Come Scrivere un CV per la Prima Esperienza Lavorativa

3 Metodi:Includere le Informazioni di BaseRicordarsi di Formattare il DocumentoCose da Evitare

Se stai scrivendo il curriculum, ma non hai abbastaza esperienze lavorative alle spalle, non preoccuparti; dovrà essere incentrato sui corsi che hai seguito e sulle competenze che hai acquisito. Tuttavia è importante includere le informazioni di base, descritte nel metodo 1.

1
Includere le Informazioni di Base

  1. 1
    Inserisci il tuo nome e i dati per contattarti. Inizia scrivendo il nome e i dati di contatto in cima al CV. Includi l’indirizzo, il numero del cellulare, e l’indirizzo di posta elettronica. Puoi anche scegliere d’inserire altre informazioni tipo:
    • Una tua fototessera.
    • I link ai tuoi social network.
  2. 2
    Inizia con una sintesi delle tue competenze e del percorso di studi. Alcuni scelgono di cominciare i loro CV con due o tre frasi che sintetizzano l’istruzione, le abilità e i risultati raggiunti.[1]
    • Se decidi d’includere questa sintesi, dovresti scriverla esattamente sotto le informazioni per contattarti.
  3. 3
    Parla della tua istruzione. Se ti candidi per la tua prima posizione lavorativa, senza avere precedenti esperienze, il datore di lavoro concentrerà la sua attenzione sulla tua istruzione. [2]Inserisci informazioni riguardanti:
    • Il livello d’istruzione.
    • Le materie fondamentali e quelle complementari (se hai frequentato l’università).
    • I corsi pertinenti con il lavoro per cui ti candidi.
  4. 4
    Elenca i successi, i certificati e i riconoscimenti ricevuti. La sezione successiva dovrebbe essere incentrata sui riconoscimenti ottenuti e sui traguardi raggiunti. Potresti anche parlare delle certificazioni conseguite. Lo scopo di questa sezione è dimostare come ti distingui per i traguardi raggiunti. Elenca cose tipo:
    • La votazione del diploma o della laurea (se è alta).
    • La partecipazione a progetti come l’Erasmus.
    • Le certificazioni in lingua inglese come il TEFL (Teaching English as a Foreign Language), oppure le certificazioni informatiche come l’ECDL.
  5. 5
    Elenca le tue abilità e le tue conoscenze. Stila un elenco delle capacità che rappresentano meglio le tue competenze. Concediti del tempo per considerare quale genere di competenze l’azienda per cui ti candidi cerca, con maggiore probabilità. Adatta il tuo elenco alla posizione lavorativa per cui ti candidi.
    • Per esempio, se ti candidi come receptionist in un asilo nido, potresti elencare abilità come: eccellenti capacità organizzative, conoscenza approfondita di Google docs, WordPress e social network, ecc.
  6. 6
    Inserisci le informazioni riguardanti eventuali stage ed esperienze di volontariato. Questa sezione dovrebbe essere dedicata alla descrizione di tirocini o prestazione di servizi di volontorario. Includi soltanto le esperienze pertinenti.
    • Per esempio, se ti candidi come insegnante presso un asilo nido, potresti includere informazioni relative al volontariato prestato al campeggio dei bambini. Descrivi la tua posizione e il ruolo svolto.

2
Ricordarsi di Formattare il Documento

  1. 1
    Considera la lunghezza del tuo CV. Sebbene non ci sia alcuna regola assoluta sulla lunghezza del CV, di solito si raccomanda di non andare oltre una o massimo due pagine.
    • Se il tuo CV è più lungo di una pagina, prendi in considerazione la possibilità di tagliare le parti non pertinenti con la posizione lavorativa per cui ti candidi.
  2. 2
    Tieni bene a mente alcuni dettagli della formattazione. Il modo in cui formatti il CV influenzerà l’immagine che il potenziale datore di lavoro si farà di te. Se il tuo CV ha un aspetto trascurato o poco professionale, si potrebbe fare una cattiva opinione. Considera cose come:
    • Carattere: Usa un unico carattere in tutto il CV. Scegline uno che abbia un aspetto professionale come Arial o Times New Roman.
    • Margini: I margini dovrebbero avere una larghezza compresa tra i 2,5 e i 3 cm.
    • Dimensione del carattere: Cerca di mantenere una dimensione tra i 10 e i 12 pt.
    • Tuttavia dovresti scrivere il titolo di ciascuna sezione, oltre che il tuo nome e le informazioni di contatto, in grassetto.
  3. 3
    Controlla che il tuo CV sia coerente. Guarda il tuo CV. Sembra omogeneo? I titoli sono tutti in grassetto? Ciascuna sezione include un elenco puntato per chiarire meglio l’argomento di cui stai parlando?
  4. 4
    Rileggi il CV. Non deve presentare errori di grammatica e punteggiatura. Leggilo a voce alta per assicurarti che non risulti poco scorrevole in nessun punto.
    • Considera anche la possibilità di far leggere il tuo curriculum vitae a qualcuno di cui di fidi.

3
Cose da Evitare

  1. 1
    Non limitarti a elencare la tua esperienza lavorativa. Mentre elenchi la tua esperienza di lavoro o volontariato, insieme ai fatti concreti, come le date in cui hai lavorato, devi cercare di fornire degli esempi su come hai apportato un aiuto prezioso all’azienda. Alcune idee potrebbero essere:
    • Le difficoltà incontrate e come sono state superate. Parla delle strategie utilizzate.
    • Parlare di come hai supportato l’azienda o l’organizzazione.
  2. 2
    Evita inizi stereotipati. Se vuoi emergere dalla massa, evita frasi troppo comuni o ritrite.
    • Piuttosto parla di alcune abilità nella tua area di specializzazione. Assicurati che qualsiasi informazione inserita, sia pertinente con il lavoro per cui ti candidi.
  3. 3
    Cerca di non scrivere troppo o troppo poco. Non cercare d’infilare una miriade d’informazioni, oppure di riempire la pagina con dettagli inutili. Ogni volta in cui aggiungi qualcosa al tuo CV, chiediti se sia pertinente con il lavoro per cui ti candidi.
  4. 4
    Riduci il numero dei pronomi personali nel CV. Trattandosi di un documento professionale, dovresti ridurre al minimo l’uso dei pronomi personali, sebbene il documento riguarda te. Non elencare ciascuna abilità dicendo cose tipo “Io sono organizzato”.
    • Invece, quando elenchi le tue abilità, cerca di essere breve e coinciso. Fai un elenco tipo: 1. Molto organizzato. 2. Competente in WordPress, Twitter, ed Excel. ecc.
  5. 5
    Evita informazioni irrilevanti. Il tuo stato civile, il peso, o il nome del tuo cane non hanno alcuna importanza (a meno che non ti stia candidando come dog-sitter). Il tuo potenziale datore di lavoro vuole conoscere le tue esperienze lavorative, non la tua vita privata.

Consigli

  • Concentrati sulla qualità del curriculum vitae, piuttosto che sulla sua lunghezza.
  • Cerca di non essere ripetitivo.
  • Non includere informazioni irrilevanti come gli hobby, semplicemente per allungare il brodo.
  • Cerca di adattare il CV alle aspettative dell’azienda.
  • Se includi le referenze, inseriscile alla fine del CV e non fare troppo affidamento su di esse.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cercare Lavoro

In altre lingue:

English: Write an Entry Level Resume, Русский: писать резюме начального уровня, Português: Escrever um Currículo Para uma Vaga Sem Experiência, Español: escribir un currículum vítae inicial

Questa pagina è stata letta 5 999 volte.

Hai trovato utile questo articolo?