Come Scegliere la Dieta che Fa per Te

In questo Articolo:Analisi delle Diete RestrittiveAnalisi delle Diete Basate su uno SchemaAnalisi delle Diete d'UrtoGarantirti il Successo

Esistono decine e decine di diete al mondo, passando da quelle che sembrano perfettamente sensate e che in genere sono efficaci a quelle che sembrano inventate di sana pianta. In questo articolo, analizzeremo 17 tra quelle più popolari, parlando di diete restrittive (per quanto riguarda le calorie o i gruppi di cibi), diete basate su un certo schema (ovvero modifichi il quando e il come mangi) e diete d'urto (quando l'obiettivo è perdere velocemente un bel po' di chili). Disponendo di tutte le informazioni necessarie, deciderai quale fa al caso tuo.

Parte 1
Analisi delle Diete Restrittive

  1. 1
    Prova a seguire una dieta che prevede l'assunzione di poche calorie. È una delle più facili. Se la scegli, non farai che decrementare la quantità di calorie consumate: meno ne assumi, più rapidamente perderai peso (ma bisogna anche dire che esagerare con i tagli è pericoloso). Il motivo alla base di questo tipo di alimentazione si fonda su un collegamento che non potrebbe essere più semplice: meno mangi, più dimagrisci.
    • Pro: puoi mangiare tutto quello che vuoi, l'importante è controllare le porzioni. Tutte le confezioni di cibi che trovi al supermercato sono provviste di una tabella nutritiva. Inoltre, molti ristoranti offrono pietanze a basso contenuto calorico. Insomma, sarà facile seguirla.
    • Contro: seguire questa dieta richiede qualche calcolo e una certa diligenza per tenere traccia di tutto quello che mangi e bevi, anche se è opportuno ricordare che la tecnologia ha reso tutto più facile. Per quanto concerne le diete più restrittive, non ti sentirai sazio, e potresti anche avvertire nausea o vertigini. Come se questo non bastasse, è complicato mantenere il peso raggiunto una volta che ricominci a mangiare normalmente.
    • Chi dovrebbe seguirla? Se sei determinato e non hai problemi a portare con te carta e penna (o a usare una app sul cellulare ogni volta che mangi), è la dieta che fa al caso tuo. È ideale per chi non dispone di un grosso budget ed è sempre impegnato. Non è consigliata a chi tende a fare numerosi spuntini e a chi vuole evitare di tenere costantemente traccia di quello che mangia e beve.
  2. 2
    Prova la dieta Atkins, che esclude i carboidrati. Questo tipo di alimentazione può determinare un dimagrimento veloce, ma non fa per tutti. Se la segui, dovresti consumare tantissime proteine e grassi (i sostenitori di questa dieta pensano che facciano bene). Di conseguenza, mangerai molta carne, formaggi, uova, verdure e frutta secca, punto. Qual è l'idea alla base? Quando il corpo non ha carboidrati da bruciare, entra in uno stato di chetosi, passando a consumare direttamente i grassi (è per questo che assumerli è così importante) [1].
    • Pro: è abbastanza facile da seguire e ti permette di mangiare tanti cibi deliziosi, spesso grassi (carne, formaggio, ecc.), proibiti da altre diete. Non è prevista una restrizione calorica, dunque, se fatta bene, raramente avvertirai i morsi della fame.
    • Contro: durante il periodo iniziale (due settimane), le persone che la seguono spesso si sentono male. Questo stato viene chiamato “febbre indotta” e passa presto; in seguito ci si sente pieni di energie, assistendo a un miglioramento della propria salute e dimagrendo. Inoltre, è proibito mangiare tantissimi cibi, il che potrebbe essere difficile da rispettare. Infine, è facile annoiarsi, soprattutto se non si è cuochi provetti.
    • Chi dovrebbe seguirla? Se sai cucinare o sei un asso delle grigliate, questa dieta sarà molto più facile. In alternativa, nel caso in cui non ti dispiaccia mangiare sempre gli stessi piatti, non avrai problemi. Tuttavia, qualora adorassi i dolci e non fossi un amante della carne, sarà a dir poco difficile mantenerla.
      • La dieta South Beach è simile alla Atkins, infatti non prevede l'ingestione di certi tipi di carboidrati, ma anche di grassi saturi. Per questo motivo è leggermente diversa, e qualcuno la trova più gestibile (perché alcuni carboidrati sono consentiti, soprattutto nella seconda fase).
  3. 3
    Sperimenta con una dieta a basso contenuto di grassi. In questo caso non ti concentrerai sull'eliminazione di calorie e carboidrati, ma sui grassi. Questo tipo di alimentazione può essere pericoloso, perché esistono acidi grassi essenziali, necessari affinché il corpo funzioni bene. Gli unici grassi che ti fanno male sono quelli trans. Insomma, questa dieta permette di assumere più calorie, proteine e carboidrati, restringendo invece i grassi, e ciò dovrebbe aiutare a dimagrire.
    • Pro: è abbastanza facile da mantenere e richiede di mangiare tanta frutta e verdura. Troverai numerosi prodotti a basso contenuto lipidico al supermercato, e dovresti evitare i cibi notoriamente grassi (dolci, torte, formaggio, carne rossa, ecc.).
    • Contro: il contro principale di questa dieta? Solo perché un cibo è a basso contenuto di grassi, questo non significa che contenga pochi zuccheri o sale, il che è altrettanto negativo, se non peggio. Alcuni lipidi ti fanno bene, e il tuo corpo potrebbe desiderare carboidrati vuoti per riempire il vuoto.
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova questa dieta se per te è naturalmente facile fare il pieno di frutta, verdura, cereali integrali e carni magre. Non seguirla se sei un amante delle carni rosse e dei formaggi, vuoi un'alimentazione priva di scocciature o sei in cerca di un metodo per perdere subito peso.
  4. 4
    Diventa vegano o vegetariano. Una dieta vegetariana ti richiede di non mangiare carne, mentre una vegana implica l'eliminazione di qualsiasi prodotto di origine animale (uova, latte, ecc.). Detto ciò, esistono numerose varietà di vegetarianismo; ci sono i flexitariani, che mangiano la carne ogni tanto, i pescetariani, che consumano solo pesce, e gli ovo-vegetariani, che mangiano uova. In generale, questa dieta è a basso contenuto calorico, ha pochi grassi ed è ricca di nutrienti.
    • Pro: questo tipo di dieta ti aiuta ad abbassare il colesterolo e la pressione del sangue [2]. La maggior parte dei vegetariani/vegani fa il pieno di frutta e verdura, e questo è ideale. Non è necessario contare le calorie e i dolci non sono proibiti. Inoltre, ha tutta una serie di vantaggi dal punto di vista etico.
    • Contro: va fatta bene; il corpo ha bisogno di proteine che le piante spesso non offrono. Essere vegano non è sinonimo di essere sano. Inoltre, non necessariamente dimagrirai (infatti, un vegetariano tecnicamente può mangiare un intero vassoio di dolci).
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova questa dieta se non ti piace la carne, sei un bravo cuoco (dovrai modificare le ricette per andare incontro alle tue esigenze alimentari) e non hai un budget ristretto (i prodotti freschi possono essere costosi). Evitala se sei da sempre un amante della carne e vuoi che mangiare fuori e cucinare (che lo faccia per te stesso o che se ne occupino gli altri) sia semplice.
  5. 5
    Prova la dieta dell'indice glicemico. È un sistema fondato su una base scientifica il quale individua i cibi che fanno alzare i livelli degli zuccheri nel sangue e di quanto. Più alto è il numero (su una scala da 1 a 100), peggiore è un alimento. Una dieta di questo tipo ti fa dunque evitare tutto quello che incrementa gli zuccheri nel sangue, ritenendo che questi picchi determinino un maggiore immagazzinamento di grassi, un incremento dell'appetito e un certo aumento di peso [3]. La dieta prevede il consumo di carboidrati complessi e integrali e di certi tipi di frutta e verdura.

    • Pro: può ridurre le probabilità di contrarre il diabete e di avere un infarto. Inoltre, consumi cibi che appartengono a ciascun gruppo alimentare. Puoi mangiare tutto quello che vuoi e quando ti va, ammesso che l'indice glicemico sia basso.
    • Contro: non è logica; per esempio, alcuni tipi di frutta vanno bene, mentre altri no (come se questo non bastasse, una banana matura presenta un indice glicemico più elevato rispetto a una che non lo è). Di conseguenza, può essere un po' difficile da seguire. Inoltre, le tue risposte ai cibi cambiano giorno dopo giorno, quindi può essere complicato tenere traccia della sua efficacia.
    • Chi dovrebbe seguirla? Opta per questa dieta se sei in cerca di un regime alimentare che ti permetta di perdere peso in maniera lenta e progressiva. Scartala se vuoi risultati veloci e un tipo di alimentazione facile da controllare.
  6. 6
    Prova la dieta mediterranea, che si basa su cibi semplici e freschi ed è fondata sull'alimentazione tipica del Sud Italia e della Grecia, la quale presenta tanta frutta e verdura, olio d'oliva, prodotti lattiero-caseari non modificati, frutta secca e ben poca carne rossa. La persone che vivono in questa regione si caratterizzano per livelli notevolmente bassi di disturbi cardiovascolari, cancro, diabete e obesità, tanto per citare qualche malattia [4].
    • Pro: non proibisce direttamente un certo gruppo alimentare, anche se si lascia poco spazio ai cibi spazzatura processati. Include carboidrati complessi, come l'avena (ottima per la maggior parte di noi), e un occasionale bicchiere di vino rosso. Ha dimostrato di fare meraviglie per la salute in generale ed è abbastanza facile da seguire, ammesso che tu sia consapevole delle decisioni che prendi.
    • Contro: la perdita di peso non sarà rapida e gli effetti potrebbero essere più interni che altro. Siccome si tratta di un'alimentazione varia, è facile presumere che un cibo vada bene, quando invece potrebbe essere dannoso. Una manciata di frutta secca è salutare, un barattolo intero no. A volte è difficile capire quando limitarsi.
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova questa dieta se hai intenzione di migliorare il tuo stato di salute in generale (invece di dimagrire velocemente) e adori l'idea di evitare i cibi processati, preferendo quelli freschi. Non farla se sei in cerca di una perdita di peso rapida, non sai cucinare (questa dieta ti richiederà di trascorrere tanto tempo in cucina) e non disponi di un grosso budget.
  7. 7
    Prova la paleo, una dieta recente che ti permette di mangiare solo i cibi che erano reperibili ai tempi degli uomini primitivi: carni magre, pesce, frutta, verdure prive di amido, frutta secca e uova. Questo tipo di alimentazione elimina totalmente i prodotti lattiero-caseari e processati e le verdure amidacee, come le patate. Può ridurre parecchio i livelli di zuccheri nel sangue, il che ti fa bene.

    • Pro: potrebbe condurre a una perdita di peso significativa, a patto che venga fatta correttamente. Si basa sul come dovrebbero mangiare gli esseri umani per stare meglio [5]. Inoltre, non dovrai contare le calorie!
    • Contro: ricordi che non puoi mangiare patate e prodotti lattiero-caseari? Alcuni alimenti considerati sani (come il latte) sono proibiti. Ma c'è di più: visto che alcuni prodotti di base vengono esclusi, può essere veramente difficile mangiare fuori o chiedere a qualcuno di cucinare per te. Inoltre, è facile esagerare con un cibo che, sì, ti fa bene, ma solo se assunto con moderazione.
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova questa dieta se sei un grande fan dell'alimentazione sana e adori accogliere nuove sfide in cucina. Evitala se non hai il tempo o l'energia necessari per provare nuove tecniche culinarie o di fare 1000 richieste quando mangi fuori. Inoltre, non è ideale per chi non riesce a vivere senza dessert.
  8. 8
    Considera programmi come Weight Watchers, Jenny Craig e Nutrisystem. È disponibile una pletora di programmi alimentari inseriti in pacchetti preconfezionati, con menù, incontri e libricini che ti spiegano come tenerti in carreggiata. La maggior parte di essi ha un basso contenuto calorico, mentre altri si basano anche sul consumo di cibi contenenti pochi grassi.

    • Pro: viene fatto tutto su misura per te. Alcuni programmi prevedono anche la consegna a domicilio di quello che mangerai. Se lo segui con cura, è impossibile commettere errori. Inoltre, potrai contare su una rete di persone a tua disposizione, che ti sosterrà.
    • Contro: mangerai solo i cibi previsti dal programma. Con Weight Watchers ciò non succede, perché in questo caso tieni traccia del tuo punteggio (il che può essere complicato, specialmente in un ristorante). Inoltre, questi piani sono a pagamento.
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova un programma del genere se vuoi che sia tutto prestabilito, senza dover decidere cosa fare. Insomma, sei alla ricerca di un piano semplice. È ideale anche per le persone che hanno bisogno di appoggio e che troverebbero utili gli incontri e la partecipazione ai gruppi di supporto. Se vuoi cucinare e usufruire di varie opzioni, non fa al caso tuo.
  9. 9
    Potresti provare la dieta del gruppo sanguigno. I sostenitori affermano che bisogna mangiare quello che fa bene al proprio corpo nello specifico, e ciò viene determinato dal gruppo sanguigno. Se è A, bisogna puntare sulla soia, sui cereali e sulle verdure, restringendo il consumo di carne rossa. Se è B, occorre evitare il mais, il grano, le lenticchie, i pomodori e le arachidi, mangiando tanti latticini e carne. Se è AB, sarebbe meglio fare il pieno di tofu, pesce, latticini, frutta e verdura. Se è O, è il caso di concentrarsi sulle proteine, come quelle provenienti dal pesce e dalla carne.

    • Pro: se funziona, farà bene a te e al tuo corpo. Inoltre, non ti richiede di contare calorie, ti basta fare lo sforzo consapevole di concentrarti su certi cibi. Siccome non ci sono restrizioni caloriche, non avrai mai fame.
    • Contro: non sembra fare al caso di chiunque, e il fatto che manchi il conteggio calorico significa che non mira al dimagrimento [6]. Inoltre, incoraggia l'attività fisica come parte integrante della dieta, il che non ha molto a che vedere con la sola alimentazione.
    • Chi dovrebbe seguirla? Beh, se conosci il tuo gruppo sanguigno, perché non fare un tentativo? Paragonata alle altre diete, è abbastanza sicura e facile da seguire. Inoltre, se non hai intenzione di perdere velocemente peso, potrebbe andare bene per te. In ogni caso, ricorda che non tutti assistono a cambiamenti dopo averla provata.

Parte 2
Analisi delle Diete Basate su uno Schema

  1. 1
    Prova il digiuno intermittente, che ti permette di mangiare solo in certi momenti del giorno o di digiunare per una determinata quantità di ore. Alcuni non introducono cibo nel proprio corpo per 24 ore filate, mentre altri mangiano solo, per esempio, tra mezzogiorno e le 6 di pomeriggio. Su cosa si basa questo tipo di alimentazione? Quando il corpo non deve occuparsi della digestione di un pasto, usa direttamente i grassi immagazzinati, il che fa dimagrire [7].

    • Pro: questa dieta ti consente di dimagrire, se non altro perché mangi di meno. È particolarmente economica (non consumando, non spendi niente) e i risultati possono essere decisivi, specialmente se sei in sovrappeso o obeso.
    • Contro: se seguita male, è decisamente poco sana. In effetti il corpo ha bisogno di cibo per sopravvivere. Almeno all'inizio, ti sentirai stanco, irritabile e magari anche nauseato. Inoltre, ci vuole una forza di volontà ferrea per non sgarrare.
    • Chi dovrebbe seguirla? Se hai intenzione di perdere velocemente peso e non hai problemi a controllarti quando non dovresti mangiare, puoi fare un tentativo. In ogni caso, se ti piace provare nuovi ristoranti e detesti le routine, non fa al caso tuo.
  2. 2
    Prova la dieta basata sui cicli calorici. Alcuni studi recenti hanno sostenuto questo tipo di alimentazione: nel corso della settimana, dovresti dedicare alcuni giorni all'assunzione di cibi dal basso contenuto calorico, un paio di giorni a un'alimentazione regolare e un giorno a un consumo altamente calorico [8]. Ciò impedisce al corpo di sapere cosa aspettarsi, e dunque il metabolismo sarà sempre attivo.

    • Pro: questa dieta non esclude né restringe alcun gruppo alimentare, e ci sarà un giorno in cui potrai “abbuffarti in maniera sana”. Non ti viene detto quando puoi farlo: devi solo ricordare di organizzarti adeguatamente.
    • Contro: devi imparare a contare le calorie, e questo può essere fastidioso, soprattutto all'inizio. Non puoi nemmeno prenderti troppe libertà: solo perché hai un giorno ad alto contenuto calorico, ciò non significa che tu possa mangiare 30 brownie (se vuoi ottenere buoni risultati).
    • Chi dovrebbe seguirla? La maggior parte delle ricerche sembra sostenere che, se fatta nel modo giusto, è abbastanza sana. Se vuoi vedere risultati, assicurati solo di consumare tanta frutta, verdura, carne magra e cereali integrali tutti i giorni, indipendentemente dal contenuto calorico previsto. Se sei diligente e ti interessa capire come funziona il corpo, potrebbe fare al caso tuo. Tuttavia, devi anche controllare le tue debolezze: è facile abusare e devi impegnarti per contare le calorie e non perdere di vista l'obiettivo finale.
  3. 3
    Considera la dieta delle 3 ore. Ti richiede di mangiare ogni 3 ore per tenere attivo il metabolismo, altrimenti il tuo corpo andrà automaticamente in riserva. Fai regolarmente dei pasti leggeri e, nel frattempo, aggiungi spuntini da 100 calorie. Tuttavia, non devi mangiare 3 ore prima di andare a dormire. Se ti va, puoi comprare dei piatti precotti per seguire questo piano.

    • Pro: puoi mangiare di tutto, cibi meno sani compresi, ammesso che riesca a controllare le porzioni. Ciò ti aiuterà anche a sentirti sazio, perché mangerai per tutto il giorno, e incoraggia un buon equilibrio tra tutti i gruppi alimentari.
    • Contro: è facile fare male questa dieta. La libertà può facilitare l'abuso. Inoltre, non esistono molte prove scientifiche che ne sostengono la validità [9].
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova questa dieta se hai voglia di sperimentare qualcosa di diverso e hai l'abitudine di fare spesso degli spuntini. Evitala se vuoi assolutamente assicurarti di perdere peso o non hai forza di volontà.
  4. 4
    Sperimenta la dieta chiamata New Beverly Hills. Si basa su un'idea ben precisa: non importa quello che mangi, conta farlo al momento giusto e stabilire buoni abbinamenti. Una combinazione corretta porta a una digestione migliore, e dunque il corpo non immagazzinerà grassi. I sostenitori affermano che è possibile assistere a una perdita di 7 kg nel corso della fase iniziale della dieta, che dura 35 giorni [10].

    • Pro: che tu ci creda o no, non sono previste restrizioni caloriche o riguardanti i gruppi alimentari. Non devi contare calorie, ma prestare attenzione alla variabile temporale. Inoltre, questa dieta incoraggia il consumo di frutta e verdura, il che fa bene al corpo.
    • Contro: beh, tanto per iniziare, non ha alcun supporto scientifico, e al principio richiede di mangiare solo frutta, il che non è sano. Le regole sono un po' confuse e difficili da seguire (per esempio, occorre consumare solo proteine una volta scelto un piatto proteico; quando si mangia un certo tipo di frutto, poi bisogna preferirne un altro, ecc).
    • Chi dovrebbe seguirla? prova questa dieta se hai fatto mille tentativi inutili. Magari il tuo corpo risponderà alle modifiche basate su una variabile temporale. Inoltre, sperimentala se non sei d'accordo con il controllo delle porzioni o con le restrizioni alimentari. Puoi comprare libri, DVD e piani alimentari, se sei disposto a spendere. Evitala se non sei costante e diligente; inoltre, difficilmente ti consentirà di perdere peso.

Parte 3
Analisi delle Diete d'Urto

  1. 1
    Fai una purificazione generale. Questa dieta viene spesso chiamata “Dieta Disintossicante del Limone” o “Dieta del Succo d'Acero” e si basa sull'assunzione di liquidi, nient'altro. La Dieta della Limonata rappresenta la fase centrale, che si trova tra quella preparativa e quella finale. Queste due fasi esterne durano tre giorni ciascuna. In questo arco di tempo, dovresti bere solo succhi a base di frutta e verdura e brodi. Durante la fase principale, puoi bere soltanto dell'acqua filtrata aromatizzata con succo di limone, succo d'acero e un pizzico di pepe di Cayenna.
    • Pro: alla fine potresti sentirti depurato e carico di energie, e inoltre avrai perso un bel po' di chili. Un fegato più pulito metabolizza i cibi più rapidamente, e dunque permette al corpo di dimagrire a lungo termine. Inoltre, è economica ed è possibile farla in casa.
    • Contro: ti sentirai irritabile, affamato, stanco e nauseato. Di sera dovrai prendere un lassativo per stimolare i movimenti intestinali. È evidente che nessun aspetto di questa dieta è salutare. Non viene sostenuta da dimostrazioni scientifiche e non è raccomandato fare attività fisica durante la depurazione [11]. Serve solo se vuoi perdere peso a qualunque costo.
    • Chi dovrebbe seguirla? Prova questa dieta solo se devi assolutamente perdere diversi chili in un breve intervallo di tempo, altrimenti ti conviene sceglierne un'altra, che ti darà risultati a lungo termine e duraturi.
  2. 2
    Considera la dieta dei centrifugati di frutta e verdura. Anche questa si basa completamente sui liquidi, ma è più salutare (discutibilmente) di quella descritta nel passaggio anteriore. Alcuni studi (non tanti in verità) hanno dimostrato che chi la segue corre meno rischi di ammalarsi di Alzheimer, cancro e disturbi cardiovascolari [12]. Tuttavia, sono ancora in corso dibattiti relativi alla sua validità.

    • Pro: la maggior parte delle persone non consuma abbastanza frutta e verdura, e questa dieta permette indubbiamente di farlo. Grazie alla restrizione calorica, perderai peso.
    • Contro: innanzitutto, hai bisogno di una centrifuga e di tanti prodotti agricoli freschi, il che ti costerà non poco. È particolarmente restrittiva e noiosa, e potresti sentirti piuttosto affamato e irritabile. Come se questo non bastasse, staresti meglio mangiando il frutto vero e proprio, perché è risaputo che la frutta e la verdura perdono i propri nutrienti una volta che entrano a contatto con l'aria [13]. Inoltre, si limita a pochi gruppi alimentari, e dunque non è salutare.
    • Chi dovrebbe seguirla? Come nel caso precedente, una dieta di questo tipo è ideale per chi è in cerca di un dimagrimento veloce e temporaneo. È costosa e richiede tempo per preparare i centrifugati, dunque tienilo a mente. Inoltre, vanno consumati subito, perché con il passare del tempo acquisiscono batteri.
  3. 3
    Prova la dieta della zuppa di cavolo, che dura 7 giorni. All'inizio, puoi mangiare soltanto questa pietanza, per poi incorporare lentamente altri cibi, come frutta, verdura, carne e cereali, quali il riso integrale. L'obiettivo è perdere peso velocemente. I sostenitori affermano che è possibile dimagrire di 5 kg in una settimana seguendola [14].

    • Pro: se la segui rigorosamente, perderai peso (almeno inizialmente). Inoltre, preparare la zuppa di cavolo è economico.
    • Contro: questa dieta non è esattamente salutare e, una volta che si sarà conclusa, probabilmente recupererai tutti i chili persi. È incredibilmente difficile seguirla: dopo uno o due piatti di zuppa di cavolo, ne avrai avuto abbastanza per il resto della settimana. Non sorprenderà il fatto che non sia supportata da fatti scientifici.
    • Chi dovrebbe seguirla? Provala solo se non hai molte altre opzioni (tranne le diete liquide). È restrittiva e difficile da seguire, dunque è meglio assicurarti di prenderla sul serio prima di cominciare.
  4. 4
    Prova la dieta del brodo di pollo, che è abbastanza semplice: a colazione puoi scegliere yogurt, succo d'arancia, bagel integrali, ricotta, succo di prugna secca e/o latte scremato, mentre per il resto della giornata devi mangiare solo brodo di pollo. Va fatto per una settimana intera [15]. Questo è tutto, ma è meglio della dieta a base di zuppa di cavolo, vero?

    • Pro: puoi cucinare velocemente per una settimana; ti basta preparare il brodo di pollo e conservarlo. Inoltre, ti permette di perdere molto peso, ammesso che non ti abbuffi di bagel ogni mattina.
    • Contro: è noiosa e decisamente restrittiva. Non è nemmeno sana, perché escluderai tanti gruppi alimentari necessari. Il peso tornerà quello di prima una volta che avrai ripreso a mangiare normalmente.
    • Chi dovrebbe seguirla? Considera questa dieta se hai intenzione di perdere subito peso e adori il brodo di pollo (se sei un bravo cuoco, puoi anche crearne diverse varianti per non annoiarti). Non puntarci se sei in cerca di risultati duraturi e se non hai una certa forza di volontà. Per molte persone basta un paio di giorni per stufarsene.

Parte 4
Garantirti il Successo

  1. 1
    Chiedi a un amico di accompagnarti. Indipendentemente dal tipo di dieta che farai, coinvolgi qualcun altro, se puoi. Questo passaggio è particolarmente importante per le diete difficili da seguire, come quella depurativa o a base di zuppa di cavolo. Sapere di poter contare su qualcuno che ti manterrà sulla retta via e a cui dovrai dare spiegazioni potrebbe aiutarti a riuscirci.

    • È per questo che i programmi come Weight Watchers sono utili, ma spesso non hai bisogno di un piano del genere per farti sostenere. Parlane con i tuoi amici e familiari, perché potranno aiutarti nello stesso modo!
  2. 2
    Combinala con l'esercizio fisico. Quasi ogni dieta va complementata con dell'attività fisica, che sia aerobica, basata sul sollevamento pesi o su entrambi gli esercizi (il che è preferibile). Che tu vada a fare una passeggiata o a correre 6 km al parco, cerca di muoverti. La perdita di peso sarà ancora più notevole, dunque sarà più semplice attenerti al piano.

    • Questo va evitato solo se la restrizione calorica incide molto sulla tua vita quotidiana. Esercitandoti sempre a stomaco vuoto, i rischi non mancano.
  3. 3
    Cerca di mangiare cibi bio e integrali. Sempre indipendentemente dalla dieta scelta, segui questa strada alimentare, se potrai mangiare alimenti solidi. Meno vengono processati i cibi, più intatti sono i nutrienti.

    • È qui che la dieta può diventare costosa. Per renderla più economica, compra all'ingrosso o, quando puoi, fai la spesa in un mercato agricolo. Cerca anche di cenare spesso a casa dei familiari e degli amici che badano a quello che mangiano.
  4. 4
    Assicurati che la dieta sia flessibile e fattibile. Non potrai mai seguirla se non ha queste caratteristiche:

    • Flessibile: ci saranno giorni in cui avrai voglia di andare a mangiare fuori con qualcuno. Ci saranno giorni in cui in casa non avrai altro che spaghetti. Ci saranno giorni in cui non avrai voglia di rispettarla. Una dieta flessibile e che non ti spinge ad assumerti migliaia di colpe quando sgarri è più facile da seguire.
    • Fattibile: non bisogna essere scienziati per capire che bere esclusivamente dell'acqua a base di limone e succo d'acero per una settimana non è il massimo. Se lo fosse, questa dieta sarebbe consigliata a tutti. Qualunque tipo di alimentazione tu scelga, assicurati che presenti cibi di tuo gradimento. Ti piace la carne? Prova la Atkins. Adori l'olio d'oliva? Fai un tentativo con la mediterranea. Le opzioni non ti mancano!
  5. 5
    Rivolgiti a un medico per chiedergli consigli sulla dieta. L'unica persona che può aiutarti a capire il tuo corpo e che può darti un'opinione affidabile è il tuo medico. Prima di metterti seriamente a dieta, è importante consultarlo. Ogni organismo è diverso, e alcuni tipi di alimentazione non fanno per tutti.

    • Questo passaggio è fondamentale se sei incinta, sei in fase di sviluppo, sei anziano o hai problemi di salute. L'ultima cosa che vuoi è che il cambiamento della tua alimentazione ti causi ancora più difficoltà. Prendi un paio di diete che ti interessano e parlane con uno specialista: ti aiuterà a incamminarti sul percorso giusto!

Avvertenze

  • Dovresti stare bene prima di metterti a dieta. Se prendi dei farmaci, consulta il tuo medico.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 38 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Dieta & Stile di Vita

In altre lingue:

English: Choose a Diet That Suits You, Español: escoger una dieta que vaya bien contigo, Русский: подобрать подходящую диету, Português: Escolher uma Dieta Adequada para Você

Questa pagina è stata letta 5 465 volte.
Hai trovato utile questo articolo?