Come Sapere Quando Lasciar Perdere

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

Lasciare una persona amata può essere molto difficile. Non è semplice affrontare i cambiamenti, specialmente quando implicano l’allontanamento di una persona amata o per la quale si nutre molto affetto. Tuttavia, una volta acquisita la consapevolezza che si deve lasciar perdere una relazione malsana, si può iniziare a lavorare verso un nuovo inizio e, possibilmente, una nuova versione di se stessi.

Metodo 1 di 2:
Esaminare Se Stessi

  1. 1
    Guarda in faccia la realtà. Purtroppo, la maggior parte delle volte, le persone sanno di doverlo fare, ma non ne sono in grado per paura delle conseguenze. Fare i conti con la realtà ti aiuterà a capire che è giunto il momento di abbandonare una relazione compromessa.[1]
    • Per guardare in faccia la realtà, prova a immaginare di essere un’altra persona e di osservare la tua situazione dall’esterno. Come giudicheresti questa situazione? La risposta è ovvia? Se questo è il caso, sai già come comportarti.
    • Se ti risulta difficile distaccarti dalla situazione e osservarla con gli occhi di una persona esterna, prova ad assegnare ai personaggi coinvolti nella storia dei nomi diversi. Cambia il tuo nome con quello di qualcun altro. Modifica qualche tratto distintivo per allontanarti il più possibile dall’immagine di te stesso. L’obiettivo è quello di creare una distanza immaginaria fra te e questo nuovo personaggio che ti rappresenta. Esegui la stessa operazione con la persona dalla quale stai cercando di prendere le distanze.
    • In alternativa, immagina uno scenario simile come se stesse accadendo a una tua amica e il suo partner. Quali consigli le daresti? Le diresti che è giunto il momento di voltare pagina?
  2. 2
    Ascolta il parere degli altri. Rivolgiti a un amico (oppure a un genitore se ti senti a tuo agio). Chiedi a questa persona come si comporterebbe al posto tuo o se ha mai vissuto una situazione del genere.
    • Prometti a questa persona che non giudicherai la sua risposta, informala che stai solo cercando di chiarire la tua situazione e che il tuo obiettivo non è semplicemente quello di avere la coscienza a posto.
    • Chiedi se le tue intenzioni possono essere giustificate o se hai contribuito anche tu alla rovina di questa relazione.
    • Se vuoi trovare un terapeuta nel tuo territorio, prova a consultare questo sito Web: http://www.psicologi-isp.it/
  3. 3
    Esamina la situazione. Metti per iscritto i tuoi sentimenti in un diario dove poter riversare le tue riflessioni. Dal momento che sarai l’unica persona ad avere accesso a queste pagine, cerca di esprimerti con la massima onestà. Individua il filo conduttore in quello che scrivi. Troppo spesso ti addossi la responsabilità di ciò che accade? In questo caso, devi domandarti se è davvero colpa tua o se l’altra persona ha dato un contributo maggiore.
    • Nel diario, puoi rivolgere a te stesso delle domande specifiche che ti aiutino a capire se è il momento di chiudere la relazione. Il tuo partner continua a sottolineare di non volersi impegnare in una relazione o ti minaccia di mettere fine al rapporto attuando un ricatto morale? È invidioso dei tuoi successi piuttosto che orgoglioso? Ti tradisce? Non richiede lo stesso livello di intimità di cui tu hai bisogno? Se hai messo per iscritto queste domande e hai risposto in modo affermativo almeno una volta, significa che è giunto il momento di voltare pagina. Tenere un diario sulla tua relazione può aiutarti anche ad affrontare un’eventuale rottura.[2]
    • Dopo aver appuntato i tuoi pensieri e aver riflettuto a lungo, fai trascorrere un giorno e rileggi tutto da capo con una nuova predisposizione mentale. Se saltano fuori le stesse considerazioni, è molto probabile che siano vere.
  4. 4
    Cerca di capire se stai rischiando tutto per un ideale. Ad esempio, se cerchi di raggiungere la perfezione in una relazione e non sei disposto ad accontentarti, il problema probabilmente è il tuo e non dell’altra persona. In questo caso, devi provare a riflettere in che modo puoi cambiare il tuo punto di vista se vuoi far funzionare il rapporto.
    • Parla con sincerità al tuo partner, mettendolo al corrente delle tue difficoltà dovute ad aspettative irrealistiche, ma spiegagli che desideri di impegnarti a far funzionare il rapporto. Potrebbe apprezzare la tua schiettezza e onestà, sentendosi maggiormente predisposto a venirti incontro.
    • Per scoprire se stai rischiando tutto per un ideale, chiedi un parere ad amici, parenti o conoscenti che non siano coinvolti. Ascolta i loro consigli per capire se hai una visione poco realistica o se il tuo punto di vista sulla relazione e gli "errori" del partner sia giustificato.
    • Puoi cercare di rispondere anche a queste domande[3]:
    • Ti aspetti di essere sessualmente appagato dall’altra persona ogni volta che ne avverti l’esigenza?
    • Ti aspetti che il partner soddisfi tutte le tue richieste?
    • Ti aspetti che il partner risponda a tutti i tuoi bisogni?
  5. 5
    Cerca di capire che la mancanza di attenzioni è un campanello d’allarme. Se scopri di non voler condividere il tuo tempo con il partner, che non ti importa veramente come si è svolta la sua giornata o che non rispetti più la sua opinione, probabilmente te ne stai disinnamorando. Questi segnali potrebbero indicare che è giunto il momento di lasciarlo.[4]
    • Non è sempre facile lasciare qualcuno, ma non permettere al senso di colpa di condizionarti. È meglio lasciare che l’altra persona trovi qualcuno che sappia amarla e volerle bene veramente piuttosto che perseverare in una relazione a causa del senso di colpa.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Esaminare la Relazione

  1. 1
    Cerca dei segnali. I campanelli diallarme possono avere forme diverse, ma la loro presenza è sufficiente per capire che è giunto il momento di lasciar perdere e porre fine alla relazione. Presta attenzione ai meccanismi sempre uguali della gelosia, dell'insicurezza, delle liti, della noia e di quel senso generale di malessere o infelicità.[5]
    • Tutti questi possono rappresentare dei campanelli d’allarme legati a una relazione malsana. Litigare è normale e salutare, ma basta poco per superare il limite.
  2. 2
    Presta attenzione ai litigi continui. Se si litiga per motivi futili, la causa potrebbe essere una mancanza di attrazione e/o un senso di inferiorità dell’altra persona. Tuttavia, questo non implica necessariamente la presenza di un problema, perché è normale che si discuta in coppia, ma potrebbe significare che alla base della relazione ci siano altri dilemmi. Non permettere alle discussioni futili o insignificanti di far precipitare la relazione, ma se queste si verificano troppo spesso potresti non avere altra scelta.[6]
    • Se ti trovi a pensare di chiudere una relazione a causa di un’eccessiva conflittualità, puoi provare a rispondere ad alcune domande. Qual è il motivo delle discussioni? Qual è l’oggetto di questi litigi? È la prima volta che litigate per questo motivo o vi è già capitato in passato? Se litighi con lo scopo di ferire l’altra persona, se scopri che la discussione nasce da questioni di minore importanza o se continuano a ripetersi sempre le stesse controversie perché non riuscite a risolvere le diversità, potrebbe essere giunto il momento di affrontare il problema.[7]
  3. 3
    Controlla se il malumore è una costante del vostro rapporto. Quando due persone si sentono infastidite l’una dall’altra, non riescono a dimostrare né amore né interesse. Puoi avvertire il malumore del tuo partner quando niente di quello che fai sembra essere giusto e soddisfacente oppure se alcuni dei tuoi atteggiamenti in pubblico lo mettono in imbarazzo (di norma, dovrebbe amare il modo in cui ti comporti).[8]
    • Ricorda che devi ricercare quei segnali che indicano un malumore continuo o degli atteggiamenti fastidiosi che si ripetono in modo uguale nel tempo. Non dare troppa importanza a un singolo episodio, perché capita a tutti di arrabbiarsi con il proprio partner di tanto in tanto.
  4. 4
    Presta attenzione al calo della comunicazione. Per una relazione duratura, entrambe le parti devono saper discutere di problemi e idee, ma se l’altra persona smette di comunicare potrebbe significare che è giunto il momento di lasciarla andare (in una relazione è fondamentale saper esprimere con onestà i propri pensieri e sentimenti). Questo significa che la mancanza di comunicazione a livello emotivo è un chiaro segnale che sia giunto il momento di voltare pagina.[9]
    • Tuttavia, se i problemi sono seri e sei innamorato di questa persona, valuta la possibilità di rivolgerti a un consulente di coppia per mettere ordine nei vostri sentimenti.
  5. 5
    Ascolta il tuo partner. Se l’altra persona ha il coraggio di dirti che non è più interessata ad avere una relazione con te, ascoltala. È forse una delle cose più difficili e dolorose da sentire, ma la verità arreca meno danni delle continue menzogne. Se una persona ti rispetta a tal punto da saperti dire la verità, ricambiala con il rispetto che merita e lasciala andare.
    • Non è mai facile sentirsi dire di non essere la persona giusta dopo aver condiviso dei momenti insieme, ma alla fine sarai più felice insieme a una persona che ti ama davvero per quello che sei.
  6. 6
    Ricerca i segnali di un tradimento. Può capitare che il partner inizi a mandare messaggi a una persona che non conosci o che rientri tardi la sera con l’odore di qualcun altro addosso. Può capitare anche che il suo profilo torni online sui siti per appuntamenti con delle foto aggiornate o che nella sua pagina Facebook siano presenti dei messaggi provocanti. Queste circostanze potrebbero indicare che ti tradisce o che sta per farlo.[10]
    • Non svalutarti rimanendo al fianco di una persona che ti tradisce. Al primo segnale di tradimento, devi prendere dei provvedimenti. Meriti molto di più. Volta pagina e sforzati di perdonare l’altra persona per lasciarti tutto alle spalle, altrimenti c'è il rischio che le questioni rimaste irrisolte continuino a influenzarti emotivamente.[11]
    • Se non sei più felice con questa persona e avverti che qualcosa nella vostra relazione sta svanendo, come i momenti di felicità trascorsi insieme, prendi una decisione e fai la prima mossa. Cerca di scoprire la verità non solo per il tuo bene, ma anche per il bene dell’altra persona. Decidi qual è la soluzione migliore per entrambi.
    Pubblicità

Consigli

  • Prendi le decisioni che consideri opportune e non quelle che i tuoi amici reputano giuste. Si tratta della tua vita, quindi devi comportarti come meglio credi dopo aver ponderato tutto, a prescindere dai consigli ricevuti, inclusi quelli di questo articolo.
  • Non avere fretta e cerca di essere sicuro della tua decisione prima di metterla in atto. Se non ti senti pronto a lasciar perdere o pensi che le tue motivazioni non rispecchino quelle menzionate prima, non farlo o finiresti per compromettere la relazione.
  • Può essere molto complicato lasciarsi alle spalle qualcosa, ma è necessario affrontare la realtà. È naturale desiderare di essere felici, ma non puoi trovare la felicità se continui ad aggrapparti a qualcosa o a qualcuno che ti danneggia.
  • Cerca di non essere titubante quando prendi una decisione. Non esiste metodo più rapido per perdere il rispetto altrui che quello di affermare qualcosa e poi ritrattare. Se tracci una linea di confine, preparati a non oltrepassarla mai.
  • Sentire la mancanza di un ex è parte integrante del processo. Se sei paziente, in futuro potrai recuperare il rapporto.
  • Quando il malessere supera la felicità significa che è giunto il momento di lasciar perdere.
  • Ricorda che prima di tutto devi volere bene a te stesso e amarti. Lasciar andare qualcuno può essere doloroso per l’altra persona, ma devi preoccuparti soprattutto di te stesso.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non tornare strisciando ai suoi piedi o ti lascerai risucchiare da un vortice emotivo che non ti porterà nulla di buono.
  • È opportuno consultare l’altra persona riguardo la decisione da prendere prima di metterla in atto. Il suo atteggiamento potrebbe non dipendere da te ma da qualcos'altro, ad esempio il lavoro. In questo caso, non sarebbe giusto rovinare un rapporto sulla base di una valutazione errata.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laurea Magistrale in Assistente Sociale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.
Categorie: Sviluppo Personale
Questa pagina è stata letta 31 430 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità