Come Scrivere una Relazione Universitaria in Poche Ore

In questo Articolo:Prepararti al LavoroStrategie di ScritturaTrucchi Basati sulle Citazioni

Se sei un pigrone, questa situazione sarà familiare per te: devi consegnare tra poche ore una relazione da cui dipende il tuo voto e non hai ancora iniziato a scriverla. Non aver paura! Segui questi semplici passaggi e sarai sulla buona strada per salvare la tua carriera accademica.

1
Prepararti al Lavoro

  1. 1
    Non farti prendere dal panico. Devi mantenere una prospettiva lucida, un atteggiamento calmo ed evitare di indugiare su quello che avresti dovuto fare. Dì chiaramente a te stesso che puoi farcela e rimani concentrato, determinato a finire.
    • Riduci il carico di lavoro nella mente. Per rimanere calmo dovrai capire di non aver bisogno di scrivere un romanzo. Spesso potrai scrivere relazioni universitarie o al liceo con interlinea doppia, perciò il numero di pagine da scrivere sarà effettivamente la metà di quello richiesto. Improvvisamente il lavoro ti sembrerà molto meno spaventoso.
  2. 2
    Vai subito in biblioteca. Se non ne hai la possibilità, vai su internet e usa Google Scholar o qualunque altro database cui hai accesso. Fai delle semplici ricerche. Ricorda che non hai tempo per approfondire troppo, perciò cerca di trarre il massimo da una ricerca veloce.
  3. 3
    Evita tutte le distrazioni. Che tu sia in biblioteca, o incollato alla scrivania a casa, elimina tutto ciò che possa far viaggiare la tua mente. Metti via iPod, telefono cellulare, lista delle cose da fare, televisione, musica, radio, giochi, ecc. A meno che tu non ne abbia assolutamente bisogno per fare delle ricerche, disattiva la connessione a internet.
  4. 4
    Nutri il cervello. Tieni a portata di mano degli spuntini salutari per tenere alta l'energia e la voglia di lavorare. Scegli alimenti ricchi di proteine come burro d'arachidi o soia e carboidrati complessi, come frutta e verdura. Non limitarti a fare il pieno di zuccheri raffinati e caffeina - alla fine avresti un crollo e ti sentiresti peggio di prima.
  5. 5
    Fai delle pause di tanto in tanto. Ogni ora circa, alzati e fai stretching per due o tre minuti. Cammina per la stanza, fai degli esercizi aerobici e fai pompare il sangue. Ti concentrerai meglio che se rimanessi seduto per 5 ore.
  6. 6
    Tratta la relazione come un esame scritto. Scrivi sotto pressione - nessuna bozza, nessuna seconda possibilità, dovrai solo scrivere. Immaginare di affrontare un vero esame può aiutarti a concentrati meglio sul lavoro.

2
Strategie di Scrittura

  1. 1
    Pensa in modo ampio. Concentrati sui punti fondamentali di quello che dovresti dire. Se la tua relazione ad esempio deve riguardare una tragedia Shakespeariana, cerca di capire chi siano i personaggi principali di "Romeo e Giulietta" e quali siano le loro caratteristiche e motivazioni. Non hai tempo per le migliaia di sottigliezze e particolarità. Fai però attenzione quando cerchi di trasferire questi pensieri generali in frasi scritte. Scrivi affermazioni che sai essere vere, ma che non siano così banali da dare l'impressione che tu conosca a malapena l'argomento. Scrivi tutte le generalizzazioni in merito all'argomento che riesci a pensare e cerca le relazioni tra di esse.
    • Usa fonti che trattino l'argomento su cui devi scrivere. Puoi ricorrere a brevi riassunti della trama e informazioni sui personaggi, sulle idee, sugli eventi, sui risultati, ecc. nel campo di cui stai scrivendo. Non riutilizzare le analisi che hai trovato e non copiare nulla, ma usa tutte le fonti possibili per trovare informazioni sugli argomenti che non hai il tempo di studiare.
  2. 2
    Concentrati sul conflitto. I testi accademici devono provare una tesi, e questo richiede di sostenerla in modo convincente. Puoi risolvere un conflitto mostrandoti d'accordo con alcuni aspetti e in disaccordo con altri. Potresti oppure divertirti a fare l'avvocato del diavolo; potresti persino venire meno ai tuoi reali valori personali, solo per riuscire a completare la relazione o scrivere un'argomentazione più convincente.
    • Se non vuoi trattare un conflitto, confronta o riassumi l'argomento. In ogni caso, trova un minimo di tre conflitti, confronti o riepiloghi per riempire il corpo della relazione. Se non riesci a trovarne più di tre, almeno avrai composto il corpo della relazione.
  3. 3
    Quando ne hai la possibilità, usa la tua opinione. In alcuni casi, ad esempio per relazioni di letteratura o storia, la tua opinione è importante quanto i fatti. Sfrutta questo elemento per entrare nella relazione. Usa le tue opinioni per elaborare i problemi effettivi e le idee fondamentali dell'argomento, e cogli l'opportunità di esplorare diverse interpretazioni. Puoi guadagnare molti punti grazie a un'interpretazione esplorativa approfondita, se scritta con buona forma e realismo.
    • Non esagerare con le tue opinioni e non monopolizzare la relazione. Esprimi un pensiero una volta e vai avanti. È meglio scrivere una serie di affermazioni supportate dai fatti e di opinioni piuttosto che ripetere le stesse più volte. Almeno il lettore capirà che hai una visione d'insieme dell'argomento grazie alle tue brevi citazioni.
    • Se vuoi scrivere la tua interpretazione dei motivi per cui delle persone abbiano fatto, detto o raggiunto qualcosa, mettiti nei loro panni e immagina come tu avresti gestito la situazione. Inseriscila nella tua relazione come parte della tua opinione, ad esempio "secondo la mia opinione, X ha fatto ciò perché si trovava sotto un'enorme pressione per completare il lavoro e aveva semplicemente bisogno di trovare un modo per farlo il più rapidamente possibile". La tua capacità interpretativa potrebbe essere sovraccaricata dalla tensione di riuscire a scrivere la relazione in tempo, perciò sfrutta questa possibilità a tuo vantaggio.
  4. 4
    Discuti l'opinione di un esperto. Oltre alla tua opinione, puoi dedicare buona parte della tua relazione all'opinione di un esperto, scrivendo come tu sia d'accordo o in disaccordo con essa. Trova il punto di vista di un esperto sull'argomento della tua relazione, citalo e poi dilungati a scrivere su quali punti sei d'accordo o in disaccordo con l'esperto. Lo faresti comunque come parte di una relazione scritta con più calma, ma dato il poco tempo a disposizione, dovrai andare dritto per la giugulare e mettere in evidenza almeno due buone ragioni per le quali le idee dell'esperto sono giuste o sbagliate. Poi, concentrati solo per rendere interessante quello che hai da dire. Altri punti a tuo vantaggio se quello che dirai è un'idea originale in merito all'opinione dell'esperto. In alcuni casi, più l'idea sarà bizzarra, meglio sarà (dovrai essere uno scrittore di talento però).
    • Evita di andare fuori tema e di prenderti gioco dei tratti personali dell'esperto o della sua professionalità. Questo non ti farà guadagnare la stima del professore e piuttosto potrebbe attirare la sua antipatia.
  5. 5
    Se hai un dubbio, non includere qualcosa. A questo punto, avrai capito che né parlare a vanvera, né scrivere cose senza senso ti può aiutare. In alcuni casi, potresti cavartela con una relazione più breve e concisa, proprio perché ciò che hai da dire è così perspicace e originale da risaltare tra tutte le altre relazioni più lunghe e banali.
  6. 6
    Usa alcuni trucchi dell'arte della scrittura. Concentrati sulla presentazione e non sul contenuto. Per iniziare, non commettere errori gravi. Controlla grammatica, ortografia e punteggiatura prima di consegnare la relazione. Una relazione ben scritta fa un'impressione migliore e convince chi la legge che tu abbia dedicato molto tempo alla sua stesura. Ecco altri elementi da considerare:
    • Usa italiano formale. Scrivi sempre frasi complete, che contengano verbo e soggetto. Evita le abbreviazioni, che sono informali e inappropriate per la scrittura accademica. Prova a inserire frasi quali "dovuto al fatto che", "durante quel particolare periodo", "in un numero limitato di casi", ecc., che possono contribuire alla forma e alla lunghezza della relazione. Cerca frasi formali complesse e prolisse per prolungare la tua relazione. Se sei veramente disperato (e preparato anche ad accettare un brutto voto), puoi provare a scrivere per esteso gli anni (millenovecentoottantaquattro invece di 1984) e scrivere i nomi completi ogni volta che citi una persona (Homer Jay Simpson invece di Sig. Simpson o Simpson).
    • Sostituisci le parole di uso quotidiano con sinonimi di più sillabe, che siano più interessanti e ricercati. Queste parole possono dare più precisione alla tua scrittura e questo è necessario se hai pochissimo tempo a disposizione.
      • Le parole di origine greca sono spesso più impressionanti e formali di quelle di uso comune. Spesso sono anche lunghe e ti aiuteranno a riempire più spazio.
    • Evita le ripetizioni. Se stai parlando di un argomento e ti accorgi di usare troppo spesso la parola "controverso", prova a usare "polemico". Tieni sempre a portata di mano un dizionario dei sinonimi quando scrivi una relazione.
    • Includere i termini impiegati dagli esperti rende la scrittura più chiara e mostra al professore che sai di cosa stai parlando. Assicurati di definire i termini gergali se appropriato, ma utilizzare una parola che non ti è familiare può permetterti di essere più preciso di cercare di tradurre lo stesso concetto in parole di uso comune. In effetti, le scoperte scientifiche possono spesso essere distorte se scritte in italiano comune, ad esempio negli articoli sulle riviste. Assicurati che il tuo professore capisca cosa stai cercando di dire, ma evita di semplificare le cose in un modo che le renda meno precise.
  7. 7
    Cambia la formattazione. Se il tuo professore ha specificato una dimensione del font o altre scelte di formattazione (quasi tutti lo fanno), ignora questo passaggio. I tuoi trucchi sarebbero notati e il tuo voto ne risentirebbe per aver infranto le regole. Se il tu professore ha specificato un numero di pagine, ma non ha specificato la dimensione del font, il tipo del font, i margini o il conteggio delle parole, puoi modificare queste configurazioni e far occupare più spazio a ciò che hai scritto. Il font Arial ad esempio occupa più spazio dello standard Times New Roman. Il Comic Sans MS occupa ancora più spazio, ma non ha un aspetto molto professionale. Espandi i margini da 2,5 cm a 2,75 cm - se ti serve una relazione di 25 pagine, questo trucco può aiutarti molto. Altri consigli:
    • Se stai scrivendo, seleziona quello che hai scritto, fai click destro e poi fai click su "Carattere". Fai click su "Spaziatura caratteri" e nel campo "Di" dopo il campo "Espandi", fai click sulla freccia verso l'alto, non più di 3 o 4 volte, poi fai click su OK. Questo trucco aggiungerà spazio, molto difficile da individuare, tra le lettere delle parole.
    • Seleziona tutti i punti della relazione e modificane la dimensione a 14. Non noterai un grande cambiamento per le relazioni di 4 pagine, ma per quelle di 20 potrai risparmiare una pagina.
    • Inserisci un singolo spazio prima di ogni linea per aggiungere centinaia di caratteri in un modo molto difficile da individuare.
  8. 8
    Non aspettarti di ottenere un voto perfetto e neppure rispettabile. Sarà molto difficile prendere il massimo dei voti, la tua relazione dovrà essere molto più ricca di sostanza. Se non sei davvero un genio sotto pressione, i professori individueranno subito la maggior parte delle tue tattiche e ti assegneranno un voto che ne tenga conto. Potresti persino prendere un brutto voto o un'insufficienza, ma sarà comunque meglio di prendere zero per non aver consegnato nulla.

3
Trucchi Basati sulle Citazioni

  1. 1
    Cita più opere dello stesso autore. Con le citazioni standard, inserire lo stesso autore per più di un'opera può far salire leggermente il conteggio delle pagine.
  2. 2
    Usa introduzioni per una nuova fonte o autore quando citi o riepiloghi qualcosa. Si tratta di una tecnica corretta e che può permetterti di aggiungere diverse righe. Es: Edgar Allan Poe, un critico e autore famoso dell'epoca, disse "citazione" invece di limitarti a inserire la citazione.
  3. 3
    Usa le citazioni in blocco. Le citazioni in blocco sono bellissime, ma possono essere usate solo per tre o più righe di poesia o quattro o più righe di prosa. Solo in occasioni rare però avrai la possibilità di inserire una citazione tanto lunga, e dovresti quasi in tutti i casi farle seguire da analisi approfondite.
  4. 4
    Usa grafiche e poi citale. Se si tratta di un elemento rilevante, potresti giustificare l'inserimento di una grafica, come una tabella o un grafico, e la necessaria fonte testuale, che può essere lunga molte righe, per aumentare lo spazio occupato. Come nel caso di una citazione in blocco però, una parte così importante di lavoro originale dovrà essere seguita da una lunga analisi o sintesi.

Consigli

  • Se puoi usare una relazione di un altro corso senza che questo sia considerato un plagio, potrebbe essere una buona opzione. Assicurati però di controllare prima di consegnare i tuoi lavori.
  • Considera di chiedere un prolungamento della scadenza - sfodera i tuoi migliori occhioni dolci e una storia strappalacrime!

Cose che ti Serviranno

  • Materiale di ricerca
  • Biblioteca o database online
  • Luogo tranquillo senza distrazioni

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Istruzione & Comunicazione

In altre lingue:

English: BS Your Way Through a College Paper, Русский: написать курсовую работу за короткий срок, Español: escribir un ensayo en tiempo record, Deutsch: Dich durch deinen Aufsatz tricksen, Português: Fazer um Trabalho de Faculdade na Última Hora, Français: faire une dissertation pour l'université à l'arrache

Questa pagina è stata letta 11 685 volte.
Hai trovato utile questo articolo?