Come Riuscire a Dormire Quando sei Malato

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Quando ci ammaliamo, non c'è niente di più esasperante che sentirci sfiniti e non riuscire a dormire. Il riposo è fondamentale perché permette al corpo di combattere lo stato di malessere, quindi un bel sonno ristoratore è un elemento fondamentale in tali circostanze. Se sei adulto e fai fatica ad addormentarti quando ti ammali, cerca di alleviare i sintomi che più ti affliggono al momento di andare a letto, crea un'atmosfera rilassante per assopirti e scegli i farmaci giusti.

Parte 1 di 4:
Alleviare i Sintomi Prima di Coricarsi

  1. 1
    Impara a curare la febbre. La febbre viene considerata una difesa dell'organismo necessaria a combattere le infezioni, quindi a meno che non superi i 39 °C (nei soggetti adulti), è preferibile lasciare che faccia il suo corso anziché cercare di abbassarla. Tuttavia, esistono alcune misure che ti permettono di rendere la febbre alta più sopportabile prima di andare a letto.
    • Se è molto alta (oltre i 39 °C), prova l'ibuprofene, il paracetamolo o l'aspirina. Assicurati di assumere la dose corretta del medicinale seguendo le indicazioni riportate nel foglietto illustrativo e chiama il medico se supera i 39,5 °C o se dura più di tre giorni.[1]
    • Se non è molto alta, indossa un pigiama più leggero, togli le coperte e dormi solo con le lenzuola oppure coricati nudo se ti sembra più confortevole. Puoi anche andare a letto con i capelli umidi o mettere un panno bagnato sulla fronte o sul collo mentre dormi, a patto di non sentire troppo freddo.
  2. 2
    Cura la tosse. Gli attacchi di tosse compromettono la qualità del sonno. Prova ad assumere una posizione più diritta usando qualche cuscino in più mentre dormi, altrimenti coricati di fianco per evitare che i liquidi si accumulino nei polmoni.
    • Prima di andare a letto, prova a prendere un cucchiaio di miele per proteggere la gola. Puoi anche aggiungerlo in una tisana per alleviare la tosse durante il sonno.
    • Se la tosse è grassa, ovvero accompagnata dalla produzione di catarro, prendi un farmaco espettorante per stimolare l'espulsione delle secrezioni accumulate nel tratto respiratorio circa un'ora prima di coricarti.
    • Puoi anche provare a usare un sedativo della tosse o un unguento balsamico, come Vicks Vaporub.
  3. 3
    Allevia i dolori muscolari prima di andare a letto. È molto difficile prendere sonno quando ti fa male da qualche parte, che si tratti di un'influenza, una lesione o un'infezione. Calmando il dolore, potrai addormentarti più facilmente e riposare più a lungo.
    • Prendi un antidolorifico, come l'ibuprofene o il paracetamolo, mezz'ora prima di coricarti.
    • Se il dolore persiste, prova con il calore. Metti una borsa dell'acqua calda sulle zone doloranti. Procurati un termoforo elettrico con impostazioni di riscaldamento e timer per utilizzarlo in tutta sicurezza quando vuoi andare a letto.
  4. 4
    Tratta il mal di gola. Non è facile addormentarsi con il mal di gola perché sembra peggiorare puntualmente quando ci si corica.
    • Prima di andare a letto, bevi una tisana calda a base di limone e miele. Ad esempio, puoi prepararne una camomilla o una tisana al lampone, aggiungendo qualche fetta di limone nell'acqua calda e un paio di cucchiaini di miele. Il calore ti aiuterà ad alleviare il mal di gola, quindi puoi scegliere qualunque tipo di tisana a patto che l'infuso non contenga teina.
    • Comincia a prendere un antidolorifico a lunga durata d'azione, come l'ibuprofene, circa 30 minuti prima di andare a letto. Quando devi stenderti, prova a nebulizzare un anestetico locale per la gola. Smorzerà temporaneamente il dolore permettendoti di prendere sonno.
    • Tieni un bicchiere d'acqua sul comodino per mantenerti idratato. Fai un sorso ogni volta che ti svegli durante la notte. Stringi un orsacchiotto o un impacco caldo per distrarti. Prendi un po' di miele per lenire il mal di gola.
  5. 5
    Allevia la nausea e il mal di stomaco. Alcuni sintomi gastrointestinali, come il gas, il gonfiore, la nausea, il vomito e la diarrea, possono tenerti sveglio tutta la notte. Prendi un farmaco adatto prima di andare a letto per sentirti meglio.
    • Per combattere la nausea, puoi anche provare a bere una tisana allo zenzero. Se hai a disposizione zenzero e limone fresco, tagliali a fettine e mettili in infusione in 240 ml di acqua bollente per cinque minuti. Aggiungi un po' di miele e sorseggia lentamente prima di andare a letto. Questo infuso ti aiuterà a calmare lo stomaco.
    • Se hai un termoforo, dormi raggomitolato attorno all'impacco caldo. In caso contrario, riempi una calza con mais secco o riso crudo e annoda saldamente l'estremità, dopodiché riscaldala nel microonde per un minuto. Il contenuto si manterrà caldo e fungerà da cuscinetto riscaldante.
  6. 6
    Calma la rinorrea o la congestione nasale. Se il naso gocciola o è congestionato, è più difficile respirare e, quindi, dormire. Prova queste soluzioni quando vai a letto:
    • Solleva la testa aggiungendo uno o due cuscini. Che si tratti di rinorrea o congestione nasale, questa posizione favorirà il drenaggio dei seni paranasali mentre dormi, facilitando la respirazione.
    • Esegui un'irrigazione nasale con il lota neti o applica una soluzione salina in spray prima di andare a letto. In seguito, soffia il naso, prendi un farmaco per alleviare la rinorrea o la congestione, quindi tieni un pacchetto di fazzoletti sul comodino. Probabilmente dovrai soffiare il naso tutta la notte, ma il farmaco dovrebbe fluidificare il muco.
    • Se sei congestionato e hai difficoltà a respirare col naso, applica sulle labbra uno doppio strato di balsamo o vaselina e cerca di respirare con la bocca mentre dormi.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Adottare le Giuste Misure per Dormire Bene

  1. 1
    Non prendere farmaci che possono agitarti prima di andare a letto. Se gli antistaminici ti tengono sveglio, assicurati di prendere l'ultima dose qualche ora prima di coricarti. L'ideale sarebbe assumere un farmaco che non stimoli l'attività cerebrale, ma a volte non esistono valide alternative. La cosa migliore da fare è sperare che la risposta dell'organismo al medicinale si riduca prima di andare a letto.
  2. 2
    Assumi la posizione corretta per dormire se sei congestionato. Quando sei sdraiato, il sangue non è costretto a contrastare la forza di gravità per arrivare nelle vene e nei tessuti infiammati del naso. Questo è il motivo per cui potresti sentire la necessità di sederti ogni tanto sul letto, per liberare il naso quando hai il raffreddore.[2]
    • Solleva la testa e il torace con qualche cuscino quando cerchi di addormentarti, permettendo alla forza di gravità di tenere a bada l'infiammazione nasale.
  3. 3
    Usa uno spray nasale prima di andare a letto. Il naso chiuso ti impedisce di respirare bene, ma anche di riposare correttamente quando sei raffreddato. Usa uno spray nasale poco prima di coricarti e applicalo più volte in base alle necessità durante tutta la notte, per mantenere libere le cavità nasali.
    • Gli spray decongestionanti alleviano l'infiammazione dei seni e dei tessuti del naso. Puoi comprarli senza ricetta medica, ma non vanno utilizzati per un periodo di tempo prolungato, al massimo tre giorni.[3]
    • Gli spray nasali a base di soluzione salina non contengono sostanze in grado di alleviare l'infiammazione, ma sciolgono efficacemente il muco e facilitano l'espulsione delle secrezioni. Puoi usarli tutte le volte che ne hai bisogno.
    • Se i principi attivi dei prodotti in spray ti tengono sveglio, i cerotti nasali sono un'ottima alternativa.
  4. 4
    Bevi qualcosa di caldo poco prima di coricarti. A volte, il malessere può debilitarti al punto da farti perdere l'appetito e la voglia di bere, ma è importante mantenere il corpo idratato se vuoi guarire velocemente. Tuttavia, la cosa più importante per dormire bene è bere qualcosa di caldo poco prima di andare a letto perché ti aiuta ad alleviare il mal gola, inibire la tosse e sciogliere il muco che congestiona le vie aeree ostacolando la respirazione.[4]
    • Evita bevande contenenti caffeina o teina, come caffè e tè, perciò opta per la versione decaffeinata o deteinata della tua bevanda preferita.
    • Al supermercato puoi trovare delle tisane particolarmente efficaci per combattere il raffreddore addizionate con vitamina C o echinacea.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Creare un Ambiente Favorevole al Sonno

  1. 1
    Accendi l'umidificatore in camera da letto. Si tratta di un dispositivo che, producendo vapore acqueo, aumenta il livello di umidità nell'ambiente circostante. L'aria umida aiuta a sciogliere il muco, facilitando il passaggio dell'aria attraverso le vie nasali mentre dormi.[5]
    • Tuttavia, il rumore prodotto dall'umidificatore potrebbe tenerti sveglio, scegli quindi un apparecchio silenzioso. Se devi comprarlo, leggi le recensioni online per acquistarne uno poco rumoroso.
    • Prova a posizionarlo appena fuori la camera da letto in modo da garantirti ugualmente l'umidità, ma con meno rumore.
  2. 2
    Imposta il termostato del riscaldamento a una temperatura moderatamente bassa, ma senza esagerare. Le temperature estreme, siano esse troppo alte o troppo basse, impediscono di dormire bene. Nel corso della giornata il cervello, che regola le condizioni termiche del corpo in maniera inconsapevole, cerca di raggiungere temperature interne differenti rispetto a quando si dorme. Quindi, riducendo leggermente il calore in camera da letto, aiuti l'organismo ad abbassare la temperatura interna e riposerai meglio.[6] L'ideale sarebbe una temperatura di 20 °C.
  3. 3
    Dormi al buio. Potresti anche pensare che leggere un libro o guardare la TV ti aiuti a prendere sonno, ma in entrambi i casi la luce rischia di tenerti sveglio fino a tardi. Nel momento in cui gli occhi la assorbono e la elaborano, il sistema nervoso stimola le parti del cervello che regolano gli ormoni e la temperatura corporea. Di conseguenza, i meccanismi chimici che avvengono nell'organismo mantengono alta la soglia di attenzione e diventa più difficile riuscire ad addormentarsi.[7]
    • Quando devi andare a letto, spegni tutte le fonti luminose e copri ogni dispositivo elettronico che emana luci intermittenti perché mantengono attivo il cervello.
    • Smetti di usare tutti i dispositivi elettronici – tra cui telefono cellulare, tablet e laptop – almeno mezz'ora o addirittura qualche ora prima di coricarti, perché la luce blu emessa dagli schermi ti tiene sveglio.
  4. 4
    Rendi l'ambiente circostante tranquillo e rilassante. Se qualcun altro in casa ascolta musica o guarda la TV, chiedigli di abbassare il volume quanto basta per non sentirlo dalla camera da letto. Meno distrazioni ci sono, più possibilità avrai di prendere sonno.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Scegliere i Farmaci Corretti

  1. 1
    Impara a conoscere le tue reazioni ai farmaci. Anche se il foglietto illustrativo descrive bene gli effetti collaterali e le risposte ai farmaci, devi prestare attenzione al modo in cui si comporta il tuo organismo quando assumi determinate sostanze.
    • Ad esempio, con gli antistaminici alcune persone riescono a dormire, mentre altre lamentano una strana insonnia.
  2. 2
    Evita i farmaci per il raffreddore e l'influenza a base di efedrina o pseudoefedrina.[8] Per sapere effettivamente che cosa contengono, dovresti leggere la composizione chimica riportata nella confezione, ma evita comunque questa classe di medicinali se stai cercando di dormire bene. Sebbene i decongestionanti aiutino a respirare meglio, sono anche leggermente stimolanti e possono tenerti sveglio.
  3. 3
    Interpreta le indicazioni scritte sulla confezione.[9] Le confezioni dei medicinali da banco riportano spesso delle scritte che hanno il compito di attirare il consumatore anziché di informarlo. Quindi, è importante riconoscere la differenza tra determinate diciture, come "non causa sonnolenza", "per la notte" o "per il giorno".
    • I farmaci che "non causano sonnolenza" non contengono ingredienti che inducono il sonno. Tuttavia, questo non vuol dire che siano formulati specificamente per tenerti sveglio o per impedirti di addormentarti. Non devi neanche dedurre che non provochino nessun effetto: per esempio, molti contengono pseudoefedrina.
    • I medicinali "per la notte" contengono sostanze atte a indurre il sonno. Devi fare attenzione a non mischiarli o superare le dosi consigliate. Se stai già prendendo questa classe di farmaci per trattare la febbre o i dolori, non assumerne altri per gestire gli stessi sintomi.
    • I medicinali "per il giorno" spesso producono gli stessi effetti di quelli che "non causano sonnolenza" oppure possono contenere caffeina per aumentare la soglia di attenzione. Leggi con cura il foglietto illustrativo per conoscerne il contenuto. Non dare per scontato che questa classe di farmaci sia formulata solo per non creare sonnolenza. Se l'assumi prima di andare a dormire, potrebbe tenerti sveglio.
  4. 4
    Diffida dei farmaci "per la notte" in generale.[10] Sebbene possano farti addormentare velocemente, non garantiscono un bel sonno ristoratore. Inoltre, l'alcol presente in alcune composizioni può disidratarti mentre dormi, rallentando il processo di guarigione.
    • Alcuni di questi medicinali possono creare dipendenza. L'uso prolungato rischia di compromettere la qualità del sonno.
    Pubblicità

Consigli

  • Cerca di dormire a sufficienza affinché il corpo abbia la possibilità di combattere la malattia. Non andare a letto troppo tardi e non alzarti troppo presto.
  • Non trattenere il vomito. Si tratta di un meccanismo naturale attraverso cui l'organismo si libera degli agenti patogeni. Dopo aver vomitato, bevi un po' d'acqua per pulire la bocca.
  • Se vomiti, fai una doccia veloce prima di tornare a letto.
  • Non lavare i denti subito dopo aver vomitato perché rischi di danneggiarli ulteriormente.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 5 609 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità