Come Rispondere alle Accuse False

In questo Articolo:Reagire alle VociReagire di Fronte a un'Indagine sul Luogo di LavoroReagire a un'Accusa Pubblica

Voci, diffamazioni e osservazioni ingiuste possono circolare nel mondo virtuale, sul posto di lavoro e in classe. Alcune volte un'accusa infondata si dilegua rapidamente, mentre in altre si diffonde a macchia d'olio. Che tu venga accusato ingiustamente di persona, alle spalle, in tribunale o a mezzo stampa, devi mantenere la calma e conoscere i tuoi diritti. Se sei paziente e raccogli il sostegno delle persone di cui ti fidi, puoi recuperare la tua credibilità e la fiducia in te stesso.

Parte 1
Reagire alle Voci

  1. 1
    Mantieni il sangue freddo. Se un collega, un conoscente o una persona cara ti accusano di qualcosa che non hai fatto, è meglio affrontare la questione con calma e in maniera diretta. Se vieni accusato di persona, forse ti conviene fare un respiro profondo prima di iniziare. Se le accuse ti sono pervenute tramite un messaggio scritto o registrato a voce, puoi aspettare a rispondere finché non ti sarai calmato e avrai raccolto le tue idee.[1]
  2. 2
    Presenta i fatti. Una volta ritrovata la calma, presenta la verità nel modo più breve possibile. Se chi ti accusa è pronto ad ascoltarti, risparmierai tanti discorsi inutili. Se non è ancora pronto ad ascoltarti, tieni a bada la tua frustrazione.
    • Anche se la conversazione si conclude senza che la controparte abbia creduto alle tue parole, non escludere che potrebbe crederti una volta che avrà avuto il tempo di rielaborare quello che hai detto.
  3. 3
    Informati. Scopri da dove nascono le accuse e perché la persona che te le muove è disposta a crederci. Se non vuole o non può rivelare la fonte, chiedile se c'è qualcuno a cui potresti rivolgerti.
    • Se si rifiuta di aiutarti, chiedile di valutare la tua estraneità ai fatti e che cosa ti consiglierebbe di fare in quel caso. Domandale esplicitamente: "Che cosa puoi puoi dirmi?".
    • Forse dovrai rassegnarti al fatto che non potrai ricostruire i fatti. Lascia che le voci si dileguino invece di farle circolare di nuovo con le tue indagini.
  4. 4
    Chiedi aiuto. Fai sapere agli amici o ai colleghi di cui ti fidi che sei preoccupato per le voci che girano sul tuo conto e invitali a pronunciarsi in tuo favore. Probabilmente, facendo affidamento su una buona rete di supporto, non avrai bisogno di difenderti.
    • Se sai che l'accusa si basa su una congettura infondata o un malinteso, anziché su un gesto malizioso, chiedi alla persona che te la muove di difenderti e aiutarti a fermare i pettegolezzi.
  5. 5
    Perdona i malintesi. Tieni conto che ciò che all'apparenza sembra un comportamento malizioso è spesso un errore o un equivoco.[2] Evita di arrabbiarti o vendicarti. Puoi essere giudicato più severamente in base al modo in cui ti comporti quando sei sotto pressione che non per un pettegolezzo.
    • Evita di ricambiare con accuse false — potrebbero compromettere la tua reputazione di persona sincera e affidabile.
  6. 6
    Recupera i tuoi rapporti. Le accuse false possono generare un senso persistente di ingiustizia oppure mettere in crisi un rapporto. Parla con la famiglia e gli amici in maniera onesta e senza giudicare e cerca la consulenza di uno psicologo se è sorto un screzio quasi irreparabile.[3] Prendi l'iniziativa invitando qualcuno che non vedi da parecchio tempo a prendere un caffè.
    • Se desideri fare altre conoscenze, una nuova passione potrebbe portare nella tua vita nuovi amici. Fai volontariato, segui un corso o entra a far parte di un'associazione in modo da stringere amicizia con gente che condivide i tuoi stessi interessi.[4]
  7. 7
    Prenditi cura di te stesso. La fiducia in te stesso può subire un duro colpo quando vieni accusato ingiustamente. Ricorda tutti i fatti perché l'autostima si basa su un ottimo senso della realtà.[5] Il segreto sta nel prendersi cura di se stessi: attività fisica e alimentazione equilibrata. Fai in modo che la tua casa sia bella e confortevole, e vestiti in modo da sentirti a tuo agio.[6]
    • Ripetendo qualche frase come "Gli altri tengono a me" oppure "Sono orgoglioso dei miei risultati", potrai riprenderti dal dolore causato da un'accusa falsa.[7]

Parte 2
Reagire di Fronte a un'Indagine sul Luogo di Lavoro

  1. 1
    Collabora. Se sei oggetto di un'indagine nell'ambiente di lavoro, ricorda che la persona incaricata, dall'azienda o, in alcuni casi, dalla legge, ha tutti i titoli per svolgere indagini su ciò di cui vieni accusato. Se l'aiuti, il rischio di alimentare le accuse legate alla tua persona diminuisce.
  2. 2
    Riporta i fatti. Racconta a chi si occupa delle indagini che cosa è accaduto (o non è accaduto). Se sei in possesso di prove schiaccianti, portale alla sua attenzione.[8]
  3. 3
    Fai domande. Informati su tutto ciò che puoi. Fuga ogni dubbio che riguardi la fase delle indagini ed eventuali cambiamenti che dovresti adottare nello svolgimento del tuo lavoro. Chiedi in che modo verrai messo al corrente a indagine ultimata, chi ti informerà e quando la questione verrà probabilmente risolta.[9]
    • Se non puoi accedere a qualche informazione, chiedi chiarimenti in merito a determinati aspetti.
    • Chiedi il nome e le informazioni di contatto della persona che sta conducendo le indagini.
    • Infine, chiedi con chi puoi discutere dell'indagine.
  4. 4
    Conosci i tuoi diritti. Se una accusa falsa non viene ritirata, devi contestarla. Non è detto che comporti delle ripercussioni, ma dovresti prepararti all'eventualità in cui ti venisse negata una promozione, venissi sospeso o licenziato. Mantieni la calma e sii diretto con il supervisore e chiunque altro sia autorizzato a discutere con te del caso.
    • Sappi che la legge non ti protegge da un licenziamento per accuse false o impossibili da dimostrare. A meno che tu non abbia firmato un contratto che prevede una durata minima del rapporto di lavoro, sarai molto probabilmente soggetto alla "volontà" del datore di lavoro e, quindi, rischi di essere licenziato per qualsiasi motivo.[10]
    • Se il tuo contratto di lavoro ti garantisce che puoi essere licenziato solo se hai commesso un reato o credi di essere il bersaglio di discriminazioni, puoi intentare una causa per licenziamento illegittimo.[11]

Parte 3
Reagire a un'Accusa Pubblica

  1. 1
    Conosci i tuoi diritti. Le false accuse diffuse in rete, su carta, tramite la televisione, alla radio o semplicemente pronunciate sono definite "diffamazioni", mentre quando qualcuno incolpa un altro che sa innocente tramite un'accusa resa formalmente davanti a pubblici ufficiali si chiama "calunnia".[12] Consulta un avvocato se puoi permettertelo: in alcune circostanze, puoi indire una causa per diffamazione contro la persona che ti accusa falsamente.
    • Non tutte le false accuse vengono considerate diffamatorie. Se nell'accusa non vieni completamente identificato, se sei già oggetto di un'indagine, se hai fatto dichiarazioni che sostengono affermazioni false, se sei un personaggio pubblico o se la persona che ti sta diffamando è un ex datore di lavoro o un altro soggetto che gode di qualche tutela, non è detto che il tuo sia un caso di diffamazione.[13]
  2. 2
    Rendi nota la tua versione dei fatti. Se non rischi di causarti dei danni fornendo pubblicamente un'altra versione dei fatti, potrai mettere fine ai pettegolezzi o girare la situazione a tuo favore. Contatta un giornalista e gli editori che stanno seguendo la tua storia e chiedi loro di ritirare le accuse false o pubblicare la tua smentita.
    • Se sei stato accusato di un reato, consulta un avvocato prima di rilasciare dichiarazioni ufficiali.
  3. 3
    Lascia morire le voci. Meno parli, meglio è. Una volta che avrai consultato un avvocato o, nei casi meno gravi, avrai reso una dichiarazione pubblica, avrai fatto tutto quanto in tuo potere. Se continui a rispondere a qualsiasi calunnia relativa al caso, rischi di ridare slancio alla vicenda.
  4. 4
    Pubblica informazioni positive. Una volta che tutta la storia avrà perso mordente, cerca il tuo nome su Internet per vedere che cosa trovi. Se le false accuse compaiono ancora tra i primi risultati, cerca di costruirti un'immagine più positiva. Scrivi qualche articolo o gira dei video che non hanno alcun nesso con tutta la vicenda. Apri un sito web dedicato alle tue passioni o aggiorna i tuoi profili professionali.
    • Condividi le tue nuove pubblicazioni con amici e familiari affinché occupino una posizione più alta tra i risultati di ricerca.

Avvertenze

  • Se credi di essere spesso oggetto di accuse false, ma le persone di cui ti fidi non confermano le tue paure, tieni presente che potresti soffrire di demenza o paranoia. Se sei turbato o se i tuoi cari sono preoccupati per te, parla con un professionista della salute mentale.[14]

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Respond to False Accusations, Русский: реагировать на ложные обвинения, Español: responder ante falsas acusaciones, Português: Responder a Acusações Falsas, Français: répondre à de fausses accusations, Bahasa Indonesia: Menanggapi Tuduhan Palsu, Deutsch: Auf falsche Anschuldigungen reagieren, Nederlands: Reageren op valse beschuldigingen, العربية: الرد على الاتهامات الباطلة, 中文: 应对不实的指责, ไทย: ตอบโต้ข้อกล่าวหาที่ไม่เป็นความจริง, 日本語: 誹謗中傷に対応する

Questa pagina è stata letta 11 691 volte.
Hai trovato utile questo articolo?