Scarica PDF Scarica PDF

I trombi sono costituiti da cellule del sangue che si coagulano formando grumi. È un fenomeno normale e utile in caso di ferite da taglio, ma i coaguli possono formarsi anche all'interno del corpo in assenza di lesioni esterne. In questi casi sono pericolosi perché possono causare un ictus o un infarto. Purtroppo non è possibile eliminarli in modo naturale senza cure mediche. I trombi vanno trattati con urgenza, quindi in caso di sintomi, consulta immediatamente il medico.[1] Probabilmente ti prescriverà una terapia a base di anticoagulanti per scioglierli oppure potrebbe proporti un piccolo intervento chirurgico per rimuovere la massa solida. Successivamente, dovresti prendere alcune misure per ridurre il rischio che il problema si ripresenti.

Parte 1 di 3:
Stimolare la Circolazione Sanguigna

La sedentarietà o l'inattività ti espone a un rischio più elevato di trombosi perché favorisce l'accumulo di sangue in determinate zone del corpo. Se sei costretto a stare immobile per motivi di salute o devi affrontare un lungo viaggio in cui non hai la possibilità di muoverti molto, fai del tuo meglio per mantenerti attivo in modo da stimolare la circolazione. In questo modo non eliminerai i trombi già esistenti, ma potresti evitare che se ne formino di nuovi.

  1. 1
    Allenati ogni giorno per far circolare il sangue. Un regolare esercizio fisico aiuta a prevenire l'accumulo di sangue e la formazione di coaguli. Se lo sport non fa parte della tua routine quotidiana, modifica il tuo stile di vita e cerca di muoverti 5-7 giorni alla settimana. La cosa migliore è praticare attività aerobica perché accelera il battito cardiaco, quindi concentrati su corsa, bicicletta, nuoto o sull'allenamento cardiovascolare per ottenere risultati migliori.[2]
    • Non devi esagerare. Anche una passeggiata al giorno ti aiuta a ridurre il rischio di trombosi.[3]
    • In generale, gli esperti raccomandano di fare 30 minuti di sport almeno 5 volte alla settimana, per un totale di 150 minuti in 7 giorni. Dovrebbero essere sufficienti per diminuire il rischio di coaguli di sangue in grado di occludere grossi vasi arteriosi.[4]
  2. 2
    Inizia a muoverti subito in caso di intervento chirurgico. Chi è stato sottoposto a un intervento chirurgico o ha subito una lesione importante corre un rischio più alto di sviluppare trombi perché è costretto a rimanere immobile per un certo periodo di tempo. Non appena ti senti in grado, alzati e muoviti tutti i giorni per diminuire il rischio che si formino coaguli di sangue.[5]
    • È un buon inizio anche se riesci solo ad alzarti e camminare fino al bagno o in un'altra stanza della casa.
  3. 3
    Alzati e cammina ogni 30-60 minuti se devi passare molto tempo seduto. Che si tratti di lavorare alla scrivania o stare fermo per un lungo viaggio, la sedentarietà può aumentare il rischio di trombosi. Alzati, cammina e fai un po' di stretching una o due volte ogni ora in modo da stimolare la circolazione sanguigna. Anche 5 minuti di camminata ogni ora riducono questo rischio.[6]
    • Se in passato hai sofferto di trombosi, dovresti muoverti più spesso. Consulta il medico per conoscere il suo parere.
    • È vero anche il contrario. Il rischio aumenta anche se resti in piedi per molto tempo. In questo caso prova a sederti ogni ora o allungare regolarmente i muscoli in modo da combattere il ristagno di liquidi.[7]
  4. 4
    Fletti i piedi e le gambe se non riesci ad alzarti e camminare. Se non puoi alzarti – perché magari ti trovi in aereo – prova ad adottare qualche misura per stimolare la circolazione sanguigna. Muovi le dita dei piedi, fletti le caviglie e muovi le gambe su e giù. Anche queste piccole manovre contribuiscono a prevenire la formazione di coaguli.[8]
    • Se lo spazio circostanze è sufficiente, prova ad avvicinare le gambe al petto in modo da allungare tutta la parte inferiore del corpo.
  5. 5
    Cambia posizione più spesso se devi rimanere seduto. È un rimedio efficace per muoversi quando non c'è la possibilità di alzarsi. Prova a cambiare posizione, sposta la pressione da un lato all'altro del corpo, appoggiati sui braccioli, solleva una gamba e così via. In questo modo impedirai al sangue di ristagnare in un unico punto.[9]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Cambiare Stile di Vita

Oltre a mantenersi attivi, è possibile ridurre il rischio di trombi adottando ulteriori cambiamenti nello stile di vita. Questi suggerimenti permettono di migliorare la circolazione sanguigna, evitare il ristagno di liquidi e diminuire il pericolo di trombosi.

  1. 1
    Dimagrisci se è necessario. Il sovrappeso e l'obesità aumentano il rischio di sviluppare masse solide nella circolazione venosa o arteriosa. Se sei in sovrappeso, consulta il medico in modo da determinare quanto dovresti pesare. Quindi programma un regime di allenamento e alimentazione adatto alle tue esigenze di salute per raggiungere questo obiettivo.[10]
    • La perdita di peso contribuisce anche ad abbassare la pressione sanguigna e ridurre conseguentemente il rischio di coaguli di sangue nei pressi dei grossi vasi arteriosi.[11]
    • Evita le diete drastiche ed estreme. Fanno male alla salute e successivamente, una volta interrotte, riacquisti tutti chili persi.[12]
  2. 2
    Indossa calze a compressione graduata se hai sofferto di trombosi venosa alle gambe. Favoriscono la circolazione sanguigna agli arti inferiori. In genere i medici le raccomandano ai pazienti che corrono un rischio elevato di trombi o che in passato hanno sofferto di trombosi venosa. Se il medico te le consiglia, segui le sue indicazioni in merito all'uso corretto di questo prodotto.[13]
    • Solitamente, chi deve rimanere seduto per molto tempo – come in aereo – indossa le calze a compressione graduata. Anche se non le porti sempre, il medico potrebbe indicarti di metterle anche durante un viaggio in volo.
    • Le calze a compressione graduata servono solo a prevenire la formazione di coaguli, non a trattare quelli già esistenti. Aspetta che il trombo si sciolga definitivamente prima di usarle.[14]
  3. 3
    Evita di accavallare le gambe. Tenendo le gambe incrociate, blocchi la circolazione sanguigna verso gli arti inferiori e di conseguenza il rischio di trombi alle gambe aumenta. Siediti accavallandole solo per qualche minuto, quindi riportale in posizione parallela per far riprendere la circolazione.[15]
    • Dopo averle accavallate, muovi leggermente i piedi in modo da stimolare nuovamente l'afflusso di sangue.
  4. 4
    Solleva le gambe sopra l'altezza del cuore per stimolare la circolazione. Tenendole sollevate, aiuti il sistema circolatorio e impedisci al sangue di accumularsi nelle gambe. Se sei seduto sul divano, prova a sdraiarti e appoggiare i piedi su un bracciolo o un cuscino.[16]
    • Puoi anche mettere uno spessore sotto la zona del materasso su cui poggiano le gambe per tenerle sollevate mentre dormi. Tuttavia, non mettere un cuscino sotto le ginocchia perché potrebbe ostacolare la circolazione.
  5. 5
    Smetti di fumare. Oltre ad altri numerosi problemi di salite, il fumo aumenta il rischio di trombosi. Se fumi, ti conviene smettere al più presto. In caso contrario, non prendere mai questo vizio.[17]
    • Anche il fumo passivo può causare problemi di salute, quindi non permettere a nessuno di fumare in casa.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Cambiare Stile Alimentare

Un solo cambiamento nel regime alimentare non basta a prevenire la formazione di trombi. Tuttavia, una dieta sana aiuta a mantenersi in forma e preservare la salute cardiovascolare, quindi anche a ridurre il rischio di trombosi.

  1. 1
    Segui un'alimentazione sana ed equilibrata. Una dieta salutare ti aiuta a mantenere il peso corporeo nella norma, abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo e migliorare la salute cardiovascolare. Tutto questo contribuisce a prevenire il rischio di trombosi, quindi, se è necessario, modifica il tuo regime alimentare per mangiare correttamente.[18]
    • Includi nella tua dieta una serie di pietanze ricche di vitamine, minerali e antiossidanti. Consuma almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.[19]
    • Assumi le proteine da fonti magre, tra cui pesce, pollo, fagioli e noci.
    • Opta per i cereali integrali in modo da diminuire l'assunzione di carboidrati semplici.
    • Evita quanto più possibile i cibi grassi, le fritture, gli alimenti salati o trasformati. Possono aumentare il peso corporeo e la pressione sanguigna.
  2. 2
    Bevi molti liquidi per prevenire la disidratazione. La disidratazione impedisce al sangue di circolare correttamente, aumentando di conseguenza il rischio di trombosi. Assumi molta acqua tutti i giorni per mantenerti idratato e limitare questo pericolo.[20]
    • In genere, per favorire l'idratazione corporea, si raccomanda di bere circa 6-8 bicchieri d'acqua al giorno. Tuttavia, se hai sete o se le urine sono di colore giallo scuro, devi consumarne in quantità maggiori.[21] >
  3. 3
    Assumi almeno 1 g di omega-3 al giorno. Gli omega-3 migliorano la salute cardiovascolare e aiutano a prevenire la formazione di coaguli di sangue. Le fonti principali di questi nutrienti sono costituite da pesci grassi, come salmone, sgombro, sardine e aringhe. Puoi anche assumerle mangiando noci, semi e oli vegetali.[22]
    • Se l'apporto di questi grassi essenziali è insufficiente, puoi anche prendere l'olio di pesce o un integratore di alghe in modo da aumentare la dose. Consulta il medico e segui le sue raccomandazioni in merito all'integratore più adatto alle tue esigenze di salute.
  4. 4
    Segui una dieta povera di sodio. Il sale restringe i vasi sanguigni e aumenta la pressione sanguigna, favorendo il rischio di trombosi. Quindi, evita le pietanze molto salate, come le fritture o i cibi trasformati, e non aggiungere sulle tue pietanze altro sale in modo da tenere sotto controllo l'assunzione di sodio.[23]
    • In genere, si raccomanda di mantenere l'assunzione di sodio al di sotto di 2300 mg al giorno. Se in passato hai sofferto di trombosi, il medico potrebbe limitarla ulteriormente.[24]
  5. 5
    Limita il consumo della vitamina K a 90-120 mcg al giorno. Anche se è necessario all'organismo, questo nutriente favorisce la formazione di coaguli di sangue. Se hai già avuto questo problema, un apporto eccessivo di vitamina K potrebbe aumentare il rischio di trombosi. Quindi, cerca di non superare i 90-120 mcg al giorno per evitare recidive.[25]
    • Le verdure a foglia verde sono molto ricche di vitamina K, quindi mangiane solo 1 porzione al giorno. Opta per ortaggi poveri di questa vitamina, come fagioli e carote.
    • Un alto livello di vitamina K potrebbe interagire con gli anticoagulanti, come il warfarin. Consulta il medico se stai assumendo questo farmaco per stabilire un apporto sicuro di vitamina K.[26]
  6. 6
    Bevi alcol con moderazione. L'alcol può disidratare il corpo e, pertanto, aumentare il rischio di trombosi. Se ti piace, limitati a 1-2 drink al giorno per evitare che il problema peggiori.[27]
    • Anche una sbronza è nociva. Rischi di disidratarti anche consumando 6 drink in un unico giorno, nonostante nel resto della settimana tu riesca a non toccare un goccio di alcol.
    • Se in passato hai sofferto di trombosi, il medico potrebbe consigliarti di eliminare completamente gli alcolici dalla tua alimentazione. In questo caso segui le sue istruzioni.
    Pubblicità

Consigli per la Salute

Sebbene esistano molti modi per ridurre il rischio di sviluppare trombi, in realtà non vi sono rimedi fai da te. Si tratta di un problema di salute che va curato urgentemente, quindi consulta il medico se hai questo sospetto. Una volta ottenuta una prescrizione farmacologica, puoi adottare alcune misure per diminuire il rischio di recidive.

Consigli

  • I sintomi comuni della trombosi includono gonfiore, arrossamento, calore, dolore e formicolio nella zona in cui si forma il coagulo di sangue. Ad esempio, se hai un trombo nella zona del ginocchio, potresti notare arrossamento e gonfiore sulla tibia.[28]
Pubblicità

Avvertenze

  • La trombosi è una malattia che comporta cure immediate, quindi non provare a trattarla da solo.
  • Se lamenti un'accelerazione del battito cardiaco, mancanza di respiro, senso di costrizione a carico del torace, dolore lancinante, confusione o capogiri, chiama subito il pronto soccorso.[29]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Trattare una Cisti Sebacea infettaTrattare una Cisti Sebacea infetta
Evitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli AntibioticiEvitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli Antibiotici
Pubblicità
  1. https://www.nhs.uk/conditions/blood-clots/
  2. https://www.mayoclinic.org/symptoms/blood-clots/basics/when-to-see-doctor/sym-20050850
  3. https://www.pennmedicine.org/updates/blogs/health-and-wellness/2018/june/crash-diets-and-weight-loss
  4. https://www.ahrq.gov/patients-consumers/prevention/disease/bloodclots.html
  5. https://medlineplus.gov/ency/patientinstructions/000597.htm
  6. https://www.ahrq.gov/patients-consumers/prevention/disease/bloodclots.html
  7. https://www.ahrq.gov/patients-consumers/prevention/disease/bloodclots.html
  8. https://www.heart.org/en/health-topics/venous-thromboembolism/understand-your-risk-for-excessive-blood-clotting
  9. https://my.clevelandclinic.org/health/diseases/17675-blood-clots/prevention
  10. https://www.nhs.uk/live-well/eat-well/
  11. https://www.mayoclinic.org/symptoms/blood-clots/basics/when-to-see-doctor/sym-20050850
  12. https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/nutrition-and-healthy-eating/in-depth/water/art-20044256
  13. https://my.clevelandclinic.org/health/articles/17290-omega-3-fatty-acids
  14. https://www.ahrq.gov/patients-consumers/prevention/disease/bloodclots.html
  15. https://www.cdc.gov/salt/pdfs/sodium_dietary_guidelines.pdf
  16. https://ods.od.nih.gov/factsheets/vitaminK-HealthProfessional/
  17. https://health.clevelandclinic.org/vitamin-k-can-dangerous-take-warfarin/
  18. https://www.nhs.uk/conditions/blood-clots/
  19. https://www.nhs.uk/conditions/blood-clots/
  20. https://www.mayoclinic.org/symptoms/blood-clots/basics/when-to-see-doctor/sym-20050850

Informazioni su questo wikiHow

Lisa Bryant, ND
Co-redatto da:
Medico Naturopata
Questo articolo è stato co-redatto da Lisa Bryant, ND. La Dottoressa Bryant è un Medico Naturopata Matricolato e un’esperta in medicina naturale che vive a Portland, nell’Oregon. Ha completato l’Internato in Medicina Generale Naturopatica al National College of Natural Medicine nel 2014. Questo articolo è stato visualizzato 55 876 volte

Esonero di Responsabilità per le Informazioni di natura Medica

Il contenuto di questo articolo non è inteso come sostitutivo di un parere medico professionale, esame, diagnosi o trattamento. Dovresti sempre consultare un dottore o altri professionisti qualificati del settore dell'assistenza sanitaria prima di cominciare, cambiare o interrompere qualsiasi tipo di terapia medica.

Questa pagina è stata letta 55 876 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità