Un piano di lavoro serve a delineare una serie di obiettivi e di processi utili a raggiungerli. Solitamente è indirizzato ad una squadra di lavoro e ha lo scopo di mostrare e spiegare il fine di un determinato progetto. Un buon piano di lavoro è in grado di rendere la vita lavorativa, o scolastica, più organizzata ed efficiente, e ti permette di suddividere un grosso impegno in tanti compiti più piccoli e meglio identificabili. Impara a scrivere un piano di lavoro per affrontare i prossimi progetti al meglio delle tue possibilità.

Passaggi

  1. 1
    Identifica lo scopo del tuo piano di lavoro. Le ragioni per cui preparare un piano di lavoro possono essere diverse. Sapere in anticipo quale obiettivo vuoi raggiungere ti aiuterà a creare un piano di lavoro efficace. Ricorda che il tuo progetto dovrà avere una scadenza (ad es. 6 mesi o 1 anno).
    • In un ufficio i piani di lavoro permetteranno al tuo supervisore di sapere a quali progetti starai lavorando nei prossimi mesi. Specialmente dopo una riunione di fine anno (solare o fiscale), o dopo aver accettato di portare a termine un nuovo progetto, può nascere la necessità di creare un piano di lavoro.
    • Nel mondo accademico i piani di lavoro aiutano gli studenti a creare un programma di studi e a suddividere in piccoli obiettivi un progetto più ampio. Anche gli insegnanti possono trarre beneficio da un buon piano di lavoro riuscendo ad organizzare al meglio il proprio materiale didattico.
    • Se hai un progetto personale un piano di lavoro può aiutarti a chiarirti le idee, a delineare le azioni da compiere, a farti prevedere delle date di scadenza e a decidere come agire. Un piano di lavoro personale, sebbene non sia obbligatoriamente necessario, ti aiuterà a tenere traccia dei tuoi progressi e degli obiettivi raggiunti.
  2. 2
    Scrivi l'introduzione e dai un perché al tuo piano di lavoro. Soprattutto nel mondo lavorativo può essere fondamentale preparare un'introduzione e dare al datore di lavoro la possibilità di contestualizzare il proprio progetto. Per un progetto accademico, invece, questa fase può non essere necessaria.
    • L'introduzione deve essere corta e coinvolgente. Ricorda ai tuoi superiori perché hai deciso di creare un piano di lavoro e introduci il progetto a cui lavorerai nei prossimi mesi in modo specifico.
    • Ora spiega nel dettaglio le ragioni per cui hai creato questo piano di lavoro. Ad esempio elenca i dettagli o le statistiche relative alle ultime verifiche, identifica chiaramente i problemi che devono essere affrontati ed includi le raccomandazioni ed i feedback ricevuti dai progetti precedenti.
  3. 3
    Determina i tuoi scopi e i tuoi obiettivi. Sappi che entrambi sono correlati ai traguardi che speri di raggiungere attraverso il tuo lavoro, ma a differenza degli scopi, gli obiettivi dovranno essere molto più specifici. Tieni a mente questa differenza mentre prepari il tuo piano di lavoro.
    • Lo scopo sarà relativo ad una visione più generale del tuo progetto. Qual è il risultato che vuoi raggiungere? Rimani sul generico, ad esempio puoi volere completare una ricerca o conoscere meglio uno specifico argomento.
    • Gli obiettivi dovranno essere specifici e tangibili. In altre parole dovrai essere in grado di cancellarli dalla tua lista delle cose da fare una volta che li avrai raggiunti. Per esempio: trovare persone da intervistare per la tua ricerca è un buon obiettivo.
    • Molte persone decidono di suddividere i propri obiettivi in categorie temporali: a breve termine, a medio termine, a lungo termine, soprattutto se sono molto diversi tra loro. Ad esempio, l'obiettivo di un'azienda a breve termine può essere quello di aumentare del 30% il proprio pubblico nei tre mesi successivi, mentre quello di lungo termine sarà riuscire a rafforzare la visibilità del proprio marchio nei social media entro l'anno successivo.
    • Gli obiettivi normalmente vengono scritti in forma attiva e attraverso verbi dal significato molto specifico (ad es. "pianificare," "scrivere," "aumentare," e "misurare") anziché con verbi dal significato vago (ad es. "esaminare," "capire," "sapere," etc.).
  4. 4
    Ordina gli obiettivi del tuo piano di lavoro in modo intelligente. Ricorda che dovranno essere tangibili e raggiungibili. Assicurati che abbiano le seguenti caratteristiche e che siano quindi:
    • Specifici. Esattamente cosa ho intenzione di fare e per chi? Esponi con esattezza chi sarà il beneficiario delle tue azioni e attraverso quali atti raggiungerai lo scopo che ti sei prefissato.
    • Misurabili. I tuoi obiettivi sono quantificabili e possono essere misurati? Puoi quantificare i risultati? Hai strutturato il tuo piano di lavoro per far sì che il grado di salute in Sud Africa raggiunga un incremento nel 2020?" O per riuscire a diminuire entro il 2020 i casi di bambini nati in Sud Africa con la patologia dell'HIV/AIDS del 20%?"
      • Ricorda che per poter quantificare un cambiamento è necessario un numero da cui partire. Se non conosci l'attuale tasso di incidenza dell'HIV/AIDS sui neonati del Sud Africa difficilmente riuscirai a calcolare un qualsiasi tipo di decrescita.
    • Raggiungibili. E' possibile raggiungere gli obiettivi prefissati nel tempo disponibile e con le risorse che hai a disposizione? Assicurati che i tuoi obiettivi siano realistici e prendi in considerazione tutti i vincoli. Aumentare le vendite del 500% è un obiettivo ragionevole solo per una piccola società. Lo stesso obiettivo per un colosso mondiale sarebbe praticamente impossibile da realizzare.
      • In alcuni casi sarà indispensabile consultare un esperto, o le autorità, per sapere se gli obiettivi del tuo piano di lavoro sono effettivamente raggiungibili.
    • Rilevanti. Questo obiettivo è utile al raggiungimento dello scopo desiderato o alla tua strategia? Anche se misurare l'altezza ed il peso di tutti gli alunni potrebbe apportare benefici al livello di salute generale, molto probabilmente non inciderà sul tentativo di migliorare i loro processi di salute mentale? Assicurati che i tuoi obiettivi ed i tuoi metodi siano correttamente correlati tra loro.
    • Da raggiungere in un tempo definito. Quando questo obiettivo verrà raggiunto e come faremo a verificarlo? Dai una data di scadenza ai tuoi obiettivi e prevedi l'eventualità in cui alcuni risultati raggiunti determinino la fine anticipata del progetto.
  5. 5
    Fai una lista delle risorse disponibili. Includi tutto ciò che sarà necessario al raggiungimento dei tuoi scopi e dei tuoi obiettivi. Le risorse varieranno in base al fine e all'ambito del tuo piano di lavoro.
    • Sul luogo di lavoro le risorse possono includere il budget finanziario, il personale, i consulenti, gli edifici o gli spazi ed i libri. Se il tuo piano di lavoro è molto formale includi un'apposita appendice che contenga i costi nel dettaglio.
    • In ambito accademico le risorse possono includere l'accesso a molteplici biblioteche, materiale di ricerca (ad es. libri, riviste e giornali), computer e accesso al web, professori e chiunque ti possa aiutare a rispondere alle tue domande.
  6. 6
    Identifica eventuali vincoli. Sulla strada del raggiungimento dei tuoi obiettivi potresti incontrare degli ostacoli. Ad esempio, se stai preparando una ricerca per la scuola, potresti accorgerti che non hai tempo a sufficienza per dedicarle la giusta attenzione. Sarà quindi opportuno eliminare questo vincolo ed eliminare alcune attività dal prossimo semestre per poterti dedicare pienamente alla ricerca e raggiungere il tuo obiettivo.
  7. 7
    Chi detiene la responsabilità? E' importante identificare un responsabile per il compimento di ogni progetto? Nonostante ci possa essere un'ampia squadra di lavoro che sta cooperando su un unico obiettivo è necessaria la presenza di un responsabile che si occupi di rispettare i tempi di scadenza previsti.
  8. 8
    Scrivi la tua strategia. Esamina il tuo piano di lavoro e decidi come userai le tue risorse e farai fronte agli ostacoli per raggiungere i tuoi scopi ed obiettivi.
    • Elenca le azioni da compiere nello specifico. Identifica quali sono i passi giornalieri, o settimanali, da compiere e le azioni da intraprendere. Fallo sia per te che per la tua squadra di lavoro. Puoi decidere di usare un calendario o un software di gestione, per organizzare al meglio queste informazioni.
    • Crea un programma. Tieni a mente che si tratterà di un calendario provvisorio e che potrà cambiare nel tempo in seguito a qualche imprevisto. Cerca quindi di essere previdente per non rimanere indietro.
    Pubblicità

Consigli

  • Il tuo piano di lavoro deve essere utile a te. Crealo seguendo le tue esigenze e scegli se definirlo nel dettaglio o se delinearne solo i confini più ampi. Scrivilo su un pezzo di carta oppure usa un software professionale aiutandoti con grafica e colori. Scegli che cosa sarà più efficace per te.
  • Se il tuo progetto di lavoro è molto ampio identifica delle tappe intermedie così che tu possa verificare il raggiungimento di certi obiettivi a medio termine. Usali per riflettere sul lavoro svolto e sui progressi fatti e verifica di essere sulla strada giusta.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Raggiungere un Obiettivo

Come

Stabilire i Propri Obiettivi

Come

Scrivere una Lettera Motivazionale

Come

Scrivere un Diario Segreto

Come

Avere una Bella Firma

Come

Scrivere una Lettera di Conferma

Come

Scrivere una Lettera al Sindaco della Tua Città

Come

Mettere gli Accenti sulle Parole

Come

Scrivere una Cartolina

Come

Scrivere un Romanzo

Come

Scrivere la Proposta di un Progetto

Come

Analizzare la Calligrafia (Grafologia)

Come

Scrivere una Lettera

Come

Scrivere una Lettera di Ringraziamento
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 54 158 volte
Questa pagina è stata letta 54 158 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità