Scarica PDF Scarica PDF

Le fratture da stress sono infortuni piuttosto comuni che si verificano in atleti e corridori di lunghe distanze. Si notano anche in persone che soffrono di osteoporosi quando la densità ossea è bassa, rendendo le ossa fragili e soggette a fratture. Possono essere un incubo nella carriera di qualsiasi corridore - per questo motivo è molto importante curarsi con dei professionisti, per assicurare una guarigione ottimale e poter ritornare a gareggiare.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Accelerare il Processo di Guarigione

  1. 1
    Riposati per le prime due settimane. Subito dopo una frattura, si consiglia il riposo totale. In questo periodo, dolore e gonfiore saranno al loro massimo perché la frattura è ancora fresca - qualsiasi stress aggiuntivo peggiorerà certamente la situazione.
    • Riposare non significa stare a letto e vivere come un fannullone. Riposare significa semplicemente evitare attività impegnative che possono aggiungere del carico alle ossa e ai muscoli. Evita gli esercizi con molto impatto quali il sollevamento pesi e oggetti pesanti.
    • Se l'infortunio è grave, il tuo medico o il fisioterapista potrebbe chiederti di usare le stampelle per spostarti, al fine di evitare di sostenere del peso con le ossa. È importante riposare correttamente e non camminare o portare pesi sulla gamba non appena il dolore si allevia grazie agli antidolorifici.
  2. 2
    Aggiungi del ferro alla tua dieta. Il ferro è una parte essenziale della produzione di globuli rossi. I globuli rossi sono prodotti dal midollo osseo nelle ossa, perciò hai bisogno di ferro per una guarigione rapida. Aiuta anche ad aumentare le riserve di ferro nel corpo, note come ferritina. Puoi assumere più ferro mangiando:
    • Molluschi
    • Ostriche
    • Fegato di animale
    • Noci
    • Fagioli
    • Cereali integrali
    • Tofu
  3. 3
    Aggiungi una dose giornaliera di vitamina C alla dieta. La vitamina C gioca anche un ruolo importante per la riparazione delle ossa, è responsabile della produzione di collagene, che forma i tessuti connettivi, le ossa, le cartilagini e i legamenti. Ecco alcune risorse di questa vitamina:
    • Arance
    • Limoni
    • Kiwi
    • Cavolo
    • Guava
    • Peperoni gialli
  4. 4
    In alternativa, considera se prendere integratori di ferro e vitamina C. Devi prendere il ferro insieme alla vitamina C, perché quest'ultima aumenta il grado di assorbimento del ferro nel corpo. Se la dieta non ti consente di assumere questi cibi, considera l'uso di integratori. Prendere 10 mg di ferro e 500 mg di vitamina C al giorno è sufficiente.
    • Parla con il medico su come cambiare la tua dieta seriamente. Alcuni integratori potrebbero non essere salutari per te.
  5. 5
    Mangia più prodotti caseari per il calcio. I prodotti caseari come il latte contengono molto calcio. Come sai dalle scuole elementari, il calcio aiuta a mantenere le ossa sane e a farle crescere, quindi bere qualche bicchiere di latte ogni giorno farà miracoli, assicurando al corpo la giusta quantità di calcio.
    • Consuma prodotti a basso contenuto di grassi, per non causare un picco improvviso nella pressione sanguigna o nel colesterolo. Scegli formaggi naturali, latte scremato, yogurt e formaggi magri.
  6. 6
    Assicurati di avere una dieta bilanciata. Per evitare potenziale acidità e bruciore di stomaco come effetto collaterale dei medicinali antidolorifici, devi avere una dieta sana e bilanciata. Cerca di assumere più frutta e verdura, perché questi contengono molte delle vitamine e dei minerali essenziali che migliorano il processo di guarigione delle ossa e in genere la tua salute.
    • Puoi anche prendere integratori a base di olio di pesce e multivitaminici, a patto che ne parli con il tuo medico per decidere quali prendere e in che quantità. Una quantità eccessiva non va bene, neanche per una cosa sana.
  7. 7
    Considera se farti visitare da un fisioterapista. A seconda della gravità dell'infortunio, il tuo medico potrebbe indicarti un fisioterapista che potrebbe delineare il metodo migliore per te. Questo potrebbe includere qualsiasi cosa, dagli antidolorifici agli esercizi di rinforzo, alla stecca, alle stampelle.
    • Non ci sono esercizi particolari da fare per la guarigione da frattura da stress. Il segreto sta nel fatto che dovresti mantenere un buon equilibrio tra il sovraccaricare i piedi e agevolare la guarigione tramite l'attività. Chiedere consiglio a un esperto ti aiuterà a trovare tale equilibrio.
  8. 8
    Se il medico ti prescrive degli antidolorifici, non tornare immediatamente a correre non appena il dolore sparisce. Se la frattura è localizzata e piccola, l'ortopedico potrebbe non metterti la stessa o il gesso. Potrebbe solo prescriverti alcuni antidolorifici e antiinfiammatori quali l'ibuprofene, il paracetamolo o il tramadolo, in casi di dolore intenso. Tuttavia, dovresti andarci cauto prima di decidere immediatamente di ricominciare a correre non appena il dolore va via grazie ai farmaci. Ricorda: il dolore non è andato via - è solo mascherato dalle medicine. Hai ancora bisogno di tenere a riposo la gamba.
    • Una frattura da stress può richiedere tra le 5 e le 8 settimane per la guarigione, quindi è molto importante non affrettarti, perché questo potrebbe peggiorare la tua condizione, ritardando il processo di guarigione.
    • È importante notare che alcune attività leggere con i pesi fatte 2-3 settimane dopo l'infortunio possono in qualche modo stimolare il processo di guarigione, ma bisogna tuttavia fare attenzione e chiedere consiglio a un esperto.
  9. 9
    Sii paziente. Sapendo di avere delle piccole rotture nelle ossa, devi essere paziente, perché guarire l muscolo e riparare queste fratture richiede del tempo. Può impiegare 2 settimane, 6 settimane o anche 12 settimana, a seconda della gravità della situazione. Se inizi a correre mentre c'è un minimo di dolore, non aiuterà - anzi, metterà a rischio la situazione con una frattura più seria.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Migliorare Fino a Correre

  1. 1
    Dopo le prime due settimane, riprendi degli esercizi molto blandi. Dopo questo periodo, il gonfiore e il dolore si ridurranno naturalmente. In questa fase è consigliabile iniziare lentamente. Il jogging e il nuoto sono ottimi esercizi che possono aiutare a mantenere gli esercizi cardio senza sforzare troppo i piedi.
    • Prima di iniziare qualunque tipo di esercizio, però, chiedi sempre consiglio al tuo medico, il quale controllerà e ti darà il via libera.
    • Se la riduzione del gonfiore è avvenuta fino al punto che inizi a vedere la pelle che si aggrinzisce di nuovo, è un buon segno che indica una buona guarigione.
  2. 2
    Mantieniti in forma fisica. Prima di ricominciare a correre, è importante mantenere la tua forma fisica facendo semplici esercizi quali acqua jogging, nuoto e bicicletta. Puoi farli per 3-4 volte a settimana, per 30 minuti. Se non riesci a fare nessun esercizio, non ti sforzare. Il corpo ti dirà se puoi fare attività o meno.
    • Un ottimo esercizio per corridori infortunati è l'acqua jogging, cioè cercare di correre mentre le gambe sono in acqua. Per farlo c'è bisogno di una cintura galleggiante e di scarpe da acqua, acquistabili in qualsiasi negozio sportivo. L'acqua jogging garantisce che la forza contro cui resisti in acqua non danneggi le ossa, e allo stesso tempo sarai in grado di bruciare le calorie e di fare un buon allenamento cardiovascolare.
  3. 3
    Stima se è presente un dolore moderato prima di tornare a correre. Prima di tornare alle vecchie abitudini fisiche. dovresti fare un giro di prova. Tuttavia, prima di questo dovresti valutare se c'è ancora del dolore moderato nella zona infortunata. Se il dolore è presente, anche se è moderato, non fare il giro di prova. Può solo peggiorare la condizione fisica, perché potrebbe indicare che l'osso non è ancora completamente guarito.
    • Prima torni alla tua solita attività, maggiori rischi corri. Se hai riposato solo per due settimane, preparati a dover aspettare più a lungo, se non altro per essere sicuro.
  4. 4
    Inizia con piccole corse e aumenta gradualmente ogni 3 settimane. Non puoi correre la solita distanza a cui eri abituato. Di punto in bianco. La distanza, la frequenza e la durata non dovrebbero essere aumentate tutte allo stesso tempo. Puoi provare ad aumentarne una o due, ma mai tutte e tre per mantenerti in forma. Aumentarne troppo una può causare problemi ai muscoli e al corpo, perché il corpo non è più abituato alle tue vecchie attività.
    • Si consiglia di alternare la camminata alla corsa per abituare i muscoli e il corpo. Puoi correre per 3 giorni a settimane alterne. Evita di correre per 3-4 giorni di fila, questo potrebbe creare un infortunio ai muscoli e alle ossa. Dopo 1 mese puoi correre ogni 2 giorni, con 1 giorno di pausa. Con questo tipo di programma puoi tornare alle tue vecchie abitudini di corsa.
  5. 5
    Applica una borsa del ghiaccio dopo l'attività, se senti un dolore moderato. Se hai riposato per 3 mesi e senti del dolore moderato dopo aver corso, non significa che devi fermarti di nuovo. Potrebbe essere dovuto al dolore fantasma[1] . Applica una borsa del ghiaccio per 15 minuti sulla zona finché il dolore non scompare. Se scompare, vuol dire che stai bene. Si tratta solo di un piccolo inconveniente che dovrai affrontare.
    • Se il dolore aumenta e continua durante la corsa, devi andare dal medico. Tuttavia, se è solo un dolore fantasma, sarà sporadico (va e viene) e varierà la zona e l'intensità durante la corsa. Alla fine andrà via man mano che continui a correre, quindi sentiti libero di mantenere una prospettiva positiva nella tua vita da corridore.
    • Evita di avere paura e di pensare costantemente ai brutti ricordi, perché un dolore fantasma ha a che fare con la mente. Potrebbe esserci dolore solo a causa dei pensieri.
  6. 6
    Non forzare niente. La prossima volta che ti impegni in lunghe attività di corsa, è meglio prendere delle precauzioni per evitare nuove fratture. Osserva la superficie dove corri. È confortevole per i piedi, le caviglie e le gambe? Se non riesci più a sopportare la stanchezza causata dalla corsa, è meglio fermarsi e riposare per un po'. Meglio non spingerti troppo oltre, non vorrai procurarti un'altra frattura.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Comprendere la Tua Condizione

  1. 1
    Comprendi cosa è una frattura da stress rispetto ad altri infortuni. Come dice il nome, una frattura che avviene a causa di uno stress ripetuto e di sforzi eccessivi alle ossa è detta frattura da stress. Ovviamente, tali sforzi sono riscontrabili comunemente tra i corridori. Di solito si procurano piccole e a volte multiple rotture nelle ossa, particolarmente in quelle del piede (dette ossa metatarsali) e altre ossa delle gambe che portano il peso.[2]
    • Questa condizione può accadere a chiunque, specialmente a chi è fisicamente attivo. Quando cammini, il corpo assorbe forze 2 volte il tuo peso e quando corri si applica una forza ancora maggiore sul tuo corpo e sulle ossa. Ecco perché avvengono le fratture da stress: perché il corpo assorbe grandi forze ripetute che le ossa non possono più sostenere.
  2. 2
    Cerca di riconoscere i sintomi. Nonostante possano non esserci sintomi significativi come in un caso di frattura grave, quella da stress è caratterizzata dalla presenza di un dolore costante intorno alla zona della frattura. Questo peggiorerà durante l'attività fisica e a volte anche mentre si cammina o si sta in piedi a lungo. Il gonfiore intorno alla zona della frattura è anche comune.
    • Alcuni hanno anche arrossamento e infiammazione intorno alla zona dolorante dell'osso.
  3. 3
    Se hai uno qualsiasi di questi sintomi, vai dal medico. Per tutte le fratture da stress, dalle minori a quelle più gravi, si consiglia di andare subito dal medico. Il medico ti visiterà e richiederà una TAC o risonanza magnetica.
    • Una semplice radiografia a volte non aiuta a individuare una frattura da stress, a causa della grandezza minima della rottura presente.
    • Le fratture da stress non dovrebbero essere lasciate al tuo giudizio. Se c'è dolore, deve essere trattato da un medico.
    Pubblicità

Consigli

  • Le fratture da stress possono avvenire alla tibia, al femore, alla caviglia o al piede.
  • Potresti avere bisogno di stampelle o di supporti speciali per aiutarti nel processo di guarigione.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Correre
Esercitare i Muscoli della TibiaEsercitare i Muscoli della Tibia
Offrire le Cure di Primo Soccorso in Caso di FratturaOffrire le Cure di Primo Soccorso in Caso di Frattura
Trattare una Frattura da Stress al PiedeTrattare una Frattura da Stress al Piede
Identificare una FratturaIdentificare una Frattura
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Curare un Dito Insaccato
Pubblicità

Riferimenti

  1. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/stress-fractures/basics/lifestyle-home-remedies/con-20029655
  2. http://www.emedicinehealth.com/stress_fracture/article_em.htm
  3. Maheshwari’s Essential Orthopaedics – J. Maheshwari, Jaypee Publishers Ltd.
  4. Oxford Handbook of Clinical Specialities

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 14 273 volte
Questa pagina è stata letta 14 273 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità