Come Ristabilirsi dopo una Gravidanza Ectopica

In una gravidanza ectopica l'ovulo fecondato si impianta in una zona diversa dall'utero. Anche se il posto più comune per una gravidanza ectopica è situato nella tuba di Falloppio, in rari casi l'ovulo potrebbe anche impiantarsi nelle ovaie o dell'addome. Le gravidanze ectopiche non procedono regolarmente e richiedono cure tempestive. Una volta che il trattamento è terminato, la paziente inizia il difficile processo di recupero.

Passaggi

  1. 1
    Conosci le diverse alternative di trattamento.
    • La salpingostomia è una procedura grazie alla quale si rimuove l'ovulo preservando l'integrità della tuba. Viene rimossa una porzione della tuba di Falloppio insieme con l'uovo ed è raccomandata per gli ovuli di dimensioni maggiori. La procedura può essere eseguita per via laparoscopica, ovvero con una piccola incisione, che richiede un periodo di recupero più breve. Tuttavia, in alcune pazienti è necessario ricorrere a incisioni più grandi, note come laparotomie. In questi casi, il tempo di recupero aumenta a qualche settimana. Si preferisce la laparotomia se la tuba di Falloppio si lacera o è a rischio di lacerazioni.
    • Le gravidanze ectopiche ai primi stadi, ovvero quando l'ovulo è ancora molto piccolo, non necessitano per forza un trattamento chirurgico. Invece, il medico può aspettare per vedere se l'organismo riesce a eliminare l'ovulo da solo. È anche possibile somministrare alle pazienti un farmaco chiamato metotrexato per ridurre la gravidanza ectopica più velocemente.
  2. 2
    Chiedi al medico come sarà il processo di recupero. Il tempo di recupero dipende dal tipo di procedimento utilizzato.
    • Il tempo medio di recupero per la chirurgia laparoscopica è di 2 o 3 settimane, mentre la laparotomia richiede fino a 6 settimane per ristabilirsi. Per i primi giorni, la paziente può assumere farmaci antidolorifici sotto prescrizione o da banco per gestire il disagio intorno al sito dell'incisione. La maggior parte delle donne riescono a camminare entro 3 giorni dall'intervento. Le donne che hanno subito un intervento chirurgico per via laparoscopica, di solito, possono riprendere le normali attività entro 3 settimane, mentre quelle sottoposte a laparotomia devono aspettare da 1 mese a 6 settimane per ritornare alla normalità.
    • Anche se può essere necessario un piccolo recupero fisico per le gravidanze ectopiche ai primi stadi che non richiedono intervento chirurgico, la paziente viene monitorata molto attentamente per capire se la gravidanza ectopica si risolve da sola.
  3. 3
    Cerca un modo per affrontare l'aspetto emotivo del recupero. Una volta che il trattamento medico della gravidanza ectopica termina, le pazienti sentono spesso un senso di tristezza e rabbia per la perdita del figlio. Questa parte del processo di recupero può effettivamente durare molto più tempo.
    • Parla con qualcuno di ciò che provi riguardo alla gravidanza. Trova amici o familiari che non abbiano paura di riconoscere la tua perdita e che sappiano darti il conforto necessario per superare questo momento difficile. Alcune donne si rendono conto che, unendosi a un gruppo di sostegno, riescono a parlare della loro dolorosa esperienza in un ambiente sicuro e solidale.
    • Altre donne ritengono che, facendo qualcosa di speciale per se stesse, riescono ad affrontare i difficili giorni dopo la gravidanza ectopica. Andando in una spa o facendo cose simili, possono alleviare la tristezza e sentirsi coccolate.
    • Allenarsi dopo che il recupero sarà terminato può essere un modo efficace per ridurre al minimo il senso di tristezza e ritrovare le energie perdute. L'attività fisica rilascia nel corpo gli ormoni del benessere, chiamati endorfine, che favoriscono naturalmente l'equilibrio emotivo. Chiedi al tuo medico quando puoi iniziare ad allenarti.
  4. 4
    Parla con il medico prima di provare a rimanere incinta di nuovo dopo una gravidanza ectopica. Ti dirà quando il tuo organismo sarà fisicamente pronto e potrà darti consigli sui potenziali rischi di un'altra gravidanza ectopica. Alcuni fattori di rischio sono il fumo, l'endometriosi, la malattia infiammatoria pelvica e una precedente gravidanza ectopica. Le donne a rischio saranno monitorate da vicino durante una successiva gravidanza al fine di poter escludere eventuali problemi e, nel caso, curarli in tempo.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute Donna
Questa pagina è stata letta 4 058 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità