Come Scrivere un Discorso

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Basi EssenzialiRenderlo EfficaceComporre il DiscorsoDopo la Prima BozzaSommario dell'Articolo6 Riferimenti

Esistono occasioni in cui ti può capitare di dover parlare - un pubblico raduno o un evento sociale - e per le quali dovrai pianificare e preparare il testo. Ecco alcuni consigli per aiutarti a progettare e a scrivere un bel discorso.

Parte 1
Basi Essenziali

  1. 1
    Scegli il tuo argomento. Un buon discorso tratta solitamente un solo argomento. Ci deve essere un messaggio che corrisponda all'occasione. Dovrebbe riflettere l'interesse del pubblico e il significato dell'incontro; meglio ancora, dovrebbe trasmettere qualcosa di rilevante.
    • Se il discorso è per la scuola ed è completamente libero, scegli un argomento a cui poterti appassionare facilmente. I migliori discorsi hanno molto poco a che fare con l'argomento e trasmettono più che l’altro l’emozione dell’oratore. Se riesci ad entrare in quest’ottica, anche il pubblico lo percepirà e ne rimarrà entusiasta.
  2. 2
    Punta a uno scopo o dimostra una tesi. Perché stai preparando un discorso su questo argomento? «Me l’ha detto il mio insegnante» o «Devo» non è un buon motivo.
    • Se intendi scrivere un discorso su un evento della tua vita, hai comunque bisogno di un messaggio. L'argomento potrebbe essere, ad esempio, l’incidente dell’anno scorso in cui hai rischiato di morire, ma la tua tesi o scopo dovrebbe sostenere l'uso delle cinture di sicurezza. Fai in modo che il ragionamento di supporto non sia banale: non è sufficiente affermare che le cinture di sicurezza sono utili perché ti hanno salvato la vita!
      • Un discorso va fatto per un 'buon motivo': ispirare, istruire, ottenere supporto o indurre all’azione sono nobili scopi, ma non devono suonare a vuoto per nutrire l'ego dell’oratore né per adulare, intimidire o vergognare.
  3. 3
    Organizzati. Ricorda che tutti i grandi discorsi (e anche quelli non è così grandi) richiedono una "forma": l'introduzione, i contenuti (il corpo) e la conclusione. Un discorso non è una bolla amorfa né una forchettata di spaghetti aggrovigliati; non si tratta di pezzettini forzati a stare insieme.
    • Vale sempre il vecchio adagio: ‘’Introduzione — Spiega quello che dirai. Corpo — Dillo. Conclusione — Spiega quello che hai detto.’’ Dovresti strutturare così il tuo discorso.
    • Per il corpo, sostieni la tua tesi con almeno tre punti. Se si supportano a vicenda, ancora meglio. All'inizio, cerca di redigere un elenco. Più tardi potrai scegliere quelli più incisivi.
  4. 4
    Preparati a essere persuasivo. È necessario farlo in ogni modo possibile. Se le tue argomentazioni non sono logicamente forti, dovrai supportarle con altri punti di vista. Se non convincerai il tuo pubblico a concordare con te su un argomento, dovrai almeno farlo pendere dalle tue labbra ad ogni tua parola.
    • Qui viene utile l’appello di Platone su ethos, pathos e logos. Fai in modo che il pubblico concordi con te mediante la tua credibilità (ethos) o tramite quella altrui, manipolando le loro emozioni (pathos) o tramite un semplice uso della logica (logos). Nessuno di questi concetti è necessariamente più importante o più efficace rispetto agli altri; tutto dipende da quanto sarà degno di nota ciò che dirai.

Parte 2
Renderlo Efficace

  1. 1
    Scegli saggiamente le parole. Se si tratta di un discorso ad un gruppo di ragazzini, è importante non farlo complicato - utilizza delle parole che possano capire e apprezzare. Adatta il discorso al tuo pubblico — che cosa vogliono sentirsi dire?
    • Detto ciò che cosa sanno già? Non vuoi certo sprecare del tempo spiegando loro qualcosa con cui hanno già familiarità o, peggio, supponendo che ne conoscano le basi e confondendoli orribilmente. Mettiti nei loro panni, quando scrivi — di quali conoscenze di base hanno bisogno prima di affrontare il tuo argomento?
  2. 2
    Attira la loro attenzione. "Stringi loro la mano" - in senso figurato ovviamente. Rendi la tua scrittura umana e personale, agganciando il tuo pubblico. Costruisci un accordo sul tuo argomento e una percezione di rapporto con te.
    • L’ex ambasciatore Robert Strauss era solito iniziare i suoi discorsi così: "Prima di iniziare questo discorso, ho qualcosa da dire." Qual è il tuo aggancio?
    • Comunica un sorriso schietto, anche nella tua scrittura. Il pubblico sarà in grado di percepirlo. Potresti iniziare con una battuta divertente o un aneddoto stimolante che possa essere collegato alla situazione.
    • Mentre stai scrivendo, pensa a che cosa diresti a un amico. Più a tuo agio e aperto sarai, più il pubblico si sentirà attratto da te. Scegli come ti esprimeresti se dovessi avere una discussione con qualcuno con cui ti senti a tuo agio, qualcuno a cui mostri le tue emozioni con disinvoltura. Il discorso che "viene dal cuore" è tra i più commoventi.
  3. 3
    Concentrati sul tuo messaggio. Per alcuni, è facile lasciarsi trascinare o tentare di buttarsi su troppe cose per volta. Il tuo discorso ha un unico messaggio ed è l'unica cosa che deve essere affrontata accuratamente. Non concentrarti sui dettagli o, peggio, su qualcosa che non ha nulla a che vedere. Rischi che il pubblico si chieda che cosa stia succedendo.
    • Se sei sconclusionato, perderai la loro attenzione. Quando affronti un argomento e lo sviluppi, non devi avere paura di andare avanti. Se disponi di più punti che meritano di essere posti sotto i riflettori, dai a ciascuno l’attenzione dovuta.
  4. 4
    Illustra. Rendi la tua scrittura un’opera grafica. Il tuo obiettivo è fare in modo che i punti principali della tua scrittura si fissino nella mente del pubblico. Se qualcuno in seguito si complimenta per il tuo discorso o ti chiede delle delucidazioni in merito, probabilmente si riferirà a un’immagine o a una situazione che sei riuscito a descrivere visivamente. Allora pensa visivamente!
    • Questo può avvenire in diversi modi. Se stai parlando al tuo team di lavoro sui magri ricavi annuali, non è una buona idea dipingere un'immagine delle loro famiglie che muoiono di fame per spingerli a lavorare di più. Le immagini devono essere utilizzate in modo appropriato. Se parli di numeri, utilizza dei grafici. Se parli di emozioni, dipingi un quadro. Cerca di conoscere il tuo contesto.
  5. 5
    Pensa sotto forma di pause. I migliori attori sono ugualmente efficaci (se non di più) tra le righe. Scrivi pause o ritmi quando vuoi veramente accentuare un concetto. La gente lo noterà automaticamente - guardando, stando dritta e piegando la testa di lato, in realtà ascolterà il silenzio. Ora sei al comando di ciò che avviene nella stanza.
    • I discorsi devono essere naturali - non letti da un foglio. E, quando parli, fai delle pause. Questo non ti rallenta né evidenzia una tua debolezza, ma dimostra che conosci così bene l’argomento da poterne parlare con tranquillità come un vecchio professionista.

Parte 3
Comporre il Discorso

  1. 1
    Inizia con un'introduzione incisiva. Apri con una grande affermazione che catturi l'attenzione del pubblico. Ricordi quell’aggancio coinvolgente di cui abbiamo parlato? Usalo adesso. Immergiti nel discorso, rendilo personale e mostra il tuo lato umano.
    • Un’apertura con importanti osservazioni o citazioni stabilirà immediatamente la credibilità. Basta non usare termini troppo tecnici o specifici ed evitare luoghi comuni a tutti i costi.
  2. 2
    Utilizza dei termini che coinvolgano gli individui. Punta alle "nostre" cose — il nostro team, la nostra città/nazione o la nostra scuola, la nostra classe, il nostro lavoro, le nostre persone e il nostro prodotto/candidato, ecc. Il pubblico si sentirà maggiormente coinvolto e avvertirà un senso di appartenenza. Se "noi" ci sentiamo in quel modo, anche il pubblico sarà indotto a doversi sentire in quel modo.
    • Nelson Mandela iniziò un discorso così «Oggi noi non celebriamo la vittoria di un partito, ma una vittoria per tutte le persone del Sud Africa".[1] È certamente un uomo di cui non si possono mettere in discussione le abilità oratorie.
  3. 3
    Costruisci il corpo del discorso. Questa parte dovrebbe contenere i punti principali della questione e il supporto per ciascuno di essi. Hai fatto in precedenza quell’elenco? Riconducilo a tre punti. Quali sono i più convincenti?
    • Inizia con il punto di forza. Vuoi che il tuo pubblico si convinca del tuo argomento. Portalo dalla tua parte prima che abbia la possibilità di cavillare su che cosa hai da dire.
    • Metti l'argomento più debole nel mezzo per fare in modo che passi inosservato. E, infatti, lo sarà.
    • Finisci con il secondo argomento in ordine di incisività e importanza. Completa l'argomentazione con il tuo ultimo indizio in maniera coinvolgente.
  4. 4
    Sii consapevole delle tue transizioni. Crea dei passaggi chiari e sensati da un pensiero all’altro. Il più grande errore che oratori e scrittori fanno è presumere che le persone riescano a seguire dei salti logici — luogo, tempo o cambiamenti di idee. Spiega al pubblico quando fai una digressione con frasi del tipo: "Come esempio, possiamo vedere che ..." o "Questo ci riporta al problema più ampio di ..." e così via.
    • Le transizioni non dovrebbero essere utilizzate solo nel corpo del discorso, ma anche dopo l'introduzione e nella conclusione. Ancora una volta, il discorso è un lavoro coeso, non una serie di punti che funzionano in modo indipendente. Dimostrarlo al tuo pubblico usando delle transizioni intelligenti.
  5. 5
    Termina con una conclusione definitiva. Concludi con un potente punto fermo, che riassuma ciò che sei venuto a dire. Lasciali con una domanda o dei pensieri di implicazioni. Devono andarsene con qualcosa.
    • Ripeti le idee chiave. Fai in modo che il pubblico si ricordi e arrivi alle tue conclusioni. Assicurati che se ne vadano portando con loro quelle idee che non vuoi che dimentichino.
    • Dai al tuo pubblico un senso di completamento in quello che scrivi. Riportali all'inizio, ma con uno spirito più forte - dopo tutto, adesso hanno tutte le conoscenze necessarie per esserne appassionati. Puoi ottenere questo effetto iniziando l'ultimo paragrafo con una frase dichiarativa e intensa che rinforzi nuovamente il tuo punto di vista.

Parte 4
Dopo la Prima Bozza

  1. 1
    Prova con qualcuno la tua bozza di discorso. È la cosa più utile da fare. Cerca di ottenere l’aiuto di qualcuno che sia molto simile al tuo pubblico. Se hanno un background simile, c'è una più alta possibilità che abbiano la stessa impressione.
    • Chiedi loro il feedback. Hanno trovato qualcosa che confonde? Di inutile? Quali domande sono rimaste inevase? Hanno seguito la tua logica finendo per concordare con te? Con quale impressione sono stati lasciati?
  2. 2
    Controlla la chiarezza. Spesso, quando scriviamo, c'è un modo molto più facile per esprimere la stessa cosa. Rivedi il tuo lavoro in quest’ottica specifica. Prendi ogni frase così com'è — potresti renderla più cristallina?
    • Se non sei chiaro, potresti essere completamente incompreso. La chiarezza è forse la più importante qualità da cercare nel tuo lavoro.
  3. 3
    Assicurati che il tuo tono sia adeguato e costante. Se suona come se fosse stato scritto da tre persone diverse, sarà difficile da seguire. Se il tono è condiscendente o semplicemente al di sopra delle possibilità del tuo pubblico, sarà comunque problematico. Come sarà valutato il tuo discorso da questo particolare pubblico?
    • Non essere tentato di diventare grossolano o sgradevole per ottenere la loro attenzione. Funzionerà, ma, dopo aver tolto il dito puntato e aver finito di urlare, potrebbero distrarsi completamente.
  4. 4
    Scrivi la bozza finale. Una volta che avrai tutti i contenuti, componila nella sua forma finale. A questo punto potresti voler iniziare ad aggiungere qualche tattica espositiva.
    • Scrivi le pause. Anche se il discorso non deve essere letto, mettere delle pause per iscritto ti aiuterà a ricordarti quando inserirle al momento di pronunciarlo.
    • Scrivi il corpo a blocchi. Anche se questi, in definitiva, devono essere naturali e non possono essere inseriti nella bozza, aggiungere qualche nota dove potresti voler sottolineare un punto con la tua corporeità (con il viso, la mano, ecc.) potrebbe aiutarti ad allenarti durante il ripasso.
    • Delinea il discorso su cartoline. Dal momento che non leggerai il tuo discorso, è una buona idea tenersi una bozza scritta della presentazione come riferimento, in modo da non tralasciare nulla ... ad esempio, ringraziare il pubblico per la sua attenzione e il Comitato che ti ha chiesto di intervenire.

Consigli

  • Fine: lascia che la frase finale sia la naturale conclusione del tuo intervento. Le persone ricordano l'ultimo punto o enfasi: sii convincente!
  • Evita un monotono o patetico "Grazie" per segnalare che hai finito. È inutile.
  • Insisti sui tuoi punti importanti! Non apportare modifiche al tuo discorso solo perché pensi che la gente ti giudicherà. Apporta modifiche solo perché le vuoi e ti servono.
  • Pensa seriamente prima di inserire lavagne cancellabili a secco o a fogli mobili in una presentazione. Alla fine potresti ritrovarti a parlare alla tua lavagna e non al pubblico. Il pubblico potrebbe essere distratto da tuoi scarabocchi illeggibili — o dal vederti armeggiare con le tue scritte. Gli oratori insicuri o timidi amano gli oggetti di scena, perché allontanano l’attenzione da loro. Andrà bene tutto ciò che meglio si adatta alla tua situazione.
  • Ogni persona tra il pubblico sperimenta il tuo discorso come individuo. Parla al pubblico non come gruppo ma come individui, usando parole come "tu" e "tuo", invece di "tutti voi" o "tutti qui"; sarai più diretto e coinvolgente e chiamerai in causa ogni persona del pubblico, che si tratti di cinque o cinquemila individui.
  • Quasi tutti possiamo ricordare un'esperienza iniziale in cui eravamo ossessionati con la memorizzazione e, mentre parlavamo, improvvisamente s’è creato un vuoto e ci siamo bloccati. Cerca di conoscere bene l’argomento di cui parli e di tenerti davanti dei punti elenco su alcuni cartoncini numerati, legati insieme da una stringa o da un anello. Rilassati e non fossilizzarti sulla consegna impeccabile.
  • Ronald Reagan aveva una regola: portava sempre con sé una copia scritta in più del suo discorso, nel caso in cui fosse successo qualcosa durante il discorso – sii pronto a consegnarla alla hostess congressuale.
  • Il tipo di evento a cui parteciperai determinerà la lunghezza del tuo discorso. Considera che un oratore medio pronuncia da 100 a 135 parole al minuto. Qui di seguito potrai leggere alcune lunghezze d’esempio:
    • Oratore principale standard: 18 - 22 minuti (parole stimate da 1800 a 2970)
    • Motivatore: 12 - 15 minuti (parole stimate da 1200 a 2025)
    • Oratore cerimoniale: 5 - 7 minuti (parole stimate da 500 a 945)
    • Notizie durante la conferenza: 2 - 3 minuti (parole stimate da 200 a 405)
    • Brindisi di nozze: 2 - 3 minuti (parole stimate da 200 a 405)
  • Considera la cornice di riferimento del tuo pubblico. Un modo semplice per farlo è pensare: chi è il pubblico? Perché sono qui? E, dopo aver ascoltato il discorso, qual è la prima cosa che vorresti fare o dire a qualcun altro, forse?
  • Chi meglio di te può scrivere la tua biografia introduttiva al pubblico? Non si tratta dell'introduzione contenuta nel tuo discorso. Prima di parlare, contatta la persona che ti introdurrà e inviale o leggile l’introduzione su di te. A meno che questa persona non sia del tutto nuova a questo incarico, ti sarà grata di salvarla dall’arduo compito di redigere un'introduzione personale su di te.

Avvertenze

  • Non pronunciare un discorso lungo e noioso. Altrimenti le persone si addormenteranno letteralmente durante il tuo discorso. Inserisci qualche battuta per rallegrare l'ambiente.
  • Non parlare troppo. Cronometra il tuo discorso in alcune prove. Se dura per più di cinque minuti, dovrai essere un oratore eccelso. Un oratore dilettante tipicamente porterà il pubblico a controllare l'orologio dopo tre minuti. Ricorda: Abramo Lincoln ha impiegato solo un minuto o due per il suo discorso di Gettysburg.

Sommario dell'ArticoloX

Per scrivere un discorso, inizia con un'affermazione che catturi l'attenzione, come "Prima di iniziare il mio discorso, ho qualcosa di importante da dire". Quando hai l'attenzione di tutti, passa alla tua argomentazione più forte, perché si tratta dell'elemento che il pubblico ricorderà meglio. Usa le transizioni nel corso del discorso, come "Questo ci riporta al problema di fondo", così che il pubblico riesca a seguirti. Per finire, ripeti gli elementi più importanti e lascia il pubblico con una domanda o qualcosa su cui riflettere. Per imparare come fare la revisione della tua prima bozza, leggi l'articolo!

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Scrittura

In altre lingue:

English: Write a Speech, Deutsch: Eine Rede schreiben, Español: escribir y dar un discurso, Português: Escrever um Discurso, Русский: написать речь для выступления, Français: écrire un discours, Nederlands: Een toespraak schrijven, 中文: 写一篇演讲稿, Čeština: Jak napsat proslov, Bahasa Indonesia: Menulis Sebuah Pidato, العربية: كتابة خطبة, हिन्दी: भाषण लिखें, 日本語: スピーチを書く, 한국어: 발표문을 작성하는 법, Tiếng Việt: Viết một Bài phát biểu, Türkçe: Bir Konuşma Nasıl Yazılır

Questa pagina è stata letta 32 234 volte.
Hai trovato utile questo articolo?