È un peccato vedere morire le piante da paesaggio, gli arbusti e gli alberi, che a volte sono costati un sacco di soldi, a causa di negligenza o scarsa cura. Piuttosto che accettare la perdita, arrenderti e ricominciare la prossima stagione, puoi salvare il tuo investimento di abbellimento paesaggistico, con uno sforzo e un costo minimo, in un periodo di tre settimane.

Passaggi

  1. 1
    Innaffia le tue piante in base alle loro specifiche esigenze. Irrigare troppo poco è un problema molto più comune rispetto a un’eccessiva irrigazione.
    • Come regola generale, ogni 0,10 metro quadrato di vegetazione servono circa 2-3 litri di acqua a settimana. Oppure, circa 20-30 litri per m2. In altre parole, ha bisogno di ricevere almeno circa 25 mm di pioggia o acqua ogni settimana.
    • La maggior parte degli alberi richiede circa 2-3 litri di acqua una volta a settimana per ogni 30 cm di altezza (distribuiti in modo uniforme in tutto il sistema di radici). Così, un albero alto 6 metri dovrebbe ricevere 40-60 litri di acqua una volta alla settimana.
  2. 2
    Acquista un irrigatore, un tubo da giardino, un timer automatico di acqua e un pluviometro poco costoso. Puoi procurarti questo materiale nei principali negozi di ferramenta o centri di giardinaggio. Si tratta di un piccolo investimento (probabilmente 50 euro o meno) rispetto alla sostituzione di tutta la vegetazione per migliaia di euro. La maggior parte delle persone non riesce a curare il proprio paesaggio perché cerca di innaffiare tutte le piante manualmente. Ciò comporta spesso una scarsa irrigazione poiché si stimano erroneamente le esigenze delle piante. Senza contare che è anche un notevole impegno in termini di tempo.
  3. 3
    Per capire quanta acqua spruzza il tuo irrigatore ogni ora, verifica l’impostazione del pluviometro per tararlo, mentre innaffia. Controlla ogni 15 minuti. Quando raggiunge circa 25 mm, osserva quanto tempo è trascorso. A seconda della pressione dell'acqua della tua casa e del sistema di spruzzo, potrebbero essere necessari da 30 a 120 minuti.
  4. 4
    Per le successive innaffiature, imposta il timer per il tempo necessario per raggiungere 2,5 cm di acqua. Il timer chiude automaticamente l’acqua in modo da non sprecarla. Questa tecnica ti permette anche di risparmiare molte ore di lavoro rispetto all’irrigazione manuale.
  5. 5
    Innaffia la tua vegetazione seguendo una normale routine, anche se pensi che potrebbe piovere. È improbabile che esageri con l’irrigare il giardino, anche se piove.
  6. 6
    Nella prima settimana in cui cerchi di salvare le tue piante, innaffia fino a raggiungere circa 8 cm di acqua per l’intera settimana. Per fare ciò, fornisci 25 mm di acqua ogni 48 ore. In questo stesso periodo, gli alberi dovrebbero ottenere 6-9 litri di acqua per ogni 30 cm (circa 3 litri per metro) di altezza, distribuiti uniformemente attorno alle radici.
  7. 7
    Durante la seconda settimana di cura, innaffia le piante fino a raggiungere circa 5 cm. Per fare questo, fornisci 25 mm di acqua ogni 72 ore. A questo punto, dovresti notare che la vegetazione inizia a riprendersi e tornare piuttosto verdeggiante. Gli alberi dovrebbero ottenere 4-6 litri d'acqua per ogni 30 cm di altezza, distribuiti uniformemente attorno alle radici.
  8. 8
    Per ogni settimana successiva innaffia in modo che le piante ottengano 25 mm di acqua a settimana.
  9. 9
    In seguito innaffia ogni albero una volta alla settimana in modo che ciascuno ottenga 2-3 litri per ogni 30 cm di altezza (a settimana).
  10. 10
    Dopo tre settimane fornisci le adeguate sostanze nutrienti alla tua vegetazione. La seconda causa più comune di morte delle piante ornamentali è l’inadeguata nutrizione. In altre parole, concima. Puoi trovare dei sistemi economici per applicare i fertilizzanti presso i negozi di ferramenta o i centri di giardinaggio. Acquista un fertilizzante che si collega al tuo spruzzatore del prato. I concimi di solito vengono confezionati con la comune dicitura di fertilizzante liquido bilanciato. Spesso riesci a procurartelo per meno di 10 euro.
  11. 11
    Segui le indicazioni riportate sulla confezione del fertilizzante per applicarlo usando il tubo da giardino che si collega allo spruzzatore.
  12. 12
    Concima una volta al mese nel periodo successivo, durante la stagione di crescita, a meno che la confezione riporti altre indicazioni.
  13. 13
    Arricchisci il terreno applicando del compost o del letame compostato. Questo passaggio non dovrebbe essere ignorato. Il fertilizzante è solo una soluzione a breve termine, per un salvataggio immediato. Creare un terreno biologico è invece un dovere.
  14. 14
    Puoi trovare il compost o il concime presso i centri di giardinaggio o nei negozi di ferramenta in sacchi di 20 chili per meno di 3 euro a sacchetto.
  15. 15
    Segui le indicazioni riportate sulla confezione per distribuire il compost sul terreno. Se non vengono riportate le istruzioni, una regola generale è un sacchetto per ogni metro quadrato di terreno.
  16. 16
    Se il sottofondo ha del pacciame, togli tutta la pacciamatura prima di applicare il compost, e poi sostituiscila.
  17. 17
    Applica il compost o il concime solo una volta all'anno. Negli anni successivi è meglio farlo in primavera, e può essere applicato in forma più leggera, al ritmo di 1 sacchetto ogni 2 metri quadrati.
    Pubblicità

Consigli

  • Non devi ossessionarti in questo momento per trovare il giusto pH o la quantità ottimale di nutrienti. L’obiettivo adesso è di salvare rapidamente le tue piante, per non dover spendere migliaia di euro l'anno prossimo per sostituirle. La prossima stagione potrai affrontare questi aspetti, se lo vorrai.
  • I passaggi di questo articolo, se seguiti correttamente, risolvono il 90% dei tuoi problemi di vegetazione. Se non noti alcun miglioramento dopo quattro settimane, contatta un esperto giardiniere o un professionista del settore. Le piante potrebbero essere affette da una malattia, o essere piantate in condizioni di luce o suolo non corretti. Lo specialista potrà aiutarti in questi casi più difficili.
  • Se vivi in una zona desertica o arida, le irrigazioni e le esigenze della vegetazione saranno molto diverse. Consulta un esperto giardiniere o un professionista.
  • Molte persone temono di innaffiare troppo o di annegare le piante. Se vengono seguite esattamente queste procedure, non succederà.
  • Se non riesci a trovare qualsiasi dei materiali necessari, non aver paura di chiedere aiuto al negoziante.
  • In futuro, prendi in considerazione di piantare alberi resistenti alla siccità.

Pubblicità

Avvertenze

  • Se nella tua zona è previsto di limitare l'uso dell'acqua a causa della siccità, potrebbe rendersi necessario diventare più creativo per ottenere l'acqua necessaria.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Tubo da giardino
  • Spruzzatore per il prato
  • Timer automatico dell'acqua
  • Pluviometro economico
  • Marca comune di fertilizzante liquido bilanciato
  • Spruzzatore per fertilizzante
  • Compost o concime disponibile in sacchi da 20-30 chili (presso la maggior parte dei vivai, centri di giardinaggio o negozi di ferramenta)
  • Rastrello
  • Pala

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 16 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 461 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 3 461 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità