accettarlo. Forse vuoi dirgli che ti piacerebbe essere sua madre quando sarai pronta, ma non ora. Comunica quello che senti necessario.

  4. 4
    Comunica i tuoi sentimenti. Forse desideri pensare alle ragioni per cui hai scelto di non essere madre in questo momento. Quali sono gli obiettivi che non avresti potuto perseguire, se avessi dovuto occuparti di un bambino? Considera quale di questi obiettivi è più importante. Riesci a portare avanti i tuoi sforzi, come se dovessi crescere un figlio? Questa esperienza potrebbe avvicinarti a interrogativi importanti come "Chi sono io? Dove sto andando? Qual è il mio scopo?". Sono domande da porsi in qualsiasi momento. Non respingerle e sii paziente nel trovare le risposte. Dedicati ogni giorno a meditare, pregare, cantare, scrivere sul diario, leggere libri di autoaiuto, chiedere consigli o fare qualsiasi cosa che ti aiuti a scoprire la verità che alberga dentro di te.

4
Riprendersi Fisicamente

  1. 1
    Evita di fare attività fisica moderata o intensa per una settimana dopo l'aborto. Può essere utile passeggiare, fare yoga o pilates, non appena senti le energie giuste. Evita le posizioni capovolte nello yoga o qualsiasi movimento brusco.
  2. 2
    Non avere rapporti sessuali e non inserire oggetti nella vagina per almeno una settimana, o il tempo raccomandato dal medico.
  3. 3
    Se hai nausea, il medico potrebbe prescriverti qualche farmaco per curarla. I cracker salati, il pane tostato, il ginger ale o il tè allo zenzero possono alleviarla. Fai pasti piccoli e frequenti a base di alimenti freschi, ed evita il consumo eccessivo di grassi e cibi zuccherati.
  4. 4
    Se perdi molto sangue o sei anemica, è necessario reintegrare le perdite. Prendi integratori di ferro aggiungendoli ai pasti e abbinali soprattutto ad alimenti ricchi di vitamina C, come succo d'arancia o di pomodoro. I vegetariani possono mangiare cibi ricchi di ferro, che nutrono e fortificano il sangue, tra cui albicocche e fichi secchi, verdure a foglia verde, fagioli (soprattutto quelli neri), lenticchie, frutti di bosco, barbabietole, carrube, uova, bacche di goji e tutti gli alimenti integrali di cui sentono il bisogno. Non è il tempo di indulgere nel cibo spazzatura o di lesinare sui pasti. Devi rimetterti in forze. Leggi l'articolo Come seguire un'alimentazione ideale per un anemico.
  5. 5
    Riposa il più possibile. Dormi 12 ore a notte, se il corpo te lo chiede. Non si tratta di pigrizia, ma di rimettersi in salute.
  6. 6
    Prenditi cura di te stessa (o della persona che ami) con un cuscinetto riscaldante o una borsa dell'acqua calda, antidolorifici (non aspirina), fiori, candele, luce naturale, tranquillità, aromaterapia, musica rilassante, fazzoletti e tutto ciò che ti faccia sentire completamente in pace.
  7. 7
    Chiedi a un amico, al tuo partner o a un professionista di massaggiarti delicatamente il ventre e la parte bassa della schiena con oli rilassanti. Un massaggio su tutto il corpo, sulla schiena o ai piedi può fare miracoli per calmare i nervi.

Avvertenze

  • È normale dopo l'aborto avere sensi di colpa e una bassa autostima. Tuttavia, bisogna accettare e comprendere il proprio stato d'animo. Evita individui e organizzazioni che ti indeboliscono, alimentando sentimenti negativi, in quanto non fanno altro che rallentare il processo di guarigione. In questo momento è necessario circondarsi solo di influenze positive e capaci di comprendere la situazione. Imponi i tuoi limiti, se necessario.

Cose che ti Serviranno

  • Comprensione
  • Antidolorifici
  • Cuscinetto riscaldante o borsa dell'acqua calda
  • Letto comodo
  • Libri
  • Sostegno da parte di famiglia, partner, amici, un mentore e/o consulente
  • Film romantici e un periodo di tempo lontano dal lavoro

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 16 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Stress, Ansia

In altre lingue:

English: Recover from an Abortion, Español: recuperarse de un aborto, Português: se Recuperar de um Aborto, Русский: восстановиться после аборта, Français: vous remettre d'un avortement, Deutsch: Sich von einer Abtreibung erholen, Bahasa Indonesia: Pulih dari Aborsi, Nederlands: Herstellen van een abortus, العربية: التعافي من الإجهاض

Questa pagina è stata letta 2 813 volte.
Hai trovato utile questo articolo?