I cuscini sono fra gli oggetti più usati in una casa. Ogni notte vengono infatti utilizzati uno o più cuscini per sostenere la testa, pertanto sulle federe rimangono capelli, cellule morte e altri residui, fra cui trucco, sudore e sporco. Come potrai ben immaginare, nel tempo la sporcizia comincia ad accumularsi, facendo ingiallire anche i cuscini più immacolati. Sebbene sia possibile buttare i cuscini vecchi e ingialliti per sostituirli, esistono vari metodi per sbiancarli e renderli come nuovi. Bisognerà lavarli, trattarli con i prodotti giusti e mantenerli in buone condizioni.

Metodo 1 di 3:
Lavare i Cuscini in Lavatrice

  1. 1
    Leggi le etichette di lavaggio. In linea di massima, controlla sempre le etichette prima di lavare qualcosa. Nonostante la maggior parte dei cuscini possa essere messa in lavatrice, alcuni possono essere lavati soltanto a secco o trattando le macchie in maniera localizzata. Infatti, ci sono cuscini con tessuti o imbottiture che si rovinerebbero in lavatrice [1].
    • Sebbene sia possibile ignorare le istruzioni del fabbricante e lavarli comunque in lavatrice, questo annullerà l'eventuale garanzia sul prodotto. Inoltre, rischi di contaminare l'acqua con sostanze tossiche, cosa che può succedere con alcuni cuscini in gommapiuma.
  2. 2
    Tratta le eventuali macchie in maniera localizzata. I cuscini sono soggetti a macchiarsi principalmente a causa di sudore, sporco e make-up. Inoltre, il rischio di sporcarli con olio e cibo è sempre dietro l'angolo. Prima di mettere i cuscini ingialliti in lavatrice, tratta le piccole macchie in maniera localizzata usando un normale smacchiatore in spray o una pasta a base di bicarbonato di sodio e acqua [2].
  3. 3
    Lava i cuscini usando una miscela a base di aceto, carbonato di sodio e detersivo. Invece di lavarli soltanto con il detersivo che usi abitualmente, aggiungi aceto, carbonato di sodio e detersivo per lavastoviglie [3].
    • Misura 250 ml di detersivo per lavastoviglie, 170 g di carbonato di sodio e 120 ml di aceto per 45 ml di detersivo per il bucato. Questa miscela è stata formulata per lavare due cuscini.
  4. 4
    Fai un secondo ciclo di lavaggio usando solo acqua calda. La soluzione usata in precedenza tende a essere densa e granulosa. Di conseguenza, se non viene effettuato un risciacquo profondo, potrebbe aderire ai cuscini. Dopo aver fatto un ciclo di lavaggio con la soluzione, realizzane un altro usando solo acqua calda o mescolando acqua calda e 120 ml di aceto. In questo modo rimuoverai tutti i residui di detersivo e disinfetterai rapidamente i cuscini [4].
  5. 5
    Esamina il colore. Togli i cuscini dalla lavatrice ed esamina il colore per vedere se hai ottenuto un miglioramento. In caso di riscontro negativo, puoi rimettere i cuscini in lavatrice. Questa volta fai un carico con circa 60 ml di acqua ossigenata. L'acqua ossigenata ha proprietà sbiancanti, ma è più sicura rispetto alla candeggina.
    • Se dopo questa procedura i cuscini continuano ad apparire ingialliti, è possibile che non ci sia rimedio per recuperare il colore originale. Se i cuscini non hanno un odore di muffa o sudore e l'unico problema è il colore, puoi semplicemente coprirli con una federa per nascondere le parti meno piacevoli alla vista.
    • Se il cattivo odore dovesse essere persistente, allora è arrivato il momento di comprare cuscini nuovi.
  6. 6
    Metti i cuscini nell'asciugatrice con delle palline da tennis. Lavati i cuscini, dovresti metterli in un'asciugatrice pulita impostando il ciclo air dry. Sistema anche delle palline da tennis nel cestello. La funzione delle palline è quella di percuotere i cuscini durante l'asciugatura, in modo che il processo avvenga in maniera omogenea e i cuscini vengano sprimacciati [5].
    • Usare le palline da tennis senza coprirle può lasciare un odore di gomma sui cuscini. Se ti è già capitato o hai una certa sensibilità a questo odore, puoi avvolgerle con un paio di calzini o una vecchia maglietta per nasconderlo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Lavare i Cuscini a Mano

  1. 1
    Segui le istruzioni riportate sull'etichetta. Se hai un guanciale di piume o un cuscino in memory foam, non ignorare le avvertenze riportate sull'etichetta, in quanto questi materiali non possono essere messi in acqua. Invece, fai soltanto un trattamento localizzato. In tal caso, è possibile trattare le macchie utilizzando una pasta a base di bicarbonato di sodio e acqua. Potresti anche spruzzare dell'aceto sulle zone interessate per eliminare i cattivi odori.
  2. 2
    Metti i cuscini al sole. Dal momento che non è possibile lavarli in lavatrice, per sbiancare i cuscini bisogna avere un pizzico di creatività. Metti i cuscini di piume o microfibra ingialliti sul balcone o sul davanzale per esporli ai raggi del sole e farli sbiancare. Applica della candeggina o dell'aceto usando un piccolo spazzolino da denti, oppure cospargi una manciata di bicarbonato di sodio sul cuscino per assorbire umidità e cattivi odori [6].
  3. 3
    Metti i cuscini in microfibra in una bacinella piena di acqua tiepida e un detersivo delicato. Comprimi ciascun cuscino per tre-sette volte, in modo da permettere al detersivo di penetrare a fondo nel materiale. Risciacqua con acqua fredda. Infine, spremi i cuscini per eliminare gli eccessi di acqua e farli asciugare prima [7].
    • Non strizzare eccessivamente i cuscini, altrimenti rischi di danneggiare il poliuretano e strappare la rete che mantiene ferma al suo posto la gommapiuma.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Adottare Buone Abitudini per Mantenere i Cuscini Puliti

  1. 1
    Cambia le federe dei cuscini e le lenzuola una volta alla settimana. Per mantenere i cuscini in condizioni impeccabili, cambia le federe e le lenzuola almeno una volta alla settimana. Se la persona che usa questa biancheria da letto è predisposta a sudare, soffre di enuresi notturna o va a dormire truccata, cambia le lenzuola e le federe due volte alla settimana [8].
    • Tieni a disposizione almeno due completi di lenzuola: mentre ne usi uno, lava l'altro. Alternare regolarmente fra i due set ti permetterà di mantenere pulito il materasso e i cuscini, facendo anche durare più a lungo le lenzuola.
  2. 2
    Usa uno spray per lenzuola. Applica uno spray fra un lavaggio e l'altro per mantenere i cuscini freschi e puliti. Diversi spray vengono prodotti con ingredienti naturali e sicuri da utilizzare, come acqua di amamelide e oli essenziali. Molti di questi ingredienti possono essere personalizzati a proprio piacimento. Gli spray per lenzuola di buona qualità tengono anche sotto controllo la muffa [9].
    • Gli spray per lenzuola possono inoltre conciliare il sonno. Per esempio, uno spray a base di lavanda o olio di legno di cedro può aiutarti a rilassarti e ad addormentarti con maggiore facilità.
  3. 3
    Lava i cuscini in lavatrice almeno due volte all'anno. Alcuni esperti raccomandano di lavarli ogni tre mesi, ma tutti sono d'accordo sul fatto che non bisogna mai aspettare più di cinque o sei mesi fra un lavaggio e l'altro. Lavarli regolarmente aiuta a prevenire ingiallimento e impurità [10].
    • Ricorda che la frequenza dei lavaggi dipende dal tuo corpo e dalle tue abitudini notturne. Se sei soggetto a sudare durante la notte, i cuscini andranno lavati più spesso.
    • Se spesso vai a dormire senza aver lavato il viso o i capelli, può essere necessario fare lavaggi più frequenti, per esempio ogni due mesi.
  4. 4
    Vai a letto con viso e capelli puliti. Sebbene non sia necessario farsi la doccia ogni sera, lavarsi velocemente il viso e spazzolare i capelli sono due abitudini che aiutano ad allungare la vita utile di cuscini e federe. Molti ingredienti che si trovano nei cosmetici sono aggressivi. Oltre a sbiadire il tessuto, possono anche lacerarlo [11].
    • È inevitabile che su viso e capelli si raccolgano sebo e sudore, ma è possibile minimizzarne le tracce adottando una semplice routine di pulizia serale. Basta una semplice azione, come lavare il viso o raccogliere i capelli, per allungare la vita utile dei cuscini.
    Pubblicità

Consigli

  • I cuscini vanno cambiati ogni tre anni. Se hai un cuscino ingiallito che ha ormai fatto il suo tempo, è arrivato il momento di sostituirlo.

Pubblicità

Avvertenze

  • Evita sostanze chimiche aggressive come candeggina e ammoniaca. Sebbene siano ottimi sbiancanti, sono anche potenzialmente nocive per gli esseri umani e non vanno inalate mentre si dorme.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Pulire le Fughe nel Pavimento

Come

Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato

Come

Organizzare l'Armadio

Come

Far Tornare Bianchi i Capi Bianchi

Come

Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti

Come

Usare una Lavatrice

Come

Sturare un WC

Come

Rimuovere l'Odore di Urina del Gatto

Come

Allargare i Vestiti Ristretti

Come

Rimuovere i Residui di Colla

Come

Rimuovere la Cera dai Tessuti

Come

Eliminare i Cattivi Odori da Cuoio e Pelle

Come

Pulire la Custodia di un Cellulare

Come

Pulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti Costosi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 2 438 volte
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 2 438 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità