Scarica PDF Scarica PDF

Se decidi di adottare un gattino, dovrai anche pensare a quando sterilizzarlo o castrarlo. Farlo troppo presto può portare ripercussioni negative sulla sua salute; tuttavia, se fatto in età adulta, l'intervento non avrà alcun beneficio dal punto di vista della prevenzione. Per sapere se è il momento adatto per sottoporre il tuo micio all'operazione, devi conoscere la sua età, sapere a quanti mesi si ottengono più benefici nell'effettuarla e consultare un veterinario. Con queste informazioni potrai farlo sterilizzare o castrare al momento corretto.

Metodo 1 di 3:
Decidere Quando Sterilizzare o Castrare il Gattino

  1. 1
    Aspetta che il cucciolo abbia qualche mese. È tutt'ora argomento di discussione quando sia il periodo ottimale per eseguire l'intervento. Secondo alcuni esperti, si dovrebbe effettuare a due mesi di vita. Altri sostengono che sia necessario aspettare di più prima di rimuovere gli organi sessuali, affinché si sviluppino completamente, quindi l'operazione dovrebbe avvenire intorno ai quattro mesi.[1]
    • In generale, per tenere sotto controllo la popolazione felina, viene incoraggiata la sterilizzazione o castrazione precoce. Molti veterinari concordano sul fatto che sia meglio effettuarla leggermente in anticipo, piuttosto che rischiare che le femmine vadano in calore e rimangano incinte accidentalmente.[2]
  2. 2
    Sterilizza la femmina prima che vada incontro al primo ciclo estrale.[3] Il fatto che una gatta debba avere almeno un calore, per poi sottoporla all'intervento, è solamente una diceria. Farlo prima che si verifichi, invece, dà benefici a lungo termine alla sua salute.
    • Sterilizzare un cucciolo prima del primo calore diminuisce il rischio di alcune patologie che potrebbero insorgere in futuro, come il tumore mammario.
  3. 3
    Consulta il veterinario. Sicuramente sa quand'è il momento migliore per effettuare l'operazione. Discuti con lui riguardo al periodo più adatto e sui motivi per cui crede che lo sia.[4]
    • Sentiti libero di porre al medico qualsiasi quesito riguardo l'intervento. Devi informarti abbastanza da essere sicuro di aver preso la decisione giusta.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Scegliere di Sterilizzare o Castrare il Gattino

  1. 1
    Considera i benefici per il gatto. Quelli che riguardano la salute e che dipendono dalla sterilizzazione o castrazione sono molteplici. Nonostante la difficoltà dell'intervento chirurgico, questo proteggerà l'animale da possibili problematiche future.[5]
    • Per esempio, una gatta sterilizzata non contrarrà mai il cancro alle ovaie o all'utero, e non soffrirà di infezioni uterine.
  2. 2
    Considera i benefici per la tua famiglia. Sterilizzare o castrare un gatto non influisce positivamente solo su di lui, ma anche su di te e la tua famiglia. Per esempio, eliminerà la possibilità di una gravidanza indesiderata e, quindi, di avere una cucciolata da gestire.[6]
    • I gatti che hanno subito questo tipo di intervento tendono a essere più remissivi: una gatta sterilizzata ha più probabilità di andare d'accordo con altri esemplari della sua specie, mentre un maschio castrato è meno territoriale e aggressivo. Inoltre, questi ultimi non marcano il territorio spruzzando urina sui muri di casa.
  3. 3
    Considera i benefici per la società. Evitare che il tuo gatto si riproduca aiuta a limitare il randagismo. Meno gatti possono riprodursi, meno sovrappopolazione si genera.[7]
    • Inoltre, se sei indeciso su cosa fare, rifletti sul fatto che i cuccioli che potrebbero nascere se non fai sterilizzare o castrare il gatto, dovranno trovare una casa e questo toglierà la possibilità a un micio in gattile di essere adottato. In molti casi, i randagi provengono proprio da abbandoni di cucciolate di gravidanze indesiderate.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Determinare l'Età del Gattino

  1. 1
    Pesa il gatto. Se vuoi sterilizzarlo o castrarlo a due mesi, devi sapere quando ha raggiunto questa età. In generale, i gattini a due mesi pesano circa 900 grammi, se sono stati nutriti in modo corretto.[8]
    • 900 grammi è il peso richiesto per sottoporlo all'intervento. Se il veterinario lo effettua e il gattino pesa di meno, potrebbe non sopravvivere.
  2. 2
    Cerca indizi fisici per risalire all'età. Se non sei sicuro dell'età del gatto puoi stabilirla basandoti su alcune caratteristiche fisiche. I gattini appena nati hanno gli occhi chiusi e le orecchie tappate; se il tuo si presenta così, vuol dire che ha solo poche settimane di vita.[9]
    • Invece, se il cucciolo ha già aperto occhi e orecchie, ma ha ancora i dentini da latte, allora può avere da uno a tre mesi.
    • Un gatto a cui stanno spuntando – o ha già – i denti permanenti, ha almeno quattro mesi.
  3. 3
    Valuta il suo sviluppo. Un gattino a due mesi dovrebbe essere completamente svezzato. Se la madre lo sta ancora allattando, probabilmente è più piccolo. Se noti, invece, che sta cercando di svezzarlo, per esempio non lasciandolo ciucciare il latte, allora potrebbe avere tra un mese e un mese e mezzo di vita.[10]
    • I cuccioli a due mesi sviluppano anche la coordinazione dei movimenti e degli occhi. Se un gattino inizia a giocare molto e diventa più curioso, allora probabilmente ha raggiunto questa età.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Creare un Habitat per le Tartarughe di TerraCreare un Habitat per le Tartarughe di Terra
Allevare un Cucciolo di TartarugaAllevare un Cucciolo di Tartaruga
Prendersi Cura di una Mantide ReligiosaPrendersi Cura di una Mantide Religiosa
Tenere gli Inseparabili (Pappagallini) come Animali DomesticiTenere gli Inseparabili (Pappagallini) come Animali Domestici
Prendersi Cura di un RiccioPrendersi Cura di un Riccio
Liberarsi dei Gechi Comuni in CasaLiberarsi dei Gechi Comuni in Casa
Sopravvivere all'Attacco di un LupoSopravvivere all'Attacco di un Lupo
Identificare i RagniIdentificare i Ragni
Seppellire un Animale DomesticoSeppellire un Animale Domestico
Prendersi Cura del Geco LeopardinoPrendersi Cura del Geco Leopardino
Prendersi Cura di un CricetoPrendersi Cura di un Criceto
Far Uscire le Lucertole da Casa TuaFar Uscire le Lucertole da Casa Tua
Catturare una Lucertola Senza Usare le ManiCatturare una Lucertola Senza Usare le Mani
Allevare BruchiAllevare Bruchi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da:
Veterinaria
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale. Questo articolo è stato visualizzato 9 387 volte
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 9 387 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità