Come molti scrittori, a volte gli autori di storie poliziesche sentono il bisogno di infrangere le convenzioni dettate dal genere e creare qualcosa di unico. Seguire questo impulso è un'ottima cosa, ma non dovresti lasciare che ti porti troppo lontano. Valuta i consigli che ricevi in contrasto con le tue opinioni, e trova una strada che ti permetta di inserire tutto ciò che ami della narrativa del mistero e condire la storia con il tuo stile.

Parte 1 di 2:
Delineare la Trama

  1. 1
    Cerca di lavorare al contrario. La maggior parte delle storie poliziesche iniziano con il crimine, e questa tecnica può risultare utile anche per l'autore.[1] Descrivi brevemente una scena del crimine emozionante o misteriosa: gioielli che scompaiono dall'interno di una cassaforte chiusa, una cartomante trovata morta in una canoa, oppure il segretario del primo ministro inglese che viene colto mentre porta una bomba all'interno del numero 10 di Downing Street. Poni a te stesso le seguenti domande, e usa le risposte per tracciare un abbozzo della trama:
    • Cosa potrebbe aver portato a commettere il crimine in quel determinato luogo?
    • Quale motivazione potrebbe spingere qualcuno a commettere il crimine o a incastrare qualcun altro?
    • Che genere di persona potrebbe compiere il crimine in base a questa motivazione?
  2. 2
    Scegli un'ambientazione. "Scrivi ciò che conosci" è una buona formula, soprattutto se desideri un'iniezione di fiducia per portare a termine un progetto. Una storia poliziesca ambientata in un'epoca storica o in un luogo che non hai mai visitato impone che ti documenti sulla maniera di parlare, le usanze e le mode richieste dall'ambientazione. Ma, se questo è ciò che ti interessa, procedi in questa direzione.
    • Un'ambientazione cruda e tenebrosa aggiunge atmosfera, e funziona bene con storie che si svolgono nel mondo del crimine organizzato. D'altro canto, ambientare una storia in una città ordinaria e idilliaca fornisce brividi di altro genere, e suggerisce che l'orrore può trovarsi anche nella normale vita del lettore.[2]
  3. 3
    Stabilisci chi sarà il protagonista. Certo, il crudo investigatore di stampo noir o il genio dell'indagine è sempre un'alternativa possibile, ma trova idee diverse o caratteristiche sorprendenti che rendano unico il tuo personaggio. Alcuni scrittori suggeriscono di scartare a priori le prime due idee che ti vengono in mente, supponendo che saranno anche le prime a cui penserà il lettore.[3] La terza, la quarta o la quinta idea ti porteranno a creare un protagonista che introduca nel genere uno stile nuovo.
    • Fai in modo che il crimine rappresenti una questione personale per il protagonista, in modo da amplificare il coinvolgimento emotivo. Potrebbe essere collegato al passato misterioso del protagonista, oppure potrebbe trattarsi di un amico intimo o un membro della famiglia in pericolo, del destino della città, del paese o persino del mondo.[4]
  4. 4
    Crea gli antagonisti e i sospetti. Se stai scrivendo un racconto breve, puoi cavartela con un solo antagonista, ma l'aggiunta di un sospettato che conduca su una falsa pista aumenterà la drammaticità della storia. Generalmente, in un romanzo del mistero ci sono almeno quattro sospetti, ma forse preferisci riservare per un tentativo futuro una trama che ne comprenda otto.
    • Alcuni autori preferiscono sapere esattamente cos'è accaduto prima di iniziare a scrivere. Altri si assicurano che ogni sospetto sia collegato al crimine attraverso qualche prova o motivazione, per poi decidere chi è innocente e chi colpevole nel corso della stesura della storia.
  5. 5
    Cogli costantemente l'ispirazione. Forse la domanda che viene rivolta più spesso agli scrittori è dove trovino l'ispirazione. Non esiste nessuna formula miracolosa, ma più presti attenzione a quanto accade e prendi appunti, più materiale avrai su cui lavorare. Porta con te un piccolo blocco per appunti o un elaboratore di appunti elettronico da tenere in tasca e sul comodino, in modo da poter annotare idee improvvise e dialoghi che ti capita di ascoltare. Leggi molto e fai attenzione anche a idee riguardanti scene e personaggi che trovi in libri di saggistica e altre fonti improbabili.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Scrivere la Storia

  1. 1
    Stabilisci il genere. Il crimine o la scoperta della scena del crimine si verifica quasi sempre nel primo capitolo, ma è un cliché che può risultare comunque efficace.[5] In questo modo, puoi stabilire immediatamente il tono della storia, che sia incentrata sull'occulto, la violenza, il sentimento, la suspense o l'emozione. Se la tua storia poliziesca è un whodunit o giallo deduttivo, la natura insolita del crimine o gli indizi seminati nel corso della scena inizieranno a far girare gli ingranaggi nella testa del lettore.
    • Se desideri scrivere cos'è accaduto prima che venisse commesso il crimine, puoi tornare indietro nel tempo nel secondo capitolo, aggiungendo un sottotitolo, per esempio "Una settimana prima".
  2. 2
    Scegli una prospettiva. Molti autori di narrativa del mistero scelgono di raccontare la storia attraverso un punto di vista che nasconda il più possibile le informazioni riguardanti il mistero, senza però confondere il lettore. Può trattarsi della prospettiva in prima persona del protagonista oppure di una in terza persona che segua da vicino le azioni del protagonista. Prima di passare ai pensieri di un altro personaggio, rifletti attentamente: farlo con successo è possibile, ma è una tecnica che spesso aggiunge una complessità superflua.
  3. 3
    Quando è necessario, documentati. La maggior parte delle storie poliziesche è scritta per un pubblico popolare, non per agenti dell'FBI o criminali esperti. Per godersi la storia, i lettori non hanno bisogno di un realismo assoluto, ma i principali elementi della trama dovrebbero risultare piuttosto convincenti. Puoi trovare un'enorme quantità di informazioni su internet o in una biblioteca, ma, per gli argomenti estremamente specialistici, potresti dover porre delle domande a qualcuno che lavora nel campo in questione oppure in un forum di discussione specializzato.
  4. 4
    Non uscire dal percorso. Se una scena non ha alcun rapporto col crimine o l'indagine, chiedi a te stesso il perché della sua presenza. Divagazioni romantiche, trame secondarie e conversazioni lunghe e casuali possono sempre trovare il proprio posto, ma non dovrebbero mai rubare la scena alla trama e ai personaggi principali. Questa regola si applica soprattutto ai racconti brevi, che non possono permettersi di sprecare nessuna parola.
  5. 5
    Utilizza i colpi di scena con cautela. Se ti innamori di una buona sorpresa, vai avanti e inserisci questa rivelazione sorprendente... e fermati qui. Un secondo colpo di scena nella stessa storia fa in modo che il lettore si senta imbrogliato, soprattutto se è quasi impossibile prevederlo in anticipo. Anche il colpo di scena più improbabile dovrebbe essere anticipato da qualche indizio seminato in precedenza nel corso del libro, in modo da non verificarsi come per incanto.
    • Questa raccomandazione si dimostra di particolare importanza per la rivelazione più grande ("chi è stato?"), e la scelta sbagliata può rovinare un romanzo per molti lettori. Il colpevole dovrebbe sempre rientrare nella cerchia dei sospettati, o dimostrare un comportamento abbastanza ambiguo perché un lettore intelligente possa indovinarne l'identità.
  6. 6
    Concludi la storia su una nota drammatica. Ti è mai capitato di leggere la culminante scena finale di un libro, per poi voltare pagina e scoprire una conversazione di dieci pagine che coinvolge un personaggio secondario? Qualunque altro obiettivo ti proponga di raggiungere con la tua storia, il fulcro di un romanzo poliziesco è rappresentato dall'indagine criminale. Quando il colpevole fa una brutta fine, scrivi un intenso paragrafo finale e raggiungi la fine.
    Pubblicità

Consigli

  • Concediti del tempo. Puoi programmare tutto in anticipo oppure scrivere velocemente e fare delle correzioni in seguito. Entrambi i metodi richiedono molto tempo e la disponibilità ad apportare cambiamenti rilevanti.
  • Arruola qualche persona che faccia l'editing della tua storia e ti fornisca le proprie opinioni. Dopo aver rifinito il testo, fatti forza e mostra il tuo lavoro a degli sconosciuti. I loro consigli saranno più severi ma più onesti di quelli dei tuoi amici.

Pubblicità

Avvertenze

  • La narrativa poliziesca è un genere pieno di luoghi comuni. Esiste una linea sottile che separa il rendere omaggio alle storie e agli stili che preferisci dal copiarli direttamente.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 2 300 volte
Categorie: Scrittura
Questa pagina è stata letta 2 300 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità