Come Scrivere Didascalie Efficaci nel Fotogiornalismo

3 Metodi:Apprendere le Basi delle DidascalieMigliorare un Articolo con le DidascalieEvitare gli Errori nelle Didascalie

Scrivere le didascalie delle foto è una parte importante del giornalismo. Devi scegliere frasi precise e in grado di comunicare le informazioni necessarie,[1] perché quasi tutti i lettori hanno la tendenza a osservare un'immagine e poi la sua didascalia per decidere se leggere un articolo.[2] Usa i consigli seguenti per scrivere didascalie che intrighino il lettore abbastanza da convincerlo a leggere i tuoi articoli.

1
Apprendere le Basi delle Didascalie

  1. 1
    Controlla l'accuratezza dei fatti. Si tratta di uno degli aspetti più importanti del giornalismo. Se divulghi informazioni scorrette, l'articolo o la foto perdono credibilità. Prima di caricare o stampare una didascalia, assicurati che tutto quello che hai scritto sia vero.[3]
    • Non stampare una didascalia scorretta se non hai la possibilità di controllare l'accuratezza dei fatti, ad esempio perché non trovi una fonte appropriata o perché non hai tempo. Meglio non includere un'informazione se non sei certo della sua validità.
  2. 2
    Descrivi gli elementi che non sono ovvi. Se una didascalia si limita a descrivere quello che si vede nella foto, è piuttosto inutile. Se hai scattato una foto di un tramonto e la didascalia recita "Un tramonto", non comunichi alcuna informazione in più al lettore. Cerca invece di descrivere i dettagli dell'immagine che non sono immediatamente visibili, come il luogo, l'ora, l'anno o l'evento immortalato.[4]
    • Ad esempio, per una foto di un tramonto, puoi scrivere: "Tramonto sulla costa dell'oceano Pacifico, marzo 2017, da Long Beach, Vancouver Island".
    • Evita anche i termini come "si vede", "è ritratto" "che guarda su" o "sopra".
  3. 3
    Non iniziare una didascalia con alcune parole. Evita gli articoli, determinativi o indeterminativi. Questi termini sono troppo semplici e occupano spazio prezioso senza aggiungere nulla. Ad esempio, invece di dire "Un falco nella foresta", puoi scrivere "Falco che plana nella foresta".[5]
    • Evita anche di iniziare una didascalia con il nome di qualcuno; comincia con una descrizione e poi metti il nome. Ad esempio, non dire "Mario Rossi vicino al parco Sempione", ma "L'atleta Mario Rossi vicino al Parco Sempione".
    • Quando descrivi le persone all'interno di una foto, puoi dire "da sinistra". Non serve scrivere "da sinistra a destra".
  4. 4
    Individua i personaggi principali della foto. Se l'immagine include persone importanti, scrivi chi sono. Se conosci i loro nomi, aggiungili (se non hanno chiesto di restare anonimi). Se non li sai, puoi inserire una descrizione che faccia capire di chi si tratta (ad esempio "Rappresentanti del corteo di protesta nelle strade di Roma").[6]
    • Anche se non serve dirlo, assicurati che tutti i nomi siano scritti correttamente e siano accompagnati dal titolo appropriato.
    • Se la foto include un gruppo di persone o se alcuni dei presenti non hanno rilevanza per l'articolo (ad esempio i loro nomi non sono importanti), non serve scrivere il nome di tutti nella didascalia.[7]
  5. 5
    Cerca di essere il più specifico possibile. Questo consiglio va di pari passo con quello sull'accuratezza. Se non sei certo di dove è stata scattata la foto o di chi viene ritratto, scoprilo. Mostrare un'immagine senza ulteriori informazioni non è molto utile per il lettore, specie se non hai la possibilità di comunicare il contesto in cui è stata scattata.[8]
    • Se lavori all'articolo con un altro giornalista, contattalo e chiedigli le informazioni che ti servono.
    • Se stai cercando di identificare una persona specifica all'interno di una foto, è molto utile descrivere dove si trova nell'immagine. Ad esempio, se Mario Rossi è l'unico con il cappello, puoi scrivere: "Mario Rossi, in seconda fila con il cappello".
    • Anche se essere specifici è positivo, puoi anche scrivere la didascalia in modo che inizi con un tono più generico ed entri nel dettaglio in seguito, o viceversa. Entrambi i metodi ti permettono di essere preciso, ma sono più facili da leggere.[9]
  6. 6
    Identifica correttamente le foto storiche. Se stai usando un'immagine di repertorio per il tuo articolo, assicurati di includere informazioni accurate e la data (o almeno l'anno) in cui è stata scattata. In base al proprietario dell'immagine, potresti doverlo citare (ad esempio un museo, un archivio, eccetera).[10]
  7. 7
    Usa il presente. La maggior parte delle immagini usate come parte di un articolo rappresentano eventi che accadono "adesso", quindi dovresti usare il presente nelle didascalie. Naturalmente per le foto storiche puoi fare un'eccezione e usare il passato.[11][12]
    • Usare il presente ti permette di dare un senso di urgenza alle tue parole e aumenta l'impatto che l'immagine ha sul lettore.
  8. 8
    Evita l'umorismo se la foto non è ironica. Se l'immagine rappresenta un evento serio o sobrio, non fare lo spiritoso nella didascalia. Usa l'ironia solo quando la foto stessa è uno scherzo o ritrae un evento divertente che vuole far ridere il lettore.[13]
  9. 9
    Ricorda di includere sempre autori e citazioni. Tutte le foto dovrebbero includere il nome del fotografo o dell'organizzazione che ne possiede i diritti. Nelle riviste specializzate in fotografia includi anche i dettagli tecnici dello scatto (apertura, velocità dell'otturatore, lenti, f-stop, eccetera).[14]
    • Quando aggiungi il nome dell'autore, non serve usare i termini "foto di" se le informazioni sono presentate in modo coerente e comprensibile. Ad esempio, potresti sempre scrivere le citazioni in corsivo o con un font più piccolo.

2
Migliorare un Articolo con le Didascalie

  1. 1
    Usa la didascalia per raccontare al lettore qualcosa di nuovo. Di solito, quando qualcuno osserva un'immagine prova un'emozione e recepisce delle informazioni (in base a quello che vede). Di conseguenza, la didascalia dovrebbe aggiungere qualcosa che non è possibile capire dalla semplice osservazione dello scatto. In breve, dovrebbe insegnare qualcosa sulla foto al lettore.[15]
    • Le didascalie dovrebbero invogliare il lettore ad approfondire la storia descritta dall'articolo e a cercare altre informazioni.
    • Evita anche di riscrivere parti dell'articolo stesso. La didascalia e l'articolo dovrebbero essere complementari e non ripetersi.
  2. 2
    Non dare giudizi. Le didascalie devono informare, non giudicare o fare critiche. Se non hai avuto la possibilità di parlare con le persone nella foto e chiedere che cosa pensavano o provavano, non tirare a indovinare solo in base alle apparenze. Ad esempio, evita di scrivere "Consumatori infelici aspettano in coda" se non sai per certo che erano infastiditi.[16]
    • Il giornalismo dovrebbe essere obiettivo e informare il lettore. I giornalisti dovrebbero presentare i fatti in modo imparziale e lasciare che sia chi legge a formarsi un'opinione.
  3. 3
    Non preoccuparti della lunghezza della didascalia. Una foto può valere più di mille parole, ma in alcuni casi una frase è necessaria per dare un contesto all'immagine. Se serve una lunga descrizione per dare senso a una foto, non è un problema. Anche se dovresti provare a essere più chiaro e conciso possibile, non tralasciare delle informazioni utili nella didascalia.[17][18]
  4. 4
    Scrivi con uno stile colloquiale. In generale, nel giornalismo non viene usato un linguaggio troppo complicato. Tuttavia devi evitare anche i cliché o i termini gergali. Le stesse linee guida valgono anche per le didascalie. Scrivile con un tono colloquiale, come se ti rivolgessi a un parente mentre gli mostri la foto. Evita le frasi fatte o il gergo tecnico (e gli acronimi). Non usare parole troppo complesse se non sono necessarie.[19]
    • Se la foto è accompagnata da un articolo, prova a usare lo stesso tono nella didascalia.[20]
  5. 5
    Includi nella didascalia elementi che non sono essenziali per l'articolo. Gli articoli che accompagnano le foto hanno la tendenza a trattare un argomento specifico e naturalmente, raccontano una storia. Se ci sono delle informazioni utili per capire meglio l'immagine, ma non necessarie per la presentazione dei fatti, puoi inserirle nella didascalia invece che nel corpo dell'articolo.[21]
    • Questo non significa che dovresti usare le didascalie solo per gli elementi meno importanti dell'articolo, ma piuttosto per quelli che non sono essenziali per il racconto dei fatti. Una didascalia può essere una ministoria indipendente che include elementi non presenti nell'articolo vero e proprio.
    • Anche in questo caso, ricorda che la didascalia e l'articolo dovrebbero essere complementari, non ridondanti.
  6. 6
    Determina che punteggiatura usare. Se la foto è un semplice ritratto o contiene solo un oggetto specifico (ad esempio un ombrello), puoi scrivere nella didascalia solamente il nome della persona o dell'oggetto senza alcuna punteggiatura. In altri casi, puoi usare frasi incomplete, ma questo dipende dal tipo di pubblicazione e dai suoi requisiti.[22]
    • Un esempio di didascalia senza punteggiatura: "Motore Toyota 345X".
    • Un esempio della differenza tra una frase completa e una no: "L'attrice Anna Rossi fa un giro con la Acura 325 sul circuito di prova britannico di Londra" (completa), "Giro di pista sulla Acura 325" (incompleta).
  7. 7
    Semplifica le descrizioni nelle didascalie successive. Se delle foto consecutive in un articolo mostrano lo stesso luogo, persona o evento, non è necessario ripetere i dettagli in ogni didascalia. Ad esempio, se hai presentato la persona con il nome completo nella prima immagine, puoi semplicemente fare riferimento a lei con il cognome negli scatti seguenti.[23]
    • Non è un errore presumere che chi vede una foto abbia letto la didascalia di quelle precedenti, dato che probabilmente sono presentate in un ordine che racconta una storia.
    • Puoi anche evitare di inserire troppe informazioni nella didascalia se molte di esse sono già presenti nell'articolo. Ad esempio, se l'articolo racconta i dettagli di un evento, non serve ripeterli nelle didascalie.
  8. 8
    Scrivi se la foto è stata ritoccata digitalmente. Le immagini in alcuni casi vengono allargate, ridotte o ritagliate in base alla situazione, l'articolo, l'impaginazione, lo spazio a disposizione, eccetera. Le alterazioni di questo tipo non devono essere spiegate, perché non cambiano i contenuti della foto. Se invece hai modificato lo scatto in altro modo (ad esempio cambiando i colori, rimuovendo o aggiungendo qualcosa, migliorando l'esposizione naturale, ecc.) devi dirlo nella didascalia.[24]
    • Non serve scrivere nella didascalia esattamente che cosa hai cambiato, ma dovresti almeno aggiungere "fotomontaggio".
    • Questa regola vale anche per alcuni metodi fotografici unici, come i time-lapse, eccetera.
  9. 9
    Considera se usare uno schema per le tue didascalie. Finché non sarai più esperto nella scrittura delle didascalie, potresti iniziare seguendo uno schema preciso. Alla fine imparerai a usare lo schema senza neppure pensarci, ma fino a quel momento affidati a una formula che ti garantisce di includere tutti gli elementi necessari.[25]
    • Un esempio di schema è: [soggetto] [verbo] [complemento oggetto] durante [nome corretto dell'evento] in [nome corretto della località] a [città], [giorno della settimana], [data]. [Perché o come].
    • Un esempio scritto con questo schema: "Vigili del fuoco (soggetto) combattono (verbo al presente) un incendio (complemento oggetto) al Palazzo Belvedere (nome corretto del luogo) vicino all'incrocio tra via Vittoria e via Cavour a Milano (città), Giovedì (giorno della settimana), 1 Luglio 2004 (data)".[26]

3
Evitare gli Errori nelle Didascalie

  1. 1
    Non essere arrogante. Puoi dare questa impressione se scrivi una didascalia senza pensare al lettore, ma limitandoti a inserire le informazioni più facili da reperire. Puoi anche sembrare egoista, perché pensi più a te stesso che al lettore che cerca di interpretare la foto e l'articolo.[27]
    • Può accadere anche se provi a essere "ricercato" o a usare un linguaggio nuovo o arguto. Non c'è motivo di complicare troppo una didascalia. Cerca di essere semplice, chiaro e accurato.
  2. 2
    Non fare ipotesi. Avere pregiudizi è un grave errore, specie per un giornalista e questo vale anche per le didascalie. Evita di farlo, che tu sia l'autore dell'articolo, il fotografo o semplicemente uno dei responsabili dell'impaginazione. Non presumere di sapere che cosa accade nella foto o chi è ritratto. Scopri la verità e scrivi solo informazioni esatte.[28]
    • Questo vale anche per lo stile e il formato. Se non sai se una pubblicazione segue linee guida specifiche per le didascalie, chiedi conferma. Non usare un formato che ti piace ma che sarà completamente stravolto in seguito solo perché non hai fatto una domanda.
  3. 3
    Assicurati di non fare errori di distrazione. Questo può capitare quando non ti importa molto del tuo lavoro o non consideri la situazione abbastanza importante da fare un attento controllo. Come risultato, possono verificarsi errori di ortografia, nomi sbagliati per le persone nella foto, didascalie assegnate a immagini sbagliate, riferimenti sbagliati alle immagini all'interno dell'articolo, eccetera. Se sei fiero del tuo lavoro, assicurati di portarlo a termine nel migliore dei modi.[29]
    • Questo può capitare anche se vuoi tradurre la didascalia in un'altra lingua, ma non controlli la correttezza della traduzione. Google Translate non è un metodo affidabile!
  4. 4
    Ricorda che quello che scrivi è considerato un fatto. Come giornalista, tutto quello che inserisci in un articolo o in una didascalia è considerato un fatto realmente accaduto dai lettori. Presumeranno a ragione che tu abbia verificato le fonti e che stia comunicando solo informazioni accurate. Se fai il tuo lavoro con troppa pigrizia o imprecisione, rischi di divulgare informazioni scorrette a molte persone.[30]
    • Ricorda anche che quando un'informazione diventa di dominio pubblico, è difficile correggerla. In particolare quelle legate a eventi tragici, stressanti o di stretta attualità.

Consigli

  • Una foto e la sua didascalia dovrebbero essere complementari. Insieme dovrebbero raccontare una storia e non essere ridondanti. La didascalia dovrebbe spiegare il cosa, il quando e il dove, ma l'immagine dovrebbe comunque suscitare una reazione emotiva.[31]
  • Nel mondo dell'industria giornalistica anglosassone le didascalie sono definite "cutlines".
  • Le didascalie delle foto di National Geographic sono ottimi esempi di fotogiornalismo di qualità. National Geographic è famoso per le immagini, che spesso accompagnano un articolo. Tuttavia, quasi tutti i lettori hanno la tendenza a guardare prima lo scatto, leggere la didascalia, riguardare la foto e decidere solo in quel momento se leggere l'articolo. Una buona didascalia aiuta il lettore a compiere il passo dalla visione dell'immagine alla lettura del testo.
  • Come fotografo, dovresti portare con te carta a penna agli eventi in cui scatterai le foto. Usa il tempo in cui non hai in mano la macchina fotografica o in cui aspetti un momento particolare per scrivere i nomi delle persone che hai immortalato, assicurandoti di farlo correttamente.[32]

Avvertenze

  • Quando scrivi didascalie, pensa alle occasioni in cui una didascalia ti ha confuso. Ad esempio, alcuni servizi di informazione potrebbero usare foto di repertorio in un articolo perché non hanno immagini dell'evento. Anche se non è un errore, dovresti far capire chiaramente che si tratta di un'immagine di repertorio e non dell'evento reale.

Fonti e Citazioni

  1. http://www.poynter.org/2002/hot-tips-for-writing-photo-captions/1753/
  2. http://nwscholasticpress.org/2012/09/30/follow-these-simple-techniques-to-write-the-perfect-caption-every-time-to-intrigue-inform-readers-2/
  3. http://www.poynter.org/2002/hot-tips-for-writing-photo-captions/1753/
Mostra altro ... (29)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Istruzione & Comunicazione

In altre lingue:

English: Write Good Captions in Photojournalism, Español: escribir un buen pie de foto en el periodismo gráfico, Português: Criar Boas Legendas no Fotojornalismo, Nederlands: Goede foto journalistieke onderschriften schrijven, Bahasa Indonesia: Menulis Caption Keren untuk Foto Jurnalistik, العربية: كتابة تعليقات جيدة في الصحافة التصويرية, Français: écrire de bonnes légendes de photojournalisme, Deutsch: Im Fotojournalismus gute Bildunterschriften schreiben, Русский: придумать хорошие подписи к фотографиям для фотожурналистики, 中文: 写好新闻图片标题

Questa pagina è stata letta 345 volte.

Hai trovato utile questo articolo?