È una sensazione molto forte, destabilizzante e violenta quella di scoprire che qualcuno è riuscito a prendere il controllo del proprio dispositivo mobile. Se hai il sospetto che qualcuno sia riuscito a violare il tuo dispositivo mobile Android, niente panico e non ti preoccupare; ripristinare il normale funzionamento del dispositivo e individuare la vulnerabilità che ha permesso all'hacker di avervi accesso non è così difficile e complesso come si possa pensare. Questo articolo ti spiegherà come risolvere il problema passo per passo. Ti verrà spiegato come individuare i segnali della presenza di un malware, di un virus o di una intrusione indesiderata, come eliminare la minaccia e come mettere in sicurezza il dispositivo in modo che questa spiacevole situazione non si ripeta in futuro.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Individuare i Segnali del Fatto che il Dispositivo è Stato Hackerato

  1. 1
    Presenza di pop-up anomale e problemi di prestazione. Se il dispositivo Android accusa dei rallentamenti insoliti durante lo svolgimento delle operazioni di routine e riavviarlo non risolve il problema, è probabile che l'hacker abbia installato un malware. In alcuni casi potresti notare la comparsa di pop-up di ogni genere, pubblicitarie o che richiedono il pagamento di servizi non richiesti. Inoltre, la durata della carica della batteria potrebbe ridursi rispetto al normale.
  2. 2
    Presenza di applicazioni che non hai installato intenzionalmente. Se noti la presenza di app insolite all'interno della lista delle applicazioni installate o direttamente sulla Home, è molto probabile che siano state installate dall'hacker che ha avuto accesso al dispositivo. Dato che queste app sono state installate da un hacker, potrebbero non risultare visibili come tutte le altre applicazioni. Il modo migliore per individuarle consiste nell'esaminare la sezione "App" o "Applicazioni" del menu Impostazioni di Android.
  3. 3
    Presenza di e-mail e messaggi di testo sconosciuti. Se un hacker è riuscito ad avere accesso al dispositivo, potrebbe averlo utilizzato come strumento per inviare spam o messaggi fraudolenti ad altri utenti, inclusi i tuoi contatti. Esamina il dispositivo alla ricerca di messaggi che non hai inviato tu stesso. Verifica anche l'account di posta elettronica analizzando il contenuto della cartella Posta inviata.
    • È possibile che qualcuno stia usando il tuo numero di cellulare o l'indirizzo e-mail per inviare messaggi fraudolenti ad altri utenti, questo non significa però che tale persona abbia realmente avuto accesso allo smartphone o al tablet.
  4. 4
    Un incremento improvviso e animalo dell'utilizzo della connessione dati cellulare. Se hai notato un incremento repentino dell'utilizzo della connessione dati rispetto al normale, è probabile che il dispositivo sia stato infettato da un malware o da un virus che ha accesso alla connessione internet. Per controllare il consumo del traffico dati, avvia l'app Impostazioni e scegli l'opzione Utilizzo dati. Devi prestare particolare attenzione a questo aspetto soprattutto se il consumo eccessivo del traffico dati è causato da un'app che non hai installato consapevolmente.
    • È bene precisare che questo tipo di segnale ha valore solo se recentemente non hai modificato il modo in cui utilizzi la connessione dati dello smartphone rispetto al normale. Per esempio, se per qualsiasi motivo nell'ultimo periodo hai guardato più video o scaricato più contenuti multimediali tramite le app di messaggistica o dei social network, è fisiologico che l'utilizzo della connessione dati sia aumentato anche di molto. In questo caso si tratta però di una variazione giustificata.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Risolvere il Problema

  1. 1
    Valuta di ripristinare le impostazioni di fabbrica del dispositivo Android. Se hai eseguito il backup o la sincronizzazione dei dati del dispositivo Android con l'account di Google, il modo più semplice e veloce per risolvere il problema e liberarti dell'hacker che ha violato il tuo dispositivo consiste nel ripristinare le impostazioni di fabbrica predefinite dello smartphone o del tablet.
    • Ricorda che eseguire questa operazione di ripristino comporta l'eliminazione di tutti i dati presenti sul dispositivo. Tuttavia, se le foto, i video, gli audio, i contatti e tutti i dati personali presenti sul dispositivo sono sincronizzati con il tuo account Google, potrai ripristinarli senza alcun problema appena il dispositivo sarà nuovamente in funzione e online.
    • Dopo aver eseguito il ripristino delle impostazioni di fabbrica dello smartphone potrebbe essere utile modificare la password di sicurezza dell'account di Google, nel caso in cui l'hacker sia a conoscenza di questa informazione sensibile. Per eseguire questa modifica direttamente dal dispositivo Android, avvia l'app Impostazioni, seleziona la voce Google, scegli l'opzione Gestisci il tuo account Google, accedi alla scheda Sicurezza e infine seleziona la voce Password.[1]
  2. 2
    Riavvia il dispositivo in modalità sicura. Se vuoi rimuovere un malware o lo strumento con cui l'hacker riesce ad avere accesso al dispositivo senza dover ripristinare le impostazioni di fabbrica predefinite, avvia lo smartphone o il tablet in modalità sicura:
    • Tieni premuto il tasto di accensione del dispositivo Android;
    • Quando apparirà il menu relativo alle opzioni di spegnimento e riavvio, tieni premuto il dito sulla voce Spegni;
    • Quando richiesto seleziona l'opzione Modalità sicura;[2]
    • Se questa procedura non funziona, prova a spegnere completamente il dispositivo Android, quindi tieni premuto il tasto di accensione finché il dispositivo non si avvia nuovamente. A questo punto tieni premuto il tasto "Volume Giù" finché non vedrai apparire a video la scritta "Modalità sicura".[3]
  3. 3
    Rimuovi gli amministratori del dispositivo e le app con i privilegi di accesso come amministratore di sistema. Spesso gli hacker installano delle app specifiche che hanno accesso al dispositivo con i privilegi dell'amministratore di sistema unitamente ad altre applicazioni, come client per minare le criptovalute, keylogger e spyware. Prima di poter rimuovere le app sospette dovrai controllare la presenza di applicazioni che hanno accesso al dispositivo con i privilegi di amministrazione e disattivare tali privilegi:
    • Avvia l'app Impostazioni;
    • Se all'interno del menu "Impostazioni" è presente una funzione "Cerca", usala per cercare la parola chiave amministratori e seleziona l'opzione Amministratori dispositivo o App di amministrazione dispositivo;[4]
    • Se la ricerca non dà alcun risultato, accedi alla scheda Sicurezza, scegli la voce Avanzate, seleziona l'opzione App di amministrazione dispositivo o Scherm. Blocco e security, scegli la scheda Altre impostazioni di sicurezza e seleziona la voce Amministratori dispositivo;
    • Se noti la presenza di app sconosciute o sospette, disabilita il relativo cursore o deseleziona il relativo pulsante di spunta, in modo da revocare i diritti di accesso come amministratore del sistema. In alternativa seleziona l'app in esame e premi il pulsante Disattiva.
    • Alcune applicazioni che possono accedere alle funzioni del dispositivo con i privilegi di amministratore di sistema sono state installate direttamente dal produttore dello smartphone o del tablet (o dalla società/organizzazione che ti ha fornito il dispositivo). In questo caso si tratta di applicazioni necessarie che non devono essere modificate o disattivate. In altre parole, fai riferimento solo alle applicazioni che sai non essere indispensabili per il corretto funzionamento del dispositivo.
  4. 4
    Disinstalla le applicazioni sconosciute. Indipendentemente dall'aver trovato o meno delle applicazioni sospette o sconosciute all'interno della scheda "Amministratori dispositivo" o "App di amministrazione dispositivo", dovrai analizzare attentamente l'elenco di tutte le app installate sul dispositivo e provvedere alla disinstallazione di tutte quelle che non hai installato intenzionalmente o che non sono preinstallate dal produttore del dispositivo. In quest'ultimo caso non sarai in grado di eseguire la disinstallazione, mentre le prime potranno essere disinstallate con facilità direttamente dalla lista delle app installate a cui puoi accedere selezionando la voce App o Applicazioni del menu Impostazioni.
  5. 5
    Disabilita l'installazione di applicazioni provenienti da sorgenti sconosciute. Se abitualmente scarichi le applicazioni da store alternativi o da siti web rispetto al Play Store di Google, non potrai contare sul vantaggio offerto da quest'ultimo in termini di sicurezza e affidabilità dei contenuti e della funzionalità Play Protect. Disabilitando la possibilità di installare le app che ottieni da fonti sconosciute potrai scaricarle solo dal Play Store riducendo i rischi per la sicurezza del dispositivo.
    • Avvia l'app Impostazioni;
    • Seleziona la scheda Applicazioni o App e notifiche;
    • Se stai usando un Samsung Galaxy, premi il pulsante caratterizzato da tre puntini posto nell'angolo superiore destro dello schermo, scegli l'opzione Accesso speciale, quindi seleziona la voce Installa app sconosciute;
    • Se stai usando un dispositivo Android diverso, seleziona la scheda Avanzate, scegli la voce Accesso speciale, quindi seleziona l'opzione Installa app sconosciute;
    • Seleziona ognuna delle applicazioni presenti nella lista apparsa e disattiva il cursore "Consenti da questa sorgente".
  6. 6
    Cancella la cache delle app. Nel caso in cui qualcosa di anomalo sia stato memorizzato nella cache delle applicazioni, è sicuramente un'ottima idea svuotarla eliminando tutti i dati che contiene..[5] Segui queste istruzioni:
    • Avvia l'app Impostazioni;
    • Se stai usando un Samsung Galaxy, accedi alla scheda Applicazioni del menu "Impostazioni", seleziona un'app specifica, tocca la voce Memoria e premi il pulsante Svuota cache. Ripeti il passaggio per tutte le applicazioni presenti;[6]
    • Se stai usando un dispositivo Android diverso, seleziona la scheda Memoria del menu "Impostazioni", scegli la voce Applicazioni, seleziona un'app specifica, quindi premi il pulsante Svuota cache. Ripeti il passaggio per tutte le applicazioni presenti.
  7. 7
    Cambia la password del tuo account Google. Se qualcuno è riuscito a violare il tuo dispositivo Android, potrebbe esserci riuscito perché l'account Google associato è compromesso. Prima di riavviare il dispositivo per uscire dalla modalità sicura, assicurati di cambiare la password dell'account Google.
    • Non impostare una password già usata in passato o che usi per un altro account, scegline una completamente nuova e specifica per quello che crei su Google.
  8. 8
    Riavvia il dispositivo. Adesso che hai eseguito tutte le modifiche suggerite, puoi riavviare il dispositivo Android in modalità normale.
  9. 9
    Installa un software antimalware e usalo per analizzare il dispositivo. Esistono diverse opzioni a disposizione per Android e sono tutte gratuite. Alcune delle app migliori dispongono anche di una versione a pagamento che permette al programma di rimanere attivo in background per offrire una protezione costante contro i tentativi di intrusione. Per il momento dovrai semplicemente installare un antivirus per poter eseguire la scansione del dispositivo. Ecco un elenco dei migliori programmi a disposizione: Mobile Security, Sophos Intercept X, AVG Antivirus & Security e Avast Antivirus & Security. Tutte le opzioni indicate sono disponibili all'interno del Play Store e sono gratuite.
    • Dopo aver installato l'app che hai scelto, avviala e segui le istruzioni che appariranno a video per eseguire una scansione del dispositivo alla ricerca di virus e malware.
    • Se il programma rileva la presenza di una minaccia, ti verrà data la possibilità di eliminarla.
  10. 10
    Ripristina le impostazioni di fabbrica del dispositivo. Se tutte le soluzioni indicate in precedenza non hanno risolto il problema e noti ancora la presenza di segnali che indicano che il dispositivo è controllato da un hacker o non funziona come dovrebbe, l'unica soluzione rimasta è quella di eseguire il ripristino delle impostazioni di fabbrica. Al termine del ripristino, il dispositivo apparirà come nuovo e potrai eseguire l'accesso con il tuo account di Google dopo aver impostato una nuova password di sicurezza.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Evitare Problemi in Futuro

  1. 1
    Mantieni il sistema operativo Android sempre aggiornato. Installando l'ultima versione disponibile di Android per il tuo modello di smartphone o tablet e tutti gli aggiornamenti delle app reperibili direttamente dal Play Store sarai certo che il tuo dispositivo sia protetto contro bug e vulnerabilità della sicurezza.
  2. 2
    Usa una connessione VPN. Quando devi accedere a internet fallo usando una connessione VPN. In questo modo tutto il traffico dati risulterà crittografato rendendo estremamente difficile per un hacker riuscire a monitorare quello che stai facendo. È importante usare una connessione VPN soprattutto quando ci si connette a una rete pubblica o condivisa con estranei, come quelle che si trovano in locali, biblioteche, campus universitari, principali piazze delle città, eccetera. Ricorda di scegliere un servizio VPN sicuro e affidabile, prerogative che spesso coincidono con servizi a pagamento rispetto a quelli gratuiti.
  3. 3
    Non eseguire il "root" del dispositivo Android. Anche se questa opzione permette di personalizzare il proprio dispositivo in maniera più profonda e completa, lo espone a rischi per la sicurezza dei dati e della tua privacy, dato che app maligne potrebbero avere accesso al dispositivo con i privilegi di amministratore del sistema. I dispositivi Android sono già di per sé estremamente personalizzabili, quindi se ti sta a cuore la sicurezza dei dati e la privacy non installare ROM personalizzate (cioè versioni di Android modificate basate sulla versione originale prodotta da Google).
  4. 4
    Cambia tutte le password degli account e dei servizi. Tutti gli account e i servizi web che usi dovrebbero essere protetti con una password univoca ed esclusiva. Utilizzando per tutti la medesima password corri il rischio di compromettere la sicurezza di tutti gli account, se uno di essi dovesse essere violato. Usa sempre password complesse (composte da almeno 12 caratteri), univoche e robuste, cioè difficili da violare per proteggere tutti i tuoi account. Quando possibile, abilita sempre l'autenticazione a due fattori.
  5. 5
    Installa le app scaricandole solo dal Play Store. Le app provenienti da altre fonti potrebbero contenere malware o virus. Scaricando le applicazioni solo dal Play Store di Google avrai la garanzia che siano sicure e prive di qualsiasi possibile minaccia.
  6. 6
    Attiva la protezione di Google denominata Play Protect. Si tratta di una funzionalità offerta dal Play Store che permette di eseguire un'analisi delle applicazioni prima di scaricarle e installarle sul tuo dispositivo. In questo modo sarai protetto da eventuali malware o altri programmi dannosi per il dispositivo.[7] Questa funzionalità del Play Store è sempre attiva per impostazione predefinita, ma potresti averla disattivata. Segui queste istruzioni per effettuare un controllo:
    • Avvia l'app Play Store e seleziona l'immagine del tuo profilo;
    • Seleziona l'opzione Play Protect dal menu apparso;
    • Scegli l'opzione Impostazioni;
    • Attiva il cursore "Analizza le app con Play Protect".
  7. 7
    Tieni sempre sotto controllo il tuo dispositivo Android. Non perdere mai di vista lo smartphone o il tablet perché gli hacker non aspettano altro che incontrare un dispositivo incustodito da usare per i loro scopi. Non disattivare mai la schermata di blocco di Android e, se possibile, scegli sempre di utilizzare un metodo di sblocco che preveda l'uso di dati biometrici, per esempio le impronte digitali, il riconoscimento facciale o la scansione della retina.
    • Usare il PIN come metodo di sblocco potrebbe essere poco sicuro perché facile da indovinare. Purtroppo usare codici come "1234" non è assolutamente una buona idea anche se sono facili da ricordare.
  8. 8
    Cerca di non cadere vittima di truffe che usano la tecnica del "phishing". In alcuni casi gli hacker riescono a violare i dispositivi perché sono gli utenti stessi a dargli le credenziali di accesso cliccando su link presenti in e-mail o messaggi di testo, pensando che siano stati inviati da fonti attendibili (per esempio la propria banca, il provider di posta elettronica, eccetera). Se non sei certo che un determinato messaggio provenga da una fonte sicura, non cliccare sui link che contiene e soprattutto non fornire mai a nessuno le credenziali di accesso dei tuoi account personali, dato che quella di richiedere queste informazioni non è una prassi normale, in nessun caso.[8]
  9. 9
    Evita di ricaricare la batteria del dispositivo lasciandolo in carica in luoghi pubblici, soprattutto usando le "stazioni di ricarica". La tecnica del "juice jacking" è un tipo di attacco che sfrutta le vulnerabilità di questi punti di ricarica per installare un malware nei dispositivi che vengono collegati alla stazione di ricarica.[9] Per evitare che i tuoi dati vengano rubati o che venga installato un malware sul dispositivo, usa sempre e solo il tuo caricabatterie.
    Pubblicità

Consigli

  • Se chi ha violato il dispositivo ha eseguito operazioni che hanno fatto aumentare i costi mensili del tuo abbonamento, come superare la soglia del traffico dati mensile oppure eseguire una chiamata internazionale verso un paese non incluso nel tuo piano tariffario, contatta il gestore della scheda SIM per comunicare che il tuo account è stato violato da un hacker. In base alla situazione e al gestore telefonico, potresti venire risarcito oppure avere diritto a uno sconto sui costi aggiuntivi che dovrai sostenere a causa di queste attività fraudolente.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Perché acquistare un iPhone 13È necessario passare a un iPhone 13? Caratteristiche e novità che lo contraddistinguono dai modelli precedenti
Impostare il Numero di Squilli prima che si Attivi la Segreteria Telefonica su un Samsung GalaxyImpostare il Numero di Squilli prima che si Attivi la Segreteria Telefonica su un Samsung Galaxy
Pulire gli Altoparlanti dell'iPhonePulire gli Altoparlanti dell'iPhone
Sapere se il Tuo Numero è Stato BloccatoSapere se il Tuo Numero è Stato Bloccato
Disattivare la Modalità Provvisoria su AndroidDisattivare la Modalità Provvisoria su Android
Aggiungere una Carta Fedeltà su Apple WalletAggiungere una Carta Fedeltà su Apple Wallet
Ottenere Gratuitamente Tinder GoldOttenere Gratuitamente Tinder Gold
Correggere l'Errore di Spazio d'Archiviazione Insufficiente su AndroidCorreggere l'Errore di Spazio d'Archiviazione Insufficiente su Android
Controllare se un iPhone Ha un VirusControllare se un iPhone Ha un Virus
Svuotare il Cestino su un iPhoneSvuotare il Cestino su un iPhone
Disattivare il Blocco dei Popup sull'iPhoneDisattivare il Blocco dei Popup sull'iPhone
Ingannare il Contapassi dell'iPhoneIngannare il Contapassi dell'iPhone
Copiare un URL sull'Applicazione di YouTube (Android)Copiare un URL sull'Applicazione di YouTube (Android)
Capire Se il tuo Telefono è IntercettatoCapire Se il tuo Telefono è Intercettato - Consigli dagli Esperti di wikiHow
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Aydin Yildiz
Co-redatto da:
Esperto di Riparazioni Elettroniche
Questo articolo è stato co-redatto da Aydin Yildiz. Aydin Yildiz è un esperto in riparazioni di dispositivi elettronici e fondatore dell'attività Aasha Inc. Con oltre 5 anni di esperienza, è specializzato nella riparazione di telefoni, tablet e computer. Ha conseguito un MBA presso la Southern States University.
Categorie: Cellulari & Gadgets
Questa pagina è stata letta 175 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità