Come Rivestire una Parete di Piastrelle in Ceramica

In questo Articolo:Preparazione della parete e delle piastrelleApplicare le piastrelleStuccare le piastrelle5 Riferimenti

Le piastrelle in ceramica sono un materiale versatile e durevole che può essere posato sul pavimento o usato come rivestimento delle pareti praticamente in qualunque locale, ma soprattutto in bagni e cucine. Una parete rivestita di piastrelle resiste all'umidità e ai graffi molto meglio di una parete nuda o rivestita di altri materiali, ed è la soluzione ideale per ambienti umidi come bagni e cucine, dove le pareti sono anche esposte a schizzi di acqua o cibo. Imparare come rivestire una parete di piastrelle è un lavoro alla portata di tutti coloro che siano anche solo mediamente esperti. Il procedimento non richiede che alcuni strumenti e materiali di lavoro.

Parte 1
Preparazione della parete e delle piastrelle

  1. 1
    Accertati che la parete sia pronta per procedere. Togli ogni rivestimento precedente e oggetti quali coperchi di prese elettriche e controlla se la parete sulla quale andrai a lavorare è strutturalmente solida. Questo è essenziale, perché una parete rovinata o debole può causare deformazioni, crepe o anche crollare.
    • Verifica se sulla parete vi siano segni di muffa o di danni: le crepe ad esempio sono spesso un segnale di fragilità della parete che potrebbe richiederne il rifacimento.
    • Esercita pressione sulla parete, soprattutto in prossimità dei chiodi. Se vedi che si briciola o sembra debole, può rendersi necessario un intervento preliminare sulla struttura.
    • Se stai per rivestire una superficie di grandi dimensioni, ricorda di non applicare le piastrelle direttamente sul muro a secco ma di usare dei pannelli come prefondo.[1] I pannelli vengono installati come pareti di cartongesso (con dei chiodi), ma sono fatti di materiali più resistenti all'acqua ed eviteranno che la parete rivestita si deformi o screpoli.
  2. 2
    Usa una livella e un metro per misurare l'area da rivestire. Segna delle linee intermedie sull'area da rivestire.[2] Trova il punto intermedio sia in orizzontale che in verticale, ti aiuterà a mantenerti in linea mentre applichi le piastrelle e divide l'area in sezioni.
    • Non pensare mai che gli infissi di una stanza, della vasca, del lavandino (o anche del soffitto) siano perfettamente livellati. Raramente lo sono, ed è per questo che è importante affidarsi a una livella.
  3. 3
    Sulla parete segna i vari punti usando un marcatore a filo con gesso. Con il marcatore segnati le linee di mezzo e quelle verticali che hai appena misurato. Se non hai mai usato un marcatore a filo con gesso, non preoccuparti, è semplice. Applica un chiodo a una estremità dell'area che hai contrassegnato, attacca il filo, tiralo e poi lascialo a schiocco. Questo lascerà sulla parete una linea dritta. Verifica pure con la livella ma vedrai che la linea lasciata è molto accurata.
    • Puoi anche usare una corda normale e segnare a mano la linea col gesso, ma usare un marcatore, che puoi comprare per pochi euro, è solitamente molto più veloce.
  4. 4
    Prepara e taglia le piastrelle usando una sega circolare diamantata ad acqua. Disponi a secco le piastrelle per essere sicuro che il risultato che otterrai sia conforme a quanto desideri. Quando sei soddisfatto della disposizione, cerca di immaginare come far combaciare angoli e punte alla parete. In certe zone avrai probabilmente bisogno di solo una parte della piastrella, che sarà quindi necessario tagliare su misura. Misura quanto spazio ti serve per ogni fila di piastrelle, quanto spazio ti rimane e poi taglia le piastrelle usando una sega diamantata ad acqua.
    • Ad esempio, supponiamo che la tua parete misuri 1,5 metri e le piastrelle 14 cm con uno spazio fra l'una e l'altra di 6 mm. Per coprire lo spazio avrai bisogno di 10,4 piastrelle per ogni fila, il che significa 10 piastrelle intere e una tagliata a 4 cm.
    • Se non possiedi una sega diamantata ad acqua, potresti noleggiarne una presso il tuo negozio di ferramenta. Puoi anche usare una taglierina per piastrelle, ma probabilmente rischieresti di trovarti con piastrelle sbriciolate, quindi scegli questa opzione solo se stai usando delle piastrelle a basso prezzo. [3]
    • Disporre a secco le piastrelle è molto importante, se queste devono dare forma a un disegno, e sicuramente vorrai evitare di commettere errori o di dover spendere troppo tempo a pensare quando il mastice sarà già applicato alla parete.
    • Puoi verificare il tuo disegno creando un telaio di layout che può essere fatto con qualsiasi legno liscio e livellato. Appoggia le piastrelle su un pavimento, e con una matita contrassegna i giunti delle piastrelle sul telaio. Usa poi il telaio per verificare la disposizione delle le piastrelle sulla parete.
  5. 5
    Installa un correntino per essere certo che la prima fila sia dritta. Quando hai tutto pronto, installa un correntino, ti servirà per essere certo che la prima fila sia perfettamente dritta. Si tratta di un pezzo di legno che userai come un righello per posizionare la prima fila di piastrelle. Allinea l'angolo superiore del legno in modo che segua esattamente la linea intermedia che avevi contrassegnato e inchiodalo al pannello di fondo. Dopo l'applicazione delle piastrelle lo potrai rimuovere facilmente.
    • Controlla che tutto sia livellato prima di applicare le piastrelle sul correntino. Mentre posizioni le piastrelle continua a controllare che siano a livello, perché il correntino potrebbe avere qualche lieve irregolarità.

Parte 2
Applicare le piastrelle

  1. 1
    Mescola la malta. Per applicare le piastrelle hai bisogno di uno strato sottile di malta. In linea generale bisognerebbe seguire le istruzioni del produttore, ma diciamo che la norma sarebbe quella di mettere la polvere in un secchio e aggiungere lentamente acqua fino a ottenere una consistenza cremosa.
    • Dopo averla mescolata, dovresti anche far "raffreddare" la malta. Questo significa lasciarla a riposo per 10-15 minuti e poi tornare a mescolarla. Adesso è pronta per l'uso.
  2. 2
    Applica la malta. Lavora in un'area che copra grossomodo 60x90 cm[4] applicando la malta con una cazzuola dentellata. Con movimenti lunghi e lenti passa la cazzuola leggermente in diagonale rispetto alla parete, in modo che i denti possano scendere in profondità creando dei solchi nella malta. La direzione delle scanalature non è importante, ma le linee dovrebbero essere più o meno parallele.
    • La misura della cazzuola dipenderà dalla misura e dal tipo di piastrelle che stai usando[5]. Per piastrelle mediamente piccole, che sono quelle più comuni, puoi usare una cazzuola dentellata 4x12 cm.
    • Per controllare se la malta è mescolata e applicata correttamente fai una prova con una piastrella. Applica la malta su una piccola superficie e appoggia una piastrella, poi toglila e osserva il retro. Se vedi chiaramente delle linee significa che la malta è troppo secca. Se vedi dei cumuli informi la malta è troppo umida.
  3. 3
    Applica le piastrelle alla parete. Con la malta pronta puoi cominciare ad applicare le piastrelle. Usa un movimento a torsione per sistemarle, attaccandole sulla piccola area che avevi preparato per verifica. Inserisci i distanziatori man mano che procedi. Questi sono di norma a forma di croce, e vengono piazzati agli angoli, ma se hai delle piastrelle dalla sagoma insolita dovrai improvvisare inserendo solo un braccio fra le piastrelle e lasciando fuori il resto del distanziatore.
    • Se, mentre le stai posizionando, la malta esce da sotto le piastrelle, significa che ne hai applicata troppa e dovrai usare una cazzuola più piccola.
    • Controlla l'allineamento delle piastrelle mentre procedi. In questo caso ti sarebbe molto utile una livella a laser.

Parte 3
Stuccare le piastrelle

  1. 1
    Scegli e mescola lo stucco. Dovrai scegliere quale stucco sia idoneo per il tuo progetto dipendentemente dalla dimensione delle fughe fra una piastrella e l'altra. Mescola lo stucco seguendo le istruzioni sulla confezione accertandoti di includere anche qualunque additivo ti serva. Normalmente inizierai con dell'acqua in un catino, alla quale aggiungerai la polvere fino a ottenere un impasto che abbia la consistenza del dentifricio. Mescola solo la quantità che sai di poter usare nei successivi 20 minuti, altrimenti lo stucco si seccherà.
    • Lo stucco sabbiato viene usato per fughe superiori ai 3 mm.
    • Lo stucco non sabbiato viene usato per fughe inferiori ai 3 mm.
    • Nel tuo negozio di fiducia potrai trovare ogni genere di additivo, da quello che impermeabilizza lo stucco a quello che ne cambia il colore per abbinarlo alla tonalità delle piastrelle.
  2. 2
    Applica lo stucco usando un frattazzo. Ora applica lo strucco (con un frattazzo) coprendo un'area di circa 100x100 cm o qualunque altra superficie che tu possa stuccare nel giro di 20 minuti. Manovra il frattazzo a un angolo di 45° e con movimenti diagonali premi lo stucco all'interno delle fughe.
    • Non applicare lo stucco in senso parallelo alle fughe, perché rischieresti di farlo tornare fuori.
    • Puoi risparmiarti tempo se usi il frattazzo per rimuovere il più possibile gli eccessi di stucco dalle piastrelle.
  3. 3
    Pulisci lo stucco. Dopo aver fatto riposare lo stucco per una ventina di minuti, pulisci le piastrelle usando una spugna umida per toglierne gli eccessi dalla superficie. Pulisci una piccola area, lava la spugna e poi continua a pulire.
    • La cosa migliore sarebbe pulire subito dopo aver ultimato ogni zona ristretta, ma puoi anche pulire dopo averne fatte due o quattro. Ricorda comunque che più aspetti e più sarà difficile togliere lo stucco, e il risultato finale potrebbe non avere un aspetto molto professionale.
  4. 4
    Lascia riposare. Adesso lascia riposare lo stucco per 3 ore o per tutto il tempo consigliato dalle istruzioni del prodotto. Accertati solo che l'area rimanga asciutta e che vi sia una ventilazione adeguata.
    • Alcuni additivi rallentano il tempo necessario allo stucco per rapprendersi. Controlla le istruzioni e verifica se vi siano indicazioni relative al periodo di riposo.
    • Dopo aver lasciato che lo stucco rapprenda, pulisci tutti i residui rimasti. Puoi usare dei vecchi calzini o uno straccio asciutto.
  5. 5
    Sigilla lo stucco. Adesso che hai applicato le piastrelle, sarebbe bene passare sullo stucco un sigillante per evitare la formazione di muffa nelle fughe. Questa operazione andrebbe ripetuta regolarmente ogni anno (preferibilmente ogni sei mesi). Ci sono diversi tipi di sigillante, ma di base si tratta di cere che vengono applicate con movimenti circolari usando uno straccio.
    • Puoi anche comprare del sigillante già pronto da spazzolare o in spray.
    • Non applicare sigillanti su piastrelle non smaltate o non verniciate. Potrebbe venire assorbito e macchiare le piastrelle.

Consigli

  • Se sopra la malta noti la formazione di una pellicola, non installare le piastrelle. Grattala via usando un raschietto da pittura e applica della malta fresca prima di continuare.
  • In ambienti umidi sarebbe meglio applicare una striscia di silicone che impermeabilizzi i bordi dell'installazione delle piastrelle.
  • Le piastrelle in ceramica possono essere applicate quasi su ogni superficie, su pareti rifinite o non rifinite. Ma per ottenere una migliore adesione sarebbe meglio applicare un prefondo in cemento.

Cose che ti Serviranno

  • Cacciavite a testa piana
  • Carta abrasiva a grana grossa
  • Panno
  • Acqua
  • Malta adesiva o mastice per piastrelle
  • Cazzuola dentata a V
  • Piastrelle in ceramica
  • Distanziatori per piastrelle
  • Taglierino per piastrelle
  • Stucco per piastrelle
  • Frattazzo di gomma per stucco
  • Spugna

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Manutenzione Domestica | Fai da Te

In altre lingue:

English: Install Ceramic Wall Tile, Español: colocar baldosas de cerámica en una pared, Русский: выложить стены керамической плиткой, Português: Instalar Azulejos de Cerâmica, Deutsch: Fliesen auslegen, Français: poser un carrelage mural en céramique, Bahasa Indonesia: Memasang Ubin Keramik di Dinding

Questa pagina è stata letta 4 385 volte.
Hai trovato utile questo articolo?