Scarica PDF Scarica PDF

È molto facile far tornare le piastrelle linde e brillanti, ma la difficoltà sta nel pulire le fughe. A volte capita di doverle riprendere. Non hai bisogno di detergenti specifici per pulire gli spazi interstiziali che intercorrono tra una mattonella e l'altra, anzi potresti già avere tutto l'occorrente in casa. Tuttavia, se scegli di ripristinarli, dovrai acquistare una vernice speciale.

Metodo 1
Metodo 1 di 2:
Pulire le Fughe Sporche

  1. 1
    Utilizza acqua calda e una spazzola di nylon. A volte basta un po' d'acqua e olio di gomito. Nebulizzala sulla malta che compone le fughe, quindi strofina con una spazzola a setole rigide con movimenti circolari. Potrebbe essere sufficiente per eliminare lo sporco più leggero depositato in superficie e liberare il fugante bianco sottostante.
    • In caso di macchie più difficili, aggiungi nell'acqua calda qualche goccia di detersivo per piatti.
    • Procurati una spazzola appositamente studiata per la pulizia delle fughe. Se non riesci a trovarla, andrà bene anche un vecchio spazzolino da denti o uno per la manicure. Tuttavia, evita di usarlo se ha le setole metalliche, perché potrebbe rovinare la malta.
  2. 2
    Applica una soluzione a base di aceto e acqua sulle macchie di muffa. Riempi un flacone spray con 1 parte di aceto bianco e 1 di acqua calda. Spruzza la miscela sulle zone interessate, aspetta 5 minuti, quindi strofina con una spazzola a setole rigide. Se necessario, risciacqua con acqua calda.
    • Non usare la stessa soluzione se le piastrelle sono in marmo o in pietra naturale. L'aceto può danneggiare questo tipo di materiali.
  3. 3
    Prepara una pasta a base di bicarbonato di sodio e acqua per le macchie più ostinate. Mescola un po' di bicarbonato in una buona quantità d'acqua fino a ottenere una pasta densa. Distribuiscila sull'area interessata. Strofina con una spazzola a setole rigide, quindi risciacqua con acqua calda.[1]
    • Puoi anche unire la pasta con una miscela composta da una parte di acqua e una di aceto bianco. Quando termina la reazione effervescente, applica il composto sulla macchia strofinando con una spazzola a setole rigide.
  4. 4
    Usa il perossido di idrogeno sulle macchie difficili. Puoi spruzzarlo direttamente sulla macchia oppure unirlo con il bicarbonato di sodio fino a ottenere una pasta.[2] Una volta applicato il perossido di idrogeno (da solo o combinato) sulla malta, aspetta qualche minuto, quindi strofina con una spazzola a setole rigide. Infine, risciacqua.[3]
    • Il perossido di idrogeno rimuove efficacemente le macchie di sangue.
  5. 5
    Utilizza un detersivo con ossigeno attivo. Trova un prodotto adatto alla pulizia delle fughe o contenente ossigeno attivo. Accendi l'aspiratore del bagno o apri la finestra e indossa un paio di guanti di gomma. Applicalo seguendo le istruzioni. In linea di massima bisogna lasciarlo agire per 10-15 minuti, quindi strofina con una spazzola a setole rigide. Al termine, sciacqua con acqua calda.
    • Puoi trovare vari detersivi a base di ossigeno attivo perché è un elemento chimico presente molto spesso nei comuni prodotti per le pulizie domestiche.
  6. 6
    Tratta le fughe con il vapore per ripristinare il bianco originale. Comincia regolando la pressione dell'apparecchio a vapore al minimo e, se necessario, aumentala gradualmente. Usa l'ugello con la spazzola in caso di macchie ostinate.
    • Questo metodo non necessita di detersivi perché impiega il vapore sotto pressione per sciogliere lo sporco.
  7. 7
    Adopera la candeggina diluita con acqua in casi estremi. Accendi l'aspiratore del bagno o apri la finestra. Indossa un paio di guanti di gomma, occhiali protettivi e vestiti vecchi. Quindi riempi un flacone spray con 1 parte di candeggina e 10 di acqua. Nebulizza la miscela sullo sporco accumulato tra le fughe e aspetta un paio di minuti. Strofina usando una spazzola a setole rigide, quindi risciacqua con acqua.
    • Usa la candeggina con la massima cura se la vasca da bagno è di porcellana. Potrebbe ingiallirla o erodere lo smalto.[4]
  8. 8
    Prova una pasta a base di bicarbonato di sodio e candeggina in casi estremi. Mescola 2 parti di bicarbonato di sodio e 1 di candeggina fino a ottenere una pasta densa. Distribuiscila sullo sporco accumulato tra le fughe e aspetta 5-10 minuti. Strofina con una spazzola a setole rigide, quindi aspetta altri 5-10 minuti. Dopodiché risciacqua con acqua.[5]
    • Anche se non è una buona idea unire la candeggina con altre sostanze chimiche, non dovrebbe causare problemi se mescolata con il bicarbonato di sodio. Molte persone ritengono che questo composto sfrutti al meglio le proprietà detergenti di entrambi gli ingredienti.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 2:
Sbiancare le Fughe con la Vernice

  1. 1
    Acquista una vernice bianca per fughe. Puoi trovarla in ferramenta o nei negozi di articoli per la casa, ma viene anche etichettata come "colorante per fughe". Di solito è a base di resina epossidica ed è molto resistente. La vernice per fughe è un prodotto diverso dallo stucco cementizio, che di solito è traslucido e non bianco.
    • A seconda della tonalità, la vernice bianca potrebbe sembrare un po' più scura una volta asciutta.
    • Se le piastrelle sono molto scure, la vernice bianca potrebbe sembrare troppo chiara. Considera di comprarne una di un tono grigio chiaro o bianco sporco.
  2. 2
    Prepara le piastrelle e le fughe. Riempi tutte le zone scalfite con la malta e lasciala asciugare. Se devi sigillare le piastrelle, fallo in questa fase, ma fai attenzione a non applicare il sigillante sulle fughe perché potrebbe impedire alla vernice di aderire. Assicurati anche che le fughe siano pulite e non presentino macchie di olio, cibo, sapone o sporco.
    • Se hai lavato le piastrelle, assicurati che siano completamente asciutte prima di procedere.
  3. 3
    Prendi un pennellino e una vaschetta per pittura. Il pennello dovrebbe essere abbastanza piccolo da passare lungo le fughe. Puoi anche usare un vecchio spazzolino da denti o un pennello economico comprato in ferramenta. Inoltre avrai bisogno di un'apposita vaschetta o un recipiente in cui versare la vernice.
    • Se hai paura che il pennello si apra perdendo le setole sugli spazi che separano le mattonelle, usa un pennello in schiuma. Assicurati che abbia la stessa larghezza delle fughe.[6]
    • Considera se occorre accorciare leggermente le setole in modo che siano più rigide. Ti permetteranno di maneggiarlo meglio.
    • In alternativa potresti comprare un piccolo applicatore di vernice dotato di rotelle. Ti consentirà di applicare il colore in modo facile e preciso.
  4. 4
    Versa un po' di vernice nella vaschetta. Versane meno di quanto pensi sia necessario: puoi sempre aggiungerla in seguito. Se esageri, potrebbe seccarsi prima che tu riesca a usarla tutta.
  5. 5
    Applica la vernice muovendo il pennello avanti e indietro.[7] Immergi la punta nella vaschetta in modo da raccogliere una piccola quantità di vernice. Passalo delicatamente lungo le fughe. Fai attenzione a non portarlo sulle piastrelle. Puoi sempre rimuovere la vernice in eccesso, ma è meglio evitare di pulire laddove sbagli.
    • La vernice per fughe si attacca solo sulla malta e si rimuove facilmente dalle piastrelle. In caso di dubbi, proteggile con il nastro adesivo.[8]
  6. 6
    Elimina la vernice in eccesso dalle piastrelle utilizzando un panno umido. Se si è asciugata, grattala via con un'unghia.[9] Puoi anche toglierla adoperando una spatola con lama arrotondata o un vecchio cucchiaio.
  7. 7
    Aspetta che la vernice si asciughi prima di applicare la seconda mano. A seconda della marca, l'attesa può durare anche più di un'ora; leggi le istruzioni relative ai tempi di asciugatura. Deve essere completamente asciutta prima che tu possa applicare un altro strato.[10]
  8. 8
    Lascia indurire la vernice prima di utilizzare la zona trattata. A seconda della marca che hai scelto, probabilmente dovrai lasciare che la vernice si indurisca prima di poter utilizzare la zona piastrellata. In altri casi basta solo aspettare che sia asciutta.
    • Conviene sempre lasciare asciugare la vernice più di quanto indicato per essere certi che sia veramente asciutta.
  9. 9
    Considera di sigillare le fughe utilizzando un apposito sigillante. Aiuterà la vernice a durare più a lungo, ma permetterà anche alle fughe di restare pulite più a lungo agevolandone la pulizia.
    Pubblicità

Consigli

  • Mantieni pulite le fughe all'interno della doccia nebulizzando 2-3 volte alla settimana una miscela composta da aceto bianco e acqua in parti uguali. L'aceto uccide la muffa.[11]
  • Sigilla le fughe con un apposito sigillante 10-14 giorni dopo che la vernice si è indurita.[12] In questo modo le proteggerai dalle macchie e le pulirai più facilmente.
  • Di solito le fughe si scuriscono quando si bagnano. Se non sono bianche come vorresti, aspetta che si asciughino prima di applicare altri detersivi e agenti abrasivi.[13]
Pubblicità

Avvertenze

  • Non mescolare la candeggina con altri detergenti per la casa: potrebbe produrre reazioni chimiche ed esalazioni tossiche.
  • Evita l'uso di spazzole metalliche. In genere sono troppo aggressive sulle fughe e possono graffiarle (così come le piastrelle circostanti). Piuttosto, opta per una spazzola di nylon.
  • Quando usi la candeggina e altri prodotti per la pulizia della casa, assicurati che l'ambiente sia ben aerato. Inoltre, dovresti indossare guanti, maglia a maniche lunghe, pantaloni e occhiali protettivi. Quando strofini sulle fughe, potresti schizzarti.
  • Evita di applicare l'aceto su marmo e piastrelle in pietra naturale. Rischi di danneggiare questo tipo di materiali.[14]
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

Pulire le Fughe Sporche

  • Detersivo
  • Strofinacci
  • Spugnette abrasive Scotch-Brite
  • Spazzola di con setole rigide di nylon
  • Guanti e occhiali protettivi
  • Ginocchiere

Sbiancare le Fughe con la Vernice

  • Colorante o vernice per fughe
  • Pennellino con setole rigide
  • Vaschetta per pittura o recipiente piccolo
  • Panno umido o spugna abrasiva

wikiHow Correlati

Rimuovere una Placca AntitaccheggioRimuovere una Placca Antitaccheggio
Preservare le Foglie AutunnaliPreservare le Foglie Autunnali
Fare uno Scaldacollo ai FerriFare uno Scaldacollo ai Ferri - Consigli dagli Esperti di wikiHow
Tingere il PoliestereTingere il Poliestere
Lavorare un Cappello Facile ai Ferri
Leggere un CalibroLeggere un Calibro
Eliminare il Problema dell'Elastico in un Capo d'Abbigliamento
Creare un Fiocco da un Nastro
Sistemare un Letto che CigolaSistemare un Letto che Cigola
Aggiustare una Zip Inceppata
Aggiustare una Tavoletta del Water InstabileAggiustare una Tavoletta del Water Instabile
Svitare una Vite Senza Cacciavite
Lavorare una Sciarpa ai Ferri
Liberare lo Scarico della DocciaLiberare lo Scarico della Doccia
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Ryaan Tuttle
Co-redatto da:
Esperto di Fai da Te
Questo articolo è stato co-redatto da Ryaan Tuttle. Ryaan Tuttle è un esperto di fai da te e amministratore delegato di Best Handyman Boston. Con oltre 15 anni di esperienza, è specializzato in opere di miglioramento per immobili e manutenzione delle proprietà sfruttando tecnologia e competenze artigianali. Possiede la licenza di supervisore di cantiere e appaltatore di lavori di miglioramento per case. A differenza della maggior parte degli appaltatori tuttofare, Best Handyman Boston è abilitata e assicurata. Boston Magazine e LocalBest.com l'hanno nominata la migliore attività tuttofare di Boston. Questo articolo è stato visualizzato 12 818 volte
Questa pagina è stata letta 12 818 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità