Come Scegliere la Distribuzione di Linux

Esplora questo Articolo Passaggi Articoli Correlati Riferimenti

Vuoi sperimentare Linux (o più precisamente "Gnu/Linux"), ma non sai quale distribuzione scegliere? Questo articolo offre una sintetica panoramica sulle diverse distribuzioni del sistema operativo open source più famoso al mondo, tra le quali potrebbe esserci quella "giusta" per te.

Passaggi

  1. 1
    Prima di tutto, pensa alle caratteristiche che deve avere la tua distribuzione. Cerchi qualcosa di semplice, che abbia assistenza a pagamento, che sia sostenuta da una community, che abbia codec preinstallati, che sia veloce, oppure ti serve per un vecchio PC? Vuoi una distribuzione con un largo seguito, oppure un circolo ristretto?
  2. 2
    C'è uno strumento in grado di aiutarti a scegliere – oppure puoi esaminare i seguenti siti, e valutare i diversi aspetti che ne emergeranno: zegenie Studios (abbastanza approfondito, e tradotto in diverse lingue), (:^tuxs.org) (piuttosto semplice), o polishlinux.org (contenuto). Queste guide offrono una panoramica limitata, quindi ti conviene scaricare il CD live e fare una prova diretta: in questo modo potrai valutare il comportamento dell'hardware (in particolar modo la parte di rete e la connessione wireless), e decidere quale ti piacerebbe installare.
  3. 3
    Scarica l'iso, masterizzalo su un CD, e prova la Distro Live (il CD live ti permette di usare il sistema operativo senza installarlo) per testarne la compatibilità con il tuo hardware. Verifica la connessione internet, le impostazione grafiche dello schermo e le periferiche audio.
  4. 4
    Se senti la necessità di essere supportato dalla community, orienta la tua scelta verso le distribuzioni con forum particolarmente attivi o popolari su Distrowatch (è un sito web che fornisce notizie, classifiche di popolarità, e altre informazioni di carattere generale sulle distribuzioni GNU/Linux). Le più famose e longeve distribuzioni di Linux sono Ubuntu, Debian, Fedora e OpenSUSE.
  5. 5
    Sui siti indicati sopra troverai anche delle note sui vari rilasci. Prova a controllare che non ci siano problematiche relative ai programmi che prevedi di installare, o a componenti hardware del tuo PC. Comunque, la soluzione migliore rimane la prova "live" da CD, prima di qualsiasi decisione e installazione. Attenzione: ricorda che l'aggiornamento di una distribuzione potrebbe causare qualche malfunzionamento. È raro, ma può succedere che si presenti un bug, soprattutto nel periodo immediatamente successivo al rilascio di una nuova versione.
  6. 6
    Se hai bisogno di una distribuzione per un vecchio PC puoi valutarne un paio, alquanto popolari: Damn Small Linux (non proprio adatta per neofiti) e Puppy Linux (che prevede una gestione come "root" – ovvero come amministratore – che è solitamente sconsigliata per motivi di sicurezza). Fluxbox è un gestore di finestre installato per Damn Small Linux, mentre Xfce è l'ambiente grafico usato da Xubuntu.
  7. 7
    Se vuoi provare qualcosa di veramente affascinante, sperimenta Enlightenment o Compiz (sono entrambi gestori di finestre open source, proposti dalle più note distribuzioni, e pensati per rendere temi e grafica molto accattivanti): potrebbero causare dei rallentamenti nel tuo PC (a volte anche considerevoli, a seconda delle performance del tuo computer, e dall'uso che ne fai), e un maggior consumo di batteria.
  8. 8
    Se preferisci assistenza a pagamento (per distribuzioni commerciali) puoi andare su Red Hat, Novell SuSE Linux Enterprise o Mandriva.
  9. 9
    Potrebbero volerci molte prove prima di trovare la distribuzione che fa per te. Cerca di avere pazienza e di valutare con i live CD.
  10. 10
    Quando installi, ricordati di creare le partizioni sull'hard disk. Fanne almeno due, più la SWAP (che consiste nell'estensione della capacità della RAM installata). Partizionare il disco fisso ti agevola le operazioni di installazione di un'altra distribuzione, e tutti i vari upgrade della distribuzione scelta. Mandriva, per esempio, ha una gestione delle partizioni automatica molto semplice: una volta avviata, è molto intuitivo visualizzare e utilizzare le varie partizioni.
  11. 11
    Conserva i live CD, soprattutto quello con cui hai fatto la tua installazione. Per qualsiasi problema, oppure se devi reinstallare, è meglio averlo a portata di mano.
    • Per consigliare e far provare Linux ad altre persone, la versione live è molto utile: puoi mostrare come funziona direttamente sul loro PC, e spiegare le caratteristiche principali.
    • I live CD sono estremamente utili quando il computer si blocca o non parte più e devi salvare il suo contenuto. Basta avviare da CD e, se l'hard disk non è compromesso, puoi copiare i tuoi file su una periferica esterna, o su un computer in rete.

Consigli

  • Cerca sul web il LUG (Linux User Group) più vicino a te: non sarà difficile trovarne perché ce ne sono sparsi in tutto il mondo. Per iniziare o per risolvere un problema, i consigli di qualche esperto potrebbero essere davvero indispensabili.

Avvertenze

  • I portatili, a volte, presentano problemi di compatibilità hardware/driver con Linux, specialmente per quanto riguarda la scheda di rete.
    • I portatili Thinkpad si sono rivelati più adatti all'installazione di Linux, anche se la scelta migliore rimane l'acquisto di un portatile con Linux preinstallato, dove l'aggiornamento o il cambio di distribuzione è già "innato".
    • Prima di comprare il PC, verifica la marca della scheda di rete. Cerca sul web se ci sono informazioni riguardanti la compatibilità tra la scheda di rete e Linux. Forum e blog offriranno svariate argomentazioni, e tu potrai decidere se avvalerti o meno della consulenza di un esperto.

Riferimenti

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Linux

In altre lingue:

English: Choose a Linux Distribution, Deutsch: Eine passende Linux Distribution finden, Español: elegir una distribución de Linux, Русский: выбрать дистрибутив Linux, Português: Escolher uma Distribuição Linux

Questa pagina è stata letta 4 842 volte.
Hai trovato utile questo articolo?