Se senti una zaffata di "tappeto umido" in casa, prova a rimuovere l'odore di stantio con il bicarbonato di sodio e l'aspirapolvere più potente che hai. Tuttavia, se la muffa è penetrata nelle fibre della moquette, puoi tentare di sbarazzartene in maniera più aggressiva con l'aceto e l'acqua ossigenata. Infine, se il cattivo odore persiste, dovresti rivolgerti a un professionista per determinare se è possibile eliminarlo.

Metodo 1 di 3:
Rimuovere l'Odore di Stantio

  1. 1
    Diffondi il bicarbonato di sodio sulla moquette. Si tratta di un prodotto in grado di assorbire gli odori e l'umidità; devi semplicemente acquistarlo presso il supermercato e versarlo liberamente su tutta la superficie da trattare. Distribuiscilo in maniera delicata sulla moquette usando una spugna o una scopa, in modo che copra quanto più possibile tutto tessuto.[1]
    • Lascialo agire per tutta la notte;
    • In alternativa, puoi utilizzare il borace in polvere per ottenere lo stesso risultato; in questo caso, segui con scrupolo le precauzioni e le modalità d'uso indicate sulla confezione.
  2. 2
    Passa l'aspirapolvere sulla superficie. Usa l'elettrodomestico più potente che hai e fai in modo di coprire tutta la moquette; al termine, passalo una seconda volta per assicurarti di averla trattata almeno in due direzioni diverse.[2]
  3. 3
    Usa uno shampoo per moquette. È un prodotto disponibile in commercio (nei supermercati o anche online) che può rimuovere l'odore di umidità. Attieniti alle indicazioni descritte sulla confezione, che prevedono probabilmente di usare per prima cosa l'aspirapolvere.[3]
    • Tieni presente che alcuni prodotti sono specifici per essere usati con un lavatappeti, mentre altri possono essere applicati usando semplicemente una spugna.
    • Per esempio, potrebbe essere necessario diffondere un certo tipo di shampoo con la spugna, lasciarlo agire per almeno 20 minuti, dopodiché passare nuovamente l'aspirapolvere su tutta la zona.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Preparare in Casa delle Soluzioni Pulenti

  1. 1
    Spruzza una miscela d'aceto per uccidere le spore. L'aceto bianco è molto acido; tale caratteristica gli conferisce proprietà antibatteriche, antimicrobiche e antisettiche. Non solo è in grado di uccidere la muffa, ma può anche allentare e sollevare altri residui dalla moquette. Per preparare la soluzione detergente, mescola mezzo litro di acqua calda con un cucchiaio di aceto bianco e un cucchiaino di bicarbonato di sodio in una bottiglietta a spruzzo.[4]
    • Scuoti accuratamente il contenitore e diffondi liberamente la miscela sulla moquette; preparane dell'altra in base al bisogno.
    • Sappi che nella stanza ci sarà un forte odore di aceto finché la miscela non si sarà asciugata.
    • Una volta asciutta, passa accuratamente l'aspirapolvere su tutta la superficie trattata.
  2. 2
    Mescola acqua ossigenata al 3% con del sapone senza coloranti. Unisci 4 cucchiai di perossido d'idrogeno al 3% con uno di sapone liquido privo di tinture e mescola le due sostanze con circa 1,5 l di acqua molto calda. Questa soluzione è perfetta per pulire le moquette con il lavatappeti.[5]
    • L'acqua ossigenata al 3% è in vendita nelle farmacie o nei supermercati;
    • Fai attenzione quando la usi, perché può far scolorire leggermente le fibre di colore scuro; tuttavia, il rischio è minimo se usi quella con una concentrazione massima pari al 3%.
  3. 3
    Unisci l'aceto al perossido di idrogeno. Usa quello bianco e aggiungilo al perossido per ottenere un'azione ancora più efficace. Prendi una bottiglia a spruzzo e mescola 60 ml di aceto bianco con un cucchiaio di acqua ossigenata e un altro di sapone liquido senza coloranti; riempi il resto del contenitore con acqua calda.[6]
  4. 4
    Fai una prova in una zona poco visibile della moquette. Soprattutto se stai usando l'acqua ossigenata, devi testare prima il prodotto per assicurarti che non causi accidentalmente uno scolorimento; per esempio, è sufficiente bagnare un panno con la miscela che hai preparato e strofinarlo sulle fibre in un angolo nascosto.[7]
    • Lascia agire la sostanza per alcuni minuti, tampona poi la moquette con un telo asciutto e aspetta 24 ore; se non noti alcuna variazione di colore, la miscela è sicura e puoi utilizzarla su tutto il resto della superficie.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Sbarazzarsi degli Odori Persistenti

  1. 1
    Mantieni la moquette asciutta. L'umidità è la prima causa di muffa, che a sua volta provoca cattivo odore. Pertanto, accendi un deumidificatore o il condizionatore d'aria per cercare di prevenire questo inconveniente o almeno evitare che possa ripresentarsi; in alternativa, accendi un ventilatore e apri le finestre.[8]
  2. 2
    Consulta un esperto di pulizia di moquette. Se hai tentato di liberarti dell'odore di umidità ma questo persiste nonostante tutti i tuoi sforzi, vale la pena rivolgersi a un professionista che possa verificare la situazione e dirti se è possibile pulire la moquette e salvarla.[9]
    • Un'azienda specializzata in questo settore è anche in grado di rimuovere e pulire completamente una moquette danneggiata da un allagamento o da qualche altra fonte di umidità persistente.
  3. 3
    Rimuovi la moquette per eseguire una pulizia accurata. Se è stata installata con le strisce di ancoraggio, puoi toglierla, pulirla e provvedere poi a reinstallarla nuovamente. Se tu o il professionista a cui ti rivolgi siete in grado di recuperare la moquette e riportarla al suo stato originale, sappi che l'imbottitura sottostante dovrà comunque essere sostituita.[10]
    • Se provvedi tu stesso alla pulizia, mescola una parte di perossido di idrogeno al 3% con cinque di acqua e diffondi la miscela su entrambi i lati della moquette, facendo attenzione a coprirla completamente; successivamente, lasciala esposta ai raggi diretti del sole finché non è completamente asciutta.
  4. 4
    Valuta di buttarla via. Se l'acqua ha impregnato completamente la moquette e l'imbottitura sottostante, devi sostituirle entrambe. In linea generale, se il liquido è rimasto sul rivestimento per più di 24 ore o se l'umidità ha permesso alla muffa di contaminare tutte le fibre, devi provvedere al cambio della pavimentazione.[11]
    • Se la fonte di umidità è temporanea o di dimensioni minime, puoi forse riuscire ad asciugare la moquette.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Pulire le Fughe nel Pavimento

Come

Sturare un WC

Come

Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato

Come

Allargare i Vestiti Ristretti

Come

Organizzare l'Armadio

Come

Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti

Come

Far Tornare Bianchi i Capi Bianchi

Come

Rimuovere l'Odore di Urina del Gatto

Come

Usare una Lavatrice

Come

Rimuovere la Cera dai Tessuti

Come

Caricare la Lavastoviglie

Come

Togliere la Cera di una Candela da un Vasetto

Come

Pulire la Custodia di un Cellulare

Come

Pulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti Costosi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 3 585 volte
Questa pagina è stata letta 3 585 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità