Scarica PDF Scarica PDF

L'orticaria è una tipologia di sfogo cutaneo causata da una reazione allergica; è caratterizzata da ponfi rilevati, rossastri e pruriginosi che diventano bianchi quando vengono premuti.[1] Questo disturbo è una risposta agli allergeni presenti nell'ambiente e si può sviluppare su tutto il corpo, viso incluso; per trattarlo si mettono in atto gli stessi trattamenti, indipendentemente dalla zona su cui si è manifestato.

Metodo 1 di 3:
Alleviare l'Orticaria sul Viso con Rimedi Naturali

  1. 1
    Applica un impacco fresco. L'acqua fresca aiuta a ridurre il gonfiore e l'irritazione dovuti all'orticaria.[2] Prendi un asciugamano pulito di cotone e immergilo nell'acqua fresca; strizzalo per eliminare il liquido in eccesso e appoggialo sulle zone interessate.
    • Puoi procedere con questo rimedio tutte le volte che desideri; bagna nuovamente il panno ogni 5-10 minuti per lenire la pelle e mantenerla fresca.
    • Non usare acqua troppo fredda perché in alcune persone può aggravare il disturbo.[3]
    • Un impacco tiepido o caldo può alleviare temporaneamente il prurito, ma l'orticaria potrebbe aggravarsi e dovresti quindi evitarlo.
  2. 2
    Allevia il disagio con la farina d'avena. Un bagno all'avena è un rimedio piuttosto comune per lenire il prurito causato da orticaria, varicella, scottature solari e altro ancora e rappresenta un trattamento molto popolare contro l'irritazione.[4] Questo tipo di bagno è in genere più indicato quando l'orticaria è diffusa su un'ampia superficie del corpo, ma puoi prepararne una piccola quantità in una grande ciotola e immergervi il viso, trattenendo il respiro e tenendo la faccia sotto la superficie dell'acqua; in alternativa puoi bagnare un asciugamano con la miscela e appoggiarlo sul viso. Puoi anche preparare una maschera all'avena; assicurati di usare quella colloidale cruda, che è prodotta proprio a questo scopo.
    • Versa 100 g di fiocchi d'avena in un gambaletto di nylon; mettilo sotto il rubinetto e fai scorrere l'acqua attraverso il cereale finché non hai riempito la vasca o la ciotola per preparare il bagno. Tenere l'avena nella calza di nylon rende più facili le operazioni finali di pulizia ed evita che gli scarichi possano ostruirsi; se stai usando quella colloidale, invece, è sufficiente scioglierla nell'acqua. Ricorda di usare acqua fredda perché quella tiepida o calda può aggravare la malattia. Immergi un asciugamano nel liquido e appoggialo sul viso; ripeti il trattamento in base al bisogno.
    • Per preparare una maschera all'avena mescola un cucchiaio di avena colloidale con un cucchiaino di miele e altrettanto di yogurt; applica l'impasto sulla pelle, lascialo agire per 10-15 minuti e al termine risciacqua il viso con acqua fredda.
  3. 3
    Usa l'ananas. Questo frutto contiene la bromelina, un enzima che aiuta a controllare l'infiammazione e il gonfiore;[5] prendi alcune fette del frutto fresco e appoggiale direttamente sugli sfoghi.[6]
    • Sii consapevole che questo rimedio non è scientificamente provato e non dovresti applicare o ingerire l'ananas se sei allergico.
  4. 4
    Prepara un impasto. Puoi usare il bicarbonato di sodio o il cremor tartaro per realizzare una crema che lenisca il disagio; entrambe le sostanze hanno proprietà astringenti e possono quindi ridurre la reazione, il gonfiore e il prurito nelle zone su cui le applichi.[7]
    • Mescola un cucchiaio di cremor tartaro o di bicarbonato di sodio in una quantità d'acqua sufficiente per creare un impasto da spalmare sulle aree interessate.
    • Dopo 5-10 minuti risciacqua la pelle con acqua fredda.
    • Puoi ripetere il trattamento tutte le volte che ne senti il bisogno.
  5. 5
    Prepara un bagno di infuso di ortica. Questa pianta viene tradizionalmente usata per curare l'orticaria; il suo nome scientifico è Urtica dioica e "orticaria" deriva proprio da questo termine.[8] Per preparare la tisana di ortica metti un cucchiaino di erba essiccata in 250 ml di acqua bollente e aspetta che si raffreddi[9] ; bagna quindi un asciugamano di cotone nell'infuso, strizzalo per eliminare l'umidità in eccesso e appoggialo sulla pelle colpita dal disturbo dermatologico.
    • Questo rimedio non è supportato da studi scientifici e tutte le prove delle sue proprietà lenitive sono puramente aneddotiche o basate su esperienze personali.
    • Applica l'infuso in base al bisogno e preparane uno nuovo ogni giorno.
    • Quello che non usi va conservato in frigorifero in un recipiente ermetico.
    • L'infuso di ortica è sicuro per la maggior parte della gente, ma non devi usarlo se sei incinta o stai allattando e non va utilizzato sui bambini; se soffri di diabete, ipotensione o sei in terapia farmacologica devi parlare con il medico prima di utilizzare tale rimedio.[10]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Trattare l'Orticaria sul Viso con i Farmaci

  1. 1
    Tratta l'orticaria con i medicinali. In caso di reazione lieve o moderata sono spesso indicati gli antistaminici, che bloccano la produzione delle istamine responsabili degli sfoghi cutanei[11] e che puoi trovare in farmacia in libera vendita o su prescrizione. Tuttavia i principali farmaci usati per gestire le allergie sono:[12]
    • Antistaminici non sedativi, come la loratadina (Clarityn, Fristamin), la cetirizina (Zirtec) e la clemazina (Tavegil, Tavist).
    • Antistaminici sedativi, come la difenidramina (Allergan, Benadryl), la bromfeniramina e la clorfenamina (Trimeton).
    • Corticosteroidi da banco in formato spray nasale, come il triamcinolone acetonide (Kenacort).
    • Corticosteroidi su prescrizione, come il prednisone, il prednisolone, l'idrocortisone e il metilprednisolone.
    • Stabilizzatori dei mastociti, come il sodio cromoglicato (Gastrofrenal).
    • Inibitori dei leucotrieni, come il montelukast (Singulair).
    • Sostanze immunomodulanti per uso topico, come il tacrolimus (Protopic) e il pimecrolimus (Elidel).
  2. 2
    Spalma una lozione sulle macchie di orticaria. Puoi usare un prodotto lenitivo sul viso; applica una crema a base di calamina per alleviare il prurito tutte le volte che ne senti la necessità e alla fine risciacquala con acqua fredda.[13]
    • Puoi anche usare un panno di cotone o un batuffolo di ovatta impregnato di Pepto-Bismol (subsalicilato di bismuto) o latte di magnesia (idrossido di magnesio) da usare come lozione. Tampona le aree colpite dall'orticaria con un batuffolo di cotone, lascia agire il prodotto per 5-10 minuti e al termine risciacqua con acqua fredda.
  3. 3
    Usa un EpiPen (autoiniettore di epinefrina) se manifesti reazioni gravi. In rari casi l'orticaria può provocare edema della gola e innescare una situazione d'emergenza che richiede l'uso di epinefrina. L'EpiPen è indicato per le persone che sono estremamente allergiche e che devono ricevere questo farmaco per evitare l'anafilassi, una grave reazione allergica che può verificarsi indipendentemente dallo sviluppo o meno dell'orticaria. I sintomi sono:[14]
    • Sfoghi cutanei, tra cui anche l'orticaria, possono essere pruriginosi e la pelle può apparire arrossata o pallida.
    • Sensazione di calore.
    • Sensazione o percezione di un nodo in gola.
    • Dispnea o altre difficoltà di respirazione.
    • Edema di lingua o gola.
    • Tachicardia e pulsazioni martellanti.
    • Nausea, vomito o diarrea.
    • Vertigini o svenimento.
  4. 4
    Rivolgiti al medico. Se non conosci con certezza la causa dell'orticaria o i rimedi casalinghi non alleviano il disagio, devi farti visitare dal dottore. Puoi anche rivolgerti a un allergologo per capire quali sostanze specifiche hanno scatenato l'orticaria; il medico può prescriverti dei farmaci più forti per trattare il disturbo.
    • L'angioedema è una forma più profonda di gonfiore che si sviluppa spesso sul viso; colpisce gli strati di pelle più profondi rispetto all'orticaria e può formarsi su tutto il corpo, ma quando si verifica sulla faccia colpisce soprattutto la zona circostante occhi e labbra; può essere molto pericoloso in quanto causa gonfiore attorno alla gola. Se manifesti qualsiasi forma di orticaria sul viso e provi una sensazione di restrizione in gola, cambiamenti nella tonalità della voce o qualsiasi difficoltà a deglutire o respirare, potrebbe trattarsi di un'emergenza medica e devi chiamare immediatamente i soccorsi.[15]
    • Se pensi di avere un angioedema, cerca subito cure mediche.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Prevenire l'Orticaria

  1. 1
    Riconosci i sintomi. I sintomi e la manifestazione dell'orticaria possono essere di breve durata (a volte solo pochi minuti), ma possono anche durare a lungo, per mesi o perfino anni. L'orticaria si presenta in genere con chiazze tonde, sebbene possano a volte fondersi e assomigliare a ponfi grandi e irregolari.[16]
    • Può essere un disturbo molto pruriginoso e può essere accompagnato da una sensazione di bruciore.
    • La pelle può diventare molto arrossata e calda.
  2. 2
    Conosci le cause. Tutti possono soffrire di orticaria. Durante una reazione allergica alcune cellule cutanee vengono stimolate a rilasciare l'istamina o altre citochine presenti al proprio interno, causando gonfiore e prurito.[17] Questo disturbo cutaneo si sviluppa più spesso a causa di:[18]
    • Eccessiva esposizione al sole; le creme solari sembrano non proteggere il viso e alcune protezioni possono addirittura provocare l'orticaria.
    • Saponi, shampoo, balsami e altri prodotti per la cura del corpo.
    • Allergie a farmaci; quelli più comuni che annoverano l'orticaria sul viso come effetto collaterale sono gli antibiotici, alcuni specifici sulfamidici, la penicillina, l'aspirina e gli ACE-inibitori usati per controllare la pressione sanguigna.
    • Eccessiva esposizione al freddo, al caldo o all'acqua.
    • Alimenti allergenici, come crostacei, uova, latte, frutti di bosco e pesce.
    • Alcuni tessuti.
    • Punture e morsi di insetti.
    • Polline o febbre da fieno.
    • Esercizio fisico.
    • Infezioni.
    • Trattamenti per alcune malattie, come il lupus e la leucemia.
  3. 3
    Evita i fattori scatenanti noti. Per prevenire eventuali sfoghi di orticaria devi fare in modo di restare lontano dalle fonti che provocano risposte allergiche, se le conosci. Potrebbe trattarsi dell'edera o quercia velenose, una puntura d'insetto, indumenti di lana o il pelo di gatti e cani; evita quanto più possibile questi elementi.
    • Per esempio, se sai di avere una reazione al polline fai in modo di non uscire il mattino e il pomeriggio, quando la concentrazione nell'aria è al picco massimo; se sei allergico al sole, indossa un cappello o indumenti protettivi.
    • Evita più che puoi gli irritanti comuni, come gli insetticidi spray, il fumo del tabacco e del legno, i vapori del catrame fresco o delle vernici.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Curare una Scottatura Solare al Cuoio CapellutoCurare una Scottatura Solare al Cuoio Capelluto
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Trattare una Cisti Sebacea infettaTrattare una Cisti Sebacea infetta
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Capire se Hai una Neuropatia ai PiediCapire se Hai una Neuropatia ai Piedi
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Alzare il Livello di Piastrine nel Sangue in Modo NaturaleAlzare il Livello di Piastrine nel Sangue in Modo Naturale
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Timothy Sherman, RN
Co-redatto da:
Infermiere Registrato
Questo articolo è stato co-redatto da Timothy Sherman, RN. Timothy Sherman lavora come Infermiere Registrato in Texas. Si è laureato in Scienze Infermieristiche alla Wichita State University nel 2012. Questo articolo è stato visualizzato 11 250 volte
Questa pagina è stata letta 11 250 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità