Spesso con gli avanzi è possibile mettere insieme un pasto gustoso senza fare grandi sforzi. Il segreto per farli tornare buoni come appena fatti è riscaldarli nello stesso modo in cui li hai cotti originariamente. Usa lo stesso metodo di cottura e assicurati che gli alimenti raggiungano la temperatura di 74 °C per prevenire le malattie di origine alimentare.[1]

Metodo 1 di 3:
Riscaldare gli Avanzi sui Fornelli

  1. 1
    Scalda in pentola gli alimenti con una consistenza liquida o fluida. Trasferisci gli avanzi in una pentola e aggiungi 50 ml d'acqua per evitare che si attacchino al fondo. Accendi il fornello a fiamma media e metti il coperchio sulla pentola. Abbi cura di mescolare la preparazione con regolarità mentre si scalda.[2] Il tempo richiesto dipende dalla quantità e dal tipo di alimento.
    • Gli alimenti che è meglio riscaldare in questo modo includono zuppe, stufati e bevande.
    • Per le bevande, non aggiungere l'acqua.
  2. 2
    Salta in padella il riso e i noodle. Usa una padella antiaderente o in ghisa e scalda un cucchiaio (15 ml) di olio o burro a fiamma media. Quando il condimento è caldo, aggiungi gli avanzi da riscaldare. Lasciali cuocere per circa 15 minuti, dopodiché girali come fai con il riso al salto usando una spatola. Cuocili per altri 5 minuti o finché il calore non si è ben distribuito.
    • Questo metodo è ideale per riscaldare i noodle, il riso, ma anche la pasta e altri cereali.[3] Lo puoi utilizzare anche per riscaldare i fagioli.
    • Grazie all'aggiunta iniziale dell'olio o del burro, sulla superficie dei noodle o del riso si formerà una leggera crosticina.
  3. 3
    Riscalda i cereali con l'aggiunta di un po' d'acqua in più. Un altro metodo per riscaldare il riso e gli altri cereali è quello di metterli in una pentola con un po' d'acqua. L'acqua restituirà umidità ai cereali e li riporterà alla loro consistenza originale. Versa i cereali nella pentola insieme a 100 ml di acqua o brodo, quindi scaldali a fiamma media finché il calore non si è ben distribuito.[4]
    • Mescola ogni 5 minuti per diffondere meglio il calore.
  4. 4
    Scalda le fette di pizza avanzate in padella. Accendere il forno per scaldare un paio di fette di pizza è uno spreco di energia, in più con la padella puoi rendere la crosta ancora più croccante. Metti una padella antiaderente o in ghisa sul fornello e scaldala senza aggiungere nessun tipo di condimento. Metti in padella le fette di pizza avanzate e lasciale scaldare per 3-4 minuti o finché il formaggio non torna filante.[5]
  5. 5
    Riscalda in padella la carne e i cibi che originariamente hai fatto rosolare o soffriggere. Innanzitutto scalda un cucchiaio (15 ml) di olio o burro a fiamma media in una padella antiaderente, in ghisa o in un wok. Quando il condimento è caldo, aggiungi la carne o gli ingredienti che originariamente hai cotto facendoli saltare in padella e riduci la fiamma.[6] Lasciali scaldare per 10-15 minuti o finché il cibo non si sarà scaldato uniformemente, mescolando con regolarità.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Riscaldare gli Avanzi nel Forno

  1. 1
    Considera quali alimenti riscaldare nel forno. Con il forno tradizionale o anche un semplice fornetto elettrico puoi riscaldare un'ampia gamma di pietanze, ma con qualche eccezione. Se la quantità di avanzi è ridotta, è meglio usare un fornetto elettrico per non sprecare energia. La lista di alimenti adatti a essere riscaldati in forno include:[7]
    • Pesce;
    • Pane e prodotti da forno;
    • Cibi fritti;
    • Cibi impanati;
    • Carni e verdure arrosto;
    • Carni grigliate;
    • Pizza (se ne è avanzata molta);
    • Lasagne;
    • Stufati;
    • Pietanze che in origine sono state cotte in forno.
  2. 2
    Taglia gli alimenti grandi a pezzi più piccoli. Quelli più spessi, come i pezzi grandi di carne, le lasagne e in alcuni casi gli ingredienti degli stufati si scalderanno molto lentamente se li metti nel forno interi. Per accorciare i tempi e avere la certezza che siano caldi anche al centro, è meglio suddividerli in porzioni individuali prima di riscaldarli.[8]
  3. 3
    Preriscalda il forno. Non servono alte temperature per riscaldare gli alimenti, dato che sono già stati cotti; inoltre, devi evitare di farli seccare. Imposta il forno a 175 °C o a una temperatura inferiore e lascialo scaldare.[9]
  4. 4
    Prepara il cibo. Trasferiscilo in un contenitore che può essere messo nel forno. Per scaldare delle porzioni individuali, separale all'interno del contenitore o usa diversi contenitori piccoli. In ogni caso copri i contenitori con un coperchio o la carta stagnola per evitare che il cibo si secchi.[10]
    • Lascia il contenitore scoperto solo se il cibo deve diventare croccante, per esempio se si tratta di un alimento fritto.
  5. 5
    Scalda gli alimenti a brevi intervalli. Mettili nel forno e imposta il timer a seconda della quantità. Per le porzioni singole e gli alimenti di piccole dimensioni, imposta un tempo di cottura di 5 minuti e poi controlla la temperatura.[11] Per le porzioni multiple e gli alimenti grandi, imposta 15 minuti sul timer e poi controlla se sono caldi. Continua a riscaldare il cibo a brevi intervalli finché non ha raggiunto la temperatura corretta.
    • Oltre alle dimensioni conta anche lo spessore. Dopo 5 minuti, la pizza e gli altri alimenti sottili potrebbero essere già sufficientemente caldi.
    • Il pane, i prodotti da forno e i tagli di carne più piccoli vanno riscaldati per circa 15 minuti.
    • Gli alimenti spessi o stratificati, come l'arrosto o le lasagne, vanno riscaldati per mezz'ora o più.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Riscaldare gli Avanzi nel Microonde

  1. 1
    Identifica gli alimenti che si possono riscaldare nel microonde. Non tutti gli ingredienti si riscaldano bene nel forno a microonde, in special modo quelli destinati a diventare croccanti. Gli alimenti che sono adatti a essere riscaldati nel microonde sono quelli che hanno una percentuale di umidità elevata, per esempio:[12]
    • Zuppe;
    • Verdure cotte a vapore;
    • Verdure lesse;
    • Pietanze in umido;
    • Riso;
    • Stufati.
  2. 2
    Suddividi gli alimenti in base al tempo di cottura. Quelli più grandi vanno riscaldati più a lungo e viceversa. Se li metti nel microonde contemporaneamente, quelli più piccoli rischieranno di stracuocersi, mentre quelli più grandi potrebbero risultare ancora freddi al centro.
    • In alternativa, puoi tagliare gli alimenti più grandi a pezzi piccoli o preriscaldarli prima di ricomporre il piatto.
    • Per esempio, se devi riscaldare un arrosto con le verdure, riscalda prima la carne da sola o tagliala a fette.
  3. 3
    Trasferisci la pietanza da riscaldare in un piatto adatto all'uso nel microonde. Distribuisci gli ingredienti in un unico strato per consentire una diffusione uniforme del calore. Assicurati che il contenitore sia adatto a essere utilizzato nel microonde e che non contenga parti in metallo.
    • I materiali adatti al microonde includono il vetro e la ceramica.[13]
  4. 4
    Copri il contenitore con un panno da cucina umido. Gli alimenti rischiano di seccarsi quando li riscaldi nel microonde, quindi è importante coprirli. Se il contenitore scelto non è dotato di coperchio, puoi coprirlo con la carta da cucina o un canovaccio umido per preservare l'umidità degli ingredienti.[14]
    • Se il contenitore è dotato di coperchio, posizionalo in modo che rimanga leggermente socchiuso per lasciare fuoriuscire il vapore.
  5. 5
    Cuoci la pietanza a brevi intervalli finché non raggiunge la temperatura corretta. Imposta 1-2 minuti sul timer per le porzioni piccole o 3-4 minuti per le porzioni grandi. Allo scadere del tempo, mescola per distribuire il calore all'interno dell'alimento e controlla la temperatura. Se è necessario, rimetti il contenitore nel forno e continua a riscaldare la pietanza a brevi intervalli (1-2 minuti), finché non è sufficientemente calda. Ricordati di mescolare tra una e volta e l'altra.
    • All'interno del forno a microonde il calore non si distribuisce in modo uniforme, ecco perché è importante mescolare.[15]
    Pubblicità

Consigli

  • Prova a disporre gli alimenti lungo il bordo del piatto quando li riscaldi usando il microonde. Lascia uno spazio libero al centro delle dimensioni di un krapfen. Vedrai che si riscalderanno più uniformemente.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Mangiare i Cachi

Come

Liberarsi della Calandra del Grano (Insetto della Farina)

Come

Accelerare la Lievitazione dell'Impasto

Come

Utilizzare Utensili in Vetro per la Cottura in Forno

Come

Mangiare il Burro di Arachidi

Come

Usare una Pietra Refrattaria

Come

Cuocere le Lenticchie Rosse Decorticate

Come

Preriscaldare il Forno

Come

Essiccare la Salvia

Come

Aprire una Scatoletta senza Apriscatole

Come

Bollire l'Acqua con il Microonde

Come

Attivare il Lievito Secco

Come

Attenuare la Sensazione di Bruciore Causata dal Peperoncino

Come

Aprire un Barattolo Sottovuoto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 95 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità