Scarica PDF Scarica PDF

Scalare una montagna viene considerato uno sport estremo da taluni mentre per altri e semplicemente un passatempo divertente che sfida la forza, la resistenza e il sacrificio. Può essere estremamente pericoloso, a volte fatale se lo scalatore scivola o viene investito da una frana o una valanga o altri pericoli. L'inesperienza, la poca pianificazione e un'attrezzatura sbagliata possono contribuire a ferirti o alla morte quindi impara ciò che serve. Nonostante tutto ciò che di negativo ci può essere, se praticata correttamente, la scalata è un'esperienza eccitante e divertente, piena di soddisfazione. Questo articolo serve come guida di base per un principiante e sottolinea ciò che bisogna imparare, ciascun passaggio meriterebbe un articolo in proprio e interi volumi sono stati scritti sull'arte della scalata, perciò ti consigliamo di passare un po' di tempo a documentarti. Per il momento, fatti un'idea continuando a leggere.

Passaggi

  1. 1
    Fai delle ricerche. Prima di decidere di scalare una montagna devi informarti e capire cosa si chiede a livello di capacità. È importante capire lo stato mentale richiesto per scalare, quello fisico, la conosceva della giusta attrezzatura e uno dei metodi migliori è leggere le testimonianze di altri scalatori che hanno sfidato più montagne. Molte librerie hanno sezioni dedicate all'argomento quindi non sarà difficile trovare dei buoni libri.
    • Per iniziare, prova con Mountaineering: The Freedom of the Hills di Steve M Cox e Kris Fulaas.
    • Guarda dei DVD al riguardo. Ci sono molti documentari e film incentrati sulle scalate.
    • Scopri i periodi migliori per scalare nelle varie zone del mondo. Se sei davvero interessato a farlo anche fuori dal tuo paese, questa sarà un'opportunità ampia dato che le stagioni alpine differiscono da paese a paese. Per esempio in Europa il periodo migliore va da giugno a settembre, in Nuova Zelanda da dicembre a marzo, in Alaska da giugno a luglio. Entro queste date generali ci sono variazioni che dipendono dal numero di persone in cordata,, dal tempo e dalle stagioni stesse.
    • Impara tutto ciò che puoi sulle condizioni atmosferiche e della montagna. La montagna ha un suo sistema meteorologico (micro-climi). Impara come leggere i segni del maltempo, come capire le nuvole, testare la direzione del vento e comprendere i cambiamenti durante la giornata. Devi anche sapere come reagire ai fulmini.
  2. 2
    Valuta la tua forza mentale. Molta parte della scalata riguarda la tua attitudine mentale perché dovrai prendere decisioni, direzioni ecc in modo veloce. Per molti la sfida mentale è una grossa parte del fascino perché sei completamente deragliato rispetto alla normale routine dell'ufficio e della vita, in un mondo in cui prendere decisioni ha enormi conseguenze. Alcune cose da domandarti sono:[1]
    • Vai in panico facilmente o prendi decisioni d'impulso? Questo tipo di carattere è pericoloso in cordata, dove si deve essere calmi e pensare lucidamente, e la capacità di trovare la soluzione adatta velocemente è vitale.
    • Sei in grado di superarele barriere o preferisci lasciar perdere e trovare qualcosa di meno estenuante?
    • Sei una persona positiva per natura, onesta verso te stessa? L'eccesso di confidenza non va bene e potrebbe portare a grossi problemi in questo caso.
    • Sei bravo a risolvere i problemi?
  3. 3
    Mantieniti in forma. La scalata richiede una buona forma fisica e capacità di resistenza perché è un'attività dispendiosa. Non puoi semplicemente affrontare una scalata dopo una vita relativamente sedentaria, seduto alla scrivania. Allenati al meglio. Gli esercizi ideali comprendono:
    • Running e jogging, inclusa corsa di resistenza.
    • Camminata e arrampicata, compresi i livelli di arrampicata più difficili.
    • Sollevamento pesi, o camminata o corsa con pesi in uno zaino o nelle mani.
    • Esercitati nell'arrampicata - pareti e ghiacciai sono perfetti.
    • Sci e snowboard (specie se se vuoi usarli per tornare a valle, il che è davvero estremo ma comunque possibile in alcune montagne).
    • Qualsiasi cosa che migliori la forza e la resistenza, due cose vitali.
  4. 4
    Acquista l'attrezzatura. Quella per scalare le montagne è molto specifica e assolutamente essenziale. Hai due opzioni: comprare la tua o affittarla. Se scegli di acquistarla, spenderai molto ma se lo fai gradualmente sarà un'ottima opzione e saprai che tutto è a tua misura, il che lo rende un ottimo investimento se intendi scalare più montagne. Se la affitti, non avrai mai la garanzia che sia tutto perfetto per te e gli attrezzi saranno ovviamente già stati usati da altri scalatori quindi saranno comunque di qualità e testati. Probabilmente è una buona idea affittarla per la prima esperienza per capire se davvero ti piace la montagna e poi decidere se iniziare a fartene una tua. Anche con quella in affitto ci saranno oggetti che dovrai comunque acquistare come ad esempio gli abiti e gli scarponi, due elementi importantissimi, anche più di piccozza e ramponi.
    • Vedi alla voce "Cose che ti serviranno" per una lista di partenza.
    • Ricorda che l'ossessione per il peso di chi scala ha un motivo. Porterai tutto quanto con te in montagna. Avere della zavorra non è l'ideale per chi scala ecco perché si cerca sempre di ridurre il peso senza tuttavia detrarre alla sicurezza. Questo potrebbe far lievitare i costi perché il materiale leggero come ad esempio il titanio costa di più.
  5. 5
    Impara l'etica della scalata. Scalare una montagna non solo un aspetto fisico e mentale. Molti picchi sono in zone del mondo remote e la tua avventura può avere un impatto sull'ambiente circostante. È un privilegio poter scalare montagne incontaminate e la maggior parte degli scalatori si preoccupano di mantenerle allo stato naturale, non abusando di ciò che la montagna offre loro.
    • Impara il principi del Non Lasciare Tracce.[2]
    • Vacci piano, sostieni la protezione della natura incontaminata e ottieni tutti i permessi necessari.
    • Leggiti il Codice della Scalata. È stato creato a scopo di sicurezza ed è una guida essenziale per un principiante.[3] [4]
    • Nessuna scalata dovrebbe essere fatta in solitaria, almeno con qualche amico che abbia già esperienza.
  6. 6
    Allenati. Se intendi fare la tua prima scalata come un corso per principianti allora il corso ti sarà utile come training. D'altro canto se pensi di scalare con un compagno dovrai comunque avere un training di base prima di partire a meno che tu non sia pronto ad "apprendere sul campo" con la guida. Un club di scalatori offre sempre corsi specializzati in tecniche come:
    • Scalata su ghiaccio, intaglio di gradini di ghiaccio, uso della piccozza.
    • Tecniche per fermarsi.
    • Scivolata (tecnica di discesa) nella quale scivoli usando la piccozza per controllare la velocità.
    • Attraversamento crepacci e tecniche di salvataggio oltre all'attraversamento di ponti di neve.
    • Uso dei ramponi incluso come indossarli, camminarci e tecniche specifiche.
    • Camminata su ghiacciaio.
    • Varie tecniche di arrampicata e capacità a trovare la strada, leggere una mappa, usare chiodi, cunei e viti, fare nodi, usare una corda ecc
    • Corso di sicurezza durante le valanghe. Solitamente questo è un corso specifico che si può frequentare in molti luoghi, adatto a chi scia, fa snowboard ma anche per chi vuole scalare o essere un professionista del salvataggio. È utile anche se non scali ma vuoi fare sport invernali.
    • Le tecniche di soccorso di base e i segnali di salvataggio vanno imparati come parte dell'allenamento.
  7. 7
    Progetta la tua prima scalata. L'ascesa dovrebbe essere adatta ad un principiante e fatta preferibilmente con una guida. Il livello di difficoltà della montagna è determinato dall'altezza e dal terreno. Le montagne sono categorizzate da facili a estremamente difficili con molti gradi centrali. Un principiante deve affrontarne una "facile" per iniziare pur prendendo sempre tutte le precauzioni del caso perché una montagna è pur sempre una montagna. Ogni paese assegna un grado di difficoltà diverso quindi dovrai fare delle ricerche prima. Dovrai anche comprendere che gli speroni di roccia (da molto difficili a difficilissimi) e quelli di ghiaccio sono un problema.
    • Per iniziare puoi provare con una "camminata" non tecnica in montagne come Mount Elbert e il Kilimanjaro. Imparerai come ci si sente a scalare, i cambiamenti atmosferici e avrai un assaggio di cosa implichi spendere tante energie. [5]
    • Il "dove" dipenderà da dove vivi e quanto puoi spendere, ma ti raccomandiamo di partire dal basso ovviamente. In questo modo avrai un assaggio di tutto e potrai poi impiegare più tempo concentrandoti sulla tecnica invece di preoccuparti di esposizione, privazione di ossigeno e mancanza di capacità. Ricorda che ogni scalata può essere un po' più difficile e alta quindi non esagerare fin dall'inizio.
    • Fai delle ricerche sulla montagna che scalerai. Controlla la regione, il meteo per quel tempo dell'anno, i pericoli noti e ogni possibile modo per scendere. I principianti devono sempre scegliere le strade più raccomandate, da domandare alle guide in caso non siano chiare.
    • Scopri se ci sono rifugi di servizio o altro disponibile alla base o lungo il percorso. Impara le regole dell'uso e il costo.
    • Trova delle mappe del percorso e impara tutto quello che puoi sui vari accessi. Dovresti sempre avere una mappa quando scali, ritaglia i bordi sei ti preoccupa il peso.
  8. 8
    Continua a migliorare le tue capacità e prova scalate più complesse. Prova un ghiacciaio che richiede attrezzatura e tecniche di base. I vulcani sono un'altra scalata adatta ai principianti e dovresti riuscirci facilmente. Esempi possono essere il Monte Bianco, Rainer, Baker e vulcani in Ecuador e Messico oltre alle montagne da trekking in Nepal.[6] Il Grand Teton e il monte Stuart vanno bene se hai delle buone capacità di scalata a roccia.
    • Passa a spedizioni che richiedono lunghe camminate, buone tecniche di scalata e conoscenza globali. Una volta arrivato a questo punto non ci saranno più limiti.
  9. 9
    Trova una buona guida. Una delle cose migliori da fare è affiliarti a qualche club. Sarai automaticamente connesso ad altri attraverso una rete di condivisioni e troverai così guide affidabili e con esperienza. La cosa buona dei club è che organizzano scalate di gruppo spesso per principianti e intermedi, così potrai imparare e affinare le tecniche in compagnia.
    • Passa del tempo parlando con altri scalatori che hanno esperienza. Possono raccontarti molto rispetto a ciò che impari leggendo e offrirsi come mentore o metterti in contatto con le persone giuste.
    • I club di scalatori tendono ad affrontare montagne tecnicamente più difficili. Man mano che migliori ricordalo.
  10. 10
    Preparati per la tua esperienza. Se la tua montagna è vicina ci sarà meno da fare rispetto a preparare un viaggio all'estero. Se vivi dove non ci sono montagne dovrai spostarti e prenotare un posto, se devi prendere un aereo dovrai calcolare anche il bagaglio e il visto, ecc. In ogni caso considera di fare un'assicurazione in caso di perdita dell'attrezzatura, ferite, cure mediche e morte.
    • Impacchetta l'attrezzatura con cura. Se devi spostarti in aereo le cose necessarie vanno sistemate con attenzione. Alcuni oggetti possono facilmente rompere le borse e le cose di altri viaggiatori o fuoriuscire e perdersi. Quando guidi ricorda di sistemare tutto in un posto sicuro per evitare che si muova se freni all'improvviso.
    • Controlla se ti servono dei permessi. Molte montagne ora richiedono permessi per motivi di sicurezza, controllo e ambientali.
    • Anche se non ti serve il permesso dovresti sempre sapere dove lasciare i dettagli del tuo viaggio e assicurarti di informare le autorità locali sugli orari di partenza e di ritorno previsti.
  11. 11
    Accertati di sapere bene cosa implica arrivare in montagna. Prima di scalare solitamente si fa un campo base. Se fai parte di una classe, potrebbero già avere un posto dove fermarsi quindi informati quando prenoti. Il campo base serve come punto di partenza e a volte ci si può passare del tempo aspettando che il tempo migliori, a seconda della difficoltà della montagna. Per le montagne meno pericolose, il campo base può semplicemente implicare una notte prima di partire.
    • Usa questo tempo per ricontrollare più volte l'attrezzatura. Controlla di avere tutto (meglio fare una lista) e che sia in perfette condizioni.
    • Controlla se ti serve altro come ad esempio cibo, acqua, abiti, ecc.
    • Trascorri del tempo parlando con la tua guida o con i compagni di cordata, informandoti sulla strada, su quali pericoli ci si aspetta, le condizioni del tempo, eventuali problemi e altro. Consulta la mappa della zona e imprimiti a mente la strada. Cercane altre che potrebbero fungere da scappatoia se qualcosa andasse storto.
    • Fai stretching, cammina, corri ecc. – quello che fai solitamente per rimanere in forma.
    • Consuma un buon pasto e vai a dormire presto.
  12. 12
    Inizia la scalata. Questo passaggio è una semplice panoramica dato che la scalata vera e propria richiede molte tecniche diverse e contestuali alla montagna. Qui ti serviranno quei famosi libri che hai letto, oltre al dialogo con chi ha già provato la scalata. La maggior parte delle scalate inizia "molto" presto alla mattina per avere il tempo di tornare prima che faccia buio, o se dormi in quota, per essere certi di trovare un posto adatto per fermarsi. Una volta controllato tutto (devi fare lo zaino la sera prima), e aver fatto una sostanziosa colazione, parti. Metti in pratica tutto ciò che hai imparato.
    • Stai sul sentiero a meno ci siano impedimenti che ti deviano.
    • Segui sempre ciò che la guida ti dice di fare. In quanto principiante affidati all'esperienza di chi lo fa da anni ma usa il buon senso.
    • Fai delle pause regolati per mangiare roba energetica, riposare un po' e valutare la direzione. Tuttavia non fermarti troppo o potresti raffreddarti.
    • Mantieniti idratato. È facile disidratarsi al freddo perché non si sente lo stimolo della sete.
    • RImani sempre con i tuoi compagni.
    • Goditi la vetta. Fai delle foto e sentiti orgoglioso.
  13. 13
    Scendi in tempo per tornare in sicurezza. Ricorda che la discesa può essere difficile e pericolosa. Magari salire è stato facile ma la maggior parte degli incidenti avvengono in fase di discesa quando la concentrazione tende a perdersi.
    • Rimani concentrato sul trovare impronte quando torni a valle.
    • Usa le mani quando è sicuro farlo. È più facile e veloce.
    • Presta attenzione quando scali una parete: a fine giornata è una pratica che fa molti incidenti perché ci si stanca, si sbagliano gli ancoraggio, le corde si rompono e in genere non si rimani in allerta.
    • Quando scendi, tieni a mente eventuali massi che possono cadere, valanghe, neve morbida e ponti.
    • Rimani legato. Puoi sentire di essere arrivato quando stai per attraversare l'ultimo ghiacciaio ma se non sei legato e cadi nel crepaccio è finita.
    Pubblicità

Consigli

  • Sii sempre cauto prima di fare qualcosa di stupido. Meglio tornare a casa e riprovare che spingersi troppo oltre e non tornare più.
  • Scala in gruppo con persone esperte. Mai da solo; se enfatizziamo questo punto ci sarà un perché!
  • Impara a riconoscere i segni della privazione di ossigeno, stanchezza e ipotermia: non solo per te stesso ma anche per gli altri perché potresti essere costretto a capire se qualcuno delira e quindi ha bisogno di cure mediche.
  • Questo è uno sport "per la vita". Puoi farlo a varie età se rimani in forma e mantieni la giusta mentalità.
  • A meno che ci siano dei bagni durante la scalata, porta con te ogni deiezione.
  • Rimani idratato. Il freddo porta le persone a credere di non avere sete ma assieme all'altitudine e all'attività richiede invece una costante idratazione.
Pubblicità

Avvertenze

  • La scalata è uno sport estremo e pericoloso. Allenati con qualcuno esperto prima di provare da solo.
  • Finché non avrai una buona esperienza, non provare a scalare una montagna. E ricorda che è pericoloso. Secondo le statistiche del 2008 le montagne più pericolose sono: Annapurna (8,091 m), 130 scalatori ci hanno provato, 53 sono morti ( il tasso di fatalità globale è del 41%); Nanga Parbat (8,125m), 216 tentativi, 61 morti (28,24%); e il K2 (8,611 m), dove su 198 scalatori ne sono morti 53. Il tasso del K2 quindi è il 26,77%. [7]
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Vestiti caldi (no cotone); gli strati servono contro l'umidità, calzini extra, guanti, passamontagna
  • Scarponcini da scalata con ramponi; ricorda che ci possono volere mesi se non anni per trovare quelli giusti. Cerca online e anche all'estero se i negozi locali non hanno una scelta sufficiente. Se non sono adatti potresti compromettere tutto
  • Martello e piccozza
  • Casco
  • Ghette
  • Imbragatura
  • Lampada da testa
  • Zaino – scegline uno leggero ma resistente, abbastanza largo per portare ciò che ti serve ma non ingombrante e largo a sufficienza da trasportare tutto quello che ti serve, con anelli per tenere piccozza e altra attrezzatura
  • Corde e moschettoni – non comprare moschettoni inutili come quelli giocattolo o decorativi: devono essere solidi e apposta per la montagna, sono costosi e di solito si trovano dietro al banco nei negozi professionali
  • Corda doppia
  • Ramponi da ghiaccio, chiodi, viti ecc. – nota che questi oggetti dipendono dal tipo di montagna che scalerai
  • Kit di pronto soccorso (piccolo)
  • Protezione solare e burro cacao, occhiali da sole
  • Tenda (deve resistere alla neve e al vento forte: sono tende specifiche e quindi molto costose)
  • Sacco a pelo – adatto alla montagna
  • Attrezzi per cucinare (contriolla di avere qualcosa di leggero e che che funzioni in ogni condizione) e utenzili come piatti e tazza
  • Cibo – alimenti ad alto valore energetico. Leggi quali, solitamente ad alto tasso di grassi (cioccolata, noci, dolci, biscotti, latte condensato, formaggio, frutta secca, caramelle di zucchero, olio d'oliva, barrette energetiche ecc.)
  • Acqua, succhi disidratati
  • Cannuccia per succhiare gocce d'acqua da rocce o pozze per una maggiore idratazione
  • Coltellino
  • Kit per raccolta deiezioni e carta igienica (sì: è un aspetto sgradevole ma necessario)
  • Permesso di scalata
  • Mappa
  • Bussola, forse un GPS
  • Macchina fotografica (optional ma ce ne sono di leggere) – ricorda che le pile fredde non funzionano. Ti servirà una tasca dove tenerle al caldo per usarle all'occorrenza
  • Passaporto se vai all'estero (per esempio negli Stati Uniti)

wikiHow Correlati

Arrampicarsi Su una FuneArrampicarsi Su una Fune
Scegliere un BinocoloScegliere un Binocolo
Diventare un Calciatore ProfessionistaDiventare un Calciatore Professionista
Misurare le Dimensioni della Mano
Correre 5 km in 20 MinutiCorrere 5 km in 20 Minuti
Colpire di Dritto a Tennis
Diventare un Pilota di Formula 1Diventare un Pilota di Formula 1
Saltare Più in AltoSaltare Più in Alto
Andare sullo Skateboard (Guida per Principianti)
Nuotare a Rana
Correre i 100 Metri
Scrivere Latitudine e LongitudineScrivere Latitudine e Longitudine
Comprendere i Segnali dell'Arbitro di CalcioComprendere i Segnali dell'Arbitro di Calcio
Preparare la Borsa per la PalestraPreparare la Borsa per la Palestra
Pubblicità

Riferimenti

  1. Steve M Cox and Kris Fulaas, Mountaineering: The Freedom of the Hills, p. 15, (2003), ISBN 0-89886-828-9
  2. For an example, see PNU-MC, The Seven Leave No Trace Principles, http://pnu-mc.blogspot.com/2009/04/seven-leave-no-trace-principles.html
  3. For example, see Mountaineers, The Climbing Code, http://www.mountaineers.org/seattle/climbing/Reference/ClimbingCode.html
  4. Ulteriori dettagli sono disponibili in Mountaineering: The Freedom of the Hills di Steve M Cox e Kris Fulaas, p. 17, (2003), ISBN 0-89886-828-9
  5. David Noland, A mountain climbing primer, http://away.com/activities/mountaineering/primer.html
  6. David Noland, A mountain climbing primer, http://away.com/activities/mountaineering/primer.html
  7. Wayne Hale, NASA, Why climb the highest mountain?, http://blogs.nasa.gov/cm/blog/waynehalesblog/posts/post_1243460448496.html

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 32 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 21 056 volte
Categorie: Sport & Fitness
Questa pagina è stata letta 21 056 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità