Come Scrivere un Saggio di Metodo

In questo Articolo:Delineare il Lavoro da SvolgereScrivere l'IntroduzioneScrivere il Corpo del SaggioConcludere il Saggio

Un saggio di metodo è, in sostanza, un saggio su come fare qualcosa. Al suo interno offri al lettore informazioni su come fare o su come è fatta qualcosa, ad esempio il prodotto di una fabbrica o la preparazione di un piatto. Delineando un buon processo metodologico, potrai condurre con facilità il lettore attraverso ciò che deve fare passo dopo passo senza divagare o muoverti troppo velocemente, in quanto chi legge probabilmente non conoscerà la materia. Sebbene i dettagli siano importanti, se includi troppi passaggi, rischi che il lettore si annoi prima di terminare la lettura del saggio, quindi è tassativo includere solo le informazioni essenziali. Per rendere le indicazioni fornite dal tuo saggio di metodo efficaci, fruibili e facili da applicare, continua a leggere l'articolo dal primo passaggio.

Parte 1
Delineare il Lavoro da Svolgere

  1. 1
    Determina il pubblico e le sue competenze. Prima di iniziare a scrivere, prendi un po' di tempo per pensare come destinare al pubblico ogni parte del tuo saggio. In questo modo potrai riflettere sulle cose che dovrai scrivere in primo luogo per i tuoi lettori.
    • Devi subito metterli al corrente che il lavoro da svolgere occuperà un intera giornata? Il compito richiede una serie di strumenti particolari? Che cosa devono sapere prima di concentrarsi su quello che devono fare?
    • Diciamo per ipotesi che stai scrivendo un articolo su come preparare la pasta alla bolognese. Per la maggior parte del pubblico non è utile discutere delle lievi differenze tra le spezie da usare nella salsa – è necessario corroborare le informazioni che dai, parlando, per esempio, della necessità dello scolapasta, dei tempi di cottura della pasta, ecc. Una volta che avrai riportato le nozioni basilari, potrai concentrarti sulle cose che restano da dire.
  2. 2
    Fai una lista dell'occorrente. Di che cosa avranno bisogno i tuoi lettori per portare a termine il lavoro? Avranno bisogno di qualcosa? Se è così, fai una lista completa dell'occorrente. Quando spieghi il compito da svolgere e ti imbatti in qualcosa che hai trascurato nella lista, torna indietro e scrivilo.
    • Riguardo all'esempio della pasta, gli strumenti da considerare sono una pentola, una padella, un cucchiaio per la salsa e un cucchiaio per la pasta. Non dimenticare gli ingredienti per la preparazione del piatto (carne macinata, condimento, ecc.). A volte è molto facile trascurare una serie di cose quando sono davvero scontate.
  3. 3
    Descrivi il lavoro da fare attraverso i passaggi fondamentali. Forse dovrai esaminare effettivamente il lavoro da solo per sapere esattamente ciò che accade, riportando i passaggi mentre lo svolgi. È facile ometterne uno o due quando si ripercorre in mente il procedimento. Tuttavia, se credi di poter analizzarlo dettagliatamente nella tua testa, è sufficiente.
    • Ricorda che puoi anche rendere il compito più facile per il pubblico. Invece di limitarti a dire "Fai bollire l'acqua" o "Aggiungi la pasta", puoi dare consigli e trucchi utili, come "Pesa prima gli ingredienti", in quanto a volte si tratta di passaggi che si possono dimenticare quando non si è capaci di fare da soli.
  4. 4
    Porta il tempo mentre svolgi il lavoro, se puoi. Se non è possibile, fai una stima verosimile del tempo necessario a tutto il procedimento. La maggior parte delle persone vogliono sapere quanto tempo richiederà il lavoro per stabilire se possono portarlo a termine.
    • Se scrivi un saggio di metodo su un argomento particolarmente difficile, ma di cui sei esperto, è consigliabile aggiungere più tempo. Le persone che avranno meno dimestichezza con il compito che descrivi probabilmente saranno più lente.

Parte 2
Scrivere l'Introduzione

  1. 1
    Introduci il compito in modo creativo per attrarre il lettore. Non basta buttarsi nel procedimento – agevola il lettore facendo una breve ma gradevole introduzione. È un ottimo espediente per informarlo di quello che dovrà fare e per aiutarlo a decidere se si tratta di qualcosa che effettivamente ha intenzione di fare.
    • Nel caso della pasta alla bolognese, potresti partire dando al lettore una breve storia del piatto e del territorio in cui ha avuto origine. Al principio spiegagli un po' la realtà da cui nasce l'argomento principale, per motivarlo ad andare oltre.
    • In alternativa, potresti iniziare dicendo al lettore perché cucinare quel piatto è un'ottima idea, per esempio per fare in modo che la famiglia mangi verdure o perché è veloce e squisito, adatto la sera nei giorni feriali.
  2. 2
    Dai qualche indizio al lettore sulle fasi essenziali del procedimento. Fai sapere a chi legge quanto tempo impiegherà per portare tutto a termine, che si tratti di 30 minuti o una settimana. Includi in questa parte anche un elenco di ciò di cui avrà bisogno. Non dimenticare le piccole cose!
    • In altre parole, i lettori dovranno avere tutto a loro disposizione per dedicarsi al compito che consigli loro di fare. L'introduzione e la lista di utensili e ingredienti renderanno il saggio facile da seguire e aiuteranno a preparare il lettore.
  3. 3
    Guida il lettore in modo che i passaggi alle parti successive risultino scorrevoli. Le frasi di transizione stimolano il lettore ad andare avanti nella lettura, dandogli spunti per agire. In questo modo saprà esattamente quando l'introduzione è terminata e quando è il momento di iniziare.
    • Ad esempio, se verso la fine dell'introduzione scrivi: "Per questo piatto ci vorranno circa 30 minuti", la frase successiva potrebbe essere: "Segui i passaggi riportati di seguito per iniziare".

Parte 3
Scrivere il Corpo del Saggio

  1. 1
    Utilizza la lista dei passaggi che hai scritto per strutturare questa parte. Ricordati di non saltarne nessuno. Il corpo del saggio dovrà comprendere le misure necessarie per spiegare al lettore l'intero procedimento. Il numero dei passaggi dipenderà dal procedimento.
    • Ad esempio, avrai bisogno di più passaggi per dire come si cucina qualcosa di elaborato, come il filetto alla Wellington, rispetto a quando spieghi qualcosa di più semplice, come il burro di arachidi o qualche salsa per condire il sandwich.
    • Non aggiungere inutilmente dei passaggi solo per far sembrare il saggio più completo. A volte più è semplice, meglio è.
  2. 2
    Struttura il corpo del saggio in paragrafi. Raggruppa i passaggi in paragrafi per concetti o in ordine cronologico. Questa differenziazione farà capire al lettore che cosa aspettarsi all'interno di ogni argomento, evitando di farlo andare inutilmente avanti e indietro. Se strutturarlo per concetti non va bene, prova a raggruppare i passaggi in ordine cronologico.
    • Ad esempio, se si tratta di cucinare la pasta, dai vita a un paragrafo su come far bollire la pasta e un altro su come preparare la salsa. Così facendo, separerai le idee in modo semplice e chiaro.
    • In alternativa, puoi raggruppare il saggio in passaggi iniziali (far bollire l'acqua, scaldare l'olio nella padella, iniziare a friggere la cipolla), intermedi (rosolare la carne, aggiungere la pasta all'acqua, aggiungere la salsa alla carne) e finali (cuocere la salsa a fuoco lento, scolare la pasta).
    • Quanti passaggi dovrai usare in ogni paragrafo dipenderà dal tempo che impiegherai per scrivere ogni passaggio. Cento parole è una buona quantità per un paragrafo, anche se non è una regola ferrea. Non inondare il lettore di tante parole per tenerlo motivato.
  3. 3
    Fai in modo che i passaggi creino un unico procedimento, non una lista di cose. Cerca di farlo in modo scorrevole; non basta elencare un passaggio dopo l'altro. Pertanto, quando presenti ogni fase, prendi in considerazione l'uso di parole che denotino una transizione, come "in seguito", "ora" o "dopodiché".
    • All'inizio di questa parte, puoi fare un'introduzione dicendo qualcosa come: "Per iniziare a fare la pasta alla bolognese, procurati una pentola grande". Con una frase del tipo: "Per cominciare ...", darai al lettore un indizio sul fatto che il procedimento sta effettivamente iniziando.
    • Ad esempio, potresti anche dire: "Dopodiché metti la pentola sul fuoco". Tuttavia, non fare un uso eccessivo delle parole che descrivono una transizione, altrimenti il testo può risultare altisonante.
  4. 4
    Entra nel dettaglio, poiché è probabile che il lettore non abbia mai fatto niente di tutto questo prima. I dettagli aggiuntivi aiutano il lettore a seguire il procedimento più facilmente. Quando tutto è chiaro, saprà esattamente qual è il lavoro che dovrà svolgere. Tuttavia, assicurati di non portarlo fuori strada. Resta fedele al percorso per mantenerlo sulla pista giusta.
    • Ad esempio, potresti dirgli semplicemente: "Fai bollire l'acqua per la pasta". Tuttavia, chi non ha molta dimestichezza con la cucina forse non sa a che punto deve calare la pasta. Pertanto, fai una descrizione più dettagliata di questo passaggio. Invece di "Fai bollire l'acqua," considera:
      • "Riempi la pentola d’acqua fino a ¾.
      • Accendi il fornello a fiamma alta e metti la pentola sopra. Quando bolle, aggiungi una manciata di sale grosso all'acqua.
      • Quando l'acqua arriva a ebollizione, butta delicatamente la pasta nella pentola. L'ebollizione avviene quando la superficie dell'acqua si muove in virtù delle bolle che salgono dal fondo della pentola. A questo punto puoi aggiungere la pasta nell'acqua e girarla".

Parte 4
Concludere il Saggio

  1. 1
    Indica il risultato finale e che cosa bisogna fare. Assicurati di dare al lettore un'idea del risultato che raggiungerà quando avrà portato a termine il lavoro. Aiutalo a immaginare il prodotto finale e offrigli qualche idea per i passaggi successivi. Completare tutto il procedimento non vuol dire sapere che cosa fare con quello che si è ottenuto!
    • Nel caso della ricetta, potresti scrivere qualcosa del tipo: "Ora che hai cotto la pasta, passala nella salsa alla bolognese. Servi il piatto a tuoi commensali insieme con il parmigiano, se lo desiderano. Puoi anche accompagnarlo con del pane all'aglio o un contorno d'insalata".
  2. 2
    Ribadisci nella conclusione quello che hai detto durante il saggio. Ribadisci il motivo per cui questo lavoro è importante o la ragione per cui si consiglia al lettore di farlo. Ricorda di riassumere nella conclusione quanto è stato detto, senza ripeterlo parola per parola.
    • Un esempio semplice per la nostra ricetta potrebbe essere: "E il gioco è fatto! Un delizioso e veloce piatto adatto a tutta la famiglia che si può preparare mille volte senza mai ricevere rifiuti. La prossima volta fai una prova utilizzando erbe e spezie diverse, se vuoi personalizzarlo".
  3. 3
    Rivedi il saggio quando hai finito, per assicurarti che sia facile da seguire. Quando un saggio di metodo guida il lettore attraverso un compito, tieni sempre presente che chi lo legge può essere un principiante. Assicurati di fornire i dettagli, ma nel modo più chiaro possibile. In questo tipo di saggio c'è poco spazio per il linguaggio forbito.
    • Guarda quanti sono i passaggi. Se ne sono pochi, può darsi che il procedimento descritto sia semplice o forse hai trascurato qualcosa che potrebbe essere diviso in più fasi. Se ne sono troppi, forse sei stato troppo pignolo e rischi di demotivare il lettore. Se la quantità dei passaggi non ti sembra giusta, riesaminali e apporta le modifiche necessarie.
    • Non cercare di usare paroloni per impressionare il lettore. Piuttosto, sappi quando usare un linguaggio semplice, come fanno i grandi scrittori, poiché un saggio di metodo rientra in questo caso. Il lettore è alla ricerca di indicazioni chiare su come fare qualcosa, come, appunto, cucinare la pasta alla bolognese. Non intende sprecare tempo a cercare le parole in un dizionario.
  4. 4
    Fai in modo che un amico provi il lavoro che spieghi nel saggio. Dal momento che conoscerai tutto il procedimento come le tue tasche, rivedere il saggio da solo potrebbe essere inutile. Invece, se hai un amico che possa sperimentare quello che hai scritto, sarà molto meglio. Se sorgono problemi, potrà metterti al corrente dei difetti e delle lacune presenti nel testo. In questo modo, riuscirai ad aggiustarlo nei punti opportuni.
    • Forse si tratterà di un piccolo dettaglio o due che avrai trascurato. Ad esempio, diciamo che hai scritto una ricetta per quattro persone. Quando qualcuno la segue per due, non sa che cosa fare con la carne macinata avanzata. È in questi piccoli dettagli che un paio di occhi in più (e anche di mani) può facilitare il tuo lavoro.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Saggistica

In altre lingue:

English: Write a Process Essay, Русский: написать эссе, описывающе какой–то процесс, Español: escribir un ensayo de procedimiento, Français: écrire un texte injonctif, Bahasa Indonesia: Menyusun Esai Proses, Deutsch: Einen Anleitungsaufsatz schreiben

Questa pagina è stata letta 1 139 volte.
Hai trovato utile questo articolo?