Come Sapere se il Tuo Gatto Sta Morendo

3 Parti:Fare Attenzione ai SegniPreparare un Ambiente Comodo e Confortevole per il Tuo GattoOccuparsi del Corpo

Quando è in fin di vita, un gatto può assumere alcuni comportamenti che ti permettono di sapere se è quasi giunto il momento. Può rifiutarsi di mangiare o bere, avere poche energie e perdere peso. Molti felini cercano istintivamente di starsene per conto proprio durante i loro ultimi giorni. Riconoscendo i segni della morte imminente, potrai assistere il tuo gatto nel modo migliore possibile e accompagnarlo nella fase finale della sua vita.

Parte 1
Fare Attenzione ai Segni

  1. 1
    Senti il battito cardiaco. Una frequenza cardiaca bassa è indice di un progressivo indebolimento o del fatto che potrebbe essere vicino alla morte. La frequenza cardiaca di un gatto sano oscilla tra 140 e 220 battiti al minuto (bpm). Quella di un gatto molto malato o debole è più bassa rispetto alla norma e, pertanto, indica che l'animale potrebbe essere in fin di vita.[1] Ecco come misurare la frequenza cardiaca di un gatto:
    • Metti la mano sul fianco sinistro dell'animale, proprio dietro la zampa anteriore.
    • Utilizza un cronometro o uno smartphone per contare il numero dei battiti che avverti in 15 secondi.
    • Moltiplica il numero per quattro in modo da ottenere le pulsazioni al minuto. Valuta se la frequenza cardiaca è regolare o sotto i livelli normali.
    • Anche la pressione arteriosa scende quando il gatto è molto debole, ma non può essere misurata senza l'uso di speciali attrezzature.
  2. 2
    Controlla la respirazione del gatto. Un gatto sano respira da 20 a 30 volte al minuto. Se il cuore si indebolisce, i polmoni funzionano meno efficacemente e, quindi, pompano meno ossigeno nel sangue. Questo fenomeno accelera la respirazione perché il gatto ha difficoltà a ossigenarsi e, inoltre, dal momento che i polmoni si riempiono di liquido, presenta un respiro lento e affannoso.[2] Controlla la respirazione del tuo gatto nel modo seguente:
    • Siedi vicino a lui e ascolta in silenzio il suo respiro. Osserva l'addome gonfiarsi e svuotarsi a ogni respiro.
    • Utilizza un cronometro o uno smartphone per contare quanti respiri effettua in 60 secondi.[3]
    • Se respira molto rapidamente e pesantemente o se sembra fare pochi respiri, potrebbe essere in fin di vita.
  3. 3
    Misura la temperatura del gatto. La temperatura di un gatto sano oscilla tra 37,5 e 30 gradi Celsius,[4] mentre è più bassa quando sta per morire. Infatti nel momento in cui il cuore si indebolisce, comincia a scendere sotto i 37,5° C. Controlla la temperatura del tuo gatto nei seguenti modi:
    • Utilizza un termometro. Se hai un termometro per rilevare la temperatura degli animali, mettilo in un orecchio. In caso contrario, con gli animali domestici è possibile utilizzare un termometro digitale rettale. Accendilo, inseriscilo leggermente nel retto del gatto e attendi il segnale acustico prima di leggere la temperatura.
    • Se hai un termometro, senti le zampe. Se sono fredde al tatto, potrebbero indicare che la frequenza cardiaca sta rallentando.
  4. 4
    Controlla la frequenza con cui mangia e beve. È molto frequente che i gatti smettano di mangiare e bere quando sono in fin di vita. Nota se svuota la ciotola del cibo e quella dell'acqua. Il gatto potrebbe anche mostrare segni fisici di anoressia, tra cui aspetto sciupato, pelle flaccida e occhi infossati.[5]
    • Controlla anche le feci. Un gatto che mangia e beve di meno ha una minore produzione di feci ed espelle urine più scure.
    • Quando si indebolisce, può avere poco o nessun controllo dei muscoli del tratto urinario e dei movimenti intestinali, quindi è possibile che evacui per la casa.
  5. 5
    Controlla se ha un odore differente. Quando gli organi del gatto iniziano a compromettersi, si accumulano tossine nel corpo che causano cattivo odore. Se il tuo gatto è vicino alla morte, dal momento che non ha modo di eliminare le tossine, l'alito e il corpo potrebbero emanare un cattivo odore che nel corso del tempo peggiora gradualmente.
  6. 6
    Osserva se preferisce isolarsi. Per natura, un gatto prossimo alla fine capisce di essere più vulnerabile ai predatori, quindi cerca un luogo dove possa morire in pace. In tali condizioni può istintivamente nascondersi in una stanza poco frequentata, sotto i mobili o da qualche parte all'esterno.
  7. 7
    Porta il gatto dal veterinario. Se noti che soffre, portalo subito dal veterinario. Molti degli indizi tipici di una morte imminente possono anche essere sintomi di malattie gravi, curabili se si segue un trattamento adeguato. Non dare per scontato che, poiché il gatto manifesta questi segni, morirà sicuramente. Potrebbe esserci ancora una speranza.[6]
    • Ad esempio, la malattia renale cronica è comune tra i gatti più anziani. I sintomi sono molto simili a quelli di una morte imminente. Con un intervento adeguato, tuttavia, un gatto che soffre di questa malattia può vivere per molti anni.
    • Cancro, malattie del tratto urinario inferiore e tenie sono altri esempi di patologie potenzialmente curabili che presentano sintomi simili a quelli che un felino avverte in fin di vita.[7]

Parte 2
Preparare un Ambiente Comodo e Confortevole per il Tuo Gatto

  1. 1
    Consulta il veterinario per la somministrazione di cure di fine vita. Una volta stabilito che l'intervento medico non prolungherà in modo significativo la vita del tuo gatto, ti conviene parlare con il veterinario per capire come rendere più dignitosi i suoi ultimi giorni. A seconda dei sintomi, il veterinario può prescrivere farmaci antidolorifici, attrezzature per aiutarlo a mangiare e bere o bende e unguenti per medicare le ferite.[8]
    • Molti proprietari si rivolgono ai veterinari a domicilio e a guardie mediche veterinarie per alleviare il trapasso ai loro amici a quattro zampe. Queste soluzioni offrono un'assistenza ventiquattro ore su ventiquattro e danno l'opportunità ai felini prossimi alla morte di vivere in un ambiente sano e confortevole il più a lungo possibile.
    • Se non ti senti sicuro di somministrare un certo trattamento, potresti fissare vari appuntamenti dal veterinario e fare in modo che il tuo gatto riceva le cure di cui ha bisogno.
  2. 2
    Procuragli un giaciglio morbido e caldo. A volte la cosa migliore da fare con un gatto che sta al termine dei suoi giorni è dargli un luogo caldo e accogliente dove possa riposare. Probabilmente sarà arrivato al punto di non riuscire a muoversi molto, quindi trascorrerà la maggior parte del tempo nella sua cuccia. Puoi rendere più confortevole il posto dove dorme aggiungendo altre morbide coperte.
    • Assicurati che il posto in cui riposa sia pulito. Lava le coperte ogni paio di giorni con acqua calda. Non usare detersivi molto profumati, dal momento che potrebbero essere irritanti.
    • Se il tuo gatto soffre di incontinenza, rivesti la cuccia con qualche asciugamano da cambiare ogni volta che urina.
  3. 3
    Aiutalo a fare i suoi bisogni comodamente. In alcuni casi, i gatti hanno difficoltà ad andare normalmente nella lettiera. Se il tuo è troppo debole per alzarsi, potrebbe essere necessario portarlo fino alla lettiera diverse volte al giorno. Parla con il veterinario per scoprire qualche soluzione che lo aiuti a evacuare più comodamente.
  4. 4
    Controlla la sofferenza del tuo gatto. Potrebbe soffrire molto, anche se non piange o non indietreggia quando lo tocchi. I gatti manifestano meno chiaramente la sofferenza, ma se osservi con attenzione, dovresti riuscire a capire quando sta passando un momento difficile. Cerca i seguenti sintomi:[9]
    • Ha un comportamento più impulsivo del solito
    • Ansima o fa fatica a respirare
    • Mostra riluttanza a muoversi
    • Mangia o beve anche meno del solito
  5. 5
    Decidi se è opportuno procedere all'eutanasia. Non è mai facile scegliere l'eutanasia quando il proprio animale domestico sta per morire. Molte persone preferiscono che si spenga naturalmente in casa. Tuttavia, se vedi che soffre terribilmente, potresti considerare l'eutanasia come una scelta più umana. Chiama il veterinario affinché ti aiuti a decidere quando è il momento giusto.
    • Tieni un diario sulla gravità dei dolori avvertiti dal tuo gatto. Quando i "giorni cattivi" sono più numerosi di quelli "buoni" – ovvero quelli in cui riesce ad alzarsi e muoversi o respirare facilmente – potrebbe essere una buona idea consultare il veterinario sull'eventualità di porre fine alle sue sofferenze.
    • Se scegli l'eutanasia, il veterinario gli somministrerà un sedativo, seguito da un farmaco che lo porta a spegnersi serenamente. Il processo è indolore e richiede 10-20 secondi.[10] Puoi scegliere di stare in ambulatorio vicino al tuo gatto oppure aspettare fuori.[11]

Parte 3
Occuparsi del Corpo

  1. 1
    Prenditi cura dei resti del tuo gatto. Se muore in casa, è importante conservare il corpo in un luogo fresco finché non sarai in grado di procedere alla cremazione o alla sepoltura. In questo modo, non si deteriorerà né diventerà un pericolo per la salute della famiglia. Avvolgilo in un telo di plastica (anche un sacchetto) e conservalo in un luogo fresco, come un congelatore o un pavimento di cemento freddo. Se hai provveduto all'eutanasia, il veterinario provvederà a conservare correttamente il corpo.[12]
  2. 2
    Decidi tra la cremazione e la sepoltura. Se vuoi far cremare il tuo gatto, parla con il veterinario sulle soluzioni presenti nella tua zona. Se preferisci seppellirlo, cerca un cimitero per animali dove potrai inumare il suo corpo.
    • In alcuni Paesi del mondo è consentito seppellire gli animali domestici all'interno della propria proprietà, mentre in altri è vietato. Prima di decidere dove seppellire il tuo gatto, consulta il regolamento per la sepoltura degli animali domestici.[13]
    • È vietato seppellire i gatti in parchi o terreni pubblici.
  3. 3
    Prendi in considerazione la consulenza psicologica per gestire il dolore causato dalla morte del tuo gatto. La morte di un animale domestico può essere estremamente difficile. È normale sentire un profondo senso di tristezza una volta che non c'è più. Fissa un appuntamento con uno specialista nel sostegno all'elaborazione del lutto, competente nell'aiutare le persone che hanno perso animali domestici. Il veterinario può raccomandarti un consulente qualificato.

Consigli

  • Consulta il veterinario al primo segno di infermità. C'è la probabilità che l'intervento medico prolunghi in modo significativo la vita del tuo gatto.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gatti

In altre lingue:

English: Know if Your Cat Is Dying, Deutsch: Wissen wann deine Katze stirbt, Português: Saber Se Um Gato Está Morrendo, Français: savoir si votre chat est en fin de vie, Русский: узнать, что ваша кошка умирает, Español: saber si tu gato se está muriendo, Bahasa Indonesia: Mengetahui Apakah Kucing Sedang Sekarat, Tiếng Việt: Nhận biết dấu hiệu mèo sắp chết, العربية: معرفة إن كانت قطتك تحتضر, ไทย: สังเกตอาการแมวใกล้ตาย, Nederlands: Weten of je kat stervende is, 中文: 知道你的猫是不是要死了

Questa pagina è stata letta 37 319 volte.

Hai trovato utile questo articolo?