Come Sciogliere il Cioccolato Bianco

Il cioccolato bianco è più difficile da sciogliere rispetto a quello fondente o al latte perché ha un punto di fusione più basso. Di conseguenza, si surriscalda velocemente e in tale circostanza diventa difficile, se non impossibile, da recuperare. Il consiglio è di fonderlo a bagnomaria, ma all'occorrenza puoi usare anche il forno a microonde.

Metodo 1 di 2:
Fondere il Cioccolato Bianco a Bagnomaria

  1. 1
    Taglia il cioccolato bianco a pezzetti.[1] Prendi un coltello affilato e taglialo a piccoli pezzi uniformi, alti circa 1 cm.
    • Se preferisci, puoi frantumarlo con le mani o ridurlo a scaglie con una grattugia.
    • Se intendi usare le gocce di cioccolato bianco, puoi fonderle intere e questo passaggio diventa superfluo. Solo le tavolette o le pastiglie di cioccolato vanno frantumate prima di fonderle.
  2. 2
    Prepara le pentole per fondere il cioccolato a bagnomaria. Versa 2-3 cm d'acqua sul fondo della pentola più alta.[2] Scalda l'acqua a fiamma media finché non inizia a bollire.
    • Nota che la cottura a bagnomaria è la più appropriata per sciogliere il cioccolato bianco dato che fonde a una temperatura molto bassa (circa 44 °C). Questo metodo è quello che garantisce maggiori probabilità di successo perché assicura un buon controllo della temperatura.
    • Il fondo della pentola più bassa, in cui metterai a fondere il cioccolato, deve essere molto distante dalla superficie dell'acqua. Assicurati che l'acqua non possa entrare a contatto con la pentola superiore neanche mentre bolle.
    • Verifica se il livello dell'acqua è corretto appoggiando la pentola vuota su quella più alta dopo che l'acqua ha iniziato a bollire. Dopo una trentina di secondi, sollevala per controllare se sotto è bagnata. Se occorre, getta via un po' d'acqua e poi prova di nuovo.
    • Se non hai l'apposita pentola per cuocere a bagnomaria, puoi usarne una normale e una zuppiera in metallo. Scegli una pentola di dimensioni medie e una zuppiera da potervi appoggiare sopra in modo stabile. Se è possibile, usa una zuppiera con il bordo sporgente in modo che non rischi di scivolare all'interno della pentola sottostante. Verifica che il fondo della zuppiera non entri a contatto con il fondo della pentola o con la superficie dell'acqua.[3]
  3. 3
    Fondi il cioccolato bianco sfruttando il calore che sale dall'acqua che bolle. Riduci la fiamma al minimo, versa il cioccolato tritato nella pentola superiore (o nella zuppiera) e appoggiala sulla pentola con l'acqua. Continua a mescolare finché tutto il cioccolato non si è sciolto.
    • Quando la maggior parte del cioccolato si è sciolta e sono rimasti solo alcuni pezzi interi, allontana la pentola superiore dal fuoco. Continua a mescolare, il cioccolato continuerà a sciogliersi per via del calore residuo, ma non rischierà di surriscaldarsi.
    • Quando il cioccolato si surriscalda, diventa una massa secca e granulosa, purtroppo impossibile da recuperare.
    • Se mescolando non riesci a fondere gli ultimi pezzi di cioccolato rimasti interi, rimetti la pentola sopra l'acqua che bolle per 30-60 secondi.
    • È importante che il cioccolato non entri a contatto con l'acqua mentre si scioglie. Anche una sola goccia di liquido potrebbe renderlo secco e granuloso. Cerca di proteggerlo anche dal vapore che proviene dall'acqua che bolle nella pentola inferiore. Inoltre assicurati che il cucchiaio che usi per mescolare rimanga perennemente asciutto. È consigliabile usare un cucchiaio in metallo, anziché in legno o in plastica, perché tende a trattenere di meno l'umidità.[4]
    • Non coprire la pentola contenente il cioccolato per evitare che il vapore si accumuli sotto al coperchio. Se le gocce di condensa dovessero cadere sul cioccolato bianco, potrebbero renderlo inutilizzabile.
    • Se la ricetta prevede di aggiungere un ingrediente liquido al cioccolato bianco, per esempio un estratto o un colorante alimentare, è meglio versarlo nella pentola prima di iniziare a fonderlo. Se la temperatura del liquido e del cioccolato aumenta di pari passo, il rischio che il cioccolato si rovini è minimo.
  4. 4
    Emulsiona di nuovo il cioccolato bianco, se occorre. Se il cioccolato bianco diventa secco e granuloso, potresti riuscire a salvare la situazione aggiungendo una piccola quantità di burro o grasso vegetale.
    • Rimuovi il cioccolato dal calore prima di fare questo tentativo.
    • Aggiungi il burro o il grasso vegetale alla massa granulosa, nella dose di un cucchiaino (5 g) alla volta per evitare di esagerare con le quantità. In linea generale, servirà circa un cucchiaio (15 g) di grasso ogni 170 g di cioccolato bianco.
    • Oltre al burro e al grasso vegetale, puoi provare a usare un olio privo di sapore, la panna o il latte caldo. Qualunque sia il liquido, prima di aggiungerlo, è importante scaldarlo finché non raggiunge la stessa temperatura del cioccolato bianco. Usando un liquido freddo il problema peggiorerà.
    • Se sei riuscito a recuperare il cioccolato usando uno dei liquidi indicati, puoi usarlo come ingrediente di una crema, un impasto o una glassa. Purtroppo faresti fatica a utilizzarlo da solo come copertura o decorazione di un dolce, dato che la consistenza e la lucentezza saranno mutate. Potresti riuscire a usarlo da solo versandolo a filo sui biscotti per decorarli.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Fondere il Cioccolato Bianco nel Microonde

  1. 1
    Taglia il cioccolato bianco a pezzetti. Prendi un coltello affilato e taglialo a piccoli pezzi uniformi alti circa 1 cm.
    • Se intendi usare le gocce di cioccolato bianco, questo passaggio è superfluo; puoi fonderle intere. Solo le tavolette o le pastiglie di cioccolato vanno frantumate prima di poterle fondere.
    • Se preferisci, puoi frantumare il cioccolato bianco con le mani o ridurlo a scaglie con una grattugia.
  2. 2
    Regola la potenza del microonde. Per non rischiare di surriscaldare il cioccolato, è meglio impostare il forno a microonde a una potenza media.[5]
    • Riducendo la potenza del microonde eviterai che il cioccolato si scaldi eccessivamente e troppo rapidamente. Usando il forno a pieno regime rischieresti che il cioccolato si surriscaldi in pochissimo tempo, trasformandosi in una massa secca e granulosa.
    • Nota che questo non è sicuramente il metodo più appropriato per fondere il cioccolato bianco. La tecnica migliore è sicuramente quella del bagnomaria. Usando il microonde è molto più difficile tenere monitorata la temperatura del cioccolato. Quando raggiunge i 44 °C il cioccolato bianco si brucia e basta una minima distrazione per rovinarlo nel microonde.
  3. 3
    Scalda il cioccolato bianco nel microonde per 30 secondi.[6] Mettilo in una zuppiera adatta alla cottura in microonde e scaldalo per 30 secondi, dopodiché tiralo fuori dal forno per mescolarlo.
    • Il cioccolato continuerà a sciogliersi per alcuni secondi anche dopo che lo avrai tirato fuori dal forno. Mescola per diffondere il calore residuo.
    • Non coprire la zuppiera per evitare che si formi la condensa. Se dovesse cadere nel cioccolato, potrebbe rovinarlo.
    • Anche se non sembra sciolto, è importante controllare la temperatura del cioccolato prima di scaldarlo ulteriormente. Il cioccolato manterrà la sua forma se non lo mescoli, quindi l'aspetto non è un buon indicatore del suo stato.
    • Come regola generale, il cioccolato bianco non dovrebbe essere più caldo dell'interno del tuo labbro inferiore. Per fare una stima della temperatura, puoi toccarlo con le mani pulite e paragonare il calore a quello del labbro.
  4. 4
    Continua a scaldarlo a intervalli di 30 secondi, se occorre. Se dopo averlo mescolato per circa un minuto il cioccolato non si è ancora sciolto del tutto, puoi scaldarlo nel microonde per altri 30 secondi, senza aumentare la potenza.[7]
    • Scalda e mescola il cioccolato a intervalli di 30 secondi. Ogni volta, rimuovilo dal forno e mescolalo per aiutarlo a sciogliersi.
    • Il numero di volte che dovrai scaldare e mescolare il cioccolato dipende dalle quantità. Se è poco, si fonderà molto rapidamente, altrimenti dovrai avere un po' di pazienza in più.
    • Se non vuoi correre rischi, puoi scaldarlo a intervalli di 15 secondi anziché di 30.
  5. 5
    Cerca di recuperare il cioccolato se qualcosa va storto.[8] Se il cioccolato bianco diventa duro e granuloso, puoi provare a salvare la situazione aggiungendo una piccola quantità di burro o grasso vegetale.
    • Usa circa un cucchiaio (15 g) di burro o grasso vegetale ogni 170 g di cioccolato bianco. Per precauzione, aggiungili nella misura di un cucchiaino (5 g) alla volta e mescola tra un'aggiunta e l'altra.
    • Oltre al burro e al grasso vegetale, puoi provare a usare un olio privo di sapore, la panna o il latte caldo. Qualunque sia il liquido, prima di aggiungerlo, è importante scaldarlo finché non raggiunge la stessa temperatura del cioccolato bianco. Usando un liquido freddo il problema peggiorerà.
    • Anche se riuscirai a recuperare il cioccolato, è probabile che potrai farne un uso limitato. Generalmente è meglio evitare di usarlo da solo come copertura o per creare delle decorazioni elaborate. Tuttavia è ancora adatto per farcire o decorare i biscotti o per preparare una crema, un impasto o una glassa.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pentola per cottura a bagnomaria (o una pentola normale e una zuppiera in metallo)
  • Coltello
  • Cucchiaio in metallo
  • Zuppiera adatta al forno microonde

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Dolci
Questa pagina è stata letta 80 951 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità