Come Sbarazzarsi degli Sfoghi Cutanei all'Interno Coscia

Scritto in collaborazione con: Zora Degrandpre, ND

In questo Articolo:Trattare lo SfogoAlleviare il Prurito20 Riferimenti

L'irritazione cutanea può sembrare un problema minore, ma quando gli indumenti generano attrito sulla pelle per un periodo prolungato, può diventare un disturbo più grande. La maggior parte degli sfoghi cutanei all'interno coscia è causata proprio dallo sfregamento; la pelle si irrita e, se il sudore resta intrappolato sotto l'epidermide, l'irritazione può trasformarsi in infezione. Fortunatamente è quasi sempre possibile trattare questo disagio con soluzioni casalinghe, prima che la situazione si aggravi.

Parte 1
Trattare lo Sfogo

  1. 1
    Scegli indumenti traspiranti. Metti abiti di cotone e di fibre naturali durante tutto il giorno; la biancheria intima dovrebbe essere di cotone al 100%. Quando svolgi esercizio fisico, indossa materiale sintetico (come il nylon o il poliestere) che disperde l'umidità e si asciuga velocemente;[1] fai anche in modo di usare sempre abbigliamento comodo.
    • Evita tessuti ruvidi che provocano prurito o che possono trattenere l'umidità (come la lana o la pelle).
  2. 2
    Scegli abiti comodi. Gli indumenti che coprono le gambe dovrebbero essere abbastanza larghi da permettere alla pelle di respirare e restare asciutta; non devi sentirli aderenti o come se pizzicassero. Quando sono troppo stretti generano attrito sull'epidermide, provocando irritazione, che è la principale causa degli sfoghi cutanei all'interno coscia.
    • Le zone in cui si manifesta questo disagio sono in genere l'interno coscia, l'inguine, le ascelle, sotto l'ombelico e ai capezzoli.
    • Se la screpolatura non viene trattata, può infiammarsi e infettarsi.[2]
  3. 3
    Mantieni la pelle asciutta. Devi sempre evitare che resti umida, soprattutto dopo aver fatto il bagno o la doccia. Prendi un asciugamano pulito di cotone e tampona delicatamente l'epidermide; non sfregare, altrimenti puoi irritare ancora di più gli sfoghi. Eventualmente, puoi usare un asciugacapelli impostandolo alla temperatura minima per asciugare completamente le zone sofferenti; evita il calore eccessivo, altrimenti potresti peggiorare la situazione.[3]
    • È importante mantenere la pelle asciutta e libera dal sudore, dato che quest'ultimo contiene molti minerali che possono aggravare gli sfoghi.
  4. 4
    Sappi quando è opportuno andare dal medico. La maggior parte delle eruzioni cutanee causate da attrito può essere trattata a casa senza bisogno di un intervento del dottore; tuttavia, se la situazione non migliora entro 4-5 giorni o si aggrava, devi chiamare l'ambulatorio per fissare un appuntamento. Questo è particolarmente importante se sospetti che gli sfoghi si siano infettati (se hai febbre, dolore, gonfiore o noti del pus attorno alle eruzioni).[4]
    • Evitando l'attrito sugli sfoghi, mantenendo questi ultimi puliti e idratando la pelle, puoi ottenere un po' di sollievo entro un paio di giorni; se però non inizi a sentirti meglio entro questo periodo, contatta il medico.
  5. 5
    Segui i consigli del dottore per quanto riguarda le cure. Durante la visita verrai sottoposto a un controllo fisico della pelle per verificare se le eruzioni presentano delle lesioni; se il medico ritiene che vi sia un'infezione batterica, probabilmente ti prescriverà un tampone per una coltura. Da questo test è in grado di valutare il ceppo batterico o micotico responsabile dell'infezione e può stabilire il trattamento necessario. In base alla situazione, può prescriverti uno o più dei seguenti farmaci:[5]
    • Antimicotico topico (se l'infezione è causata da un lievito);
    • Antimicotico per uso orale (se il trattamento topico non è efficace);
    • Antibiotici per uso orale (se l'origine dell'infezione è batterica);
    • Antibiotici topici (se l'infezione è batterica).

Parte 2
Alleviare il Prurito

  1. 1
    Pulisci la zona interessata. Dato che la pelle è più sensibile e potrebbe essere sudaticcia, è importante lavarla con un sapone neutro senza profumi. Usa solo acqua tiepida o fredda e assicurati di risciacquare accuratamente il sapone, dato che eventuali residui potrebbero irritare ancora di più la pelle.[6]
    • Valuta di usare un sapone a base di olio vegetale; cercane uno specifico, come quello di olio di oliva, di palma o di soia, di glicerina vegetale o di burro vegetale (per esempio di cocco o di karité).
    • Lavati subito dopo aver sudato molto per evitare che l'umidità rimanga intrappolata nell'area affetta dagli sfoghi.
  2. 2
    Applica un prodotto in polvere. Una volta che la pelle è asciutta e pulita, puoi spargere un po' di talco o prodotto analogo per impedire all'umidità di accumularsi sulle zone sensibili. Opta per una polvere per bambini senza profumi, ma verifica se contiene talco; in questo caso, devi usarlo con moderazione perché alcuni studi lo hanno correlato a un maggior rischio di cancro alle ovaie nelle donne.[7]
    • Non applicare l'amido di mais, perché i batteri e i funghi si nutrono di tale sostanza e potresti sviluppare delle infezioni.[8]
  3. 3
    Mantieni la pelle lubrificata. Idrata le gambe per ridurre l'attrito quando strofinano l'una contro l'altra; usa un prodotto naturale, come l'olio di mandorla, ricino, lanolina o calendula. Assicurati che la pelle sia pulita e asciutta prima di spalmare l'olio; puoi anche valutare di mettere una garza pulita sugli sfoghi cutanei per proteggerli.[9]
    • Se vedi che le eruzioni cutanee sono sottoposte a continuo attrito con gli abiti o altre parti del corpo, applica l'emolliente almeno due volte al giorno o anche più spesso.
  4. 4
    Aggiungi un olio essenziale al prodotto emolliente. Sebbene sia importante lubrificare la pelle, è altrettanto utile applicare un olio essenziale dalle proprietà curative; puoi inoltre aggiungere del miele medicinale che ha proprietà antibatteriche e antifungine.[10] Per usare le erbe aromatiche, aggiungi 1 o 2 gocce di uno qualsiasi dei seguenti oli in 4 cucchiai di prodotto lubrificante:
    • Calendula: l'olio ottenuto da questo fiore può guarire le ferite cutanee e agisce come un antinfiammatorio;[11][12]
    • Iperico: viene in genere consigliato per trattare la depressione e l'ansia, ma è usato tradizionalmente per lenire la pelle irritata;[13] tuttavia, i bambini e le donne incinte o che allattano non dovrebbero usarlo;[14]
    • Arnica: sono necessari ulteriori studi per conoscere a fondo le proprietà curative di questo olio essenziale che deriva dal pseudanthium delle Asteracee;[15] anche tale prodotto non è adatto ai bambini e alle donne incinte o che allattano;[16]
    • Achillea millefoglie: l'olio di questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e favorisce la guarigione;[17]
    • Neem: è un altro olio in grado di ridurre l'infiammazione e stimolare la guarigione delle ferite; viene usato inoltre con successo nei bambini che hanno subito qualche ustione.[18]
  5. 5
    Testa le diverse miscele sulla pelle. Dato che l'epidermide è già sensibile, devi capire se la miscela di olio essenziale e prodotto lubrificante può provocare qualche reazione allergica. Intingi un batuffolo di ovatta nella soluzione e strofinane una piccola quantità all'interno del gomito;[19] benda la zona e aspetta 10-15 minuti. Se non si sviluppa alcuna reazione allergica (come uno sfogo, una sensazione pungente o prurito), puoi usare la miscela sulla pelle in tutta sicurezza nell'arco della giornata; dovresti applicarla almeno 3 o 4 volte, per assicurarti di trattare costantemente l'irritazione.
    • Non applicare queste miscele di erbe sui bambini che hanno meno di 5 anni.
  6. 6
    Fai un bagno con l'avena. Inserisci 80-150 g di fiocchi d'avena sminuzzati in un gambaletto di nylon; fai un nodo all'estremità in modo che il cereale non possa uscire e lega la calza al rubinetto della vasca. Fai scorrere l'acqua tiepida sul fagotto e riempi la vasca; resta in ammollo per 15-20 minuti e al termine asciuga la pelle tamponando. Ripeti il trattamento una volta al giorno.[20]
    • Il bagno lenitivo è particolarmente utile se le zone irritate occupano una grande superficie del corpo.

Consigli

  • Gli atleti e le persone obese o in sovrappeso corrono maggiori rischi di irritazione cutanea per attrito. Se sei obeso o in sovrappeso, il medico può consigliarti di dimagrire per evitare tale disagio; se sei un atleta, devi impegnarti a tenere la pelle asciutta durante e dopo gli allenamenti.

Riferimenti

  1. https://www.rei.com/learn/expert-advice/travel-clothing.html
  2. http://www.aafp.org/afp/2005/0901/p833.html
  3. Mistiaen P, Poot E, Hickox S, Jochems C, Wagner C. Preventing and treating intertrigo in the large skin folds of adults: a literature overview. Dermatol Nurs. 2004;16:43–6,49–57.
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heat-rash/basics/symptoms/con-20033908
  5. http://www.aafp.org/afp/2005/0901/p833.html
  6. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heat-rash/basics/lifestyle-home-remedies/con-20033908
  7. http://www.cancer.org/cancer/cancercauses/othercarcinogens/athome/talcum-powder-and-cancer
  8. Guitart J, Woodley DT. Intertrigo: a practical approach. Compr Ther. 1994;20:402–9.
  9. http://www.naturalremedies.org/chafing/
Mostra altro ... (11)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zora Degrandpre, ND. La Dottoressa Degrandpre lavora come Medico Naturopata Registrato a Washington. Ha conseguito la Laurea in Naturopatia presso il National College of Natural Medicine nel 2007.

Categorie: Disturbi della Pelle

In altre lingue:

English: Get Rid of a Rash Between Your Legs, Español: deshacerse de un sarpullido entre las piernas, Português: Se Livrar de uma Assadura Entre as Pernas, Русский: избавиться от сыпи между ног, Deutsch: Einen Ausschlag zwischen deinen Beinen loswerden, Français: se débarrasser d’une éruption cutanée, Bahasa Indonesia: Mengatasi Ruam di Antara Kedua Kaki, العربية: التخلص من الطفح الجلدي بين الساقين, Nederlands: Afkomen van uitslag tussen je benen, Tiếng Việt: Chữa phát ban giữa hai đùi

Questa pagina è stata letta 12 232 volte.
Hai trovato utile questo articolo?