Come Risolvere Problemi di Bassa Pressione dell'Acqua

In questo Articolo:Controllare il Livello della Pressione dell'Impianto Idraulico DomesticoControllare l'Idrovalvola PRV e la Valvola Principale dell'AcquaIndividuare una Perdita d'AcquaRisoluzione dei Problemi Legati alla Bassa Pressione dell'Acqua Calda

È legittimo preoccuparsi quando il livello della pressione dell'impianto idraulico dell'ufficio o di casa diminuisce senza un motivo apparente. Questo tipo di problema può avere molteplici cause. Alcune possono essere molto semplici, è il caso per esempio di una valvola principale dell'acqua leggermente chiusa o di un rubinetto parzialmente bloccato che può causare un problema di bassa pressione dell'impianto idraulico domestico. In altri casi, il fattore scatenante può essere più grave: ad esempio, un'ostruzione delle condutture o una perdita nell'impianto idraulico. Anche se le cause che possono generare un abbassamento della pressione dell'acqua sono molteplici, esistono diversi modi per individuare e risolvere il problema. Per trovare la soluzione corretta è bene vagliare in successione tutte le possibili cause.

1
Controllare il Livello della Pressione dell'Impianto Idraulico Domestico

  1. 1
    Scopri se tutte le sorgenti d'acqua di casa o dell'ufficio presentano un problema di bassa pressione. Per farlo, controlla tutti i locali in cui è presente un rubinetto dell'impianto idraulico.[1]
    • I rubinetti di cucina, bagno, seminterrato o giardino sono tutti utili per controllare il livello della pressione dell'acqua.
    • Apri tutti i rubinetti presenti in casa per verificare se il problema di bassa pressione è limitato a un'area specifica o se coinvolge l'intero impianto idraulico domestico.
    • Apri sia i rubinetti dell'acqua fredda sia quelli dell'acqua calda. Se il problema si manifesta solo sulla linea dell'acqua calda, significa che potrebbe essere circoscritto allo scaldabagno o alla caldaia.
  2. 2
    Se il malfunzionamento è circoscritto a un solo rubinetto, è molto probabile che la causa sia un guasto di quest'ultimo. Una fluttuazione anomala della pressione dell'acqua potrebbe manifestarsi solamente in uno o due locali dell'abitazione. In tal caso, la causa del problema potrebbero essere i rubinetti o gli aeratori parzialmente intasati.[2]
    • Rimuovi l'erogatore del rubinetto.
    • Esamina l'aeratore. Verifica che non ci sia un accumulo di detriti all'interno o altri corpi estranei che ostruiscono la fuoriuscita dell'acqua.
    • Se l'aeratore dell'erogatore necessita di essere pulito, lascialo a bagno in una soluzione di acqua e aceto. Se il problema non viene risolto, acquista un aeratore di ricambio. Si tratta di un componente estremamente economico.[3]
    • Prima di rimontare l'aeratore, apri il rubinetto dell'acqua. Se il flusso dell'acqua non è ritornato normale, significa che la causa del problema non è legata al rubinetto in esame, ma all'intero impianto idraulico.
  3. 3
    Cerca altri punti dell'impianto in cui si manifesta un livello della pressione dell'acqua scarso. Se non riesci a individuare con precisione la causa del problema esaminando uno o due rubinetti, significa che molto probabilmente il malfunzionamento interessa tutto l'impianto idraulico di casa o dell'ufficio.
    • Controlla l'idrovalvola riduttrice di pressione (PRV) e la valvola principale dell'acqua dell'impianto idraulico. Spesso, sono questi due elementi fondamentali la causa di un livello di pressione dell'acqua troppo basso.
    • Cerca eventuali perdite. Una perdita nello sciacquone del gabinetto o in una tubazione principale dell'impianto idraulico può causare una riduzione della pressione dell'acqua.
    • Controlla lo scaldabagno o la caldaia. Se il problema di bassa pressione è legato esclusivamente alla linea che eroga l'acqua calda, è molto probabile che la causa sia da ricercare all'interno del dispositivo adibito al riscaldamento dell'acqua sanitaria o alla valvola principale che chiude l'alimentazione del circuito dell'acqua calda.

2
Controllare l'Idrovalvola PRV e la Valvola Principale dell'Acqua

  1. 1
    Cerca la valvola idraulica riduttrice di pressione (PRV). Ha la forma di una campana e normalmente è posta sulla conduttura che si allaccia direttamente all'acquedotto o alla tubazione principale della distribuzione dell'acqua dell'edificio.
    • Modifica l'apposito regolatore per verificare come influenza il livello della pressione dell'impianto idraulico. Il regolatore dovrebbe essere posizionato direttamente sulla valvola. Per aumentare la pressione dell'acqua, occorre avvitarlo ruotandolo in senso orario; mentre, per diminuire la pressione, occorre svitarlo girandolo in senso antiorario.[4]
    • Se la valvola non funziona correttamente o appare rotta, sarà necessario sostituirla interamente. Puoi acquistarne una nuova in un qualunque negozio di ferramenta o di forniture idrauliche.[5]
  2. 2
    Controlla la valvola principale dell'acqua posizionata vicino al relativo contatore. Anche questa valvola può influenzare il livello della pressione all'interno dell'impianto idraulico domestico. Anche una leggera variazione della sua posizione può avere notevoli effetti sulla pressione dell'acqua.[6]
    • Nella maggior parte delle case indipendenti e dei condomini c'è una valvola generale dell'acqua che blocca completamente l'afflusso idrico dall'acquedotto. Normalmente, è posizionata vicino alla valvola PRV oppure in un vano separato unitamente al contatore dell'acqua.
    • Agendo sulla valvola principale dell'acqua si può bloccare completamente l'afflusso di acqua nell'impianto idraulico domestico, anche solo una sua chiusura parziale può quindi avere enormi effetti sul livello della pressione dell'intero impianto.
    • Accertati che la valvola principale dell'acqua sia completamente aperta.
  3. 3
    Controlla nuovamente la pressione dell'acqua all'interno dell'abitazione testando più rubinetti. Se il problema è stato risolto, significa che la causa era la valvola PRV o quella generale dell'acqua.
    • Al contrario, se il problema persiste, molto probabilmente è presente una perdita di acqua nell'impianto idraulico. Le perdite d'acqua all'interno delle abitazioni sono spesso la causa principale della presenza di un livello insufficiente di pressione nell'impianto idraulico.
    • Puoi contattare un idraulico professionista perché individui e ripari la perdita o scopra qual è la causa che genera il problema di bassa pressione dell'impianto idraulico (per esempio un accumulo naturale di detriti all'interno delle tubazioni).

3
Individuare una Perdita d'Acqua

  1. 1
    Controlla il gabinetto di ciascun bagno. Uno sciacquone del gabinetto che perde è la causa più probabile di una perdita d'acqua dell'impianto idraulico nella maggior parte delle situazioni domestiche. Questo problema può contribuire ad aumentare notevolmente i costi dell'utenza dell'acqua potabile, è quindi utile verificare se è anche la causa principale del problema legato al livello di pressione dell'acqua troppo basso.[7]
    • Per prima cosa, rimuovi il coperchio del serbatoio dello sciacquone del gabinetto.
    • Versa al suo interno alcune gocce di colorante alimentare o di un diverso tipo di tintura.
    • Non azionare lo scarico del gabinetto per almeno un'ora.
    • Se all'interno del gabinetto puoi notare delle tracce di colore, significa che lo sciacquone perde. Questo tipo di problema può essere risolto in modo semplice e veloce sostituendo il tappo che blocca la fuoriuscita dell'acqua dallo scarico o il meccanismo di riempimento.
  2. 2
    Controlla il contatore dell'acqua. In questo modo puoi accertarti che ci sia una perdita all'interno dell'impianto idraulico domestico.[8]
    • Individua il contatore dell'acqua. Prendi nota della lettura e verifica se l'indicatore del flusso dell'acqua sta girando segnalando che l'acqua sta fluendo dall'acquedotto all'impianto idraulico della tua abitazione.
    • L'indicatore della presenza del flusso d'acqua è generalmente di forma circolare o triangolare e ruota nel momento in cui c'è un flusso d'acqua all'interno del contatore.
    • Se l'indicatore del flusso d'acqua è in movimento, significa che molto probabilmente l'impianto idraulico ha una perdita (ammesso che nessuno all'interno dell'abitazione stia utilizzando l'acqua). Se tale indicatore è fermo, non significa necessariamente che non ci sia una perdita d'acqua. Se la perdita fosse di modesta entità, il contatore potrebbe non riuscire a registrarla.
    • Non utilizzare l'impianto idraulico dell'abitazione o dell'ufficio per almeno due ore, dopodiché esegui una nuova lettura del contatore dell'acqua. Se le due letture del consumo idrico sono diverse, significa che c'è una perdita d'acqua.
    • Chiama il servizio clienti dell'azienda che ti fornisce l'acqua potabile o un idraulico professionista in modo che ti aiuti a individuare e riparare la perdita.
  3. 3
    Verifica se c'è una fuoriuscita anomala di acqua nel seminterrato dell'abitazione o vicino ai punti di erogazione. Proverebbe che c'è una perdita dell'impianto idraulico.[9]
    • Se ci fosse una perdita in un rubinetto, dovresti udire chiaramente il suono inconfondibile dello sgocciolio dell'acqua. Normalmente, la riparazione di questo tipo di perdite non richiede l'intervento di personale specializzato.
    • Se nel seminterrato della tua abitazione indipendente è presente un'ampia area umida o bagnata, significa che potrebbe esserci una perdita in una delle condutture principali.
    • Se vivi in un'abitazione indipendente, controlla anche il terreno del giardino esterno, dove passano i tubi dell'acqua che si allacciano all'acquedotto. Se la stagione è secca e il terreno in quel punto specifico è bagnato, è possibile che ci sia una perdita d'acqua. Contatta l'assistenza dell'azienda che ti fornisce l'acqua potabile perché risolva il problema.

4
Risoluzione dei Problemi Legati alla Bassa Pressione dell'Acqua Calda

  1. 1
    Se il problema di bassa pressione dell'acqua è relativo esclusivamente alla distribuzione di quella calda, controlla lo scaldabagno o la caldaia. Nella maggior parte dei casi la causa più comune è la valvola principale dell'acqua dello scaldabagno o della caldaia.[10]
    • Accertati che tale valvola sia completamente aperta. Si tratta di una valvola di sicurezza di cui sono dotati tutti i dispositivi di riscaldamento dell'acqua sanitaria, che serve a interrompere l'afflusso di acqua calda in caso di emergenza.
    • Se la valvola risulta anche solo leggermente chiusa, può influire negativamente sul livello della pressione dell'acqua calda.
  2. 2
    Controlla nuovamente il livello della pressione dell'acqua utilizzando uno dei rubinetti dell'impianto per verificare se il problema è stato risolto. Se l'acqua calda fuoriesce dal rubinetto con una pressione normale, significa che il problema è risolto.
    • Se il problema persiste, la causa potrebbe essere la tubazione dell'acqua fredda che alimenta il dispositivo dedicato al riscaldamento dell'acqua sanitaria oppure l'apparecchio stesso.
    • In questo caso, chiama un idraulico professionista o l'assistenza tecnica della casa costruttrice dello scaldabagno o della caldaia installata nella tua abitazione.
  3. 3
    Contatta un idraulico perché controlli la tubazione che alimenta la caldaia o lo scaldabagno con l'acqua sanitaria fredda. A volte le tubazioni si possono ostruire e gli idraulici esperti hanno diversi metodi per individuare tali blocchi e rimuoverli.[11]
    • Anche il dispositivo del riscaldamento dell'acqua sanitaria potrebbe essere la causa del problema. In questo caso chiama il personale preposto alla sua manutenzione perché valuti l'entità del problema e le possibili soluzioni.
    • Gestire i problemi legati a scaldabagni e caldaie può essere un lavoro molto complesso che è bene delegare al personale preparato per tale compito.

Consigli

  • Contatta i tuoi vicini per verificare se anche loro stanno avendo dei problemi di bassa pressione dell'acqua all'interno dei propri appartamenti. In caso affermativo, potrebbe esserci una perdita sulla conduttura principale dell'acquedotto. Chiama il comune in cui risiedi o l'azienda privata che fornisce l'acqua potabile al tuo stabile per segnalare il problema.
  • Contatta un idraulico perché verifichi l'allacciamento dell'impianto idraulico dell'edificio all'acquedotto. A volte, i tubi dell'acqua molto vecchi tendono a ostruirsi a causa dei depositi minerali portati dall'acqua. In tal caso, per ripristinare il corretto flusso dell'acqua e di conseguenza il corretto livello di pressione, occorre sostituire i vecchi tubi in ferro con nuovi elementi in rame o in PVC.
  • Cerca di individuare il momento preciso in cui la pressione dell'acqua varia. La pressione dell'impianto idraulico casalingo può diminuire negli orari di punta, cioè quando la maggior parte degli utenti sta prelevando acqua dall'acquedotto. I momenti di massima richiesta di acqua dall'impianto idraulico dell'acquedotto coincidono con i periodi del giorno in cui la maggior parte delle persone si prepara per andare al lavoro e rientra a casa, ovvero al mattino presto e nel tardo pomeriggio.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Manutenzione Domestica

In altre lingue:

English: Troubleshoot Low Water Pressure, Español: arreglar problemas de baja presión de agua, Русский: решить проблему низкого давления воды, Português: Resolver Problemas de Baixa Pressão d'água, Français: résoudre un problème de basse pression de l'eau, Čeština: Jak vyřešit problém s nízkým tlakem vody, 한국어: 낮은 수압 수리하는 법, Deutsch: Zu geringen Wasserdruck beheben, Nederlands: De oorzaak van lage waterdruk vaststellen, العربية: اكتشاف مشكلة ضغط المياه المنخفض وإصلاحها, 中文: 解决水压低的问题

Questa pagina è stata letta 53 185 volte.
Hai trovato utile questo articolo?