Come Scrivere una Recensione Letteraria

In questo Articolo:Prima di ScrivereScrivere la RecensioneCorreggere il Lavoro

Quando si parla di “revisione della letteratura”, alcune persone potrebbero pensare che scriverne una significhi solo leggere un paio di libri e poi dire se li hanno graditi. In realtà, le cose non stanno così. Una rassegna della letteratura è una revisione di vari libri, articoli e saggi riguardanti un certo argomento, passando dalle serie di libri ai pezzi più brevi, quali i pamphlet. A volte, questo tipo di testo appartiene a un progetto di ricerca più ampio. Il suo scopo è prevenire la duplicazione degli sforzi, risolvere i conflitti e offrire un punto di vista per le ricerche future.

1
Prima di Scrivere

  1. 1
    Chiarifica quanto ti è stato richiesto dal professore. Alcuni insegnanti possono commissionare una revisione della letteratura e non fornire alcun dettaglio specifico. Oppure, magari spiegano tutto proprio mentre gli studenti giocano a “Plants vs Zombies”. Qualsiasi sia la ragione che ti fa dubitare rispetto a quanto ti è stato assegnato, essere precisamente al corrente di quello che vuole il professore è il primo passo verso un 10.
    • Quante risorse dovresti includere? L'insegnante ha messo in chiaro che ne vuole una quantità specifica per ogni tipo? Dovrebbero essere almeno semi-recenti?
    • Nella discussione dei tuoi temi, dovrai fare un semplice riassunto o una critica? Alcune recensioni prevedono lo sviluppo di una tesi, altre no.
    • Dovresti offrire la tua opinione sulle tue fonti?
    • Hai l'obbligo di fornire informazioni di background, quali definizioni o storie, per offrire ai lettori una comprensione più ampia?
    • È previsto un limite massimo di pagine o di parole?
  2. 2
    Restringi l'argomento. Limitalo il più possibile pur avendo la quantità necessaria di fonti. Studiare un ordine di nascita in una famiglia potrebbe condurti ad aprire dozzine di libri; studiare l'ordine di nascita dei fratelli o delle sorelle renderà la tua ricerca delle fonti più rapida e gestibile.
    • Aggiornati. Se scriverai una revisione concernente una materia umanistica, storica o correlata alle scienze sociali, puoi permetterti di preoccuparti di meno rispetto al fattore temporale (infatti, il cambiamento di un'opinione nel corso della storia potrebbe essere un aspetto analizzato nel tuo saggio). Ma, se redigerai una rassegna di letteratura riguardante un tema scientifico, come, per fare un esempio, il trattamento del diabete, le informazioni risalenti a cinque anni fa potrebbero già essere obsolete. Discerni tra le bibliografie attuali o le revisioni della letteratura del campo per farti un'idea di cosa ci si aspetta nella tua disciplina.
  3. 3
    Trova un punto di vista. Purtroppo, non dovrai solo raccogliere fonti e riassumere quello che dicono. Dovresti considerare i temi e le idee che le connettono. Pensa a questi libri come a un gruppo di amici che stanno discutendo sullo stesso argomento. Qual è l'idea di ognuno? La vedono tutti nella stessa maniera? In cosa sono diversi?
    • Leggi tra le righe. Non è detto che tu debba cercare soltanto il contenuto esplicito. C'è un aspetto mancante collegato al campo? Tutte le tue fonti stabiliscono un'unica e specifica teoria? Noti la rivelazione di alcune tendenze? Questo ti aiuterà a strutturare davvero il saggio, addentrandoti in quello che darà uno scopo all'articolo.
  4. 4
    Sviluppa la tua tesi. Ora che hai trovato il tuo punto di vista, è tempo di scrivere la tua tesi. Hai sempre creduto che le revisioni di letteratura non siano provviste di questo elemento? Ciò è, in parte, sia vero che falso. Questo testo ha una tesi, ma non quella alla quale sei abituato. Il tuo enunciato di tesi non necessariamente servirà a discutere una posizione o un'opinione, bensì offrirà una particolare prospettiva sul materiale.
    • Per esempio, “Le tendenze attuali dell'[argomento] sono A, B e C” o “La teoria X è stata accolta dalla maggior parte delle fonti dal 1985 in avanti”. Fare un'affermazione del genere richiede delle domande, rendendo la tua recensione più interessante e densa di significato: come cambieranno i trend in futuro? Cosa succederebbe se le teorie approvate fossero sbagliate?
    • Lo ripetiamo, queste informazioni non sono nuove. Non stai analizzando le fonti per poi offrire la tua prospettiva fresca. Stai semplicemente agendo come un computer: annoti gli schemi, le mancanze e le supposizioni di tutte le tue fonti.
  5. 5
    Valuta le tue fonti. Puoi avere le migliori intenzioni e una prosa che potrebbe convincere anche l'ultimo degli scettici, ma, se le tue fonti non sono affidabili, non farai molta strada. Assicurati che esse siano stimate su diversi livelli.
    • Quali sono le competenze dell'autore? Come regge le sue argomentazioni (storie, statistiche, reperti storici, ecc.)?
    • La sua prospettiva è libera di pregiudizi e oggettiva? Sta ignorando certi dati affinché il suo punto di vista sembri più forte?
    • Sa essere persuasivo? Alcuni suoi punti lasciano un po' a desiderare?
    • Il suo lavoro porta a una comprensione migliore del soggetto?

2
Scrivere la Recensione

  1. 1
    Comincia con un'introduzione solida. Come avviene con tutto, la prima impressione è quella che conta. L'introduzione dovrebbe dare velocemente un'idea dell'argomento della recensione, in maniera tematica o in base a uno schema organizzativo.
    • Aiuta il lettore facendogli sapere che viaggio aspettarsi. Se utilizzerai un enunciato di tesi, presentalo verso la fine del paragrafo introduttivo. Al termine, il lettore dovrebbe anticipare quelle che saranno le prove e le dimensioni del tuo saggio.
  2. 2
    Organizza il corpo del testo. È questa la parte che ti consente di scegliere tra varie opzioni. Hai diverse fonti e, siccome riguardano tutte lo stesso tema, probabilmente hanno molto in comune. Scegli la stesura che ti sembra più naturale per il tuo punto di vista specifico.
    • Scrivi cronologicamente. Se ti trovi di fronte a varie opinioni scandite dalle diverse ere o a delle tendenze cambiate nel corso del tempo, è questa l'organizzazione più sensata.
    • Scrivi per pubblicazione. Questo metodo organizzativo è ideale se ogni pubblicazione ha una presa di posizione diversa. Se esiste una progressione naturale (dal radicalismo al conservatorismo, per esempio) tra le fonti, opta per questa stesura.
    • Scrivi per tendenze. Se noti degli schemi nelle tue fonti, organizzarle per trend rappresenta la struttura più ovvia. Alcune fonti, insieme, potrebbero suggerire uno schema che cambia nel corso del tempo o a causa di altre variabili, come quella regionale.
    • Scrivi per tema. Questo dipende molto dal tuo enunciato di tesi e da quali fonti hai scelto. Se opterai per un punto di vista più astratto (per esempio, “Il colonialismo viene considerato male”), le sottosezioni potrebbero essere organizzate in base ai diversi metodi impiegati per generare il tema.
  3. 3
    Giungi a una conclusione cristallina. Il paragrafo di chiusura deve finire di confezionare il tuo articolo, reiterare quanto è stato sostenuto nell'introduzione e discutere cosa hai tratto dagli studi.
    • Potresti scrivere una conclusione suggestiva. Dove potrebbe arrivare la discussione se qualcuno dovesse riprendere da dove hai lasciato? Quali sono le conseguenze degli schemi e delle mancanze tra le fonti di oggi?
  4. 4
    Utilizza le prove. Sentiti libero di combinare molteplici fonti e di esprimerle a parole tue per creare un'argomentazione. Userai le tue espressioni linguistiche sostenute dai lavori dei professionisti.
    • Usa parsimoniosamente le citazioni. La natura di una revisione letteraria è rappresentata dalla ricerca, il che non consente di inserire discussioni approfondite o citazioni dettagliate da un testo. Ogni tanto è possibile farlo, ma l'articolo, alla fin fine, dovrebbe essere scritto da te.
  5. 5
    Conserva la tua voce. Questo non vuol dire che tu debba presentare informazioni emerse dai tuoi personalissimi ragionamenti, ma cominciare e concludere ogni paragrafo a parole tue. La tua voce dovrebbe essere il collante tra le fonti.
    • Quando paragrafi una fonte non tua, assicurati di rappresentare accuratamente le informazioni o le opinioni dello scrittore a parole tue. Poi, relazionale al contesto della tua recensione.
    • Alcuni professori potrebbero chiedere di valutare le fonti e concludere affermando quali pezzi aggiungono un maggior contributo al settore. Se il tuo dovesse richiederti un compito del genere, determina la tua prospettiva e attieniti a essa nel corso del saggio.

3
Correggere il Lavoro

  1. 1
    Rivedi le linee guida. Alcuni insegnanti hanno delle chiare preferenze in fatto di stile. Accertati che il tuo saggio non rispetti solo quelle dal punto di vista del contenuto, ma anche quelle riguardanti il formato.
    • Il tuo professore ha richiesto una formattazione APA? Quali dovrebbero essere i margini? I titoli, i sottotitoli, il tuo nome, le note a piè di pagina e i numeri delle pagine come vanno inseriti? Come presentare le citazioni?
  2. 2
    Assicurati che il testo e le sue transizioni siano coerenti e fluenti. Meglio optare per uno stile chiaro e conciso, anche se questo non sempre succede quando si scrive la prima volta. Rivedi il testo e riscrivilo nel caso ci siano parti ambigue o verbose.
    • Oltre a essere chiaro, scorre fluentemente? Passi coerentemente e naturalmente da un paragrafo all'altro e da una frase all'altra? Assicurati che le prove si allineino al supporto e che l'organizzazione delle fonti fluisca logicamente.
    • Elimina l'inutile gergo o slang. Durante la ricerca, può darsi che tu abbia maturato un vocabolario completamente nuovo, ma il tuo professore non l'ha fatto. Scrivi un saggio che possa essere letto dalle masse. Non renderlo inutilmente incomprensibile.
  3. 3
    Correggi le bozze. La parte più dura è passata, ma non trascurare la revisione dell'ortografia, della grammatica e della punteggiatura. Prenditi una pausa tra la scrittura e la correzione: il tuo cervello potrebbe essere saturo. Tornaci su una volta che sarai pronto.
    • Sarebbe meglio che anche un'altra persona legga il tuo lavoro prima che tu lo consegni. Forse l'hai letto talmente tante volte che certi errori ti sfuggono automaticamente. Un altro lettore può localizzare i refusi che ti sono sfuggiti, porti quesiti che non ti eri reso conto fossero rimasti privi di copertura o cercare chiarimenti rispetto ai punti più nebulosi.

Consigli

  • Usa le citazioni giuste. Il tuo professore probabilmente ti dirà quali formati dovresti usare per le citazioni all'interno del testo. Spesso, gli insegnanti valutano severamente questa parte prima di mettere il voto.
  • Fai una mappa della revisione della letteratura che scriverai. Ti aiuterà a ordinare i pensieri in una presentazione organizzata, facilitando la stesura del saggio.

Avvertenze

  • Evita il plagio. Usare le tue parole ti aiuterà a scansare questo problema, che molti dipartimenti accademici prendono decisamente sul serio. Le prove di plagio possono far sospendere o bocciare gli studenti. Assicurati di attribuire correttamente le citazioni dirette.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Scrittura

In altre lingue:

English: Do a Literature Review, Español: hacer una revisión literaria, Português: Fazer uma Revisão Literária, Deutsch: Erstellen einer Literaturübersicht, 中文: 做文献综述, Français: écrire une revue littéraire, Русский: написать литературный обзор, Nederlands: Een literatuuronderzoek doen

Questa pagina è stata letta 3 611 volte.
Hai trovato utile questo articolo?