Scarica PDF Scarica PDF

Non è insolito da parte dei bambini piccoli porre domande sulla gravidanza e sulla nascita dei bambini, e la presenza di una donna incinta o di un neonato è sufficiente per alimentare quella curiosità. Per gli adulti la domanda "da dove vengono i bambini" può scatenare incertezza e apprensione, e la questione della gravidanza abbraccia degli argomenti delicati, molti dei quali non sembrano alla portata dei bambini. Fortunatamente è possibile rispondere a domande sulla sessualità e la riproduzione in un modo adeguato in funzione dell’età, soddisfacendo la curiosità dei bambini. Segui queste linee guida per scoprire come.

Passaggi

  1. 1
    Scopri quello che il bambino vuole sapere esattamente. Le domande sulla gravidanza non sempre necessitano di risposte dettagliate sull’apparato di riproduzione dell’uomo e della donna e/o del concepimento e del parto, specialmente quando il bambino è molto piccolo. Per fornire risposte che siano in linea con quello che il bambino vuole sapere veramente, valuta bene l’intento alla base della domanda, prima di procedere.
    • Rispondi a una domanda con un’altra domanda. Per esempio, puoi rispondere alla domanda "da dove vengono i bambini?" chiedendo, "da dove pensi che vengano?"
    • Calibra l’input del bambino per individuare il tipo d’informazione che sta cercando realmente. Per esempio, se fornisce una risposta tipo, "penso che i bambini vengano dal Paradiso", allora vuole soltanto una conferma alle sue convinzioni. Ma una risposta come "il mio amico ha detto che un uomo e una donna fanno un bambino", richiede argomentazioni più analitiche.
    • Verifica di comprendere il tipo di risposte sulla gravidanza che il bambino cerca. Per esempio, dì qualcosa come "mi stai chiedendo come fanno un bambino un uomo e una donna? " prima di procedere con la spiegazione.
  2. 2
    Prendi confidenza con lo sviluppo del bambino in rapporto alla sessualità. In questo modo non rimarrai sconvolto da quanto il tuo bambino sappia a proposito della sessualità e della riproduzione. Per esempio ti può essere utile sapere che i bambini all’età di 3 o 4 anni esplorano i loro genitali e sono consapevoli delle differenze tra i loro genitali e quelli dell’altro sesso.
  3. 3
    Fornisci risposte sulla gravidanza che siano adeguate all’età. Sebbene i bambini abbiano differenti tempistiche di crescita e maturazione, puoi usare queste linee guida generali come punto di partenza per affrontare domande sulla gravidanza e sul parto, e poi arricchirle con ulteriori informazioni, a seconda della situazione.
    • I bambini piccoli vogliono risposte semplici, piuttosto che spiegazioni dettagliate. Per esempio, quando un bambino di 3 anni chiede come escono i bambini puoi iniziare dicendo che vengono tirati fuori dal dottore. Questa potrebbe essere l’unica informazione che vuole e di cui ha bisogno a quell’età.
    • I bambini in età scolare ti interrogano in maniera più specifica. Inizia sempre con una spiegazione semplicistica prima di procedere con descrizioni più complesse. Per esempio potresti dire che un uomo e una donna concepiscono un bambino accoppiandosi in un determinato modo, dopo aspetta un’ulteriore richiesta, prima di spiegare i meccanismi della fecondazione.
  4. 4
    Valuta le risposte del bambino per assicurarti che capisca e si senta a suo agio. Il modo migliore per verificare se la spiegazione sia adatta al suo grado di maturazione e alle sue conoscenze è osservare le sue reazioni. Se il bambino si fa una risatina, fa le smorfie o si volta, allora forse stai fornendo troppe indicazioni, ma se il bambino annuisce con il capo e ti guarda per carpire altre notizie, allora dovresti proseguire con risposte più dettagliate sulla gravidanza.
    Pubblicità

Consigli

  • Usa nomi scientifici per indicare i genitali e gli organi della riproduzione, onde evitare tabù inutili sulle parti del corpo e sulle loro funzioni.
  • Fai discorsi semplici e realistici affinché i bambini si sentano a proprio agio nel porre domande e nel cercare di approfondire le loro conoscenze.
  • Le bambole dalla corretta conformazione anatomica sono un ottimo sistema per introdurre i bambini ai concetti basilari di anatomia, e ad incoraggiare un atteggiamento di apertura mentale verso le domande riguardanti le funzioni biologiche.
Pubblicità

Avvertenze

  • Evita di fornire informazioni false come "i bambini sono portati dalla cicogna" poiché possono indurre una certa diffidenza, controindicata ai fini di una comunicazione efficace e costruttiva.
  • Ricordati che la riproduzione fa parte della vita, e se assumi un atteggiamento schifato quando i bambini si rivolgono a te per chiedere consigli, potrebbero rivolgersi a fonti meno fidate.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Annunciare la GravidanzaAnnunciare la Gravidanza
Introdurre un Bambino Adottato nella tua FamigliaIntrodurre un Bambino Adottato nella tua Famiglia
Riconoscere la Posizione del Bambino nell'UteroRiconoscere la Posizione del Bambino nell'Utero
Insegnare a un Bambino a GattonareInsegnare a un Bambino a Gattonare
Mettere Incinta la tua RagazzaMettere Incinta la tua Ragazza
Riconoscere i Segni di un Aborto SpontaneoRiconoscere i Segni di un Aborto Spontaneo
Capire se sei IncintaCapire se sei Incinta
Fare in modo che un Neonato faccia il RuttinoFare in modo che un Neonato faccia il Ruttino
Ascoltare il Battito Cardiaco FetaleAscoltare il Battito Cardiaco Fetale
Bloccare la Produzione di Latte MaternoBloccare la Produzione di Latte Materno
Fingere una GravidanzaFingere una Gravidanza
Girare un Bambino PodalicoGirare un Bambino Podalico
Far Rompere le AcqueFar Rompere le Acque
Avere una BambinaAvere una Bambina
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 7 570 volte
Categorie: Genitori
Questa pagina è stata letta 7 570 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità