Come Saltare la Scuola e Rimanere a Casa

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 12 Riferimenti

In questo Articolo:FingereNon FingereTardare IntenzionalmenteOccuparsi della Burocrazia

Rimanere a casa in un giorno di scuola non è facile. Se hai intenzione di fingere una malattia, un giorno di "vacanza" dalla scuola richiede preparazione e buone doti di recitazione. Anche se avessi un buon motivo per non andare a lezione, i compiti e i testi da studiare si accumulerebbero. Alcuni giorni, però, non puoi fare a meno di una pausa! Ecco allora dei consigli per convincere i tuoi genitori a farti rimanere a casa, per motivi reali o immaginari.

1
Fingere

  1. 1
    Comincia la messinscena in anticipo. I tuoi genitori saranno più propensi a credere alla tua malattia se comincerai a fingere dalla sera precedente.[1]
    • Prima cominci a recitare, più tempo avrà la tua malattia per progredire. Cerca di apparire affaticato il pomeriggio prima del giorno di assenza. Ad esempio, invece di correre fuori a giocare quando torni a casa da scuola, rimani in camera e dai l'impressione di essere stanco.
    • Quando sei con i tuoi genitori, cerca di apparire apatico. Dovrebbero avere l'impressione che tu sia stanco o che ci sia qualcosa che non va. Di sera, non seguire le tue normali abitudini. Se guardi la televisione, sdraiati e assumi un aspetto disinteressato e avvilito. Dovresti andare a letto prima del solito, assicurandoti che i tuoi genitori lo notino.
    • Puoi rendere la tua messinscena ancora più credibile, mangiando poco a cena o fingendo dei crampi allo stomaco dopo aver ingerito un boccone. Spiega che non ti senti bene e salta il dolce. Potresti chiedere ai tuoi genitori del tè caldo, per "calmare lo stomaco".
    • Racconta ai tuoi genitori che un tuo compagno di scuola ha vomitato in classe o era assente. Assicurati che non si tratti di un ragazzo che conoscono. Queste informazioni dovrebbero convincerli che a scuola è presente qualche malattia contagiosa.
  2. 2
    Mostra dei sintomi. I sintomi esterni vistosi, come le irritazioni della pelle, sono piuttosto difficili da simulare, perciò concentrati sulle manifestazioni visibili di problemi di salute interni.
    • Frequenti visite al bagno possono dare l'impressione che tu abbia un virus intestinale. Alzati di corsa e usa più volte il gabinetto, per far credere ai tuoi genitori che hai la diarrea o un'intossicazione alimentare.
    • Se decidi di fingere un'emicrania, dovresti apparire sensibile alla luce e ai suoni forti, dire che ti pulsa la testa e che hai la nausea.[2] Evita di guardare la televisione o di ascoltare la musica.
    • Per fingere un mal di gola, comportati come se avessi difficoltà a deglutire e chiedi ai tuoi genitori del tè caldo o dei cibi freddi.[3] Mangia alcune pastiglie per la gola ed evita di parlare per quanto possibile, insistendo che provi dolore quando ti viene chiesto perché sei così silenzioso. Considera se dare anche qualche finto colpo di tosse.
    • Spiega che i tuoi sintomi si sono sviluppati durante la notte. Dovresti cominciare a tossire o andare in bagno tra la mezzanotte e le sei di mattina.
  3. 3
    Sii discreto, ma convincente. Uno degli errori più grandi che puoi fare è esagerare con la messinscena. Se fingessi di stare male in modo troppo drammatico, i tuoi genitori potrebbero mangiare la foglia.
    • Di solito è meglio fingere di avere una malattia semplice piuttosto di una che provoca sintomi verificabili. Imitare il suono dei conati di vomito, ad esempio, è una mossa rischiosa, perché i tuoi genitori potrebbero coglierti sul fatto mentre fingi. Per lo stesso motivo, anche infilare il termometro in qualcosa di caldo può essere una cattiva idea.
    • Non protestare troppo se i tuoi genitori suggeriscono che dovresti rimanere a casa da scuola. Potresti pensare che, dimostrandoti preoccupato di perdere delle lezioni, la tua messinscena sembri più convincente, o che accettare di buon grado un giorno di vacanza sia un atteggiamento sospetto, ma se ti senti davvero male come dici, probabilmente i tuoi genitori non dovrebbero fare molta fatica per convincerti a restare a casa. Esita prima di accettare, ma non comportarti come se fossi preoccupato di perdere un giorno di scuola, soprattutto se le assenze non sono mai state un problema per te.
  4. 4
    Non riprenderti troppo in fretta. Non dimenticare mai che i tuoi genitori possono trascinarti a scuola in ritardo, se pensano che tu stia meglio o se scoprono che il tuo malessere era solo una finzione. Se hai intenzione di rimanere a casa da scuola con un finto malanno, dovrai fingere per tutto il giorno.
    • Dovresti riprenderti gradualmente nel corso della giornata. Riposati e affronta i tuoi impegni con calma. Di pomeriggio, dovresti dire che cominci a stare meglio ma che non ti senti del tutto a posto. In tarda serata, il tuo recupero potrebbe essere quasi completo.
  5. 5
    Evita di fingerti malato troppo spesso. Se mentissi molto frequentemente sul tuo stato di salute, i tuoi genitori potrebbero non crederti quando sarai veramente malato e avrai davvero bisogno di restare a casa.

2
Non Fingere

  1. 1
    Comunica ai tuoi genitori che ti senti male. Questa è la ragione più comune per cui gli studenti non vanno a scuola. Se non ti senti bene o credi di avere qualche problema di salute, parla con i tuoi genitori e chiedi di restare a casa.
    • Molte scuole chiedono agli alunni di rimanere a casa in occasione di malattie o altre patologie contagiose. Non andando a scuola potrai recuperare la salute e prevenire la diffusione delle malattie nell'istituto.
    • Di solito, dovresti rimanere a casa se hai la febbre, i brividi, se vomiti, se hai la diarrea, la nausea, il mal di gola, problemi a deglutire, irritazioni della pelle, vesciche insolite, arrossamenti insoliti, mal d'orecchi, mal di testa medio o intenso, indolenzimenti muscolari di media entità, dolori muscolari, respirazione affannosa, difficoltà respiratorie, occhi rossi e che bruciano o i pidocchi.[4]
    • Potresti decidere di restare a casa anche se tossisci, starnutisci o sei congestionato.
    • Rimani a casa, se possibile, finché non presenti più sintomi, senza assumere farmaci, per almeno 24 ore.
  2. 2
    Resta a casa dopo una tragedia.[5] Se di recente hai perso un familiare, un amico o un'altra persona a te cara, il cordoglio è un motivo legittimo per non andare a scuola. Sii sincero e spiega ai tuoi genitori quanto la scomparsa di quella persona ti abbia colpito.
    • Se la tragedia ha colpito te ma non i tuoi genitori, potresti avere il timore che essi non capiscano il tuo lutto. Ricorda, però, che il cordoglio è un sentimento universale e che quasi tutte le persone sono in grado di comprendere che serve un po' di tempo per affrontarlo.
    • Ricorda che, per necessità, il tuo periodo di lutto dovrà terminare. Il cordoglio intenso può durare per lungo tempo e potresti non riuscire a superarlo da solo. Se non sei in grado di andare a scuola dopo qualche giorno o una settimana, dovresti prendere in considerazione l'idea di parlare con uno psicologo, che possa aiutarti ad affrontare la sofferenza.
  3. 3
    Sii sincero se il problema è il bullismo. Se sei la vittima di un bullo o di un gruppo di bulli a scuola, parla con i tuoi genitori o con un tutore.[6] Spiega quanto sia diventata difficile la vita scolastica per te a causa del bullismo e chiedi di restare a casa per un giorno o due mentre il problema viene risolto.
    • Molti studenti commettono l'errore di non denunciare gli atti di bullismo. Potresti preoccuparti di sembrare debole, di essere considerato una spia o di far peggiorare la tua situazione parlando. Niente potrà mai migliorare, se non farai nulla per fermare il bullismo. Durante l'adolescenza, chiedere aiuto ai genitori, agli insegnanti o ad altri adulti a te vicini, è l'azione più efficace che puoi compiere per contrastare questa minaccia.[7]
    • Il bullismo può provocare effetti a lungo termine come ansia, depressione e insonnia.[8] Prenditi cura della tua salute denunciando subito gli episodi di bullismo.
  4. 4
    Chiedi ai tuoi genitori di prendersi una giornata libera insieme a te. Spiega loro che vorresti passare una giornata speciale tutti insieme e chiedi se possono restare a casa dal lavoro. Questo piano può funzionare particolarmente bene se stai per finire il liceo e andrai fuori città per frequentare l'università, oppure se gli impegni che hai a scuola e che i tuoi genitori hanno al lavoro non sono importanti (ad esempio, non hai alcun compito in classe o interrogazione e i tuoi genitori non devono rispettare delle scadenze).
  5. 5
    Ottieni il permesso per un giorno di cura della tua salute mentale. È importante parlare con i tuoi genitori riguardo allo stress e all'ansia. Anche se gli adulti spesso dimenticano quanto possa essere stressante la vita scolastica, la verità è che può diventare molto dura. Se devi affrontare il normale stress dovuto alla scuola, la soluzione migliore è spesso quella di affrontarlo. Se, invece, lo stress, l'ansia e la depressione diventano problemi più gravi, parla con i tuoi genitori e chiedi un giorno per staccare la spina.[9]
    • Se hai il sospetto di avere gravi problemi di salute mentale, ad esempio disturbi di depressione o ansia, chiedi ai tuoi genitori di fissare un appuntamento con il tuo medico. In questo modo farai capire loro la gravità del tuo stress e, se davvero avessi un problema, una visita dal medico ti aiuterebbe a tenerlo sotto controllo.
  6. 6
    Resta a casa se le condizioni meteorologiche o ambientali lo richiedono. In caso di tempeste furiose, gravi allagamenti o altre circostanze che rendono pericoloso il viaggio fino a scuola, il comune potrebbe decidere di chiudere gli istituti scolastici. Anche se la tua scuola non chiudesse, dovresti comunque considerare di restare a casa, se le condizioni ambientali sono pericolose.
    • Di solito, i tuoi genitori o un tutore possono aiutarti a decidere se le condizioni sono abbastanza gravi da giustificare un giorno d'assenza, perciò in questo caso non dovrebbe servire la persuasione. Se i tuoi genitori rimarranno a casa dal lavoro, saranno molto più propensi a non accompagnarti a scuola.
  7. 7
    Considera altre circostanze speciali. Una vacanza con la famiglia o la visita di un parente che vive lontano possono darti motivo di non andare a scuola; non dovresti, però, fare troppe assenze per questo motivo. Valuta cosa perderesti restando a casa e, in accordo con i tuoi genitori, decidi se un giorno d'assenza sia accettabile.
    • Nota che molte scuole non ammettono come giustificazioni le motivazioni sopra citate. Se anche la tua scuola adotta una politica molto rigida in questo ambito, i tuoi genitori potrebbero dover telefonare all'istituto per comunicare l'assenza ingiustificata.
    • Di solito, se sai in anticipo che non potrai andare a scuola, i tuoi genitori o un tutore dovrebbero fornirti una comunicazione scritta da portare all'insegnante un giorno o due prima dell'assenza. In questo modo potrai ricevere compiti e letture che ti aiutino a rimanere in pari con il lavoro svolto in classe.

3
Tardare Intenzionalmente

  1. 1
    Ritarda volontariamente. Fai delle pause nella tua routine giornaliera, per perdere qualche minuto e non riuscire ad arrivare a scuola in tempo.[10]
    • Vestiti molto lentamente. Versati la colazione addosso, per essere costretto a cambiarti. Vestiti di nuovo... molto lentamente.
    • Fingi di non riuscire a trovare qualcosa che ti serve, ad esempio una scarpa o i pantaloncini per educazione fisica. Finalmente, dopo cinque o dieci minuti di ricerca, recuperali.
    • Lamentati ad alta voce dicendo che si tratta di una brutta giornata; piangi se necessario. Se sei fortunato, i tuoi genitori potrebbero avere compassione e lasciarti restare a casa.
    • Considera che il tuo ritardo influenza altre persone, ad esempio i tuoi genitori, che devono arrivare al lavoro entro una certa ora. Potresti mettere a rischio la loro carriera, perciò rifletti bene se vale la pena di fare un giorno d'assenza.
  2. 2
    Perdi l'autobus. Potrebbe trattarsi di un incidente, oppure potresti farlo apposta. Ad ogni modo, perdere l'autobus può permetterti di saltare la scuola se i tuoi genitori partono da casa presto per andare al lavoro o se non hanno il tempo di accompagnarti.[11]
    • Arriva alla fermata subito dopo che l'autobus è partito. Non perdere il mezzo pubblico in modo troppo sospetto. Per tornare a casa a piedi, però, impiega molto tempo. Se sei fortunato, i tuoi genitori non avranno tempo di portarti a scuola quando sarai rientrato.[12]
    • Se i tuoi genitori non sono a casa quando perdi l'autobus, informali quando non hanno più il tempo di tornare indietro e portarti a scuola. Dimostra un lieve disappunto per aver mancato le lezioni, per non suscitare sospetti. Ad esempio, potresti dire che ti dispiace di non poter assistere all'esperimento interessante che dovevate svolgere a lezione di scienze.
    • Se uno dei tuoi genitori si trova a casa dopo che hai perso l'autobus, potrebbe offrirsi di accompagnarti in auto fino a scuola. Rispondi dicendo che ti dispiace farlo arrivare tardi al lavoro. Digli che sei preparato alle conseguenze di aver fatto tardi, ma che non vuoi che il tuo ritardo abbia un impatto negativo anche su di lui. Non esagerare, però. Probabilmente i tuoi genitori sono piuttosto abili a capire quando stai mentendo.
  3. 3
    Perdi qualcosa. Non puoi andare a scuola senza i libri o senza il quaderno con i compiti, giusto? Cerca dappertutto per ritrovare ciò che hai smarrito. Più la casa è in disordine, più sarà facile prolungare la ricerca fino a fare troppo tardi.
    • Più piccolo è l'oggetto, più facile è "perderlo". Ad esempio, tua madre potrebbe avere delle difficoltà a credere che tu abbia perso lo zaino o il portatile.
    • Più l'oggetto è importante, più è probabile che tu rimanga a casa se non dovessi trovarlo. Ad esempio, perdere gli occhiali o una lente a contatto è più grave che perdere un quaderno, perché senza quegli oggetti a disposizione, la tua capacità di apprendimento sarà limitata (se hai una vista davvero debole, potresti persino rischiare di inciampare e farti male).
    • Se guidi un'automobile per andare a scuola, potresti perdere le chiavi. Non prendere, però, l'abitudine di smarrirle o rischierai conseguenze gravi (i tuoi genitori potrebbero decidere di negarti la possibilità di usare l'auto e costringerti a prendere l'autobus).

4
Occuparsi della Burocrazia

  1. 1
    Convinci un genitore o chi ne fa le veci a chiamare la scuola. Si tratta di una procedura comune. Un genitore deve chiamare la scuola e spiegare che non sarai presente quel giorno.
    • Nella maggior parte delle scuole, l'autorizzazione del genitore è sufficiente per giustificare un'assenza. Gli istituti che adottano regole più rigide, invece, richiedono giustificazioni specifiche, perciò controlla le norme a tale riguardo. Lo scopo di questa procedura è ridurre al minimo le assenze ingiustificate e tenere sotto controllo le epidemie.
  2. 2
    Chiama tu la scuola, se ciò è permesso. Molti istituti richiedono che sia un genitore o chi ha la custodia legale dell'alunno a chiamare, a prescindere dall'età dello studente. Altre, invece, permettono ai ragazzi che hanno raggiunto la maggiore età (18 anni) di giustificarsi da soli.
  3. 3
    Ottieni un certificato dal medico. Per i periodi di assenza prolungata, la scuola richiede un certificato medico al rientro, che garantisca il tuo pieno recupero dalla malattia.
    • Il certificato medico è necessario se una malattia si prolunga oltre un certo limite di tempo. La durata esatta di questo periodo può variare, perciò devi controllare le regole in vigore nel tuo istituto. Di solito, la soglia è tra i tre e i dieci giorni.

Avvertenze

  • Affronta il vero problema. Chiediti perché vuoi restare a casa da scuola. Se stai cercando di evitare un bullo o un altro problema grave, cerca aiuto per porre rimedio al problema, invece di scappare da esso. Questo ti permette, nel lungo periodo, di vivere in modo più felice e sano.
  • Evita di saltare la scuola. Sfrutta prima tutte le possibilità legittime che offre l'istituto riguardo alle assenze. Se saltassi la scuola senza giustificazione e se i tuoi genitori ricevessero una telefonata inattesa dall'istituto riguardo alla tua assenza, potresti finire in guai seri.
  • Considera ciò che ti perderai. Alcune lezioni e compiti in classe sono più difficili da recuperare di altri. Prima di restare a casa, pensa a quante difficoltà avrai a riprendere il passo della classe al tuo ritorno e decidi se vale la pena di non andare a scuola. Questo è particolarmente importante se fingi di stare male o se vuoi restare a casa per una ragione non molto seria.
  • Considera le conseguenze. Potresti rimanere a casa per un motivo legittimo, oppure potresti fingere una malattia senza ragione. Ad ogni modo, saltando la scuola per un giorno o più, la tua vita può complicarsi nel lungo periodo.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Gioventù

In altre lingue:

English: Stay Home from School, Português: Não Ir à Escola e Ficar em Casa, Deutsch: Von der Schule zuhause bleiben, Русский: не пойти на учебу и остаться дома, Français: rester chez soi au lieu d'aller à l'école, Español: quedarse en casa y no ir a la escuela, Bahasa Indonesia: Tinggal di Rumah dan Tidak Pergi ke Sekolah

Questa pagina è stata letta 19 813 volte.
Hai trovato utile questo articolo?