Scarica PDF Scarica PDF

Se prevedi di incontrare o parlare con delle persone greche, devi conoscere alcune espressioni di base per salutarle nella loro lingua. Queste conoscenze riguardano sia le parole da pronunciare sia il comportamento da tenere per interagire con individui di cultura greca e si rivelano utili sia quando viaggi all'estero sia quando devi parlare con dei greci che vivono nella tua città. In linea generale, si tratta di gente espansiva e calorosa che riserva una generosa ospitalità ai visitatori e ai viaggiatori.[1]

Metodo 1 di 3:
Rivolgere un Saluto in Greco

  1. 1
    Saluta gli amici o gli sconosciuti. Quando ti rivolgi a una persona che non conosci o più anziana di te, puoi usare l'espressione "yassas", che si pronuncia esattamente come è scritta. Se conosci già l'interlocutore o si tratta di un bambino, puoi optare per "yassou", che si pronuncia "yassu".[2]
    • Tuttavia, non preoccuparti troppo di questa differenza; diversamente da altre culture (soprattutto quelle di lingua romanza), la distinzione formale non è molto importante e gli individui madrelingua usano indifferentemente "yassas" e "yassou" senza problemi.
    • "Yassas" si usa anche in fase di commiato, è quindi un termine che sentirai spesso in Grecia.
  2. 2
    Usa le espressioni corrette al mattino, pomeriggio o sera. Per salutare in maniera più formale, proprio come accade in italiano, puoi usare dei termini in accordo con il momento della giornata in cui vieni presentato.[3] Puoi accompagnare i termini con "yassas" oppure pronunciarli da soli.
    • Augura "buongiorno" fino alle 13:00 pronunciando la parola "kalimera";
    • Nel pomeriggio usa l'espressione "kalispera" che significa "buonasera";
    • Quando cala il sole passa a "kalinikta" per augurare buonanotte.
  3. 3
    Usa un'espressione informale. In greco puoi usare il termine "ya" per accogliere qualcuno con un "ciao" amichevole, ma puoi pronunciarlo anche in fase di commiato; si usa tra amici o quando un adulto si rivolge a un bambino.[4] Per salutare in maniera formale quando ci si allontana dagli sconosciuti, si dice "adío".
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare il Linguaggio del Corpo

  1. 1
    Stringi la mano a tutti. La cultura greca prevede un intenso uso del linguaggio del corpo durante i saluti e la stretta di mano svolge un ruolo importante. Dovresti porgere la mano a ogni persona a cui vieni presentato, che si tratti di uomini, donne o bambini; mantieni una presa decisa e un contatto breve.[5]
    • È piuttosto comune stringere la mano in fase di commiato quando ti allontani da una persona che ti è stata appena presentata.
  2. 2
    Se l'interlocutore mostra segni di volerti abbracciare o baciare sulla guancia, ricambia il gesto. Sebbene non sia comune al primo incontro, gli amici intimi greci (uomini e donne) si salutano con un abbraccio e il classico bacio su entrambe le guance.[6] Se qualcuno ti abbraccia, ricambia il gesto e porgi la guancia quando vuole baciarti; fra uomini è più frequente una pacca sulla spalla o sulla schiena al posto del bacio.
    • In linea generale, aspettati una forte vicinanza fisica; non si tratta di invadenza o aggressività, ma è normale per la cultura greca mantenere degli spazi ridotti tra le persone.
  3. 3
    Per indicare "ok" solleva il pollice. Per i greci il classico gesto americano di portare l'indice sul pollice mentre le altre dita restano sollevate è molto scortese. Per evitare di essere inconsciamente volgare (l'equivalente del dito medio alzato) usa il pollice in su per dare la tua approvazione.[7]
    • Il pollice sollevato veicola lo stesso messaggio come in Italia, negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in molti altri Paesi.
  4. 4
    Distingui il cenno della testa che significa "sì" da quello che indica "no". Mentre gli italiani muovono il capo in verticale per assentire e in orizzontale per dire "no", i greci si limitano al solo gesto verticale; per indicare il consenso portano la testa leggermente verso il basso, per negare la portano leggermente verso l'alto.[8]
    • Non fare confusione fra questi due gesti. Un vigoroso ondeggiamento in alto e in basso non ha alcun senso nella cultura greca e potresti generare dei fraintendimenti.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Comportarsi in Maniera Appropriata durante gli Incontri

  1. 1
    Sappi che ti verranno poste domande personali. La cultura greca è ampiamente informale e le persone fanno la conoscenza con nuovi individui (uomini e donne) chiedendo molti dettagli personali. Sebbene possa sembrare un atteggiamento invadente, offensivo o scortese per un viaggiatore straniero, questa curiosità non è mossa dalla mancanza di rispetto. Si tratta di un modo semplice, efficace e culturalmente appropriato per conoscere rapidamente qualcuno; inoltre, tali domande fanno "piazza pulita" dell'atmosfera formale che spesso si genera durante le presentazioni negli altri Paesi.[9] Ad esempio, potrebbero chiederti:[10]
    • Se sei sposato;
    • Se hai dei bambini.
  2. 2
    Se vieni invitato a casa di un greco, arriva tardi. La puntualità non è un dettaglio molto importante; se una persona greca ti invita nella sua casa, ti comunica in genere un orario approssimativo, per esempio "intorno alle 20". In tal caso, presentati alle 20:30 o anche più tardi; arrivare esattamente alle 20:00, sebbene sia manifestazione di educazione in Italia, viene considerato troppo formale e prematuro.[11]
    • L'atmosfera attorno alla tavola è informale e rilassata. I momenti dei pasti sono considerati occasioni di aggregazione sociale, durante i quali si sviluppano lunghe conversazioni.[12]
    • Rifiutare il cibo a casa di un'altra persona è considerato scortese. Ci si aspetta che tu mangi tutto quello che c'è nel piatto e puoi rivolgere dei complimenti al padrone di casa chiedendo un'altra porzione; se devi rifiutare parzialmente o completamente un piatto, spiegane i motivi con educazione.
  3. 3
    Indossa abiti informali. In Grecia il dress code varia in base all'occasione, sebbene non venga mai richiesto un vestito formale. Se vieni invitato per un caffè, i soliti abiti vanno benissimo; se devi presenziare a una cena con una famiglia o in casa di una persona di origini greche, vestiti in maniera curata ma non formale. Gli uomini e le donne possono indossare una giacca e dei pantaloni o una camicia elegante.[13]
    • Le donne della cultura greca indossano in genere un abito anche durante le occasioni più eleganti; di conseguenza, se preferisci questo genere di capo, puoi usarlo tranquillamente, anche se non è obbligatorio.[14]
  4. 4
    Porta un dono all'ospite. Se una persona o una famiglia greca ti invita nella sua casa, è usanza portare un piccolo regalo per dimostrare apprezzamento; ad esempio, puoi regalare una bottiglia di vino, una piccola di whisky oppure una torta o dei pasticcini acquistati alla pasticceria locale.[15] Indipendentemente da quello che decidi, non portare qualcosa che è chiaramente poco costoso; evita i mazzi di fiori o le bottiglie di vino economici.
    • Inoltre, non portare posate, coltelli e altri oggetti affilati come dono, dato che sono ritenuti offensivi.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 8 613 volte
Categorie: Lingue
Questa pagina è stata letta 8 613 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità